Diretta / Napoli-Anaune (risultato finale 10-0) info streaming video e tv: goleada azzurra (amichevole, oggi 18 luglio 2016)

- La Redazione

Diretta Napoli-Anaune (amichevole): info streaming video e tv, risultato live e cronaca del test precampionato in programma lunedì 18 luglio 2016 a Dimaro, inizio alle ore 18

tonelli_dimaro
Lorenzo Tonelli, 26 anni, difensore e neoacquisto del Napoli (LaPresse)

Il Napoli travolge dieci a zero l’Anaune,  al termine di una partita amichevole giocata a senso unico. Gli avversari reggono soltanto nella prima parte del primo tempo, poi l’onda d’urto azzurra provoca una vera e propria goleada. In rete Gabbiadini (doppietta) El Kaddouri (tripletta), Chiriches, Lasicki, Dezi, Dumitru e Insigne. Tanto entusiasmo da parte del pubblico napoletano che ha incitato a dovere tutta la squadra nel corso dei novanta minuti. Aleggia una bella atmosfera intorno a questo Napoli, che sia un segnale positivo per la nuova stagione? 

Quando siamo giunti oltre l’ottantesimo minuto della partita amichevole tra Napoli e Anaune, il risultato è fermo sul nove a zero in favore della squadra allenata da Maurizio Sarri. Non c’è partita a Dimaro, soprattutto nel corso di questo secondo tempo dove la formazione azzurra ha allungato il passo. Dopo il palo di David Lopez colpito ad inizio tempo, El Kaddouri mette a segno una doppietta, poi vanno in rete anche Lasicki e Dezi, mentre al settantesimo ci pensa Dumitru a trafiggere il portiere avversario con una conclusione di precisione sull’assist di David Lopez. Tifosi molto soddisfatti dali spalti, tanti applausi per la squadra azzurra. Pochi minuti ancora da giocare, incontro che chiaramente non ha più nulla da dire dal punto di vista del risultato. 

E’ ricominciato da oltre dieci minuti di gioco il secondo tempo di Napoli-Anaune, con il risultato sempre fermo sul quattro a zero in favore della compagine allenata da Maurizio Sarri. Durante l’intervallo il tecnico toscano ha effettuato numerosi cambi, rivoltando la squadra: Sepe per Rafael, Lasicki per Chiriches, Roberto Insigne al posto Callejon, Valdifiori per Jorginho, David Lopez subentra ad Allan. Al cinquantatreesimo grande occasione per il Napoli con David Lopez, la cui conclusione dalla distanza si va a schiantare sul palo. Ennesimo brivido per la difesa dell’Anaune, azzurri costantemente pericolosi. 

E’ terminato sul risultato di quattro a zero in favore del Napoli, il primo tempo tra gli azzurri di Maurizio Sarri e l’Anaune. La compagine  napoletana passa in vantaggio attorno al ventiduesimo con una bella marcatura di Gabbiadini. Poco dopo è El Kaddouri a realizzare il raddoppio per la truppa azzurra, che continua ad attaccare senza sosta. Il tre a zero lo sigla Chirches con una grande conclusione al volo che non ha lasciato scampo a De Petris. L’Anaune perde consistenza di fronte a questo Napoli e il poker viene servito proprio prima del rientro negli spogliatoi per l’intervallo: ancora Gabbiadini, questa volta con un piattone, trova la via della rete. Napoli convincente in questa prima frazione.  

Quando siamo giunti oltre la prima mezzora della partita, il risultato tra Napoli e Anaune è fermo sul due a zero in favore degli azzurri. La truppa di Maurizio Sarri sta facendo la partita, creando non pochi grattacapi alla retroguardia avversaria. All’undicesimo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Gabbiadini si rende pericoloso con un tiro ravvicinato che finisce alto sopra la traversa. Poco dopo Callejon tenta la giocata in pallonetto, la sua mira però non è perfetta. Al quarto è De Petris ad opporsi con un grande intervento al tiro di Gabbiadini, il quale aveva cercato il gol con un diagonale insidioso. Al ventiduesimo il Napoli la sblocca: assist di Grassi per Gabbiadini, gran controllo dell’ex Sampdoria in area e palla in fondo al sacco alla sinistra di De Petris. Passano appena quattro giri di lancetta e El Kaddouri fissa il raddoppio, con un grande inserimento ed una conclusione ben calibrata. Doppio vantaggio azzurri, grande entusiasmo sugli spalti. 

E’ cominciata da oltre dieci minuti di gioco la sfida amichevole tra il Napoli di Maurizio Sarri e l’Anaune. Risultato ancora fermo sullo zero a zero, con la compagine azzurra che sta spingendo sull’acceleratore. Il primo guizzo dell’incontro arriva al settimo minuto, quando Jorginho tenta l’imbeccata per Callejon, fermato dal direttore di gara per posizione di fuorigioco. Il Napoli si fa vedere soprattutto sulla corsia laterale sinistra con Ghoulam, ma la difesa avversaria sembra ben disposta ed efficace nel chiudere gli spazi. Dalla panchina Maurizio Sarri osserva concentrato l’atteggiamento dei suoi: il tecnico del Napoli vuole vedere la migliore grinta e l’applicazione delle esercitazioni di questi giorni di ritiro. 

Napoli-Anaune sta per cominciare: questo pomeriggio appuntamento con il debutto stagionale del nuovo Napoli di Maurizio Sarri, che a dire il vero per ora presenta ben poche novità rispetto alla versione dello scorso campionato. Nella formazione ufficiale che scenderà in campo contro i locali dilettanti dell’Anaune Val di Non a Dimaro (Trento) non ci sarà infatti nemmeno un volto nuovo, al massimo Grassi che da quando è arrivato al Napoli nello scorso gennaio non aveva praticamente mai trovato spazio e quindi è tra gli 11 titolari il più bisognoso di assimilare idee e modulo tattico di Sarri. Comunque la curiosità è grande, come sempre succede alla prima uscita stagionale: ad esempio, c’è la curiosità di scoprire chi metterà a segno il primo gol del Napoli 2016-2017. La parola dunque passa al campo di Dimaro, perché Napoli-Anaune sta per cominciare! NAPOLI: Rafael, Maggio, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Grassi; Callejon, Gabbiadini, El Kaddouri. Allenatore: Sarri. ANAUNE VAL DI NON: Depetris, Segna, Falvo, Gebelin, Cassata, Morano, Micheli, Kiekens, Panizza, Pinamonyi, Biscaro. Allenatore: Moratti.

Come detto quest’amichevole è la riedizione di quella che si è tenuta un anno fa di questi tempi (era il 21 luglio 2015). Di fatto si trattò del primo Napoli della gestione Sarri: l’allenatore appena arrivato dall’Empoli schierò la formazione titolare con il modulo 4-3-1-2. In porta il brasiliano Gabriel, oggi tornato al Milan per fine prestito; davanti a lui difesa a quattro con Maggio terzino a destra, Ghoulam a sinistra e coppia centrale Albiol-Luperto. A centrocampo Inler (che stava per passare agli inglesi del Leicester, con cui poi avrebbe calorosamente vinto la Premier League anche se da riserva), Valdifiori e De Guzman, tra le linee Lorenzo Insigne e in attacco la coppia formata da Gabbiadini e Callejon. Il grande protagonista del primo tempo fu Insigne, a segno per tre volte e poi in versione assistman per il 4-0 di Gabbiadini. L’uomo della ripresa fu invece Dries Mertens, come al solito molto efficace anche entrando dalla panchina: il belga realizzò il 5-0 direttamente su calcio di punizione, poi servì l’assist per il ‘set’ chiuso da Gabbiadini; a dare le esatte dimensioni al punteggio furono ancora Insigne, per il suo poker personale con una grande giocata d’esterno destro, e il giovane Alfredo Bifulco assistito ancora da Mertens. Risultato finale 8-0, come si concluderà il Napoli-Anaune di un anno dopo?

Negli ultimi giorni la società partenopea ha ufficializzato due operazioni di calciomercato, una in entrata ed un’altra in uscita. Abbiamo già accennato all’acquisto di Emanuele Giaccherini, che ha smosso le acque del mercato partenopeo un pò impaludate dopo l’ingaggio del difensore Lorenzo Tonelli , perfezionato subito dopo la fine dell’ultimo campionato. Il ventiseienne ex Empoli conosce bene mister Maurizio Sarri per averci lavorato assieme due stagioni fa, proprio in Toscana; con Emanuele Giaccherini invece il Napoli ha acquistato un nazionale e soprattutto un prezioso jolly, buono sia per il centrocampo che all’occorrenza per il tridente d’attacco di Maurizio Sarri. Reduce da un Europeo positivo, Giaccherini è stato prelevato dagli inglesi del Sunderland per 1 milione e mezzo di euro, cifra che avvalora l’operazione per un giocatore che si è sempre dimostrato molto utile nelle squadre in cui ha militato. Nel week-end è stata ufficializzata anche la cessione di Juan Camilo Zuniga agli inglesi del Watford. L’esterno colombiano è sceso in campo solo 18 volte nelle ultime tre stagioni con il Napoli, che a gennaio lo aveva prestato al Bologna dove se non altro il giocatore si è rivisto in campo (9 preseze). Ora per Zuniga un altro trasferimento a titolo temporaneo, con diritto di riscatto a favore del Watford; nella squadra di Premier League il trentenne colombiano ritroverà Walter Mazzarri, che lo ha valorizzato in Campania.

Anche nel precampionato scorso i partenopei avevano affrontato la formazione trentina, concludendo l’amichevole con il risultato finale di 8-0. Il calendario dell’estate 2016 prevede per il Napoli altre due sfide nel mese di luglio e in quel di Trento: sabato prossimo (23 luglio) i partenopei affronteranno proprio il Trento, dalle ore 20:30; stesso orario per il fiaschi d’inizio di Napoli-Virtus Entella, amichevole in programma giovedì 28 luglio contro la formazione di Chiavari, che nell’ultimo campionato di Serie B ha sfiorato l’accesso ai playoff. Due sono anche le amichevoli del Napoli già in programma per il mese di agosto: lunedì 1 la squadra di Maurizio Sarri sarà impegnata contro i francesi del Nizza, quarti in classifica nell’ultima Ligue 1; la domenica successiva quindi il 7 di agosto i partenopei saranno opposti ad un’altra formazione del massimo campionato francese, il Monaco allenato dal portoghese Leonardo Jardim che dovrà affrontare i preliminari di Champions League. Impegni quindi probanti per il Napoli che nella prossima stagione parteciperà alla fase a gironi della Champions, e necessità quindi di entrare in ritmo contro avversari di caratura internazionale.

, lunedì 18 luglio 2016 alle ore 18.00 presso il ritiro di Dimaro, sarà la prima uscita ufficiale stagionale, seppur contro una formazione di dilettanti. Prima sgambata per la squadra di Maurizio Sarri, reduce da un campionato straordinario culminato, dopo un lungo testa a testa con la Juventus per il primato, con il secondo posto e la qualificazione diretta in Champions League. Ma sono giorni burrascosi per il possibile passaggio di Gonzalo Higuain in bianconero: il centravanti argentino l’anno scorso ha battuto tutti i record nella classifica cannonieri del campionato italiano, superando il primato di Nordahl che resisteva da oltre sessant’anni. Nonostante l’affare potrebbe portare quasi cento milioni di euro nelle casse del Napoli, i tifosi sono già quasi in rivolta alla prospettiva di perdere il loro idolo.

Certo il presidente De Laurentiis sarebbe chiamato a reinvestire sul mercato buona parte del tesoretto, ma il carisma di Higuain ha portato risultati straordinari nelle ultime stagioni e cederlo proprio alla più diretta rivale sarebbe un colpo molto difficile da digerire. Anche l’anno scorso il Napoli ha iniziato il suo cammino stagionale contro i dilettanti dell’Anaune. Stavolta la squadra si presenterà incompleta all’appuntamento, visto che i molti nazionali che hanno partecipato alla Coppa America e ai campionati Europei devono ancora arrivare a Dimaro.

Compreso quello che al momento è l’acquisto principale per gli azzurri, quel Giaccherini che dopo l’esperienza in Premier League è tornato nella scorsa stagione in Serie A, vestendo la maglia del Bologna. A fare rumore però sono state soprattutto le prestazioni fornite all’Europeo con la maglia azzurra da parte dell’agile fantasista. Giaccherini sembrava promesso al Torino, ma il blitz del Napoli ha convinto il calciatore a rilanciarsi in uno dei club più prestigiosi del campionato nazionale.

In attesa di sapere se il possibile addio di Higuain si concretizzerà per Maurizio Sarri con un terremoto sul mercato, il tecnico lavora sul 4-2-3-1 già visto lo scorso anno. La certezza di affrontare la fase a gironi di Champions League (prospettiva sfumata due anni fa nel turno preliminare) porterà sicuramente la società ad investire sul mercato per cercare di migliorare la già eccellente stagione passata, ma il rischio è quello di dover aspettare fino al 31 agosto per avere un quadro completo della situazione.

I bookmaker non si sbilanceranno in quote per la sfida del tardo pomeriggio di lunedì, essendo estremamente ampio il divario tra le due squadre, con il Napoli vincente otto a zero nel precedente dell’anno scorso contro la stessa formazione di dilettanti. L’amichevole del precampionato 2016 Napoli-Anaune non sarà trasmessa in diretta tv nè in diretta streaming video da canali in italiano. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori