DIRETTA / Pescara-Lanciano (risultato finale 4-0) info streaming e tv: Torreira firma il gol del poker (Serie B 40^ giornata, oggi 8 maggio 2016)

- La Redazione

Diretta Pescara-Lanciano, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita che si gioca allo stadio Adriatico ed è valida per la quarantesima giornatab della Serie B

adriatico_pescara
Foto Infophoto

Il neo entrato Bonazzoli ci prova subito, ma il suo diagonale è impreciso. Oddo regala il debutto con la maglia del Pescara a Diamoutene. L’esperto difensore ex Lecce sostituisce Fornasier. All’89esimo i padroni di casa dilagano. Il Lanciano si sbilancia troppo e subisce un contropiede micidiale. Torreira scatta bruciando tutti a centrocampo. Cavalcata dirompente che lo proietta innanzi a Cragno. Serie di finte che mettono a sedere il portiere e cucchiaio morbido morbido che sa tanto di punto esclamativo su una vittoria strameritata. Terzo gol in campionato per l’uruguayano. Nei minuti di recupero ci prova anche l’unico giocatore che stranamente non ha segnato, ovvero Gianluca Lapadula. Il suo diagonale sfiora il primo palo finendo sull’esterno della rete. Grazie a questa vittoria il Pescara giunge al terzo posto mentre il Lanciano resta terz’ultimo con 3 punti di svantaggio dalla zona salvezza.

Il Lanciano fa poco per riaprire il match restando in balia degli avversari. Ferrari ci prova al 60esimo da fuori area ma senza precisione. Poco dopo l’episodio che chiude la gara. Memushaj si inserisce in area ma dopo il controllo viene fermato con un fallo da Bacinovic. Rigore sacrosanto. Dal dischetto va proprio Memushaj che non sbaglia siglando il decimo gol in campionato. Maragliulo richiama in panchina Vastola, al suo posto Milinkovic. Di Francesco prova a raddrizzare la gara con una conclusione interessante, deviata da Vetturini in angolo. Anche Oddo effettua un paio di sostituzioni: prima entra Mitrita per Benali, poi Mazzotta per Zampano. Magliarulo invece esaurisce i cambi inserendo Bonazzoli per Vitale. Al 79esimo Di Filippo si fa ammonire per un intervento molto brutto su Verre.

La ripresa del gioco presenta gli stessi 22 in campo di fine primo tempo. Parte meglio il Pescara. Al 49esimo Lapadula apre sulla sinistra per Memushaj che si allarga e crossa per Benali. Colpo di testa debole, Cragno la fa sua. Poco dopo una sciocchezza di Cragno rischia di costare molto al Lanciano. Il portiere prende il pallone con le mani sul retropassaggio di Salviato. Punizione indiretta dagli 8 metri. Caprari tocca per Lapadula che calcia con forza colpendo la barriera. L’azione prosegue e Di Filippo salva tutto su Verre.

Il Lanciano accusa il contraccolpo per il gol subito e i padroni di casa ne approfittano. Benali ci prova da fuori area ma la palla termina alta sopra la traversa. Nessun problema, ci pensa poco dopo Zampano. Il numero 11 biancoazzurro ottiene palla da Memushaj si accentra, supera Salviato e sigla il gol del raddoppio. E’ il primo gol con la maglia del Pescara per il terzino. L’eccessiva esultanza gli costa un cartellino giallo. Piove sul bagnato tra le fila degli ospiti. Maragliulo è costretto a richiamare in panchina capitan Aquilanti per infortunio. Al suo posto entra Di Filippo. Il Pescara a questo punto controlla il match. Benali, molto attivo, apparecchia per Lapadula sul limite ma Di Matteo capisce tutto. Nel finale di tempo il neo entrato Di Filippo, nativo proprio di Pescara, guadagna un’ammonizione.

Dopo i primi 10 minuti ad alto ritmo la partita acquista ragionevolezza. Le due squadre cercano di coprire con efficacia, soprattutto il Lanciano. Il Pescara invece fa la partita. Al 17esimo Vitale lancia lungo cercando di sorprendere la difesa di casa. Fiorillo esce alto e anticipa Ferrari. Al 26esimo Benali penetra in area dalla sinistra e crossa morbido per Caprari. Colpo di testa debole, facile la parata di Cragno. Il Lanciano si innervosisce. Ne fanno le spese Aquilanti e Vastola, ammoniti. Alla mezzora il Pescara rompe l’equilibrio. Triangolo stretto nei pressi della lunetta. Lapadula, Benali e Caprari che di prima tira con l’esterno. Cragno immobile, osserva la palla gonfiare l’angolino alto. Pescara in vantaggio.

Inizio di gara frenetico all’Adriatico. Sospinte dai 15 mila sugli spalti le due squadre alzano subito il ritmo cercando il gol. Il primo a provarci è il solito Lapadula. Mancino potente da fuori area. Cragno vola e devia in angolo. La risposta del Lanciano arriva subito. Vitale sguscia via sulla sinistra a due avversari e propone un cross basso per Rocca che conclude sicuro a rete. Salvataggio miracolo di Zampano. Sul corner che ne segue gli ospiti si rilassano troppo facendosi soprendere scoperti. Il contropiede del Pescara è rapido e ben impostato. Verre porta palla liberando Caprari in area. Tocco sicuro a rete ma Aquilanti sulla linea scongiura lo svantaggio.

Tutto pronto per Pescara-Lanciano: il derby abruzzese, posticipo della quarantesima giornata di Serie B, sta per cominciare. Andiamo subito a vedere quali sono le probabili formazioni della partita: la formazione allenata da Massimo Oddo vuole il terzo posto in classifica, il Lanciano gioca per salvarsi. Calcio d’inizio alle ore 17:30. 1 Fiorillo; 26 Vitturini, 6 Fornasier, 13 Zuparic, 11 Zampano; 34 Torreira, 23 Benali, 40 Verre; 8 L. Memushaj; 10 Lapadula, 17 Caprari. Allenatore: Massimo Oddo

12 Cragno; 4 Salviato, 2 Aquilanti, 16 Rigione, 27 Di Matteo; 9 Marilungo, 8 Bacinovic, 24 M. Vitale; 17 Vastola, 13 F. Di Francesco; 14 N. Ferrari. Allenatore: Primo Maragliulo 

Come si era conclusa Pescara-Lanciano all’andata? Eravamo ovviamente allo stadio Biondi, casa del Lanciano, e questa partita della 19esima giornata si era disputata sabato 19 dicembre. Il Pescara aveva vinto 2-1: nel primo tempo Gianluca Caprari aveva firmato la rete del vantaggio che era poi stata bissata, su calcio di rigore al 50’, da capitan Ledian Memushaj (rigore assegnato per un fallo di mano di De Cecco); il Lanciano aveva dimostrato carattere accorciando le distanze solo sei minuti più tardi, proprio grazie a Domenico De Cecco che aveva sfruttato al meglio il cross di Antonio Piccolo (passato in gennaio allo Spezia). Il gol però non era bastato a evitare la sconfitta al Lanciano, ancora affidato a Roberto D’Aversa; per il Pescara si era invece trattato della seconda di sette vittorie consecutive, certamente il periodo più positivo della stagione con il Delfino che si era issato fino al terzo posto in classifica.

Manca poco a Pescara-Lanciano; Massimo Oddo ha parlato della partita all’orizzonte come di un appuntamento delicatissimo, ma che potrebbe decidere molto di più per gli avversari che per la sua squadra. Il tecnico del Pescara ha invitato dunque i suoi a giocare con freddezza, senza lasciarsi perdere da eccessi agonistici che potrebbero penalizzare nell’andamento della gara la formazione biancazzurra. Primo Maragliulo ha affermato come gli episodi, arrivati a questo punto del campionato, possano indirizzare in maniera piuttosto netta e pesante il cammino di una squadra. Contro l’Avellino il Lanciano si è ritrovato a giocare una partita tutta in salita e a veder sfumare punti potenzialmente decisivi per la salvezza. Secondo il tecnico lo spirito della squadra è quello giusto per giocarsi la salvezza nelle ultime tre partite.

Dall’arbitro Abisso, domenica 8 maggio 2016 alle ore 17.30 è il posticipo domenicale della terzultima giornata del campionato di Serie B 2015-2016. Si troveranno di fronte due formazioni in piena corsa per i rispettivi obiettivi stagionali. L’ultimo pareggio in casa della Virtus Entella ha interrotto la striscia positiva dei biancazzurri che si trovano comunque ad un solo punto dal terzo posto occupato dal Trapani, appaiati in quarta piazza al Bari. Una volata finale importantissima visto che la terza piazza garantirebbe una posizione di vantaggio nei play off, ma anche la quarta è assolutamente da salvaguardare in quanto permetterebbe di saltare il primo turno ad eliminazione diretta della post season. 

Un’insidia in meno in un finale di stagione che si preannuncia già caldissimo, a partire dal sentito derby abruzzese contro una Virtus Lanciano disposta a non concedere nulla e tornata nell’occhio del ciclone dopo lo scivolone interno contro l’Avellino.

I sette punti di penalizzazione subiti pesano come un macigno sul cammino dei rossoneri che pure si trovano ad aver migliorato di molto il loro rendimento dall’arrivo in panchina di Maragliulo.

Al momento però, staccato di due punti dal terzetto a quota quarantuno composto da Salernitana, Modena e Latina, il Lanciano retrocederebbe direttamente in Lega Pro. Serve un ultimo colpo di reni ai rossoneri, quello che è mancato nell’ultimo match perso in casa contro gli irpini.

Allo stadio Adriatico si troveranno di fronte le seguenti probabili formazioni: Pescara in campo con Fiorillo come estremo difensore alle spalle di una linea difensiva a quattro composta da destra a sinistra da Vitturini, Fornasier, Mandragora e Zampano.

Il portoghese Torreira, Bruno e il libico Benali formeranno il terzetto di centrocampo, con Pasquato e Caprari schierati di supporto al bomber Lapadula.

Risponderà la Virtus Lanciano con Cragno tra i pali, Salviato terzino destro e Di Matteo terzino sinistro, mentre Aquilanti sarà difensore centrale affiancato a Rigione, vista l’assenza di Amenta per squalifica. Lo sloveno Bacinovic sarà affiancato a centrocampo da Vitale e Vastola, mentre Di Francesco e Marilungo saranno i trequartisti alle spalle del centravanti Ferrari, schierato come unica punta di ruolo.

La differenza in classifica tra le due squadre spinge i bookmaker a considerare il Pescara nettamente favorito per il successo nella partita del tardo pomeriggio di domenica. Vittoria del Pescara quotata 1.62 da GazzaBet, mentre viene moltiplicata per 6.00 da Bet365 la posta puntata sull’eventuale blitz esterno dei rossoneri. Snai propone invece a 3.80 la quota per l’eventuale pareggio.

Pescara-Virtus Lanciano, domenica 8 maggio 2016 alle ore 17.30, andrà in onda in diretta tv e in esclusiva per tutti gli abbonati Sky sul canale 206 del boquet satellitare (Sky Super Calcio HD) e anche in diretta streaming video via internet collegandosi tramite pc, tablet oppure smartphone al sito skygo.sky.it, dove sarà possibile attivare – senza costi aggiuntivi per gli abbonati – l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come Pc, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori