Probabili formazioni / Trapani-Pescara: quote, le ultime novità live. I jolly (Serie B ritorno finale playoff, oggi 9 giugno 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Trapani-Pescara: le quote e le ultime novità live sulla partita che decide la terza squadra promossa dal campionato di Serie B, è la finale di ritorno dei playoff

Oddo_manintasca
Foto Infophoto

Durerà soltanto 90 minuti, ma sarà una partita molto intensa; per questo nelle probabili formazioni di questa sera i due allenatori dovranno esplorare con attenzione le panchine per estrarne all’occorrenza il jolly giusto per la promozione in Serie A. Jolly che nel Pescara potrebbe essere Daniele Verde: il giovane di scuola Roma sembrava destinato a esplodere nel grande calcio dopo l’esordio in Serie A, invece a Frosinone non ha trovato spazio. A metà stagione è ripartito da Pescara e ha subito inciso: suoi due dei 4 gol con cui il Pescara ha definitivamente eliminato il Novara in semifinale, ora per lui potrebbe esserci un posto in campo nel secondo tempo e magari un’altra rete decisiva. Il jolly del Trapani? Forse Ernesto Torregrossa: classe ’92, cresciuto con l’Udinese, si è poi formato al Verona ma è nel Monza che ha vissuto la prima vera stagione da protagonista. Un campionato da 13 gol con il Lumezzane in Prima Divisione Lega Pro, poi le 8 reti nel Crotone lo scorso anno, il primo in Serie B. Quest’anno a Trapani è partito titolare, poi un infortunio e le grandi prestazioni di Citro gli hanno chiuso tanti spazi: 15 presenze (10 da titolare) e 3 gol, ultimo dei quali segnato il 22 febbraio sul campo del Perugia. Che questa sia la serata buona per tornare a timbrare?

Vale un posto in Serie A, e dunque nelle formazioni della partita andiamo a cercare i giocatori che possono diventare protagonisti assoluti di una notte magica per una delle due squadre. Non possiamo non parlare di Gianluca Lapadula in casa Pescara: classe ’90, il piemontese di passaporto peruviano era esploso nel Teramo in Lega Pro segnando 21 gol, quest’anno in Serie B si è migliorato con 27 reti (e 11 assist) nelle 40 partite giocate in stagione regolare, poi ha contribuito con 3 gol in altrettante gare dei playoff. Con lui in gol il Pescara ha perso soltanto due volte: l’ultima a Crotone il 20 marzo, poi ad Ascoli addirittura lo scorso 11 ottobre. Per lui questa dovrebbe essere anche l’ultima partita con la maglia del Pescara; potrebbe continuare a Trapani Luca Pagliarulo, che veste questa maglia dal 2010 ed è dunque il simbolo della rinascita della squadra siciliana. Pagliarulo nel Trapani ha iniziato dalla Seconda Divisione Lega Pro: subito titolare, ha vissuto le due promozioni con i siciliani e questa per lui potrebbe essere la terza in sei stagioni. Inevitabile che in caso di missione compiuta tanti dei titoli dovrebbero andare a lui.

E i suoi assenti: abbiamo già parlato della squalifica di Matteo Scozzarella, un giocatore che in questa stagione ha segnato 3 gol in 35 partite realizzando anche un rigore importante nei playoff contro lo Spezia. Il centrocampista del Trapani è stato espulso per doppia ammonizione al 27’ della gara di Pescara, e dunque il Giudice Sportivo lo ha fermato; sono invece gli infortuni a frenare due giocatori del Delfino. Rolando Mandragora non gioca dallo scorso 30 aprile, quando si è fratturato il metatarso sul campo della Virtus Entella; un giocatore che sarebbe stato decisamente utile in assenza di Memushaj, ma anche come difensore centrale dove Massimo Oddo lo aveva impiegato in situazioni di emergenza. Mancherà anche Andrea Coda, arrivato a inizio febbraio dalla Sampdoria: sono appena tre le partite giocate dal difensore del Pescara, che poi si è infortunato al bicipite femorale (a metà marzo, era appena rientrato da un infortunio muscolare e aveva già provato con la Primavera) e ha dovuto alzare bandiera bianca.

Nelle probabili formazioni di Trapani-Pescara Massimo Oddo dovrà valutare fino all’ultimo lo schieramento da utilizzare per ribaltare la sconfitta dell’andata. In difesa non ci sono punti di domanda, a centrocampo potrebbe aprirsi un ballottaggio tra Barillà e Ciaramitaro per sostituire lo squalificato Scozzarella (ma il primo è nettamente favorito); come sempre i maggiori dubbi di Cosmi riguardano l’attacco. Nicola Citro ha giocato 68 minuti nelle tre partite di playoff, è rimasto in panchina a Pescara ma rimane pur sempre il bomber stagionale del Trapani; lasciare fuori un giocatore da 12 gol (e 9 assist) quando ci sono due reti da recuperare potrebbe essere deleterio. Il ballottaggio è tra lui e Ivan Coronado, che sicuramente garantisce una maggiore unità tra i reparti; a sorpresa potrebbe giocare Ernesto Torregrossa, che però fin qui ha trovato poco spazio e difficilmente sarà la mossa dell’ultima ora di Cosmi.

A poche ore dalla finale di ritorno dei playoff di Serie B un solo dubbio attanaglia Massimo Oddo. A centrocampo il Pescara non potrà contare su Ledian Memushaj, come abbiamo detto; questo significa che si apre un vuoto nella mediana abruzzese e che questo vuoto dovrà essere riempito con una mezzala. Due sembrano essere le soluzioni a disposizione di Oddo – che, ricordiamo, non può contare sull’infortunato di lungo corso Mandragora: Alessandro Bruno rappresenta l’esperienza e soprattutto un’alternativa maggiormente difensiva, che ci potrebbe stare considerando che il Pescara ha due gol di vantaggio e non ha nessun interesse ad alzare troppo i ritmi del gioco. La seconda soluzione è quella di Ransford Selasi, un giocatore giovane ma che ha già dimostrato il suo valore e l’apporto che può dare alla squadra. Difficile che altri giocatori possano rientrare in questo ballottaggio; sono loro due a giocarsi la maglia di capitan Memushaj, a meno che Oddo non apra a decisioni a sorpresa.

Si avvicina; Massimo Oddo non potrà schierare nella sua formazione capitan Ledian Memushaj. Fatto non scontato: il centrocampista infatti è in ritiro con l’Albania, pronta a esordire per la prima volta nella fase finale di un grande torneo (gli Europei 2016). Memushaj però aveva subito dichiarato di voler giocare i playoff con il Pescara; Massimo Oddo aveva anche parlato con il CT dell’Albania Gianni De Biasi, che però non aveva dato risposte troppo positive. Alla fine a intercedere è stato Armand Duka, il presidente della federcalcio albanese: dopo una visita istituzionale a marzo ha preso in simpatia il Pescara e, anche grazie all’intervento del presidente abruzzese Daniele Sebastiani, è riuscito a convincere la nazionale albanese a “prestare” Memushaj, ma soltanto fino all’andata della finale. L’Albania esordirà il prossimo 11 giugno agli Europei: far tornare il centrocampista solo un giorno prima sarebbe stato troppo.

Vale per la finale di ritorno dei playoff di Serie B; si gioca allo stadio Provinciale alle ore 20:30 di questa sera. La vittoria per 2-0 dell’Adriatico pone gli abruzzesi in grande vantaggio: basterà anche perdere con un gol di scarto per festeggiare la promozione, mentre i siciliani hanno bisogno di due gol di margine per far valere il miglior piazzamento nella stagione regolare e regalarsi la promozione. Andiamo allora a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Trapani-Pescara.

Le quote Snai per Trapani-Pescara, ritorno della finale playoff della Serie B 2015-2016, ci dicono che il segno 1 per la vittoria del Trapani vale 2,30; il segno X per il pareggio vale 3,40 mentre il segno 2 per la vittoria del Pescara vale 3,10 volte la somma che deciderete di giocare. Al Trapani serve una vittoria con almeno due gol di scarto: il 2-0 vale 11,00 mentre il 3-1 vale 20,00. Un 1-0, che vale 7,50, sarebbe invece utile al Pescara per festeggiare la promozione in Serie A.

Serse Cosmi non avrà a disposizione Scozzarella, espulso all’andata e dunque squalificato; dovrebbe sostituirlo con Barillà, il primo cambio naturale delle mezzali. Barillà giocherà allora sul centrosinistra, con gli altri centrocampisti che mantengono  la loro posizione. Ovvero Eramo dall’altra parte come interno, Nizzetto riferimento centrale e primo impostatore della manovra e i due terzini che, salvo sorprese dell’ultima ora, saranno Fazio e Rizzato che hanno ormai lo status di titolari. In difesa naturalmente non cambia nulla, con Pagliarulo – veterano della squadra – a comandare un reparto completato da Scognamiglio e Perticone; in porta ci sarà Nicolas, che nel corso della stagione si è ripreso la maglia da titolare che il giovane Fulignati sembrava avergli soffiato. Molta più incertezza sulla composizione dell’attacco: in questi playoff Cosmi ha utilizzato con il contagocce il suo bomber stagionale Citro, ma questa sera bisogna segnare almeno due gol. Ecco perchè il numero 18 potrebbe iniziare la partita al fianco di Bruno Petkovic – ormai recuperato – destinando così alla panchina il trequartista Coronado che è stata la scelta del suo allenatore per le ultime partite giocate dal Trapani.

Massimo Oddo dovrebbe giocare con gli stessi undici che hanno vinto l’andata; il tecnico del Pescara non vuole cambiare il suo atteggiamento e ha subito dichiarato di voler andare a Trapani per vincere. Nel suo modulo ad albero di Natale dunque ci saranno ancora Fornasier e Campagnaro a proteggere il portiere Fiorillo, con Zampano e Alessandro Crescenzi che si muoveranno sulle corsie laterali. A centrocampo molto probabilmente giocherà Alessandro Bruno: Memushaj è partito per la Francia dove giocherà gli Europei 2016 e dunque Oddo dovrebbe puntare sull’esperienza del suo centrocampista, che si gioca un posto con Selasi. Sul centrosinistra opererà Verre, mentre davanti dovrebbe essere ancora una volta Benali, che ha sbloccato la partita di andata, a vincere il ballottaggio con Verde e Pasquato. L’altro giocatore a operare alle spalle della punta sarà Caprari, nel ruolo di centravanti ovviamente c’è Lapadula che con il gol segnato domenica sera ha toccato quota 30 gol stagionali, e che dovrebbe essere alla sua ultima partita con la maglia del Pescara.

  

 1 Nicolas; 6 Scognamiglio, 4 Pagliarulo, 2 Perticone; 13 Fazio, 27 Eramo, 21 Nizzetto, 17 Barillà, 29 Rizzato; 18 Citro, 10 B. Petkovic

A disposizione: 31 Fulignati, 3 Daì, 23 Camigliano, 14 Ciaramitaro, 24 Raffaello, 20 Coronado, 36 De Cenco, 8 Montalto, 9 Torregrossa

Allenatore: Serse Cosmi

Squalificati: Scozzarella

Indisponibili: –

 1 Fiorillo; 11 Zampano, 6 Fornasier, 15 Campagnaro, 39 A. Crescenzi; 5 A. Bruno, 34 Torreira, 40 Verre; 17 Caprari, 23 Benali; 10 Lapadula

A disposizione: 18 Aresti, 26 Vitturini, 13 Zuparic, 25 S. Diamoutene, 24 Selasi, 28 Mitrita, 9 Pasquato, 7 Verde, 32 Cappelluzzo

Allenatore: Massimo Oddo

Squalificati: –

Indisponibili: A. Coda, L. Memushaj, Mandragora

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori