Video / Croazia-Portogallo (0-1): highlights e gol della partita. La festa dei portoghesi (Euro 2016 ottavi, 25 giugno)

- La Redazione

Video Croazia-Portogallo (0-1): highlights e gol della partita di Euro 2016, valida per gli ottavi degli Europei. Le immagini salienti del match di Lens (sabato 25 giugno)

Pubblicità

A Lens un gol dell’ex dell’Inter Quaresma ha regalato la vittoria al Portogallo, con conseguente qualificazione ai quarti di finale di Euro 2016 a discapito della Croazia. Cristiano Ronaldo è il vero trascinatore dei portoghesi, sempre lui, il Pallone d’Oro che chiunque vorrebbe avere in squadra. Al termine della partita il commissario tecnico lo ha abbracciato prima di lasciarlo andare negli spogliatoi, un traguardo davvero importante per l’attaccante del Real Madrid visto che questo Euro 2016 non era partito nel migliore dei modi. Nel post partita non ha certo nascosto il suo entusiasmo nell’aver raggiunto un obiettico come quello dei quarti di finale della competizione europea, la partita perà è stata noiosa almeno fino all’inizio dei tempi supplementari. Anche il figlio di Ronaldo, in tribuna con la sciarpa del Portogallo, non nasconde la noia durante la partita ma al momento giusto non riesce a non salutare il padre in campo dopo la straordinaria vittoria.

Pubblicità

Il Portogallo di Cristiano Ronaldo riesce ad arrivare ai quarti di finale di Euro 2016 dopo aver battuto nella serata di ieri la Croazia nei tempi supplementari. A fine gara l’attaccante del Real Madrid non ha potuto non consolare il suo compagno di squadra, nonchè avversario ieri sera, LuKa Modric che si è lasciato andare ad un pianto al termine della partita che ha sancito l’eliminazione della Croazia. Scena davvero toccante che fa capire come l’amicizia tra due campioni vada ben oltre la singola partita di calcio, visto che Cristiano Ronaldo è subito accorso vicino al suo amico che non è riuscito a trattenere le lacrime. Il gol di Quaresma a qualche minuto dalla fine della partita ha regalato ai portoghesi il passaggio ai quarti di finale, considerando che gli Europei non erano cominciati nel migliore dei modi per Ronaldo & Company con il terzo posto nel girone.

Pubblicità

Una gara che Modric e compagni hanno avuto a lungo tra le mani si è trasformata in un incubo con un’eliminazione arrivata dopo centosedici minuti di gioco. Un errore in attacco che ha portato al contropiede con Renato Sanches che ha messo la palla larga per Nani sulla sinistra. L’esterno del Fenerbahce ha lanciato dentro con una magia Cristiano Ronaldo che ha calciato senza farsi mai due domande. Il tiro è stato clamorosamente parato da Subasic lasciando però la palla sulla linea con Ricardo Quaresma che a porta spalancata di testa ha trafitto il cuore dei croati. Una gara decisa da una giocata, ma che vede il 90% del merito in un lancio strepitoso di Nani davvero incredibile.

Ricardo Quaresma ha deciso l’ottavo di finale disputato a Lens, siglando il suo gol numero 8 in 53 presenze con la nazionale maggiore lusitana. La Croazia deve quindi dire addio agli Europei 2016, mentre il Portogallo accede ai quarti di finale in cui se la vedrà con la Polonia, alle ore 21:00 di giovedì (30 giugno) nella cornice dello Stade Velodrome di Marsiglia. Quella tra Croazia e Portogallo non è stata una partita entusiasmante, perlomeno in termini di spettacolo: si è dovuto infatti aspettare il venticinquesimo minuto per il primo tiro in porta, era dal 2004 che una conclusione nello specchio non si faceva attendere così tanto (la partita era Grecia-Spagna della fase a gironi, poi terminata 1-1). Anche Cristiano Ronaldo ha risentito della carenza offensiva: il capitano portoghese non ha effettuato nemmeno un tiro in porta in tutto l’arco del match, per lui si tratta di una prima volta agli Europei. In ogni caso, il Portogallo ha confermato la tradizione che dal 1996 lo vede sempre qualificato ai quarti di finale del torneo continentale. La Croazia invece ha raggiunto i quarti in due occasioni su sei, nel 1996 e nel 2008.

Impresa del Portogallo che ribalta i pronostici della vigilia ed elimina la Croazia da Euro 2016, la nazionale allenata da Fernando Santos riesce ad avere la meglio degli avversari solamente ai tempi avversari, con il gol di Quaresma quasi a tempo scaduto, subito prima Perisic aveva colpito il palo che ha letteralmente graziato i lusitani dallo 0-1. Alla fine è la squadra capitanata da Cristiano Ronaldo ad accedere ai quarti di finale. Tiri in porta: 0 Croazia, 2 Portogallo; nei 120 minuti dell’incontro i ventidue in campo hanno fatto davvero tanta fatica ad inquadare lo specchio della rete, anche se va registrato il palo di Perisic che, assieme al gol di Quaresma, ha condannato i croati alla resa. Tiri fuori: 13 Croazia, 3 Portogallo; molto imprecisi sottoporta i giocatori di Cacic. Possesso palla: 58% Croazia, 42% Portogallo; una supremazia territoriale per i croati che non si è concretizzata nel risultato finale. Falli commessi: 12 Croazia, 28 Portogallo; molto aggressivi i lusitani che spesso e volentieri sono entrati sulle gambe degli avversari, anziché colpire il pallone. Un solo cartellino giallo, quello di William Carvalho; l’arbitro Velasco Carballo è stato bravissimo a tenere la situazione sotto controllo e ad avere sempre il match in pugno. 

L’autore del gol-vittoria, Ricardo Quaresma, ai microfoni di Sky Sport: “Abbiamo lottato tanto e lavorato duramente anche in difesa. La Croazia è una grande squadra con ottimi giocatori, ma abbiamo meritato la vittoria. Questo gol significa molto per me, sono felicissimo per i miei compagni di squadra. Ora dobbiamo continuare ad allenarci e a dare il meglio di noi stessi per andare il più lontano possibile. Io stesso voglio continuare a far bene e a dare il mio contributo per arrivare fino in fondo. Cerchiamo di recuperare le energie, la Polonia è un avversario che può darci parecchio filo da torcere”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità

I commenti dei lettori