Europei 2016/ La Top 11 delle possibili sorprese: i giocatori da tenere d’occhio (news, oggi 25 maggio)

- La Redazione

Europei 2016, la Top 11 delle possibili sorprese: i giocatori da tenere d’occhio nel corso della rassegna continentale. Alcuni già noti ai più, altri tutti da scoprire: la selezione tipo

JoeAllen2016
Joe Allen, 26 anni, centrocampista del Liverpool (Infophoto)

Ci siamo: gli Europei 2016 sono ormai alle porte. Il 10 giugno la manifestazione sarà inaugurata da Francia-Romania, la prima delle 51 gare che terranno incollati davanti ai teleschermi migliaia di tifosi sparsi per tutto il continente (e non solo). In Francia, sede del torneo, si contenderanno la coppa 24 nazionali grazie ad un format diverso rispetto al recente passato, quando le squadre arrivavano a 16. Fra le novità spiccano realtà come Ungheria, Albania, Islanda, Irlanda del Nord, Galles, ma anche Romania, Turchia e Slovacchia, selezioni ricche di giocatori tutti da scoprire. E allora, a poche settimane dall’inizio dell’Europeo, proviamo ad azzardare i possibili protagonisti dell’imminente competizione. Piccolo preavviso: in questa “formazione ideale” non troverete la solita sfilza di campioni affermati, né una schiera di giovani dalle belle speranze. Piuttosto, ci siamo concentrati su quei nomi – fin qui snobbati o passati in secondo piano- che potrebbero entrare improvvisamente nella cerchia dei top players.

È stato il portiere meno battuto delle qualificazioni, con soli due gol incassati, per giunta ininfluenti. Certo, il gruppo F non comprendeva grandi corazzate, ma per ben otto volte la porta dell’estremo difensore della Fiorentina è rimasta inviolata. A 30 anni è il momento ideale per prendersi le luci della ribalta: ora o mai più.

Arrivato in punta di piedi in una piazza caldissima come Napoli, c’ha messo poco per conquistare la fiducia dell’ambiente. Titolare inamovibile sulla fascia destra dell’undici di De Biasi, motorino costante in fase di spinta e attento anche quando c’è da difendere. E a 22 anni può ancora migliorare tantissimo. Euro 2016 può essere la definitiva rampa di lancio per arrivare nell’Olimpo dei grandi giocatori.

Difensore dotato di una discreta visione di gioco e di un fisico da corazziere (85 kg in 186 cm); ciò nonostante è molto rapido e attento negli anticpi sugli avversari. Classe ’91, è arrivato in Bundesliga all’Hoffenheim dopo tre stagioni al Basilea: nel campionato tedesco, quest’anno, 22 presenze e una rete all’attivo.

Duttile centrale che all’occorrenza può spostarsi anche in fascia. Allo Shakhtar Donetsk dal 2009, a 26 anni è pronto per una grande squadra. A Euro 2016 guiderà la difesa dell’Ucraina. Profilo interessante da seguire con attenzione.

La Croazia arriva in Francia con una rosa ricca di grandi talenti e ha tutte le carte in regola per essere la sorpresa della manifestazione, la classica mina vagante pronta a stupire tutti quanti. Tra i tanti giovani interessanti, occhi puntati sul terzino ambifascia del Sassuolo, autore di una stagione convincente con i neroverdi. Il suo valore cresce sempre di più, mese dopo mese.

Dopo il ritiro di Gerrard e Lampard, gli inglesi potrebbero aver trovato il nuovo centrocampista a cui affidare le chiavi dell’intera squadra. Auture di un campionato sorprendente con il Tottenham, questo mediano moderno sa fare praticamente tutto. Ne sentiremo parlare sempre di più: scommettiamo?

Nel sorprendente Galles non c’è soltanto Gareth Bale. Certo, il tuttofare del Real Madrid è il più famoso, ma tra gli uomini a disposizione di Coleman spicca anche questo centrocampista del Liverpool, con quasi 30 presenze all’attivo in Nazionale.

In una Nazionale logora e piena di giocatori ormai agli sgoccioli della loro carriera, trova spazio uno dei giocatori più tecnici del campionato russo. Titolare nello Zenit, può ricoprire più ruoli a centrocampo e ogni tanto centra anche il bersaglio grosso. Classe ’90.

Ala offensiva 23enne che sta facendo innamorare i club più importanti d’Europa. Lanciato dal Benfica, si è messo in luce al Monaco, da dove è destinato a spiccare il volo verso un top club. Può imparare molto dal suo compagno di Nazionale Cristiano Ronaldo.

Da tempo sul taccuino dell’Inter, questo attaccante in forza all’Ajax sta maturando nel migliore dei modi. Arruolabile sia come prima che seconda punta; se serve riesce a riciclarsi anche come ala. In Nazionale, a 22 anni, vanta già 10 gol in 24 presenze. Partner di Lewandowski in una delle coppie offensive più interessanti del torneo. Resta da vedere se il c.t. Nawalka avrà il coraggio di schierarli insieme.

Mago delle punizioni, ha fatto vedere a tutti la precisione del suo destro con la maglia del West Ham. A 29 anni, sta attraversando il momento migliore della sua carriera. In Francia è candidato ad avere un ruolo da protagonista.

(Federico Giuliani)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori