MIDO / “Zlatan Ibraimovic? Lho quasi ucciso”. La confessione shock dell’ex compagno di squadra ai tempi dell’Ajax (oggi, 12 luglio 2016)

- La Redazione

Mido e Ibrahimovic: l’attaccante egiziano, compagno di squadra di Zlatan ai tempi dell’Ajax, racconta di quella volta in cui rischiò di uccidere Ibra lanciandogli contro un paio di forbici.

Si può dire tutto di Zlatan Ibrahimovic, ma non che la sua vita sia stata monotna: chiedete per conferma a Mido, attaccante egiziano compagno di squadra dello svedese all’Ajax per due stagioni, che ha confessato di averlo quasi ucciso ai tempi dell’esperienza in Olanda. Come riporta il Sun, è stato lo stesso Mido durante la realizzazione del film “Becoming Zlatan” a raccontare l’accaduto che, come sottolinea La Gazzetta dello Sport, era stato già oggetto dell’autobiografia dello svedese. Queste le parole di Mido, riferite ad un match tra Ajax e Psv perso dai lancieri, che costò probabilmente anche l’Eredivisie:”Ero sconvolto perché non partii titolare. Quando entrai perdevamo 2-0  e cominciai a discutere con Zlatan in campo. Io urlavo contro tutti e Zlatan urlava contro di me. Avevo delle forbici in mano per togliermi la fasciatura alle caviglie, dieci minuti dopo mi andai a fare la doccia ed ero seduto nella Jacuzzi“. A questo punto, per raccontare cosa fu di quelle forbici, prendiamo in prestito la versione data da Ibra nel suo libro:”Mido me le lanciò, era completamente impazzito. Le forbici mi sfiorarono la testa e finirono contro il muro“. E poi? Cosa accadde? Ibra diede inizio ad una rissa senza precedenti? Niente di tutto ciò, parola di Mido:”Ci guardammo e cominciammo a ridere. A Zlatan dissi: ‘Lo sai che ti ho quasi ucciso?’ e lui rispose: ‘Certo che lo so’“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori