Diretta / Inter-Real Salt Lake (risultato finale 2-1), video highlights: gol e tabellino (amichevole, oggi 20 luglio 2016)

- La Redazione

Diretta Inter-Real Salt Lake, risultato finale 2-1: video highlights e tabellino dell’amichevole disputata a Salt Lake City nella notte italiana tra martedì 19 e mercoledì 20 luglio 2016

felipemelo_brunico
Il brasiliano Felipe Melo, 33 anni, centrocampista dell'Inter (LaPresse)

L’Inter batte il Real Salt Lake per 2-1 nell’incontro amichevole disputato in Australia. Finisce due a uno per i nerazzurri al termine di novanta minuti non proprio esaltanti dal punto di vista del gioco. Partono meglio gli uomini di Cassar, già in vantaggio dopo diciannove giri di lancetta con Allen, bravissimo a capitalizzare un’azione ‘sporca’ all’interno dell’area da rigore. La reazione dell’Inter è affidata alle iniziative di Mauro Icardi e Felipe Melo: i Mancio boys però non sembrano particolarmente ispirati, inoltre trovano un Attinella sempre attento e concentrato. Al quarantunesimo del primo tempo sugli sviluppi di un corner ci pensa D’Ambrosio a gonfiare la rete, grazie ad una fucilata al volo che vale l’uno a uno. Nella ripresa i ritmi del match calano visibilmente, la gara sembra destinata a finire sul pareggio ma nel finale succede di tutto. Attorno al settantesimo Jovetic mette i brividi al Salt Lake con una conclusione secca a fin di palo. Poi timbra un legno con un pallonetto quasi perfetto dall’interno dell’area da rigore; sembra una serata maledetta per la squadra di Mancini. Ma nel recupero, quando meno te lo aspetti, ecco l’invenzione di Bessa per Jovetic, il montenegrino pesca la giocata col tacco e buca Fernandez per il due a uno finale. (Jacopo D’Antuono)

Si aspettava soltanto il triplice fischio del direttore di gara, ma l’attaccante nerazzurro Jovetic ha cambiato il programma della giornata e con uno splendido colpo di tacco, sul suggerimento di Bessa, ha regalato la vittoria ai suoi compagni nel match amichevole contro il Real Salt Lake. Non abbiamo visto un Inter molto brillante quest’oggi, la truppa di Roberto Mancini però ha mostrato grande determinazione e volontà, nonostante una forma fisica ovviamente non ancora eccellente. Così al gol iniziale di Allen hanno risposto D’Ambrosio e il montenegrino: vittoria in rimonta per i nerazzurri. 

Quando siamo giunti oltre l’ottantesimo minuto della sfida, il risultato tra Inter e Real Salt Lake è sempre fermo sull’uno a uno. Secondo tempo ancor meno esaltante della prima frazione di gioco, con ritmi sempre più bassi e manovre offensive poco brillanti. I nerazzurri sembrano piuttosto affaticati dal punto di vista fisico, mentre la compagine avversaria è concentrata a difendere almeno il pareggio. Ne esce una partita povera di emozioni e spettacolo. L’unico sussulto degno di nota in questi secondi quarantacinque minuti lo ha creato Jovetic con un pallonetto ben calibrato dall’interno dell’area che si è stampato sul legno: bella giocata da parte dell’attaccante dell’Inter, che è stato piuttosto sfortunato in questa circostanza.  

E’ ricominciato da oltre dieci minuti di gioco il secondo tempo della partita amichevole tra Inter e Real Salt Lake, con il risultato sempre fermo sull’uno a uno. In rete Allen al diciannovesimo per i padroni di casa, pareggia D’Ambrosio per i nerazzurri al quarantaduesimo. Diversi cambi nell’Inter durante l’intervallo: fuori Icardi, Biabiany, Erkin e Miranda; dentro Nagatomo, Jovetic, Bessa e Zonta. Questo invece il nuovo undici degli americani: Attinella; Okwuonu, Olave, Kavita, Wingert: Sterz, Acosta, Holness; Velazco, Garcia, Brody. Proprio Brody, appena entrato, si rende pericoloso in un a tu per tu con Handanovic, il quale salva l’Inter con un grande intervento.

Le squadre sono appena rientrate negli spogliatoi per l’intervallo. Risultato parziale di uno a uno tra Inter e Real Salt Lake, coi padroni di casa che sono passati in vantaggio al diciannovesimo minuto grazie ad un gol messo a segno da Allen, bravo ad infilare in rete da pochi passi. La reazione nerazzurra è macchinosa ma c’è: al ventiduesimo Icardi ci prova di testa spedendo alto sopra la traversa. Poco dopo il tentativo di Melo che finisce nuovamente fuori dallo specchio della porta. La gara sembra perdere ritmo e intensità ma a tre giri di lancetta dal quarantacinquesimo l’Inter riacciuffa il pari grazie ad una conclusione al volo di D’Ambrosio da dentro l’area: tiro violentissimo e nulla da fare per Attinella. Punteggio in equilibrio e gara aperta. 

Quando siamo giunti oltre la prima mezzora della partita, il risultato tra Inter e Real Salt Lake è di uno a zero in favore della formazione americana. I padroni di casa sono passati in vantaggio al diciannovesimo, grazie ad una marcatura messa a segno da Allen, freddo nel depositare in rete una palla dalla distanza ravvicinata. Poco prima il numero uno dei nerazzurri Handanovic era stato quasi miracoloso nel respingere la violenta conclusione dal limite di Wingert. La reazione della truppa di Roberto Mancini arriva attorno al ventiduesimo, con il solito Mauro Icardi che prova a rendersi pericoloso con un colpo di testa da dentro l’area che termina alto sopra la traversa. I nerazzurri spingono soprattutto sulla corsia laterale destra, dove trovano molti spazi per attaccare. Manca precisione e un pizzico di brillantezza all’Inter, vedremo se Ranocchia e compagni riusciranno a scuotersi nel corso dei prossimi minuti. La partita d’altra parte è ancora lunga. 

Si gioca da circa dieci minuti l’amichevole precampionato dell’Inter contro il Real Salt Lake. Risultato ancora fermo sullo zero a zero, con l’equilibrio che sta facendo da padrone all’incontro. Partono meglio i padroni di casa, i quali mostrano intraprendenza e determinazione soprattutto sul fronte offensivo. Al terzo la squadra allenata da Roberto Mancini sciupa un potenziale contropiede con Biabiany. Al quinto ancora la truppa interista conquista un calcio d’angolo sulla sinistra, ma sugli sviluppi della battuta non accade nulla. Roberto Mancini dalla panchina continua a dare parecchie indicazioni ai suoi, chiedendo maggiore convinzione in fase di spinta. Partita ancora priva di occasioni, ritmi di certo non esaltanti. 

Tutto pronto per Inter-Real Salt Lake, prima partita sul suolo Usa della società nerazzurra in questo Inter Summer Tour denso di amichevoli. LInter debutta quindi al Rio Tinto Stadium contro la squadra allenata da Jeff Cassar, allenatore del Real Salt Lake, che non ha nascosto nelle ore che precedevano questa partita una grande ammirazione per i nerazzurri. Alle 20 ora locale quindi, alle 4 di mattina in Italia, ci apprestiamo a commentare in diretta questa Inter-Real Salt Lake, partita che ha grande interesse per i tifosi per vedere come si comporteranno i nuovi acquisti nerazzurri in campo. Ecco le formazioni ufficiali: INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 25 Miranda, 13 Ranocchia, 15 Ansaldi; 11 Biabiany, 5 Melo, 7 Kondogbia, 18 Erkin; 8 Palacio, 9 Icardi. A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 92 Di Gregorio, 10 Jovetic, 12 Bessa, 27 Gnoukouri, 55 Nagatomo, 91 Zonta, 93 Bakayoko, 95 Miangue, 96 Della Giovanna, 99 Pinamonti. Allenatore: Roberto Mancini REAL SALT LAKE: 24 Attinella; 16 Wingert, 4 Olave, 15 Glad, 2 Beltran; 27 Stertzer, 70 Allen, 5 Beckerman; 10 Plata, 7 Martinez, 14 Movsisyan A disposizione: 1 Fernandez, 18 Rimando, 3 Kavita, 6 Okwuonu, 11 Morales, 12 Holness, 17 Phillips, 19 Mullholland, 21 Maund, 25 Acosta, 80 Garcia Allenatore: Jeff Cassar Arbitro: Tyler Ploeger Assistenti: Zablocki e Major IV uomo: Jensen

la partita amichevole in programma nella notte italiana tra martedì 19 e mercoledì 20 luglio 2016, calcio d’inizio alle ore 04:00. Mentre calano le incertezze sul futuro di Roberto Mancini sulla panchina nerazzurra, l’Inter ha iniziato il suo ritiro e si prepara a volare verso gli Stati Uniti per la tournée americana. Dopo la sconfitta contro il CSKA Sofia nel primo vero impegno della nuova stagione, la squadra milanese affronterà il Real Salt Lake nella sua prima amichevole oltreoceano. 

Anche quest’anno l’Inter ha programmato una sessione estiva in America per eseguire i primi test nel ritiro della squadra. Quest’anno i nerazzurri parteciperanno alla International Guinness Cup, in cui affronterà team come Bayern e PSG, ma giocheranno anche contro alcune squadre locali della MLS. Il primo avversario, in data 19 luglio, si chiama Real Salt Lake: si tratta della squadra di Salt Lake City, la capitale dello stato dello Utah. Questa squadra, allenata dal tecnico Jeff Cassar, ha soli 10 anni di vita; prima di essa, infatti, esisteva un’altra squadra cittadina che militava in seconda divisione, ma aveva un’altra gestione ed un altro nome.

Con la crescita di popolarità del calcio americano e della MLS, in pochi anni la nuova formazione di Salt Lake ha scalato posizioni nel soccer nazionale e si è aggiudicata la prima MLS nel 2009 battendo in finale i Galaxy di Beckham. Negli stessi anni la società ha stipulato una collaborazione con il Real Madrid e da questo accordo il nome della squadra è diventato quello attuale. In virtù di questa partnership, le due squadre si affrontano quasi tutti gli anni in un’amichevole nello stadio Rio Tinto, casa del Real Salt Lake. Il tecnico Mancini, visto anche il suo rapporto sempre più complicato con la società, non ha ancora sciolto le riserve per la formazione della gara.

Il modulo dovrebbe essere un 4-2-3-1 con Handanovic in porta, Ansaldi, Miranda, Ranocchia ed Erkin in difesa. A centrocampo Gnoukuri dovrebbe ritrovare spazio dopo la partita contro il CSKA, ed al suo fianco potrebbe esserci Kondogbia, apparso in grande forma nei test fisici. Sugli esterni, date le assenze dei croati Perisic e Brozovic, spazio a Biabiany e Palacio. In attacco Jovetic ed Icardi. Meno dubbi per quanto riguarda gli americani del Salt Lake, che ci tengono a fare bella figura contro un avversario di spessore.

Mister Cassar dovrebbe mettere in porta l’esperto Nick Rimando, fra i simboli della squadra, con Beltran, Maund, Glad e Wingert in difesa. A centrocampo tre maglie disponibili in cui si posizioneranno il capitano Beckerman, Mulholland e Holness. Sulle fasce spazio alla stella colombiana Joao Plata e a Juan Martinez; in attacco ci sarà il centravanti di origini armene Movsisyan. L’Inter ha sicuramente dei valori in più dal punto di vista tecnico, ed il tecnico Mancini potrebbe fare numerosi esperimenti in vista di questa gara.

Molti sono anche i reduci dagli europei, che potrebbero avere bisogno di alcuni giorni in più per godersi le vacanze. Occhio, però, a non sottovalutare il Salt Lake che in MLS è una formazione di vertice e possiede alcuni talenti che potrebbero fare gola anche ai club europei. L’allenatore Mancini è apparso nervoso nell’ultima conferenza stampa prima di partire per l’America. In un’intervista il tecnico di Jesi ha rilasciato alcune considerazioni sull’attuale situazione societaria dicendo:” Se sono di più sono pronto a farmi da parte”-“Non voglio essere un peso per la squadra che amo”. Con queste parole l’ex allenatore del City ha lasciato la stampa per risolvere alcuni problemi burocratici a Milano.

L’amichevole tra Inter e Real Salt Lake sarà trasmessa in diretta tv da Sky sui canali Sport 1 HD (il numero 201) e Super Calcio HD (n.206): telecronaca dalle ore 04:00 italiane. I clienti Sky abbonati al pacchetto Sport potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone.

Il tabellino 

Allen 19′, D’Ambrosio 41′, Jovetic 92′

1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 25 Miranda, 13 Ranocchia, 15 Ansaldi; 11 Biabiany, 5 Melo, 7 Kondogbia, 18 Erkin; 8 Palacio, 9 Icardi.

A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 92 Di Gregorio, 10 Jovetic, 12 Bessa, 27 Gnoukouri, 55 Nagatomo, 91 Zonta, 93 Bakayoko, 95 Miangue, 96 Della Giovanna, 99 Pinamonti. Allenatore: Roberto Mancini

 

24 Attinella; 16 Wingert, 4 Olave, 15 Glad, 2 Beltran; 27 Stertzer, 70 Allen, 5 Beckerman; 10 Plata, 7 Martinez, 14 Movsisyan

A disposizione: 1 Fernandez, 18 Rimando, 3 Kavita, 6 Okwuonu, 11 Morales, 12 Holness, 17 Phillips, 19 Mullholland, 21 Maund, 25 Acosta, 80 Garcia. Allenatore: Jeff Cassar

 

Arbitro: Tyler Ploeger

Assistenti: Zablocki e Major

IV uomo: Jensen

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori