Probabili formazioni / Livorno-Lanciano: quote e ultime notizie live. L’andata (Serie B 42^giornata, oggi venerdì 20 maggio 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Livorno-Lanciano (Serie B): quote e ultime notizie live. Partita in programma venerdì 20 maggio 2016 allo stadio Armando Picchi, valida per la 42^ ed ultima giornata

Livorno_Luci_Vantaggiato
(dalla pagina Facebook ufficiale As Livorno Calcio)

Al Picchi invece si gioca una gara delicata per la parte bassa della classifica, Livorno-Lanciano. I toscani ormai possono aggrapparsi solo alla speranza dei playout per rimanere in categoria, mentre gli abruzzesi hanno ancora la possibilità della salvezza diretta. La gara dell’andata al Biondi regalò emozioni e grande ritmo con Guido Marilungo protagonista. L’attaccante ex Sampdoria segnò due reti nell’arco di due minuti tra il sessantunesimo e il sessantatreesimo. La prima rete la mise a segno su calcio di rigore, la seconda su assist di Di Matteo. La rete della bandiera degli ospiti arrivò al minuto 81 con Bunino.

Il Livorno e il Lanciano si giocano moltissimo in questa partita allo Stadio Armando Picchi, perchè vincere potrebbe voler dire salvarsi mentre perdere significherebbe sprofondare in Lega Pro. Andiamo a vedere quelli che sono stati fino a questo momento i migliori. I capocannonieri sono rispettivamente Daniele Vantaggiato con quindici gol e dall’altra Federico Di Francesco con 8. Il calciatore del Livorno è quello che tira di più in media della sua squadra con 3.6 conclusioni a partita, dall’altra parte invece abbiamo Nicola Ferrari con 2.2. Quelli che completano più passaggi invece sono da un lato Alessandro Lambrughi con il 73.1% e dall’altra Raffaele Pucino con 67.4%. Quelli che di media rubano più palloni sono Federico Ceccherini con 23.3 a partita e Antonio Aquilanti con 20.7, ma quest’ultimo non ci sarà.

Sfida delicata quella dell’Armando Picchi si gioca per la salvezza tra il Livorno e il Lanciano. Tra gli amaranto sicuramente in rampa di lancio c’è il giovanissimo Aramu che nell’ultimo turno ha segnato la doppietta della speranza. Il calciatore ex Trapani, ma di proprietà del Torino, è un centrocampista che con il tempo si sta abituando a giocare anche da esterno alto in attacco. Abile con entrambi i piedi è dotato di una buona tecnica individuale ed inoltre è un calciatore molto altruista. Dall’altra parte tra i rossoneri sicuramente il calciatore più talentuoso è Di Francesco, figlio dell’allenatore del Sassuolo ha tecnica e grande intelligenza nel posizionamento offensivo.

Sfida delicata per la parte bassa della classifica si gioca al Picchi tra il Livorno e il Lanciano. Tra gli amaranto il jolly sicuramente è Vajushi, calciatore albanese che si muove tra il centrocampo e l’attacco con la stessa intensità e con grande intelligenza. Il ragazzo ha segnato anche qualche gol veramente di bella fattura quest’anno, dimostrando tecnica e intelligenza. Dall’altra parte invece troviamo Vastola, centrocampista che quest’anno ha segnato meno della scorsa stagione anche perchè ha abbassato il suo raggio d’azione. E’ un calciatore abile a partire da dietro e a infilarsi nelle difese avversarie. Inoltre ha tecnica ed è bravo anche a rubare palloni in mezzo al campo.

Si gioca una sfida interessante tra Livorno e Lanciano all’Armando Picchi, gara che regalerà sicuramente grandi emozioni per motivi anche legati alla classifica. Tra i padroni di casa dubbi già a iniziare dalla porta dove potrebbe essere concessa la passarella a Svedkauskas al posto di Lanni. Sulla corsia destra ballottaggio tra Pecorini e Almici. Dall’altra parte invece vanno al ballottaggio in cabina di regia Giandonato e Vitale. Davanti potrebbe essere concessa una possibilità a Padovan che ha avuto poco spazio, dubbio tra lui e Ferrari.

Si gioca una sfida delicatissima tra Livorno e Lanciano nella zona salvezza. Gli amaranto si presentano con diverse assenze importanti come quella del difensore centrale Martino Borghese, fermo ormai da un po’ di tempo. Altro lungodegente è Paolo Regoli sulla corsia destra. Non ci saranno nemmeno in mezzo al campo Schiavone e Rafati. L’assenza pesante però è quella di Fedato oltre a quelle di Baez e Bunino che condizionano le scelte di Gelain davanti. Dall’altra parte invece Primo Maragliulo dovrà fare a meno di Aridità, Aquilanti e Bergamini.

Punti salvezza in palio allo stadio Armando Picchi, dove venerdì 20 maggio 2016 va in scena una delle partite in programma per la 42^ ed ultima giornata di Serie B. Alle ore 20:30 si alza il sipario su Livorno-Lanciano che rappresenta uno spareggio per la permanenza in cadetteria. Sopratutto per il Livorno, penultimo in classifica con 41 punti: la formazione toscana deve vincere e sperare che Salernitana e Modena (42 punti), impegnate rispettivamente contro il Como e a Novara, non vadano oltre il pareggio; in questo caso il Livorno sarebbe ai playout proprio con la Virtus Lanciano. Gli abruzzesi sono quintultimi a quota 43 e puntano al successo per assicurarsi almeno gli spareggi; se il Latina dovesse perdere a Pescara però sarebbero del tutto salvi in caso di vittoria. Passiamo alle probabili formazioni di Livorno-Lanciano e alle quote per il pronostico di questa partita.

Evidente disparità di valutazioni nel pronostico SNAI: il segno 1 per la vittoria del Livorno è favorito ed abbassato a quota 1,85, mentre il segno 2 per l’eventuale colpo esterno della Virtus Lanciano moltiplica per 4 la posta in palio. Il segno X per l’eventuale pareggio vale invece 3,50. Opzione Under a quota 1,73, Over a 2, Goal 1,75 e NoGoal 1,95.

Si va verso la conferma del modulo 3-4-3 con gli stessi interpreti di settimana scorsa ad Ascoli. Un cambiamento a centrocampo, con Cazzola che rimpiazzerà lo squalificato Biagianti per far coppia di mezzo assieme a capitan Luci; sulle corsie laterali invece confermati Moscati e Antonini. In difesa Ceccherini, Lambrughi e Gasbarro davanti al portiere Matteo Ricci, nel tridente d’attacco Aramu e l’albanese Vajushi faranno compagnia al bomber Vantaggiato, autore di 15 gol in questo campionato.

Solito Alberto di Natale per la Virtus di Primo Maragliulo, che deve ancora fare a meno dei difensori Aquilanti e Boldor. In porta giocherà Cragno, in difesa Salviato a destra, Di Matteo a sinistra e coppia centrale composta da Amenta e Rigione. Il ballottaggio a centrocampo riguarda Giandonato e il giovane Michele Rocca: favorito il secondo mentre in cabina di regia rientra Bacinovic, che ha scontato il turno di squalifica; l’altra maglia sarà di Vastola. Pacchetto offensivo con Marilungo e Di Francesco a supporto di Nicola Ferrari. Da non escludere l’ipotesi 4-4-2 con Vastola e Rocca ali di centrocampo e coppia d’attacco Di Francesco-Marilungo. 

Livorno (3-4-3): 22 M.Ricci; 17 Ceccherini, 11 Lambrughi, 6 Gasbarro; 7 Moscati, 8 Luci, 44 Cazzola, 23 Antonini; 30 Aramu, 10 Vantaggiato, 14 Vajushi

Allenatore: Ezio Gelain

Squalificati: Biagianti

Diffidati: Vantaggiato

Indisponibili: Borghese, Gonnelli, Jelenic, Bunino

Virtus Lanciano (4-4-2): 12 Cragno; 4 Salviato, 16 Rigione, 6 Amenta, 27 Di Matteo; 17 Vastola, 8 Bacinovic, 29 Rocca; 9 Marilungo, 13 Di Francesco; 14 N.Ferrari

Allenatore: Primo Maragliulo

Squalificati: nessuno

Diffidati: Rigione, Di Francesco

Indisponibili: Aquilanti, Boldor

 

 

Arbitro: Luigi Nasca (sezione di Bari)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori