Fantacalcio Euro 2016/ Fantaeuropeo, formazioni: difesa, c’è Granqvist (oggi lunedì 13 giugno)

- La Redazione

Consigli Fantacalcio Euro 2016: Fantaeuropei, le formazioni. I giocatori da schierare nelle sfide odierne: sono tre le partite che si giocano lunedì 13 giugno, focus su Italia e Spagna

Buffon_Casillas
Foto Infophoto

Si avvicinano altre due partite di Euro 2016: altro materiale per il FantaEuropeo e per tutti i fantallenatori. Chi schierare in difesa? Ci viene in soccorso Irlanda-Svezia: un buon affare potrebbe essere Andreas Granqvist, visto anche con la maglia del Genoa e oggi impegnato nel Krasnodar, dove gioca da tre stagioni. Trentunenne con esperienza internazionale – ha giocato anche 21 partite di Europa League – Granqvist è uno dei punti fermi della retroguardia svedese, e in nazionale ha giocato 31 partite (2 gol). Altri nomi sono sicuramente quelli della difesa dellItalia, visto che il blocco della Juventus (Barzagli-Bonucci-Chiellini) gioca insieme dal 2010 (in bianconero) e si è compattato ancor più con la maglia azzurra; noi però puntiamo anche sul belga Toby Alderweireld, che sembrava essersi perso (poche presenze e minuti con lAtletico Madrid) ed è invece rinato nel Tottenham, protagonista di una grande stagione. Può giocare come terzino destro (spesso nel Belgio è utilizzato sulla fascia) che come centrale, quello che è il suo ruolo naturale. Potrebbe farci penare nella partita di Lione; in ogni caso con lui, Granqvist e Barzagli (o uno dei suoi compagni di reparto) la difesa per oggi dovrebbe essere fatta.

Arriva la prima partita di questo lunedì a Euro 2016: Spagna-Repubblica Ceca. Su chi puntare per questa sfida nella vostra formazione dei Fantaeuropei? Guardiamo in casa della Repubblica Ceca, dove torna un giocatore che Pavel Vrba ha fatto di tutto per recuperare. Tomas Rosicky, classe 80, dal 2006 nellArsenal: un giocatore che ha saltato tutta la stagione appena trascorsa per infortunio, ma che in Nazionale ha iniziato il suo percorso negli Europei 2000, quando la Repubblica Ceca centrò i quarti di finale e riuscì a proseguire il ciclo che si era aperto con la finale del 1996. Un giocatore che fa parte di unaltra generazione: quella dei Nevded, degli Smicer, dei Baros e dei Petr Cech, altro reduce di quegli anni. Un giocatore dal talento immenso, che però ha pagato la sua fragilità e con lArsenal ha giocato una media di 15,7 partite lanno in Premier League, saltando due annate per intero (anche il 2008-2009). Oggi però Rosicky cè, e a lui si affida la Repubblica Ceca: quanti allenatori per i Fantaeuropei lo hanno fatto?

Grande attesa per la nuova giornata del FantaEuropei: gli allenatori delle formazioni virtuali sono pronti alle tre partite che segneranno le sorti delle loro squadre. Si parte come sappiamo con Spagna-Repubblica Ceca: qui ovviamente non possiamo non parlare di Alvaro Morata. Lattaccante della Juventus avrà in mano il reparto offensivo della Spagna, vista anche lassenza di Diego Costa che, ufficialmente, è rimasto a casa per acciacchi vari ma in realtà non ha inciso nel progetto di Del Bosque e dunque non fa parte della spedizione per gli Europei. Morata arriva da una stagione difficile: larrivo di Mario Mandzukic lo ha relegato in panchina, lo spagnolo si è comunque ritagliato uno spazio importante segnando 7 gol in campionato (uno meno della stagione passata) e contribuendo alla vittoria della Coppa Italia con una doppietta allInter e, soprattutto, la rete decisiva nella finale contro il Milan. Adesso per lui arrivano gli Europei; in questi giorni Juventus e Real Madrid decidono il suo futuro, ma intanto Morata vuole condurre la Spagna sul tetto dEuropa per la terza volta consecutiva.

Lunedì alle 18:00 tocca al girone E, quello dell’Italia, in cui si affrontano nel pomeriggio Irlanda e Svezia. La formazione irlandese punta sempre sull’esperto Robbie Keane in avanti, che è la punta su cui è consigliato aggrapparsi per questa squadra insieme al rapido Long, in passato accostato anche all’Inter. La sorpresa dietro l’angolo è il terzino Coleman dell’Everton. Gli scandinavi, invece, hanno sempre come punto di riferimento, manco a dirlo, Zlatan Ibrahimovic, che già 12 anni fa regalò un’amara delusione all’Italia con uno spettacolare gol di tacco. La punta di origine slava sa di dover prendere in mano la squadra e sarà un avversario ostico per tutte le difese del girone. Senza alcun dubbio è lui il nome che i fantacalcisti cercano nella Svezia. In difesa si può costruire un blocco con Granqvist, l’esperto O’Shea e Lustig.

Pronti a una nuova giornata di Euro 2016, pronti ad altri consigli per il Fantacalcio da parte della nostra redazione. Ancora tre partite in questo lunedì 13 giugno, secondo la solita divisione di orario (15, 18 e 21); oggi tocca all’Italia che esordisce contro il Belgio, ma tocca anche alla Spagna che difende i due titoli vinti nel 2008 e nel 2012. Attenzione anche a Irlanda-Svezia, sfida che riguarda il nostro girone e dunque sarà molto importante. 

Le furie rosse, dopo la brutta eliminazione agli ultimi mondiali, sono in cerca di riscatto, ma rimangono la squadra campione in carica nella competiizione. Nella squadra di Del Bosque c’è la possibile sorpresa che coincide con Aduriz, punta dell’Athletic Bilbao che potrebbe togliere il posto al centravanti di origini brasiliane. La formazione della Repubblica ceca ha alcune buone individualità come il sempreverde Rosicky e Necid in avanti, ma nulla di trascendentale; per questo motivo conviene puntare su una sorpresa, che nella fattispecie è Darida, centrocampista in forza all’Hertha Berlino. Il blocco difensivo non può prescindere da Pique e Sergio Ramos, fra i migliori attualmente in circolazione per fisicità ed esperienza.

La formazione irlandese punta sempre sull’esperto Robbie Keane in avanti, che è la punta su cui è consigliato aggrapparsi per questa squadra insieme al rapido Long, in passato accostato anche all’Inter. La sorpresa dietro l’angolo è il terzino Coleman dell’Everton. Gli scandinavi, invece, hanno sempre come punto di riferimento, manco a dirlo, Zlatan Ibrahimovic, che già 12 anni fa regalò un’amara delusione all’Italia con uno spettacolare gol di tacco. La punta di origine slava sa di dover prendere in mano la squadra e sarà un avversario ostico per tutte le difese del girone. Senza alcun dubbio è lui il nome che i fantacalcisti cercano nella Svezia. In difesa si può costruire un blocco con Granqvist, l’esperto O’Shea e Lustig.

La Nazionale di Antonio Conte, che dirà addio al termine della manifestazione, punta su velocità e potenza in avanti con Immobile e Zaza. Il nome per il fantacalcio è, però, quello di Stephan El Shaarawy, che sembra aver ritrovato se stesso alla Roma. Nel novero di sorpresa inseriamo Marco Parolo, centrocampista della Lazio dotato di ottime tempistiche di inserimento. Il Belgio è una squadra forte, con un grande talento in avanti: Lukaku, Hazard e De Bruyne sono solo alcuni dei nomi che fanno paure alla difesa azzurra. Di questi la scelta sicura è De Bruyne, calciatore duttile che ha trascinato il Manchester City fino alla semifinale di Champions e regalato spettacolo anche in campionato. Il blocco difensivo di riferimento è formato da Barzagli, Kompany e Bonucci, forse il miglior trio di questi Europei. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori