VIDEO/ Islanda-Austria (2-1): highlights e gol della partita. La rete di Traustason (Euro 2016, girone F)

- La Redazione

Video Islanda-Austria (2-1): highlights e gol della partita degli Europei 2016 disputata mercoledì 22 giugno 2016 al Parc Olympique Lyonnais, valida per il girone F

islanda_austria
Infophoto

La vittoria che ha regalato all’Islanda la clamorosa qualificazione agli ottavi di Euro 2016 da seconda del girone F davanti al Portogallo di un certo Cristiano Ronaldo è maturata al 94′ minuto della partita contro l’Austria grazie al gol in contropiede di Traustason. La situazione è un classico del calcio: Austria tutta sbilanciata in avanti alla ricerca del gol della vittoria (unico risultato buono per la loro qualificazione), ma ecco la velocissima ripartenza islandese coronata dal gol del neo-entrato Traustason. L’Islanda si sarebbe qualificata lo stesso, ma sarebbe stata una delle migliori terze, invece con questa vittoria si toglie la soddisfazione di precedere CR7. Già, proprio quello che aveva pesantemente criticato l’Islanda dopo il pareggio con il Portogallo nella prima partita del gruppo…

Numeri incredibili ed un entusiasmo incontenibile, tutto sopra le righe insomma dopo il 2-1 dell’Islanda sull’Austria nel terzo e decisivo match della fase a gironi (gruppo F) di Euro 2016. I numeri sono quelli di una vittoria storica, la prima in una fase finale che porta la prima qualificazione agli ottavi della storia del calcio islandese; l’entusiasmo è quello degli oltre 15mila tifosi presenti in Francia, quasi il 10% della popolazione totale del paese scandinavo (!!!), che hanno assistito al trionfo. Tornando alle statistiche, difficile rimproverare qualcosa ad Alaba e compagni: 23 a 9 i tiri totali per l’Austria, che si è vista respingere ben 8 tentativi dal portiere o dai difensori, con il corpo, per deviazioni assolutamente decisive (tra le quali le due di Arnason, eroico e in evidenza anche per l’assist del primo gol). 63 a 37% il possesso palla per gli austriaci, a fronte di 110 km (a 106) coperti però dai “soldatini” islandesi, tutti uniti verso il sogno, poi raggiunto, della qualificazione. Decisivo Traustason, entrato nel corso della ripresa e pur essendo sulla carta un difensore al 4 centro in 8 partite con la maglia della sua nazionale. A completare la serata da incorniciare, restando sulle presenze con la maglia della Finlandia, hanno spento stasera 50 candeline addirittura tre calciatori allo stesso tempo, Birkir Bjarnason, rnason e Gudmundsson. Un traguardo mai così simbolico, vista l’occasione…

Microfono proprio per l’eroe nazionale Karl Arnason, migliore in campo: “Non ho parole, abbiamo fatto qualcosa di incredibile e riuscirci con un gruppo di amici è la cosa più bella! – ha detto a Uefa.com – Avere con noi più di 10mila persone a festeggiare è quasi come vincere in famiglia… Inghilterra? Ho semrpe tifato per loro quando non giocavo per l’Islanda nelle competizioni internazionali, sarà grandioso trovarli come avversari agli ottavi. L’assist per il gol di Bödvarsson? E’ un movimento studiato, ma non fatemi andare oltre, ci sono dei segreti da mantenere…”.

Risposta per l’autore del gol austriaco, Schöpf: “Non credo che il problema sia stato segnare troppo tardi, abbiamo avuto tantissime occasioni una clamorosa anche per me, per fare il 2-1 e realizzandone anche solo una staremmo parlando di una qualificazione agli ottavi. Abbiamo concesso un gol da ingenui nel primo tempo e loro si sono poi schierati in difesa del risultato, portando a casa la vittoria. Non c’è molto da dire, siamo dispiaciuti per com’è andata questa fase finale, dalla sconfitta contro l’Ungheria fino a quella beffarda di oggi”. (Luca Brivio)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori