Bmc Racing Team / Presentazione della squadra: capitano, corridori, obiettivi. Riflettori puntati su Atapuma e De Marchi (Giro d’Italia 2016)

- La Redazione

Bmc Racing Team, Giro d’Italia 2016; presentazione della squadra che prenderà parte alla corsa: il capitano, i corridori e gli obiettivi. Riflettori puntati su Atapuma e De Marchi

atapuma
Darwin Atapuma (Infophoto)
Pubblicità

Il team statunitense della Bmc Racing Team si presenta al Giro d’Italia 2016 con grandi prospettive anche se ha dovuto rinunciare alla partecipazione del belga Philippe Gilbert. L’uomo di punta del team, che l’anno scorso vinse le tappe di Vicenza e Verbania, ha riportato una frattura ad un dito dopo una colluttazione con un aggressore ubriaco nel corso di un allenamento.

Un grave forfait per il d.s Alan Peiper, che comunque ha allestito per la Corsa Rosa una squadra di tutto rispetto e dalle grandi potenzialità. Senza Gilbert, la Bmc si presenta ai nastri di partenza senza un vero leader, puntando le proprie chance nella classifica generale sul colombiano Darwin Atapuma, le cui potenzialità potrebbero proiettarlo nella top 10 del Giro.

Grande scalatore e professionista dal 2009, Atapuma ha partecipato già due volte al Giro d’Italia conquistando nel 2013 il 18.mo posto nella classifica generale mentre nel 2015 è giunto sedicesimo, senza mai vincere una tappa.

Pubblicità

E’ nutrita la colonia di ciclisti italiani, a partire dall’udinese Alessandro De Marchi, scalatore e passista, che sia nel 2014 sia nel 2015 si è aggiudicato una prestigiosa tappa alla Vuelta di Spagna. Nel 2014, De Marchi ha conquistato anche il Premio della Combattività al Tour de France, un titolo platonico che però rende merito alla grande personalità del ciclista azzurro, che siamo sicuri onorerà al meglio la partecipazione al Giro, anche perché da quattro anni manca dalla gara più amata per gli italiani.

Gli altri azzurri della Bmc sono Daniel Oss, Manuel Quinziato e Manuel Senni. Per quest’ultimo sarà un momento importante di una carriera ancora giovane, mentre Oss e Quinziato sono veterani che potranno mettersi in luce in tappe adatte a passisti e attaccanti. Completano il team gli svizzeri Silvan Dillier e Stefan Kung, lo statunitese Joey Rosskopf e il figlio d’arte tedesco Rick Zabel.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori