VINCENZO MONTELLA/ Milan news, ufficiale: il tecnico campano firma un biennale, Sconcerti: Ecco la sua priorità ora… (oggi, 29 giugno 2016)

- La Redazione

Vincenzo Montella è il nuovo allenatore del Milan. News, mancano i dettagli, ultime notizie di oggi 29 giugno 2016. L’Aeroplanino sta per firmare un biennale da 2,3 milioni di euro l’anno

Vincenzo_Montella
Video Fiorentina Milan: il grande ex Montella (LaPresse)

Ha firmato un biennale con il Milan, a sorpresa quindi si accomoderà sulla panchina dei rossoneri. Della situazione ha parlato anche Mario Sconcerti a Sky Sport 24: “La priorità di Vincenzo Montella è tanta qualità in mezzo al campo. E’ un tecnico che ottiene subitobuoni risultati e risolve i problemi dove ci sono. Poi magari non ci sono molti miglioramenti nel tempo. Però Montella è in grado di costruire un gioco di grande qualità subito, partendo però da giocatori tecnici. Credo che Riccardo Montolivo regista gli vada bene, ma vorrà uno più rapido e responsabilizzato al suo fianco. Non so se potrà essere Andrea Bertolacci”.

Vincenzo Montella è ufficialmente il nuovo allenatore del Milan. La notizia è stata resa nota ieri nella tarda serata con tanto di annuncio ufficiale sul sito internet della società rossonera. Ora è caccia al nome per la panchina della squadra blucerchiata, che si trova senza tecnico per la prossima stagione. Il nome nuovo è quello di Marco Giampaolo che a lungo in questo inizio di mercato è stato associato proprio al Milan. Il tecnico quest’anno si è rilanciato in Serie A con l’Empoli dopo che era finito nel dimenticatoio, confinato addirittura ad allenare in Lega Pro dopo diversi anni di massima categoria. L’alternativa rimane Stefano Pioli che è stato licenziato dalla Lazio nel corso della stagione appena terminata, sostituito da Simone Inzaghi.

 Vincenzo Montella nuovo allenatore del Milan è chiaramente la notizia del giorno e molti sono stati gli ex milanisti intervistati per conoscere la loro opinione a proposito dell’arrivo dell’Aeroplanino sulla panchina rossonera, una delle prime mosse della dirigenza del Milan, ormai a un passo dalla cessione della maggioranza delle quote societarie dalla famiglia Berlusconi alla cordata di industriali cinesi. Intervenuto sulle colonne dell’inserto de la Gazzetta dello Sport Fulvio Collovati, ex difensore del Milan ha così commentato l’arrivo di Vincenzo Montella: “Non so dire se Montella sia lallenatore giusto per il Milan. Sicuramente ha grandi capacità e sa fornire una chiara impronta di gioco alle sue squadre. Non credo però possa risolvere i problemi della squadra da solo, soprattutto se non cambia qualcosa a livello societario”.

, nuovo allenatore della panchina del Milan, verrà ufficialmente presentato alla squadra rossonera il 7 luglio, data dell’inizio del ritiro del club a Milanello. A riferirlo è l’edizione odierna de La Stampa e nello stesso giorno conosceremo anche lo staff che accompagnerà il nuovo tecnico rossonero nella prossima stagione al Milan. Secondo quanto affermato da il Corriere della Sera è probabile che Vincenzo Montella, che ha appena abbandonato la panchina della Sampdoria, si porti con sè alcuni uomini fidati del suo staff tra cui  suo secondo Daniele Russo, il collaboratore Nicola Caccia, il preparatore Emanuele Marra e il match analyst Simone Montanaro. Per Montella quella del Milan sarebbe la quinta panchina della sua carriera e il contratto inizierà formalmente il 1 luglio 2016.

il nuovo allenatore del Milan, ma il suo arrivo a Casa Milan è stato dubbio fino all’ultimo momento: l’annuncio di ieri notte avrebbe infatti potuto essere mandato a monte dal patron rossonero Silvio Berlusconi. L’ex cavaliere infatti proprio ieri pomeriggio, mentre l’agente di Montella si vedeva con Galliani e Gancikoff per definire gli ultimi dettagli, aveva voluto incontrare Cristian Brocchi, da sempre il preferito di Berlusconi. Secondo quanto affermato dall’edizione mattutina de il Corriere della Sera sembra che Berlusconi abbia provato fino alla fine a spingere Brocchi perchè si candidasse alla panchina rossonera, ma i cinesi hanno detto di no. Data questa decisione da parte della dirigenza anche il patron rossonero si è dovuto infine convincere della scelta di Montella, mentre Brocchi è probabile che si diriga verso la panchina del Brescia, da cui ha già ricevuto un’offerta interessante.

Per Vincenzo Montella il Milan sarà la quinta squadra da allenatore. L’Aeroplanino ha cominciato con i giovanissimi della Roma nel 2009, passando alla guida della prima squadra due anni dopo per rimpiazzare il dimissionario Claudio Ranieri. All’epoca Montella, appena trentaseienne, non aveva ancora conseguito il patentino da cappa allenatore e fu quindi affiancato da Aurelio Andreazzoli. Nella stagione 2011-2012 Montella passa sulla panchina del Catania, finendo per stabilire il record di punti nel singolo campionato di A per la società etnea (48). Nell’estate 2012 il passaggio alla Fiorentina, con cui Montella rimane tre stagioni ottenendo sempre il quarto posto in Serie A. Al termine del campionato 2014-2015 la separazione della squadra viola, nel novembre scorso infine la chiamata della Sampdoria con cui Montella aveva giocato dal 1996 al 2000. 6 vittorie, 6 pareggi e 14 sconfitte sono il bilancio dell’ultima esperienza blucerchiata dell’Aeroplanino, che ora è stato scelto dal Milan. 

Vincenzo Montella è il nuovo allenatore del Milan: dopo laccelerata definitiva ieri con il sì di Berlusconi, lufficialità della trattativa chiusa con lAeroplanino è arrivata in tarda serata. Lex allenatore ormai della Sampdoria si accomoderà sulla panchina dei rossoneri dal prossimo anno per due anni di rilancio a questo punto bilaterale: il Milan cerca un allenatore per la nuova società e per poter rifondare completamente, con la buona base fornita questanno con qualche elemento da riconfermare; Vincenza Montella cerca un rilancio dopo una stagione pessima alla Sampdoria dove non è riuscito a raccogliere laddove da giocatore aveva incantato e scaldato i cuori dei tifosi doriani. Mancano davvero gli ultimi dettagli e per quanto riportano i colleghi della Gazzetta dello Sport laccordo di massima è già raggiunto: da ieri pomeriggio, dopo lincontro a Casa Milan dellad Adriano Galliani con il rappresentante di Vincenzo Montella, si è arrivati ai dettagli del contratto.

Lex giocatore della Roma, già allenatore di Catania e Fiorentina, starebbe per firmare con il Diavolo il contratto biennale da 2,3 milioni di euro allanno, con Berlusconi e Galliani, oltre alla nuova società cinese, sono tutti daccordo per il nuovo corso che starebbe per partire a Milano, sponda rossonera. Scoglio finale rimane ununica questione: la clausola di rescissione con la Sampdoria, che prevede 1,1 milioni di euro da sborsare nelle casse di Ferrero; va detto però che i rapporti tra le due società sono in ottima condizione dunque non dovrebbe essere un grosso problema arrivare a stipulare un gentleman agreement tra le società. Un segnale che la dice tutta sulla effettiva trattativa quasi chiusa per Montella al Milan è il bloccaggio di Giampaolo per il dopo-Vincenzino a Genova, sponda blucerchiata: davvero ora mancano solo i dettagli e Montella si potrà dire che sarà il vero nuovo allenatore del Milan per i prossimi due anni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori