Diretta / Islanda-Austria (risultato finale 2-1) info streaming video e tv: Islanda in festa! Vittoria storica (Euro 2016 girone F oggi 22 giugno)

- La Redazione

Diretta Islanda-Austria info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita di Euro 2016, terza giornata del girone F degli Europei (oggi mercoledì 22 giugno 2016)

fuchs_austria_corner
Infophoto - immagine di repertorio

Islandia-Austria termina 2-1 all’ultimo secondo, degno finale di una delle partite più belle di questo Euro 2016! Ha segnato il gol del KO definitivo per gli austriaci Traustason, entrato nel corso della ripresa e bravo a finalizzare il contropiede 3 contro 1 nell’ultimo minuto di recupero, con l’Austria tutta nell’area di rigore avversaria. Festa grande per lo storico risultato islandese, alla sua prima vittoria e qualificazione in una fase finale dell’Europeo; grande delusione per gli austriaci, respinti in maniera eroica e con il corpo dal portiere Halldórsson e compagni, più volte, nel corso della concitata ripresa. Il 3-3 tra Ungheria e Portogallo qualifica anche i magiari, lasciando Ronaldo & co al terzo posto ed alla difficile sfida contro la Croazia agli ottavi!

Islandia-Austria 1-1 quando siamo negli ultimi minuti di una partita che sembra non voler finire mai di offrire spunti ed emozioni! Impossibile riassumere in poche righe quanto successo in questi minuti allo Stade de France ma vi raccontiamo il gol del pari di Schopf: subentrato da pochi minuti, l’attaccante austriaco ha confezionato un piccolo capolavoro, tra dribbling e tiro in controtempo con il mancino, a superare Halldórsson. Un’impresa che stava diventando storica per i suoi, quando il numero 18 ha sfiorato anche il bis (minuto 71) respinto stavolta dall’estremo difensore islandese. Dall’altra parte prestazione a tutto campo di Birkir Bjarnason e spesso pericoloso al tiro capitan Sigurdsson, sfortunato però sulle conclusioni e disinnescato da Almer nell’occasione migliore per l’Islanda. Tutto può cambiare nel prossimo quarto d’ora, ma al momento è tutto come al fischio d’inizio, pari sia su questo campo che tra Ungheria e Portogallo! Che finale!

ripartita con due cambi immediati da parte di Koller, che ridisegna l’Austria con gli inserimenti di Schopf e Janko per Prodl e Ilsanker. E come ci aspettavamo è una seconda frazione divertente e apertissima: ribaltamenti di fronte, occasioni da gol, non manca nulla allo Stade de France! Alaba ha sfiorato l’1-1 subito, respinto sulla linea di porta da un salvataggio fondamentale di Arnason; poi il mancino volante di capitan Gylfi Sigurdsson ha acceso anche l’altra area di rigore, con traiettoria però leggermente larga oltre il palo della porta di Almer. Si è totalmente persa con il passare dei minuti la “voglia” di tattica e copertura, ora le squadre si fronteggiano senza risparmiarsi e spingendosi in forze oltre la mediana avversaria. E lo spettacolo è più che godibile!

Islandia-Austria 1-0 alla fine di un primo tempo vissuto con il fiato sempre sospeso dai giocatori e dai tifosi delle due squadre, che stanno assistendo ad una sfida emozionante! E’ arrivato un altro colpo di scena al minuto 35: calcio di rigore per gli austriaci, dopo trattenuta abbastanza evidente di Skulason su Alaba in area. Dragovic dagli 11 metri ha però sparato sul palo, sprecando l’occasione migliore per impattare. Nel finale vicino al sigillo del pari anche Baumgartlinger – tra i migliori nonostante la “macchia” della marcatura labile su Bödvarsson nell’azione del gol – con un destro alzato oltre la traversa da Halldórsson. La spinta austriaca ha messo in serio affanno l’Islanda, su queste basi sarà una seconda frazione ed una qualificazione combattutissima!

Islandia-Austria 1-0 alla mezzora del primo tempo allo Stade de France, si è sbloccato il match con il gol di Bödvarsson! Andiamo con ordine: la più nitida palla gol, dopo l’incrocio dei pali islandese, è capitata ad Arnautovic; rischio-papera tangibile per Halldórsson – portiere dell’Islanda – che si è fatto rubare palla in area piccola dall’ex attaccante dell’Inter, incapace però di approfittarne e chiuso in un secondo tempo in angolo. Poi il sigillo della punta islandese, abile a stoppare e ed insaccare con movimento perfetto in area, bruciando sul tempo Baumgartlinger e Almer. Inerzia modificata dunque ora rispetto all’avvio, cerca di fare gioco l’Austria ma mancano quasi totalmente tentativi di una certa pericolosità (solo un mancino ancora di Arnautovic a referto). E l’Islanda – distrazioni estemporanee a parte – dà la sensazione di essere particolarmente solida…

partita con un’occasione da gol gigante per gli islandesi: prima azione palla a terra, pregevole anche esteticamente, di Sigurdsson e Gudmundsson, con mancino esplosivo di quest’ultimo e incrocio dei pali pieno! Brivido freddissimo per l’Austria, per il momento incapace di reagire ad uno sprint migliore degli avversari al fischio iniziale; le due squadre si giocano 3 punti fondamentali, vista la situazione del girone completamente in bilico e con la vittoria che significherebbe di fatto qualificazione certa, per entrambe. Gli scandinavi riescono a contenere bene il top player austriaco, Alaba, tenendo tra i piedi il pallino del gioco con continuità. Meriterebbe certamente qualcosina in più, per ora, ma la partita è ancora lunghissima e tutta da vivere!

Islanda-Austria sta per cominciare: di seguito le formazioni ufficiali della partita valida per la terza e ultima giornata degli Europei 2016 per quanto riguarda il girone F. Si gioca nel prestigioso scenario dello Stade de France di Saint Denis una partita che ci dirà cosa potranno ancora fare Islanda e Austria in questi Europei: entrambe sono ancora in corsa per un posto negli ottavi di finale, ma rischiano pure l’eliminazione – soprattutto l’Austria che ha un punto in meno rispetto ai rivali. Ecco dunque le scelte dei due allenatori, Lars Lagerback per l’Islanda e Marcel Koller per l’Austria. ISLANDA (4-4-2): 1 Halldorsson; 2 Saevarsson, 14 Arnason, 6 R. Sigurdsson, 23 Skulason; 7 Gudmundsson, 17 Gunnarsson, 10 G. Sigurdsson, 8 Bjarnason; 15 Bodvarsson, 9 Sightorsson. Allenatore: Lagerback. AUSTRIA (4-2-3-1): 1 Almer; 3 Dragovic, 15 Prodl, 4 Hinteregger, 5 Fuchs; 6 Ilsanker, 14 Baumgartlinger; 17 Klein, 8 Alaba, 7 Arnautovic; 20 Sabitzer. Allenatore: Koller.

Si avvicina: nell’attesa del fischio d’inizio, proviamo ad analizzare che cosa potremmo attenderci dal punto di vista tattico dalla partita di Euro 2016. Sia lAustria sia l’Islanda sono due formazioni che, per caratteristiche tecniche dei propri interpreti, non amano fare la gara, tantè che giocano sovente molto chiusi per poi colpire in contropiede oppure puntare molto sulle palle inattive, sfruttando il fisico. Questo lascia pensare ad una partita che potrebbe essere molto chiusa allo Stade de France, considerata pure l’importanza della posta in palio, con molto gioco in mediana e nella quale dovrebbero fare la differenza le giocate dei singoli, soprattutto sulle palle inattive che potrebbero decidere il match e di conseguenza anche la qualificazione agli ottavi. 

In attesa di Islanda-Austria, partita decisiva nel girone F di Euro 2016 per il futuro di entrambe le squadre, andiamo a ricordare come si sono qualificate Islanda e Austria per questa edizione degli Europei. Qualificazioni splendide per entrambe le Nazionali, bisogna dirlo. L’Islanda ha compiuto una vera e propria impresa arrivando seconda nel gruppo A, che comprendeva formazioni certamente più quotate quali Repubblica Ceca, Turchia e soprattutto Olanda, la grande esclusa da questi Europei: per gli islandesi 20 punti in dieci partite, frutto di sei vittorie, due pareggi e altrettante sconfitte, un bottino che è valso la prima, storica partecipazione a una fase finale. Per l’Austria è stata una vera e propria marcia trionfale, tanto che ha vinto in modo autorevole il gruppo G conquistando la bellezza di 28 punti in dieci giornate, che sono stati frutto di nove vittorie e un pareggio (nessuna sconfitta) nonostante avversarie non facili quali Russia e Svezia, segnando così un ritorno in grande stile dopo anni bui.

I bookmaker per quanto riguarda Islanda-Austria, partita valida per la terza giornata del girone F di Euro 2016, vedono abbastanza favorita lAustria, nonostante una prima parte di Europeo sotto tono per una Nazionale che invece aveva impressionato tutti in fase di qualificazione. La probabile vittoria di Alaba e compagni viene pagata circa 2,00 volte la posta in palio contro il 3,60 dellIslanda, che dunque appare sfavorita nonostante abbia fatto molto bene nelle sue prime due uscite in terra di Francia. Invece il risultato di parità al termine dei 90 minuti viene quotato circa 3,20. Per quanto concerne il computo delle realizzazioni, stando alle quote delle agenzie di scommesse levento più probabile dovrebbe essere lUnder 2,5 (quota 1,60), dunque non dovrebbero esserci molti gol in questa Islanda-Austria.

Sarà diretta dall’arbitro polacco Szymon Marciniak. Nato a Plock il 7 gennaio 1981, Marciniak dopo la trafila nei campionati minori è arrivato nella prima serie polacca nel 2008 e ha ottenuto la qualifica di arbitro internazionale a partire dal 1 gennaio 2011. Carriera dunque ancora giovane ma di ottimo livello, visto che vanta già la direzione di numerose partite sia in Europa League sia in Champions League, dove tra l’altro ha debuttato nell’autunno del 2014 dirigendo la Juventus contro il Malmoe. Nel 2015 è stato uno degli arbitri degli Europei Under 21 ed è stato designato per arbitrare la finale fra Svezia e Portogallo, quest’anno invece – sulla scia di questa importante esperienza – ecco il debutto negli Europei dei “grandi”, dove lunedì 13 giugno ha già diretto Spagna-Repubblica Ceca, terminata con la vittoria per 1-0 degli iberici.

Dall’arbitro polacco Szymon Marciniak questo pomeriggio, mercoledì 22 giugno 2016 alle ore 18.00 presso lo Stade de France di Saint Denis, sarà la partita valida per la terza giornata degli Europei di calcio 2016 della fase a gironi, gruppo F. Una gara che è molto importante per decidere le sorti del raggruppamento che continua ad essere uno dei più equilibrati di questa edizione della competizione calcistica più importante a livello continentale. Lattuale classifica del Gruppo F, infatti, vede in testa lUngheria con 4 punti conquistati davanti alla coppia composta da Islanda e Portogallo a quota 2 mentre chiude allultimo posto lAustria con un solo punto in cascina.

Nei precedenti match, lIslanda ha esordito pareggiando per 1-1 contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo con reti di Nani e Bjarnason e con lo stesso punteggio nellincontro con lUngheria per effetto delle marcature realizzate da Sigurdsson che ha realizzato il calcio di rigore fischiato dal direttore di gara e dalla sfortunata autorete di Saevarsson al minuto numero 88. LAustria invece nel primo incontro è uscita sconfitta per 2-0 per mano dellUngheria per poi pareggiare contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo sullo 0-0 con questultimo che ha anche sbagliato un calcio di rigore. Lultimo precedente tra le due formazione è unamichevole datata 30 maggio 2014 nella quale vi fu un pareggio per 1-1. Complessivamente sono tre le sfide tra le due Nazionali con un bilancio di una vittoria austriaca, due pareggi e nessuna affermazione per gli islandesi.

Passando a quelle che dovrebbero essere le probabili formazioni del match di Saint Denis, lIslanda dovrebbe presentarsi sul terreno di gioco con lormai collaudato 4-4-2. Tra i palli il giovane portiere Halldorsson mentre la linea difensiva dovrebbe essere composta sulla destra da Saevarsson chiamato a risollevarsi dopo la pesantissima autorete commessa nel match contro lUngheria, nel mezzo lesperto Arnason in coppia con il Sigurdsson meno conosciuto mentre sulla corsia mancina spazio allaffidabile Skulason. In mediana al fianco di Sigurdsson il combattivo Gunnarsson peraltro capitano della squadra islandese.

Sulla sinistra lex giocatore del Pescara e della Sampdoria , Birkir Bjarnason attualmente in forza al Basilea e sulla destra Gudmundsson. In avanti non ci dovrebbero essere sorprese con il ct islandese che dovrebbe affidarsi nuovamente alle eccezionali doti fisiche della coppia Sigthorsson e Bodvarsson. Una formazione che ha un paio di elementi qualitativamente molto buoni come Sigurdsson, giocatore dello Swansea e Bjarnasson ma che senza dubbio fa della forza fisica e della forza di volontà le proprie migliori armi.

LAustria dovrebbe disporsi sul rettangolo di gioco con un 4-2-3-1 con Almer tra i pali ed un reparto difensivo composto da Klein nel ruolo di terzino destro, Fuchs giocatore del Leicester City neo campione dInghilterra sulla sinistra e nel mezzo Hinteregger in coppia con Prodl. Davanti a loro la coppia di mediani composta da Ilsanker e Baumgartlinger mentre in avanti unica punta Sabitzer sostenuto sulla destra da Harnik, nel mezzo dallasso del Bayern Monaco David Alaba e sulla sinistra Arnautovic. LAustria ha senza dubbio maggiore qualità nei propri uomini anche se in questi prime due uscite ha decisamente deluso dopo lottimo girone di qualificazione alla fase finale. Soprattutto da David Alaba ci si aspetta di più anche se cè da dire che viene impiegato fuori ruolo.

Islanda-Austria, oggi mercoledì 22 giugno 2016 alle ore , sarà uno dei match trasmessi in diretta tv in esclusiva da Sky per i suoi abbonati per quanto riguarda per questi Europei 2016 in Francia. Il match andrà in scena sui canali 203 e 252 del satellite, cioè Sky Sport 3 HD e Sky Calcio 2 HD, senza dimenticare la possibilità per tutti gli abbonati di seguire la partita Islanda-Austria anche in diretta streaming video via internet, collegandosi tramite personal computer, tablet oppure smartphone sul sito skygo.sky.it. Peer i non abbonati, saranno invece particolarmente importanti gli aggiornamenti che saranno forniti in tempo reale sul sito ufficiale della Uefa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori