PRONOSTICO STATI UNITI-ARGENTINA / Coppa America 2016, il punto di Massimo Brambati (ESCLUSIVA)

- int. Massimo Brambati

Pronostico Stati Uniti-Argentina, Coppa America 2016: il punto di Massimo Brambati sulla semifinale del torneo. Si gioca a Houston, l’Albiceleste punta la seconda finale consecutiva

Argentina_Copa2015
Foto Infophoto

Prima semifinale della Coppa America 2016, la Coppa America del Centenario in programma alle 3 – ore italiana – a Houston. Gli Stati Uniti, vera sorpresa del torneo, sfideranno l’Argentina che non vince la Coppa America da 23 anni e che lo scorso anno ha perso ai rigori la finale contro il Cile. Confronto impari, ma si sa che nel calcio tutto è possibile; Jurgen Klinsmann, allenatore della formazione a stelle e strisce cercherà di fermare la perfetta macchina albiceleste di Gerardo Martino, che annovera tra le sue fila gente come Leo Messi (diventato il miglior marcatore nella storia della sua nazionale), Gonzalo Higuain e Erik Lamela. Vedremo quindi cosa succederà, se gli Stati Uniti riusciranno a fare il miracolo. Per presentare questo match e per un pronostico su Stati Uniti-Argentina, prima semifinale della Coppa America 2016, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Massimo Brambati.

Come vede Stati Uniti-Argentina? Una partita molto interessante, con gli Stati Uniti che cercheranno di dare del loro meglio. C’è la presenza di un allenatore come Klinsmann che conosco bene, avendolo anche marcato; lui ha portato una sua filosofia di gioco a questa nazionale.

Come sarà con l’Argentina? Penso che Klinsmann preferirà puntare a fermare Messi: ha detto che si può limitare il suo gioco, e dunque la partita degli Stati Uniti sarà principalmente contenitiva, per poi provare a ripartire. Non mi aspetto una nazionale a stelle e strisce propositiva.

Complimenti agli Stati Uniti in ogni caso… Sono arrivati lontano, sono in semifinale. Sono stati bravi, sono la sorpresa di questa Coppa America. Sarebbe bello che in un anno in cui sono emerse squadre come il Leicester e l’Atletico Madrid, anche gli Stati Uniti battessero l’Argentina e andassero in finale.

Cosa si aspetta dall’Argentina? Un gioco d’attacco, potrebbe approfittare del fatto che non c’è più il Brasile, il concorrente storico. Certamente sarà l’Albiceleste a condurre il gioco in questa semifinale.

Cosa pensa dell’esclusione di Dybala? Dybala ha disputato una stagione straordinaria con la Juventus, ma ci sono tanti campioni nel suo ruolo nell’Argentina.

Come mai l’Argentina non vince la Coppa America da 23 anni? Sicuramente l’Argentina pensava che, dopo l’era di Maradona, sarebbe bastato Messi per tornare a vincere. Così non è stato, e il rendimento della Pulce non è lo stesso che garantisce nel Barcellona.

Un giudizio su Banega che giocherà nell’Inter. Qual è il ruolo nel quale si esprime meglio? Lo vedo bene come centrale di centrocampo, e mi auguro che faccia molto bene nell’Inter. I suoi tifosi meritano grandi cose.

Bielsa-Lazio intanto è fatta: cosa pensa di questo binomio? Potrebbe funzionare? Bielsa è un tecnico molto preparato e ha idee ben definite, credo quindi che se i giocatori lo ascolteranno potrà condurre la Lazio a obiettivi importanti.

Il suo pronostico su Stati Uniti-Argentina? L’Argentina è favorita. Dovrebbe vincere e andare in finale, ma sicuramente non sarà una partita semplice.

(Franco Vittadini – Claudio Franceschini)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori