Probabili formazioni/ Polonia-Portogallo: quote, le ultime novità live. I moduli (Euro 2016 quarti, oggi 30 giugno)

- La Redazione

Probabili formazioni Polonia-Portogallo: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca al Vélodrome di Marsiglia alle ore 21, valida per i quarti di finale di Euro 2016

Portogalloverde_esultanzaq
(dall'account ufficiale facebook.com/uefaeuro)

Le due formazioni che scendono in campo questa sera giocano con moduli speculari. Entrambi i Commissari Tecnici adottano il 4-4-2, pur se con qualche differenza; per Adam Nawalka lo schema classico è spesso un 4-4-1-1, visto che Arkadiusz Milik è abituato a giostrare alle spalle dellattaccante (Lewandowski), inoltre con i due laterali che tendono ad alzarsi la Polonia si sistema con una sorta di 4-2-3-1. Il Portogallo di Fernando Santos era partito con il 4-3-3, schema usuale per la nazionale lusitana; strada facendo ha deciso di allargare gli esterni di centrocampo e tenere due attaccanti stretti in mezzo. Un modulo che poi di fatto si può trasformare comunque in un 4-3-3, se in campo però cè Quaresma (raramente Joao Mario si alza così tanto e lo stesso fa André Gomes, che anzi è più portato a stringere verso il centro occupando una sorta di posizione di mezzala come è abituato a fare nel Valencia, dove gioca in un 4-3-3 fatto e finito).

Robert Lewandowski va ancora a caccia del primo gol in questa edizione degli Europei. Capitano della sua nazionale, Lewandowski arriva da una stagione fantastica con la maglia del Bayern Monaco, nella quale ha realizzato 42 gol in 51 partite (17 reti in più di quanto avesse fatto nella stagione precedente). Con la Polonia è decimo per presenze totali (80) e quinto per numero di gol (34), segnati a partire dal settembre 2008 (in rete allesordio, contro San Marino); tuttavia in questo Europeo il numero 9 non è ancora riuscito a mettere la palla in porta. Lultima rete di Lewandowski in nazionale è arrivata il 13 novembre 2015: doppietta allIslanda in amichevole. Autore di 13 gol nelle qualificazioni (capocannoniere) aveva centrato un poker contro Gibilterra, una tripletta contro la Georgia e doppiette ancora contro Gibilterra e poi con Scozia; ritrovare i gol del suo capitano significherebbe tantissimo per Adam Nawalka, che finora però ha ottenuto la qualificazione ai quarti senza il contributo del suo bomber.

Ci sono tre giocatori nelle formazioni della partita di oggi che si elevano sugli altri per numero di gol realizzati. Tutti e tre hanno segnato due gol: Jakub Blaszczykowski è lautore degli ultimi due gol della Polonia, quello che ha permesso di battere lUcraina e quello, importantissimo, che ha portato in vantaggio i polacchi nella partita degli ottavi contro la Svizzera, poi vinta ai calci di rigore. Sono invece due i gol invece messi a segno da Nani e Cristiano Ronaldo: lattaccante del Real Madrid ha segnato una doppietta nel 3-3 contro lUngheria che ha permesso al Portogallo di qualificarsi agli ottavi, firmando così un record (in gol in quattro diverse fasi finali degli Europei). In quelloccasione ha segnato anche Nani, che aveva già timbrato il cartellino nellesordio contro lIslanda. Nel primo turno i due attaccanti sono stati gli unici realizzatori del Portogallo; poi è arrivata la rete di Ricardo Quaresma che ha mandato i lusitani ai quarti, battendo la Croazia ad un passo dai calci di rigore.

Soltanto tre giocatori, nelle formazioni che si affrontano questa sera per i quarti di finale di Euro 2016, militano nel nostro Paese. Sono tutti della Polonia: li abbiamo già visti nei giorni scorsi, si tratta di Kamil Glik che gioca da tempo nel Torino (e prima era stato nel Palermo), di Piotr Zielinski (due stagioni nellEmpoli, ma nel corso dellestate ha fatto ufficialmente ritorno allUdinese, proprietaria del suo cartellino) e Jakub Blaszczykowski, che ha terminato la prima stagione nella Fiorentina. Il Portogallo ha avuto tanti calciatori in Italia nel corso degli anni: di quelli della nazionale attuale, Eliseu è brevemente passato dalla Lazio (senza lasciare traccia) e lo stesso ha fatto nellInter Ricardo Quaresma, che nelle intenzioni dei nerazzurri avrebbe dovuto avere ben altro impatto sulla squadra. Attualmente in Serie A cè il terzino sinistro Mario Rui, che dopo lEmpoli giocherà nella Roma; il classe 91 però non ha mai giocato nella nazionale maggiore del Portogallo (ha 17 presenze sia con lUnder 19 che con lUnder 20, e tre in Under 21).

La formazione che i lusitani manderanno in campo questa sera rimane un punto di domanda. Quando pensavano che Fernando Santos avesse ormai scelto il suo undici titolare, contro la Croazia ha mischiato le carte; ora ci sono ragionevoli dubbi sui suoi undici. A cominciare dalla difesa: a destra giocherà uno tra Vieirinha, che di solito è il titolare, è Cédric Soares che ha giocato sabato sera, a sinistra Raphael Guerreiro sembra essersi ripreso il posto che Eliseu gli aveva tolto nellultima partita del girone. Cè poi Ricardo Carvalho, che potrebbe andare a riprendersi la maglia che qualche giorno fa è stata occupata da José Fonte. Anche in mediana potrebbe esserci un avvicendamento rispetto agli ottavi: cè Joao Moutinho che dovrebbe tornare in campo, a fargli spazio allora dovrebbe essere Adrian Silva che ha giocato titolare contro la Croazia. Lunico reparto fisso è insomma lattacco, con Nani e Cristiano Ronaldo che saranno sicuramente in campo (anche Quaresma infatti potrebbe essere titolare, al posto di Joao Mario che però ha fatto molto bene quando è stato impiegato).

Abbiamo già parlato delle formazioni e di come Adam Nawalka sia abituato a cambiare poco nel suo undici. Anche per la partita di questa sera la Polonia si dovrebbe disporre con lo stesso undici; non cè nemmeno più il pericolo di squalifiche perchè dopo gli ottavi di finale le diffide sono state azzerate. A conti fatti Nawalka ha un solo dubbio, ovvero quello che lo ha accompagnato per tutto lEuropeo: riguarda la fascia sinistra di centrocampo. A giocarsi una maglia sono i soliti due: Grosicki e Kapustka. Il primo è il titolare di fatto, ma il giovane Kapustka ha messo in crisi il suo Commissario Tecnico che lo ha fatto giocare due volte dal primo minuto. Per gli ottavi era squalificato, ma oggi torna a disposizione: da valutare dunque la scelta del suo allenatore che potrebbe decidere di rimetterlo come titolare a centrocampo, sfruttandone la sua freschezza e la capacità di puntare luomo.

il primo quarto di finale in programma a Euro 2016: si gioca al Vélodrome di Marsiglia alle ore 21 di questa sera. Due outsider a caccia di un posto in semifinale, in una parte del tabellone che – come avevamo già detto – regala tanto spazio e possibilità; la Polonia non aveva mai superato il primo turno di un Europeo, il Portogallo invece vuole riscattare la bruciante sconfitta nella finale casalinga del 2004. Arbitra la partita il tedesco Felix Brych, andiamo dunque a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Polonia-Portogallo.

Le quote Snai per Polonia-Portogallo, valida per i quarti di finale degli Europei 2016, ci dicono che il segno 1 per la vittoria della Polonia vale 4,00; il segno X per il pareggio vale 2,90 mentre il segno 2 per la vittoria del Portogallo vale 2,20 volte la somma che deciderete di giocare. 

Ancora qualche dubbio di formazione per Adam Nawalka, che però potrebbe confermare gli undici che hanno avuto la meglio contro la Svizzera. Lo schema è il solito 4-4-2; Milik può giocare come una sorta di trequartista alle spalle di Lewandowski oppure affiancare il bomber del Bayern Monaco, ma dovrebbe comunque cambiare poco0. A centrocampo i due esterni dovrebbero essere Blaszczykowsky e Grosicki; Nawalka ritrova anche Kaputska dopo la squalifica e dunque a sinistra cè ancora un ballottaggio aperto che si potrebbe risolvere soltanto nelle ultime ore. In mezzo invece non ci sono dubbi: Krychowiak, uno dei segreti di questa Polonia anche se il suo lavoro e la sua importanza in campo si notano meno rispetto ad altri giocatori, affiancherà Maczynski che avrà invece maggiori compiti di impostazione del gioco. Non sarà modificata la difesa, che ha mostrato grande solidità (un solo gol subito in quattro partite): Kamil Glik farà coppia al centro con Pazdan, mentre sugli esterni agiranno Piszczek e Jedrzejczyk. 

Anche il Portogallo potrebbe presentarsi in campo con la stessa formazione che ha superato gli ottavi: anche in questo caso parliamo di un 4-4-2 che sembra ormai aver sistemato qualche difetto e spera di tornare in finale. Davanti a Rui Patricio è da valutare la posizione di Ricardo Carvalho, tenuto in panchina sabato contro la Croazia: il veterano potrebbe tornare titolare e affiancare Pepe, altrimenti a giocare sarà José Fonte che non ha fatto male in coppia con il difensore del Real Madrid. Dubbio anche a destra: Cédric ha scalzato Vieirinha ma è da vedere se Fernando Santos vorrà confermare questa impostazione anche per il quarto contro la Polonia. A centrocampo potrebbe tornare titolare Joao Moutinho; lui e Adrian Silva si giocano una maglia da titolare al fianco di un William Carvalho che sembra ormai aver preso in mano la mediana della nazionale. Sugli esterni Jao Mario e André Gomes non temono confronti, pur se il gol decisivo segnato da Quaresma può mettere in crisi le scelte del CT. Pochi dubbi invece per quanto riguarda i due che giocheranno davanti a tutti: Cristiano Ronaldo vuole dimostrare di saper essere decisivo anche con la nazionale, accanto a lui ci sarà Nani che, anche in virtù dellesperienza comune nel Manchester United, ha unottima intesa con lattaccante del Real Madrid.

 

 22 Fabianski; 20 Piszczek, 15 Glik, 2 Pazdan, 3 Jedrzejczyk; 16 Blaszczykowski, 5 Maczysnki, 10 Krychowiak, 11 Grosicki; 7 Milik, 9 R. Lewandowski

A disposizione: 1 Szczesny, 12 Boruc, 4 Cionek, 18 Salamon, 14 Wawrzyniak, 6 Jodlowiec, 8 Linetty, 19 Zielinski, 23 Starzynski, 21 Kapustka, 13 Stepinski

Allenatore: Adam Nawalka

Squalificati: –

Indisponibili: –

 1 Rui Patricio; 11 Vieirinha, 3 Pepe, 6 Ricardo Carvalho, 5 R. Guerreiro; 10 Joao Mario, 8 Joao Moutinho, 14 William Carvalho, 15 André Gomes; 17 Nani, 7 Cristiano Ronaldo

A disposizione: 12 Anthony Lopes, 22 Eduardo, 21 Cédric, 2 Bruno Alves, 4 Fonte, 19 Eliseu, 20 Quaresma, 23 A. Silva, 13 Danilo Pereira, 16 Renato Sanchez, 18 Rafa Silva, 9 Eder

Allenatore: Fernando Santos

Squalificati: –

Indisponibili: –

 

Arbitro: Felix Brych (Germania)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori