Probabili formazioni / Salernitana-Lanciano: quote e ultime notizie live. Moduli (Serie B playout ritorno, oggi 8 giugno 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Salernitana-Lanciano (Serie B): quote e ultime notizie live. Partita in programma mercoledì 8 giugno allo stadio Arechi, valida per il ritorno dei playout

salernitana_arechi_fumogeni
Diretta Salernitana Cosenza (repertorio LaPresse)

4-4-2 era e 4-4-2 sarà ancora per la formazione di Menichini. Con questo modulo la Salernitana può valorizzare il dinamismo dei centrocampisti laterali mantenendo nel contempo coperta la retroguardia, grazie al lavoro dei due centrali. Per tutto il resto, come diceva la pubblicità, c’è… la coppia d’attacco Donnarumma-Coda, che nell’arco della stagione ha quasi sempre fatto il suo dovere. Per cercare di segnare tanti gol il Lanciano potrebbe proporre un più offensivo 4-3-3, al posto del solito albero di Natale (4-3-2-1). Sarà importante che gli abruzzesi riescano a sostenere l’azione d’attacco con tanti giocatori: la situazione di punteggio chiama necessariamente qualche rischio difensivo in più. Bacinovic potrebbe rimanere più bloccato per consentire ai terzini di avanzare sulla linea di centrocampo, di modo da formare un 3-4-3. 

Per la gara d’andata eravamo andati sul sicuro puntando l’indice dei possibili protagonisti su Alfredo Donnarumma e Massimo Coda. Entrambi sono andati a segno per la Salernitana e si presentano come protagonisti annunciati anche per gara-2. Attesi anche i due esterni di centrocampo, Andrea Nalini ed Antonio Zito. Sabato la Salernitana ha costruito la sua rotonda vittoria anche grazie al lavoro continuo ed efficace delle ali, che sono riuscite ad imporre il proprio ritmo ai dirimpettai sbilanciando più volte la difesa del Lanciano. L’allenatore Leonardo Menichini dovrebbe puntare ancora su di loro, che potranno approfittare di maggiori spazi in contropiede per il presumibile atteggiamento offensivo degli avversari. Passando al Lanciano uno dei protagonisti attesi è Federico Di Francesco: l’attaccante classe 1994 vorrà chiudere al meglio una stagione che lo ha visto tra le rivelazioni del campionato cadetto; in ogni caso il suo nome potrebbe diventare uno dei più chiacchierati nel calciomercato estivo. Il difensore centrale Federico Amenta, così come tutto il reparto arretrato, dovrà riscattare la negativa prova dell’andata limitando allo zero gli errori. 

Leonardo Gatto si è confermato un ottimo jolly per la squadra campana. Nella partita d’andata il ventiquattrenne in prestito dall’Atalanta è entrato in campo al 77′ minuto, quattro minuti dopo stava già esultando per aver siglato il gol dell’1-3. Nel return match mister Menichini potrebbe proporlo nell’undici titolare, in caso contrario saprà di poter contare su di lui per smuovere le acque offensive in caso di necessità. Anche il centrocampista brasiliano Ronaldo potrà tornare utile a gara in corso, per infoltire la rete di centrocampo e gestire meglio il possesso di palla, contro un Lanciano che dovrebbe giocare a tutta birra per recuperare lo svantaggio accumulato sabato. La Virtus recupera Federico Di Francesco che rappresenta un bel jolly d’attacco, in grado di svariare su tutto il fronte offensivo e dare fastidio alla difesa avversaria con il suo movimento. Dalla panchina potrebbero tornare utili il centravanti Stefano Padovan, attaccante di peso con un buon fiuto del gol, ed anche il classe 1997 King Udoh; un’altra buona risorsa è Manuel Turchi, che potrebbe anche giocare dall’inizio. 

Per la Virtus di Maragliulo la missione è tanto semplice quanto complessa, segnare il maggior numero di gol possibili. Senza lo squalificato Nicola Ferrari il mister rossonero potrebbe decidere di rilanciare Marilungo nei panni di centravanti, inserendo alle sue spalle Turchi e lasciando così in panchina il giovane Federico Bonazzoli. Altrimenti, con Marilungo tra le linee come di consueto, da non escludere l’impiego del classe 1994 Stefano Padovan. A centrocampo si ripropone il consueto ballottaggio tra Michele Rocca e Mattia Vitale, i due potrebbero anche giocare assieme ai fianchi di Bacinovic qualora Maragliulo relegasse in panchina il più esperto Giandonato, di rientro dopo il turno di sospensione. Per quanto riguarda la difesa invece il dubbio è tra Rigione e Aquilanti: quest’ultimo ha recuperato da un infortunio ed era partito dalla panchina nel match d’andata, nel ritorno può essere riproposto dal 1′. 

Qualche dubbio di formazione per il mister granata Leonardo Menichini. In difesa ad esempio è tornato a disposizione il terzino Colombo, che però potrebbe non avere nelle gambe i novanta minuti: nel caso pronto Tuia a riciclarsi nuovamente nel ruolo di laterale difensivo destro. Per quanto riguarda la coppia centrale Schiavi scalpita, ma è probabile che i titolari saranno gli stessi dell’andata quindi Bernardini e Bagadur. A centrocampo il ballottaggio riguarda anzitutto Davide Moro: il mediano ex Empoli ha cominciato dalla panchina nel match di sabato, ma per il ritorno ha ottime probabilità di partire titolare al fianco di Odjer; in tal caso panchina per Pestrin. Un dubbio anche per la corsia di destra, con Andrea Nalini favorito su Leonardo Gatto. Zito ha giocato una gran partita al Biondi e dovrebbe essere intoccabile, al pari delle punte Coda e Donnarumma che ormai fanno coppia fissa da tempo. 

Nella conferenza stampa prepartita l’allenata granata Leonardo Menichini ha confermato che i suoi giocatori stanno tutti bene. Non ci sono quindi assenti tra le fila della Salernitana: anche il terzino Riccardo Colombo ha recuperato dal recente problema fisico e si ricandida per un posto nell’undici titolare; dovrebbe fargli spazio Tuia che nel playout di andata è stato impiegato in una posizione non propriamente sua. A disposizione anche Sergiu Bus: l’attaccante rumeno si è sposato nel week-end e per questo ha saltato il match di sabato, pur essendo rientrato a Salerno con un giorno di ritardo rientra tra i 22 convocati di mister Menichini. Il Lanciano invece deve ancora fare a meno di Nicola Ferrari: il trentaduenne attaccante trentino sconta il secondo ed ultimo turno di squalifica, dopo la simulazione nell’ultima giornata di stagione regolare contro il Livorno. Manca all’appello anche il centrocampista Gaetano Vastola, uscito malconcio dalla partita di andata: per lui elongazione al flessore della gamba sinistra e stagione finita.

Mercoledì 8 giugno 2016 si gioca il ritorno dei playout per il campionato di Serie B. Allo stadio Arechi di Salerno la Salernitana padrona di casa affronta la Virtus Lanciano: calcio d’inizio alle ore 20:30. La situazione di punteggio favorisce nettamente la Salernitana, che nel match di andata si è imposta per 1-4 sul campo della Virtus Lanciano; inoltre l’eventuale parità al termine del doppio confronto premierebbe comunque la formazione campana, per la miglior classifica in stagione regolare. Agli abruzzesi non rimane che vincere con quattro gol di scarto per non retrocedere in Lega Pro (0-4, 1-5, ecc.). Prima di passare alla probabili formazioni di Salernitana-Lanciano diamo un’occhiata alle quote per il pronostico del match.

Il pronostico dei bookmaker punta sulla Salernitana: SNAI ad esempio valuta 1,85 il segno 1 per la vittoria granata. 3,60 è la quota attribuita al segno X per l’eventuale pareggio tra le due formazioni, mentre il segno 2 per il successo esterno del Lanciano moltiplica la posta in gioco per 4,25. La Virtus ha bisogno di quattro reti di scarto per salvarsi, potrebbe però vincere con un risultato inferiore e vista la situazione il segno 2 non si presenta come un’opzione così improbabile.

Mister Leonardo Menichini ripropone il modulo 4-4-2. I centrali difensivi davanti al portiere Terracciano dovrebbero essere ancora Bernardini e il brasiliano Empereur; per quanto riguarda i terzini invece a destra può rientrare Colombo, che ha recuperato la condizione, a sinistra invece favorito Andrea Rossi su Michele Franco. A centrocampo la certezza è il ghanese Odjer, accanto a lui dovrebbe agire Moro mentre sulle fasce vanno verso la conferma sia Nalini che Zito, molto efficaci nel match di sabato. In avanti gli intoccabili Massimo Coda e Alfredo Donnarumma.

Obbligato ad una partita d’attacco, l’allenatore Primo Maragliulo ritrova il centrocampista Giandonato e l’attaccante Di Francesco, entrambi reduci da un turno di squalifica; il centravanti Nicola Ferrari sconta invece la seconda giornata di sospensione. Di Francesco sarà sicuramente titolare nel pacchetto offensivo, completato da Marilungo e da Federico Bonazzoli. A centrocampo Giandonato prende il posto di Vastola, indisponibile per infortunio; con lui anche Bacinovic in cabina di regia e il giovane Rocca. In difesa confermati i terzini Salviato e Di Matteo, nella coppia di mezzo dovrebbe rivedersi dal 1′ Aquilanti insieme ad Amenta, tra i pali invece ci sarà Cragno.

Salernitana (4-4-2): 1 Terracciano; 7 Colombo, 33 Bernardini, 13 Empereur, 29 A.Rossi; 5 Nalini, 20 Odjer, 8 Moro, 28 Zito; 9 M.Coda, 30 A.Donnarumma

In panchina: 12 Strakosha, 23 Schiavi, 6 Trevisan, 16 Tuia, 2 Pollace, 3 Franco, 4 Pestrin, 19 Ronaldo P., 18 L.Gatto, 36 Martiniello, 17 Bus

Allenatore: Leonardo Menichini

Squalificati: nessuno

Indisponibili: nessuno

Virtus Lanciano (4-3-2-1): 12 Cragno; 4 Salviato, 2 Aquilanti, 6 Amenta, 27 Di Matteo; 29 Rocca, 8 Bacinovic, 32 Giandonato; 9 Marilungo, 13 Di Francesco; 10 Bonazzoli

In panchina: 1 Aridità, 33 Casadei, 5 Boldor, 15 Di Filippo, 16 Rigione, 26 Di Nicola, 24 Vitale, 7 Turchi, 11 Udoh, 19 Padovan

Allenatore: Primo Maragliulo

Squalificati: N.Ferrari

Indisponibili: Vastola

 

 

 

Arbitro: Fabrizio Pasqua (sezione di Tivoli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori