Tabellone Euro ottavi 2016 / Italia-Spagna e le altre partite: è iniziata la caccia al primato. Quando si gioca, date e orari (Europei oggi 23 giugno)

- La Redazione

Tabellone ottavi Euro 2016: tutte le sfide del secondo turno, date e orari. L’Italia sfida la Spagna, delicatissima la parte bassa mentre in alto ci sono tantissime possibilità

ConteNazionale_indicazioni
Antonio Conte (Infophoto)

Siamo in attesa degli ottavi a Euro 2016: il tabellone si è formato, le sfide che si giocheranno sono note e si partirà con Svizzera-Polonia. La Svizzera è unaltra delle nazionali che hanno superato il primo turno per la prima volta: la sua storia agli Europei comincia nel 1964, ma è solo nel 1996 che è riuscita a garantirsi laccesso alla fase finale. Fu eliminata subito: il pareggio allesordio contro lInghilterra padrona di casa (rigore di Kubilay Turkylmaz) fu solo unillusione perchè poi arrivarono le sconfitte con Olanda e Scozia, senza segnare gol. Nel 2004 stessa sorte: pareggio allesordio contro la Croazia, nette sconfitte con Inghilterra e Francia, un solo gol segnato (da Johan Vonlanthen, contro i Bleus). Nel 2008 la Svizzera ebbe la possibilità di giocare in casa, ma cadde anche qui al primo turno: sconfitta contro la Repubblica Ceca e la Turchia, vittoria inutile contro il Portogallo (i tre gol nel torneo furono tutti realizzati da Hakan Yakin). Quattro anni fa la Svizzera non si qualificò, ora finalmente è arrivato il momento della fase a eliminazione diretta: vedremo cosa riuscirà a fare la nazionale di Vladimir Petkovic. 

Sabato si inizierà a giocare nel tabellone degli ottavi di finale di Euro 2016. Ci sono due squadre che puntano al record di vittorie in questo torneo: ovviamente stiamo parlando di Germania e Spagna. Entrambe guidano lalbo doro degli Europei con tre vittorie, e dunque possono mettere le mani sul quarto titolo staccando la rivale. Si incrocerebbero come già detto ai quarti; per la Germania ci sono anche quattro titoli mondiali e la strana tendenza ad arrivare in fondo ai tornei che contano. Basti guardare la storia: agli Europei i tedeschi hanno vinto nel e (ancora come Germania Ovest) e nel 1996, ma sono arrivati in finale nel (perdendo ai rigori dalla Cecoslovacchia), nel 1992 (sconfitta a sorpresa contro la Danimarca) e nel 2008, quando hanno perso proprio contro la Spagna. Le uniche edizioni steccate dalla Germania sono di fatto quelle del 2000 e 2004, quando la nazionale stava ricostruendo e non superò il primo turno; la Spagna invece ha una clamorosa percentuale quando arriva in finale: tre ne ha giocate e tre ne ha vinte. Nel organizzò il torneo (erano quattro partecipanti) e lo vinse, nel e ha realizzato la prima doppietta (consecutiva) nella storia degli Europei e ora punta al tris. Peccato che questa sfida non possa rappresentare la finale; noi, come italiani, speriamo anche che Germania-Spagna ai quarti di Euro 2016 non ci sia

Nel tabellone degli ottavi di finale di Euro 2016 spicca la presenza di ben 12 nazionali che non hanno mai vinto questo torneo. La storia degli Europei è relativamente recente: la prima edizione è datata 1960 e da allora non sono tantissime le nazionali che sono riuscite a iscriversi allalbo doro. Di queste Olanda, Danimarca e Grecia non si sono nemmeno qualificate per la fase finale in Francia; la Repubblica Ceca, che vinse nel 1976 ancora come Cecoslovacchia unita, è stata eliminata al primo turno. Delle quattro vincitrici presenti agli ottavi, lItalia è quella che attende da più tempo un altro successo: sono ben 48 anni. Attende da 16 anni la Francia che ha vinto due titoli (1984 e 2000), la Germania ha trionfato per lultima volta nel 1996 e dunque fanno 20 anni tondi (ma rimane lunica nazionale, insieme alla Spagna, ad aver vinto più di due volte gli Europei) mentre la stessa Spagna ha ottenuto un primato assoluto con le due vittorie consecutive, nelle ultime due edizioni. Sappiamo però che tutte queste nazionali sono nella parte destra del tabellone, e che solo una di queste arriverà in finale: aumenta dunque la possibilità di vedere una nazionale trionfare per la prima volta. Non accade dal 2004, quando la Grecia sbancò il Portogallo assicurandosi uno storico titolo.

La grande sorpresa nel tabellone degli ottavi di finale di Euro 2016 è decisamente lIslanda. La nazione con il minor numero di abitanti tra quelle che si sono mai qualificate alla fase finale di un Europeo, la nazionale scandinava ha sorpreso tutti e con il 2-1 allAustria si è garantita la qualificazione agli ottavi, dove sfiderà lInghilterra in una sfida che la vede partire nettamente sfavorita. Tuttavia, attenzione: gli esempi di Danimarca e Grecia ci devono insegnare che tutto è possibile. In particolare il caso ellenico: nel 2004 la Grecia si qualificò allEuropeo in Portogallo avendo, come unica partecipazione alla fase finale di un grande torneo, la rassegna continentale del 1980 nella quale, inserita nel girone A, aveva ottenuto uno 0-0 contro i futuri campioni della Germania Ovest, due sconfitte con Olanda e Republica Ceca ed era stata subito eliminata. Arrivata in terra lusitana finì con il vincere un clamoroso Europeo, superando lungo il cammino Francia, Repubblica Ceca e proprio il Portogallo, che aveva già battuto nel girone. Una storia che potrebbe ora ricalcare lIslanda, che prima di questo Euro 2016 non aveva centrato alcuna qualificazione; il cammino è durissimo e prevederebbe, molto probabilmente, Francia, una tra Italia-Spagna-Germania e, in finale, Croazia o Belgio (o ancora il Portogallo). Sognare non costa nulla

Il tabellone di Euro 2016 farà ampiamente parlare: lo ha già fatto e continuerà a farlo. La parte destra degli ottavi di finale vede schierate cinque superpotenze, nella parte sinistra ci sono potenziali autostrade; inevitabile che si sia subito puntato il dito su un sistema che ha protetto poco le potenziali teste di serie, a cominciare dalla Francia padrona di casa che ai quarti potrebbe incrociare lInghilterra, e in semifinale una tra Italia, Spagna e Germania. Certamente si sarebbe potuta studiare una soluzione diversa, ma va detta una cosa come premessa: inevitabilmente, lapertura degli Europei a 24 nazionali (sulle 53 che hanno partecipato alle qualificazioni) ha aumentato il fattore sorpresa e soprattutto fatto in modo che più outsider e nazionali di seconda fascia avessero la possibilità di centrare gli ottavi (questo anche in ragione del ripescaggio di quattro delle sei migliori terze). Poi, va fatta unaltra considerazione: Inghilterra e Spagna non hanno vinto il loro girone. Lo avessero fatto, sarebbero finite nella parte sinistra del tabellone; lItalia avrebbe incrociato la Croazia mentre a incrociare lIslanda sarebbe stato il Galles, con gli inglesi a sfidare lIrlanda del Nord e le Furie Rosse impegnate contro il Portogallo. Qualche problema sarebbe rimasto, ma i piani sulla carta erano questi; dunque sì, forse il tabellone si sarebbe potuto creare meglio, ma i dubbi sulla legittimità e le accuse di una tremenda cantonata non sono troppo di casa.

Uno sguardo al tabellone degli ottavi di Euro 2016 ci dice, come abbiamo già visto, che la parte destra è una lotta fratricida tra cinque nazionali tra le più forti in Europa, tutte candidate alla vittoria del titolo: solo una arriverà in finale. Gli accoppiamenti possibili per i quarti sono ancora più spettacolari: lItalia come abbiamo detto potrebbe pescare la Germania, una sfida che quando contava ci ha sempre visti trionfare e che ha rappresentato una finale Mondiale (nel 1982) e ha dato vita a quella che è stata votata come la partita più bella del XX secolo, la famosissima semifinale dellAzteca (Città del Messico) al Mondiale 1970, terminata 4-3 in nostro favore con due tempi supplementari da leggenda. Lultimo incrocio tra Italia e Germania in un Europeo è quello di quattro anni fa, e anche quello è entrato nellimmaginario collettivo azzurro al pari della semifinale del Westfalenstadion, quella del gol di Grosso e del fulminante contropiede finalizzato da Del Piero: leroe del giorno fu Mario Balotelli, che segnò una doppietta e si lasciò andare a unesultanza diventata virale sui social network e non solo (nel finale fu inutile un rigore trasformato da Mesut Ozil). La Germania si è qualificata agli ottavi degli Europei senza subire gol, ha avuto tantissime occasioni sia contro lUcraina che – soprattutto – contro lIrlanda del Nord ma non ha dato la sensazione di essere imbattibile. In più, come sappiamo, la nostra tradizione contro di loro è favorevole

Il tabellone degli ottavi di finale di Euro 2016 si è completato nella serata di mercoledì. Abbiamo già parlato della parte destra totalmente sbilanciata rispetto a quella sinistra, dell’avversaria dell’Italia che sarà la Spagna e delle prime volte di ben sette nazionali in una fase ad eliminazione diretta. Il tabellone però ci presenta anche due sfide molto interessanti dal punto di vista di una possibile rivincita sportiva: innanzitutto proprio Italia-Spagna, con gli Azzurri intenzionati a vendicare la sconfitta in finale di quattro anni fa e l’eliminazione ai rigori (nei quarti) del 2008. Non solo: Francia-Irlanda è una partita attesissima da tutto il popolo verde. Era il 2009 quando le due nazionali si affrontarono nel playoff per la qualificazione al Mondiale in Sudafrica: all’andata la Francia espugnò Croke Park con il gol di Nicolas Anelka, al ritorno dello Stade de France Robbie Keane garantì i supplementari all’Irlanda ma al 103′ minuto William Gallas segnò dopo un palese controllo con la mano di Henry. L’arbitro convalidò il gol tra le proteste generali, non solo irlandesi; durante le prove del sorteggio dei gironi Charlize Theron, il cui marito dell’epoca è irlandese, estrasse volutamente una pallina con il nome dell’Irlanda, a sottolineare come i verdi meritassero di arrivare al Mondiale. Ora Martin O’Neill e la sua nazionale avranno la possibilità di rifarsi, sempre in Francia anche se lo stadio sarà diverso (si giocherà al Parc Olympique Lyonnais).

Si è conclusa la prima fase di Euro 2016 ed ora da sabato si entrerà nel vivo della competizione. Ci sono tante novità come il primo posto dell’Ungheria nel girone del Portogallo di Cristiano Ronaldo e la favola Islanda che ha lasciato tutti a bocca aperta quasi quanto la qualificazione del Galles, primo nel girone dell’Inghilterra. Il tabellone degli ottavi di finale di Euro 2016, però, ha lasciato qualche critica visto che le due parti sono completamente sbilanciate tra loro privilegiando in qualche modo le seconde dei gironi o addirittura le quattro miglior terze rispetto alle prime. Sui social in queste ore gli utenti stanno criticando i fautori del tabellone, rei di aver messo nella parte destra le grandi forze europee, anzi mondiali, come la Germania, l’Italia, la Spagna, la Francia e l’Inghilterra mentre nella parte sinistra ci sono squadre come Croazia e Portogallo, tra le più forti che tra l’altro si sfideranno, ma si parla anche di Svizzera, Polonia, Irlanda del Nord ed Ungheria.

Si è conclusa la prima fase di Euro 2016 ed ora da sabato si entrerà nel vivo della competizione. Ci sono tante novità come il primo posto dell’Ungheria nel girone del Portogallo di Cristiano Ronaldo e la favola Islanda che ha lasciato tutti a bocca aperta quasi quanto la qualificazione del Galles, primo nel girone dell’Inghilterra. Il tabellone degli ottavi di finale di Euro 2016, però, ha lasciato qualche critica visto che le due parti sono completamente sbilanciate tra loro privilegiando in qualche modo le seconde dei gironi o addirittura le quattro miglior terze rispetto alle prime. Sui social in queste ore gli utenti stanno criticando i fautori del tabellone, rei di aver messo nella parte destra le grandi forze europee, anzi mondiali, come la Germania, l’Italia, la Spagna, la Francia e l’Inghilterra mentre nella parte sinistra ci sono squadre come Croazia e Portogallo, tra le più forti che tra l’altro si sfideranno, ma si parla anche di Svizzera, Polonia, Irlanda del Nord ed Ungheria.

Composto il tabellone degli ottavi di finale di Euro 2016: gli accoppiamento sono Svizzera-Polonia, Croazia-Portogallo, Galles-Irlanda del Nord, Ungheria-Belgio, Germania-Slovacchia, Italia-Spagna, Francia-Irlanda e Inghilterra-Islanda. Nell’edizione precedente degli Europei non si sono giocati gli ottavi di finale ma direttamente i quarti, perché il torneo era aperto ancora a 16 nazionali e non a 24 come per Euro 2016. Sono comunque sei le squadre che si sono confermate dopo la fase a gironi: quattro anni fa il tabellone dei quarti si compose di Repubblica Ceca-Portogallo, Spagna-Francia, Germania-Grecia e Inghilterra-Italia. Le conferme sono quindi sei, nell’ordine Portogallo, Spagna, Francia, Germania, Inghilterra e Italia. Le due squadre che nel 2012 completarono il tabellone oggi sono già in vacanza: la Repubblica Ceca ha raccolto solamente 1 punto nel gruppo D, mentre la Grecia non si è nemmeno qualificata. Da registrare inoltre la prima volta delle matricole Galles, Irlanda del Nord, Slovacchia ed Islanda, mentre l’Ungheria torna in un turno ad eliminazione diretta dopo 52 anni (negli Europei spagnoli del 1964 era arrivata in semifinale).  

Gli ottavi di Euro 2016 in Francia stanno per arrivare: concluse le fasi a gironi, ora lo spettacolo degli Europei di Calcio entra finalmente nel vivo. Ok, avete ragione, poteva andarci meglio nellaccoppiamento: Italia-Spagna è certamente la partita ahinoi più di cartello e arriva subito, è la finale degli ultimi campionati europei e ora si avrà agli ottavi. Ma le favorite quasi sono? Dopo un rapido consulto tra noi calcioli del Sussidiario, possiamo ipotizzare una carrellata verso i quarti che prevede le seguenti qualificate: partiamo dal tabellone di sinistra (non politicamente, sia chiaro) ma proprio a livello grafico. Qui troviamo Svizzera-Polonia, dove inutile dire che Lewandowski e Glik hanno molte più chances per passare il turno: tra i croati e i portoghesi, tutta la vita avanti i balcanici, troppo più forti e sopratutto troppo più squadra di un pur grandissimo Cristiano Ronaldo. Lo scontro tutto da Union Jack tra Galles e Irlanda del Nord avrà forse un solo dubbio: quanti gol farà Gareth Bale? Il Belgio invece dovrebbe sbarazzarsi di una pur forte Ungheria che ha vinto il suo girone; e dallaltra parte del tabellone, di destra, o meglio della morte, la situazione vede la Germania in nettissimo vantaggio su Slovacchia, mentre i padroni di casa della Francia dovrebbero sbarazzarsi dellIrlanda qualificata per il rotto della cuffia contro i nostri azzurri ieri sera. E poi Inghilterra-Islanda: sogniamo, chiaro, ma se i vichinghi facessero il miracolo? Gli inglesi in tempo di Brexit non devono sottovalutare niente, e gli azzurri del Mar Baltico potrebbero davvero metterci quello sprint in più per poter passare il turno. Ah sì, ci sarebbe anche Italia-Spagnasiamo ancora qui a dire chi sarebbe per noi la favorita?

Euro 2016 ha i suoi ottavi di finale: il tabellone della seconda fase è finalmente formato, con le ultime partite dei gironi che si sono concluse mercoledì. Quello che balza allocchio, lo avevamo detto a più riprese, è il fatto che nella parte bassa ci sono cinque superpotenze del calcio europeo: Italia-Spagna è il nostro ottavo di finale, si giocherà lunedì 27 giugno alle ore 18 nellaffascinante teatro di Saint Denis. In più cè la Germania, potenziale avversaria degli Azzurri o delle Furie Rosse nei quarti, lInghilterra e la Francia in rotta di collisione al prossimo turno. Nella parte alta invece le cose possono essere molto più semplici: la Croazia e il Belgio esultano, anche se i balcanici hanno pescato il Portogallo e dunque dovranno passare da un ottavo decisamente insidioso pur se i lusitani, salvati dai primi gol di Cristiano Ronaldo in questo torneo, non sono certo nella loro miglior versione. Laltro dato interessante riguarda il fatto che ci sono ben sette nazionali, agli ottavi, che per la prima volta nella loro storia si trovano oltre la fase a gironi: la Polonia, l’Irlanda e lUngheria sono le uniche ad aver già giocato un Europeo in precedenza; per Islanda, Galles, Slovacchia e Irlanda del Nord si tratta addirittura di una prima volta assoluta in questa manifestazione e una delle due britanniche sarà sicuramente ai quarti, visto l’incrocio negli ottavi. Vada come vada, e al netto della sfortuna che ha toccato lItalia, si tratta di sfide affascinanti: il campo ci ha detto che le grandi favorite non si sono ancora svelate. La Germania, che giocherà contro la Slovacchia, ha dato la sensazione di essere solida ma le manca qualcosa nella capacità di finalizzare; la Francia ha avuto i suoi problemi nel venire a capo di avversari modesti (e ora si troverà di fronte un’Irlanda con desideri forti di rivincita), lInghilterra ha penato in tutte le sue partite e potrebbe pagare l’inesperienza di alcuni giocatori contro una solida Islanda che pare essere “in missione”, lItalia stessa dopo i botti iniziali contro il Belgio ha avuto un calo vistoso nella seconda gara del girone. Con queste premesse tutto è possibile: adesso peraltro non ci sono più margini di errore, steccare una partita significa andare a casa e la lotteria dei calci di rigore non sempre è un bene. Da sabato si torna a giocare: ci sono due giorni di riposo per tirare le somme, valutare, recuperare eventuali infortunati (o acciaccati) e studiare la strategia migliore per fare un altro passo verso la vittoria di Euro 2016.

 

Sabato 25 giugno

Ore 15:00 Svizzera-Polonia (St. Etienne)

Ore 18:00 Galles-Irlanda del Nord (Parigi)

Ore 21:00 Croazia-Portogallo (Lens)

 

Domenica 26 giugno

Ore 15:00 Francia-Irlanda (Lione)

Ore 18:00 Germania-Slovacchia (Lille)

Ore 21:00 Ungheria- (Tolosa)

 

Lunedì 27 giugno

Ore 18:00 Italia-Spagna (Saint Denis)

Ore 21:00 Inghilterra-Islanda (Nizza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori