Diretta / Manchester United-Crystal Palace (risultato finale 2-1), info streaming video e tv:vince lo United(finale FA Cup 2016 oggi sabato 21 maggio)

- La Redazione

Diretta Manchester United-Crystal Palace: info streaming video e tv, quote, risultato live della finale di FA Cup in programma sabato 21 maggio 2016 al Wembley Stadium di Londra

crystalpalace_manchesterunited
(INFOPHOTO)

E’ terminata sul risultato di due a uno in favore del Manchester United, la finale di FA Cup tra i diavoli rossi e il Crystal Palace.  Lo United grazie a questo successo centra la sua dodicesima vittoria della coppa nella storia. Decide l’incontro un gol di Lingard, nonostante l’inferiorità numerica. Serata amara invece per il Crystal Palace, che è stata sconfitta per la seconda volta in una finale, ancora contro il Manchester United. Al termine della gara gli sconfitti scoppiano in lacrime, Rooney sportivamente va a consolarli. 

Quando siamo giunti agli sgoccioli dei novanta minuti, il risultato tra Manchester United e Crystal Palace è fermo sull’uno a uno. E’ successo tutto negli ultimi frangenti di gioco, con il Palace che passa in vantaggio al 78′ con Puncheon, lesto ad insaccare in rete con una conclusione ravvicinata. La reazione avversaria è pressochè immediata e si concretizza con Mata, sugli sviluppi di una straordinaria giocata di Rooney, il quale prima di sfornare l’assist per il compagno ha terrorizzato la difesa del Crystal Palace in dribbling. Finale tutto da vivere a Wembley.

Si è concluso sul risultato di zero a zero il primo tempo di Wembley tra il Manchester United e il Crystal Palace. Abbiamo assistito a quarantacinque minuti abbastanza inteeressanti, con due-tre occasioni degne di nota per squadra allenata da Van Gaal, che ha cercato di fare la partita prendendo spesso l’iniziativa. Gli avversani hanno giocato una partita prevalentemente difensiva, cercando di spingersi in avanti soltanto in contropiede. Bene la difesa in fase di contenimento su Rooney. Squadre ora negli spogliatoi per l’intervallo, tra poco si riparte. 

E’ cominciata da oltre quindici minuti di gioco il primo tempo di FA Cup tra Manchester United e Crystal Palace, con il risultato ancora fermo sullo zero a zero. Fase di studio con il Palace che cerca di non alzare troppo il ritmo, mentre lo United spera in qualche invenzione di Rooney. Il primo guizzo della gara arriva all’undicesimo, con Rashford che dialoga di prima con Rooney e Martial, poi il francese serve il giovane attaccante in zona invitante ma Souarè è bravissimo a sventare il pericolo con una diagonale efficace. 

Mancano pochi minuti al fischio di inizio di Crystal PalaceManchester United, partita valida per finale di FA Cup 2016. Le due squadre stanno ultimando la fase di riscaldamento, intanto i due allenatori hanno comunicato le loro scelte tecniche diramando le formazioni ufficiali. Crystal Palace (4-4-2) Hennessey; Ward, Dann, Delaney, Souare; Zaha, Cabaye, McArthur, Jedinak, Bolasie; Wickham. Allenatore: Pardew. A disposizione: Speroni, Kelly, Mariappa, Sako, Puncheon, Gayle, Adebayor. Manchester United (4-2-3-1) De Gea, Valencia, Smalling, Blind, Rojo, Carrick, Fellaini, Mata, Rooney, Martial, Rashford. Allenatore: Van Gaal. A disposizione: Romero, Darmian, Jones, Schneiderlin, Herrera, Young, Lingard.

L’ultima volta che i Red Devils alzato al cielo la FA Cup è datata 22 maggio 2004. In quell’occasione la squadra allenata da Sir Alex Ferguson sconfisse senza troppi problemi la rivelazione Milwall, giunta sino alla finale dopo aver eliminato Walsall, Telford United, Burnley, Tranmere e Sunderland. La favola non impietosì il Manchester United che al Millennium Stadium di Cardiff s’impose per 3-0, grazie al gol di Cristiano Ronaldo nel primo tempo (44′) e alla doppietta di Ruud Van Nistelrooy nella ripresa (65′ su rigore e 81′). In precedenza i Diavoli Rossi avevano conquistato la FA Cup nel 1999, anno del ‘Treble’ con anche Premier League e Champions inserite in bacheca; le reti di Teddy Sheringham e Paul Scholes firmarono il 2-0 contro il Newcastle di Ruud Gullit. Il Crystal Palace non ha mai provato la gioia di vincere la FA Cup e solo una volta è arrivato sino alla finale, nell’edizione 1990 poi persa proprio contro il Manchester United. A Wembley si consumò uno spettacolare 3-3, con anche due gol nei tempi supplementari; all’epoca non erano previsti i rigori e la sfida fu quindi ripetuta cinque giorni dopo. Il 17 maggio 1990 il gol del ventunenne difensore Lee Martin consegnò il trofeo ai Red Devils spezzando il segno degli Eagles; soprattutto quel trofeo contribuì a consolidare, se non addirittura a salvare, la posizione in panchina del manager scozzese Alex Ferguson, reduce da tre stagioni a bocca asciutta e da due campionati conclusi oltre il decimo posto.

La FA Cup è la più antica competizione calcistica, la cui prima edizione fu disputata nel 1872 e vinta dai Wanderers per 2-1 sui Royal Engeneers. Oggi l’albo d’oro vede in testa l’Arsenal, detentore della coppa e in testa con 12 vittorie. Il Manchester United ha l’occasione per raggiungere i rivali, essendo secondo a quota 11. Terzo il Tottenham che ha vinto la coppa per 8 volte, a seguire Aston Villa, Liverpool e Chelsea con 7 vittorie a testa. A 6 Blackburn Rovers e Newcastle, a 5 i suddetti Wanderers (oggi non più esistenti) assieme ad Everton e Manchester City. Dal 2006 ad oggi le seguenti squadre si sono succedute nell’albo d’oro della FA Cup: Liverpool, Chelsea, Portsmouth, Chelsea per due volte di fila (2009 e 2010), Manchester City, ancora Chelsea poi Wigan e due volte Arsenal. Portsmouth e Wigan ricordano che c’è sempre spazio per una sorpresa, chissà che anche il Crystal Palace non possa regalarne una… 

Sarà diretta dall’arbitro Mark Clattenburg: l’appuntamento con la finale dell’FA Cup 2016 è per sabato 21 maggio al Wembely Stadium di Londra, calcio d’inizio alle ore 18:30 italiane. Si assegna l’ultimo trofeo della stagione calcistica inglese, nonché la competizione più antica di questo sport giunta alla sua edizione numero 135. Di fronte una delle grandi storiche del calcio britannico ed europeo come il Manchester United, e la più classica delle ‘underdog’ ovvero il Crystal Palace che sinora era arrivato all’ultimo atto dell’FA Cup solo una volta, nel 1990 proprio contro i Red Devils. In quell’occasione il Manchester United necessitò del replay per avere la meglio, vincendo per 1-0 grazie al gol del terzino Lee Martin.

Ventisei anni dopo lo United ritrova il Palace in finale e ha l’occasione per tornare ad alzare in trofeo dopo tre stagioni: l’ultimo è il Community Shield conquistato contro il Wigan nell’agosto 2013, con doppietta di Robin Van Persie che oggi milita in Turchia nel Fenerbahçe. Martedì i ragazzi allenati da Louis Van Gaal hanno chiuso la Premier League battendo il Bournemouth per 3-1: a segno Wayne Rooney, che ha siglato così la sua centesima rete nel tempio di Old Trafford, poi il giovane Marcus Rashford e Ashley Young.

Rashford è forse la nota più lieta nella stagione del Manchester United: a soli 18 anni (nato il 31 ottobre 1997) si è ritagliato un posto fisso in prima squadra, complici gli infortuni occorsi ai compagni, attirando anche le attenzioni del ct inglese Roy Hodgson che lo inserito tra i preconvocati in vista degli Europei francesi. Tra Premier League, Europa League ed FA Cup il giovanissimo attaccante ha totalizzato 17 presenze ed 8 gol al suo primo assaggio di professionismo: se non è nata una stella poco ci manca, fatto sta che Van Gaal fatica ormai ad escluderlo dall’undici titolare.

A proposito del manager olandese, la finale di FA Cup sarà probabilmente la sua ultima partita alla guida dei Red Devils, che sembrano avere già raggiunto un accordo con il portoghese José Mourinho per le prossime stagioni.

Il pronostico non può che favorire il Manchester United: ad esempio fissa il segno 2 per la vittoria dei Diavoli Rossi a quota 1,70, mentre l’1 per il successo del Crystal Palace vale 5,50. A metà strada il segno X per l’eventuale pareggio, che traslocherebbe la sfida ai tempi supplementari: quota 3,50. Ricordiamo che in caso di parità anche dopo gli extra time la FA Cup 2016 sarà assegnata ai calci di rigore. Tornando alle quote SNAI l’opzione Under per la sfida di Wembley è valutata 1,60, l’Over a 2,20, Goal a quota 2 e NoGoal a 1,73.

Riuscirà il Crystal Palace a sovvertire le previsioni? La squadra allenata da Alan Pardew parte con meno da perdere ma non troppo, perché un’occasione del genere potrebbe non recapitare a stretto giro di posta. Gli Eagles sono reduci da un campionato positivo, che li ha visti raggiungere la salvezza con un margine finale di +5 sulla zona retrocessione. Ottimo soprattutto il girone d’andata in cui il Crystal Palace ha raccolto 28 dei suoi 42 punti complessivi, togliendosi la soddisfazione di sconfiggere anche squadre più quotate come Chelsea (1-2 il 29 agosto), Liverpool (1-2 l’8 novembre) e Southampton (1-0 il 12 dicembre); nel ritorno i rossoblù hanno vinto solamente due partite e in particolare dal turno di Santo Stefano fino al 2 aprile sono rimasti a digiuno di successi, riuscendo comunque a non precipitare in classifica.

Il cammino in FA Cup è stato scandito dalle vittorie contro Southampton (1-2 al terzo turno), Stoke City (1-0), Tottenham (1-0), e Reading (0-2); nella semifinale contro il Watford i gol di Yannick Bolasie e Connor Wickam, inframmezzati dal temporaneo pareggio di Deeney, hanno regalato agli Eagles il pass per la finale dove ora sfideranno il Manchester United. Che invece ha eliminato in sequenza Sheffield United (1-0), Derby County (1-3), Shresbury Town (0-3) e West Ham al replay (1-2 dopo il primo 1-1); appassionante la semifinale contro l’Everton, risolta da un gol all’ultimo minuto del francese Anthony Martial dopo il vantaggio di Marouane Fellaini nel primo tempo (34′) e l’autorete di Chris Smalling nel secondo (75′, in mezzo anche un rigore parato dallo spagnolo De Gea sul belga dell’Everton Lukaku).

La finale di FA Cup 2016 tra Manchester United e Crystal Palace sarà trasmessa in diretta tv da Sky sul canale Fox Sports HD, il numero 204: telecronaca dalle ore 18:30; i clienti Sky abbonati al pacchetto Sport potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori