Video/ Brasile-Perù (risultato finale 0-1): gol e highlights della partita, verdeoro eliminati. Parla Miranda (Coppa America 2016 gruppo B, 13 giugno)

- La Redazione

Video Brasile-Perù, risultato finale 0-1: gol e highlights della partita di Coppa America 2016 disputata nella notte italiana di lunedì 13 giugno. Verdeoro eliminati dal gruppo B

polo_miranda
(dall'account Twitter ufficiale @CA2016)
Pubblicità

Il Brasile è stato eliminato dalla Copa America Centenerio questa notte ad opera del Perù che per la prima volta in questa competizione approda agli ottavi di finale. Dopo l’Uruguay, la competizione perde un’altra protagonista, e per la prima volta dal 1987 ad oggi il Brasile non riesce a passare la fase a gironi di un torneo. Il difensore dell’Inter, Miranda, recrimina il gol vittoria del Perù di mano, siglato da Raul Riudiaz, a 16 minuti dalla fine: “Abbiamo visto tutto ma l’arbitro ci ha detto che ne ha discusso col quarto uomo e per loro non era successo niente, abbiamo provato a segnare ma la palla non ne voleva proprio sapere di andare in porta” commenta l’interista riferendosi a quando in pieno recupero Elias ha sprecato il gol pareggio che avrebbe significato il passaggio del turno per il Brasile. Ora si penserà alle Olimpiadi, ci sarà ancora il commissario tecnico Dunga sulla panchina verdeoro?

Pubblicità

Il Brasile dei tempi d’oro sembra non esistere più. Un gol di mano ha eliminato gli uomini di Dunga dalla Copa America Centenario, un declino che è cominciato circa tre anni fa con l’eliminazione per opera della Germania nel Mondiale a Rio, l’anno scorso la Copa America persa contro il Paraguay ai rigori. Il gol di mano di Ruidiaz del Perù resterà sicuramente alla storia ed il commissario tecnico Dunga non ha nulla da rimproverare ai suoi, se non il fallimento di un club che quest’anno era chiamato a stupire come un tempo. “Non temo l’esonero, ho paura solo della morte – ha commentato Dunga dopo la sconfitta e l’eliminazione – Per lungo tempo il Brasile ha vinto tanto, fino al 1970. Poi dal 1994 fino al 2002 abbiamo vinto molto e così i brasiliani si sono abituati a vincere. Dobbiamo soltanto avere pazienza, tutto si risolverà” conclude Dunga ai giornalisti presenti. Inevitabilmente il ct è statomesso sotto processo dalla stampa, perdere in questo modo è davvero inaudito per i brasiliani. 

Pubblicità

, risultato finale 0-1: torna protagonista ‘la mano de Dios’. Quella di Raul Ruidiaz, attaccante peruviano classe 1990 in forza all’Universitario de Deportes; subentrato al 64′ minuto al posto del compagno Edison Flores, Ruidiaz ha deviato nella rete brasiliana il cross da destra dell’ex Primavera dell’Inter Andy Polo, dirottando in gol con il braccio destro poi subito ‘nascosto’ dietro la schiena (75′). La mossa ha ingannato l’arbitro uruguaiano Andres Cunha e i suoi collaboratori, soprattutto il gol di Ruidiaz elimina il Brasile dalla Coppa America 2016. I verdeoro allenati da Carlos Dunga hanno subito il sorpasso da parte dell’Ecuador, che si è sbarazzato di Haiti (4-0) operando il sorpasso al secondo posto del gruppo B. Questa la classifica finale: Perù 7 punti, Ecuador 5, Brasile 4, Haiti 0. Nei quarti di finale i peruviani se la vedranno con la Colombia (17 giugno), vincitrice del gruppo A.

Si gioca al Gillette Stadium di Foxborough, nel Massachusetts; alle ore 2:30 italiane (le 20:30 locali) le due nazionali scendono in campo per la terza e ultima giornata del girone B di Coppa America 2016. Brasile e Perù occupano la prima posizione nel gruppo, con 4 punti; facile dunque intuire che la squadra che vincerà passerà il turno, mentre quella che uscirà sconfitta sarà certa dei quarti di finale solo qualora Haiti dovesse riuscire a fermare l’Ecuador. In caso contrario il Perù sarà sicuramente eliminato se dovesse perdere; il Brasile, forte del +6 di differenza reti, rischierebbe qualcosa soltanto in caso di goleada dell’Ecuador (comunque possibile, visto l’avversario).

Resta il fatto che i verdeoro non possono fallire questa partita: il Brasile è sotto esame dalla pazzesca débacle del Mondiale casalingo, quella sconfitta per 1-7 contro la Germania non è andata giù e ci vorrà del tempo per dimenticarla. Vincere la Coppa America potrebbe essere un buon viatico, anche se la formazione a disposizione di Dunga non è la migliore possibile; il 7-1 rifilato ad Haiti ha dato la dimensione di quello che può fare questa nazionale anche senza le stelle, ma naturalmente aspettiamo test più probanti.

Il Perù è stato capace di salire sul podio nelle ultime due edizioni della Coppa America; un gruppo privo di grandi stelle (l’unico è Paolo Guerrero, visto anche in Germania) ha saputo fare fronte comune e dare vita a un calcio pratico ed efficace. L’esordio contro Haiti non è stato brillante ma sono comunque arrivati i 3 punti; contro l’Ecuador gli andini hanno perso la possibilità di qualificarsi con un turno di anticipo facendosi rimontare due gol di vantaggio.

Nell’immaginario collettivo sono rimaste due partite precise tra queste due nazionali: il quarto del Mondiale 1970 che il Brasile vinse 4-2 e lo “scandalo” di otto anni più tardi. Nel primo caso, ancora oggi in Perù sono convinti che quella partita contro il super Brasile di Pelé, Jairzinho e Rivelino si potesse vincere; era la miglior formazione di sempre, quella con Teofilo Cubillas (tre anni in Europa) che segnò anche.

Nel Mondiale del 1978 uno degli episodi più famosi della storia: il Brasile vinse 3-0 contro il Perù, ma l’Argentina padrona di casa ne fece 6 e andò in finale per la miglior differenza reti, scatenando polemiche per la facilità con cui segnò i suoi gol (in particolare si disse che il portiere peruviano Ramon Quiroga, argentino naturalizzato, fosse stato “istruito” prima della partita).

Nessuna ipotesi è mai stata confermata in merito; in quel Mondiale il Brasile arrivò poi terzo, vincendo ai rigori la finalina contro l’Italia. Chi vincerà ora questa partita di Foxborough? Non ci resta che dare la parola al campo e metterci comodi per scoprirlo, perchè ormai è arrivato il momento: Brasile-Perù, valida per la terza giornata del girone B di Coppa America 2016, sta per cominciare…

La diretta tv di Brasile-Perù sarà trasmessa dai canali della pay tv del satellite; per tutti gli abbonati l’appuntamento è su Sky Sport 1 e Sky Super Calcio. Chi non avesse a disposizione un televisore potrà comunque avvalersi del servizio di diretta streaming video, attivando su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone l’applicazione Sky Go che non richiede costi aggiuntivi; ricordiamo anche la possibilità di consultare il sito ufficiale del torneo per tutti gli aggiornamenti sulle squadre in campo, all’indirizzo www.ca2016.com.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori