Diretta / Tour de France 2016 streaming video e tv: Greipel! Il tedesco brucia Sagan e Kristoff (21^ tappa Chantilly-Parigi oggi domenica 24 luglio)

- La Redazione

Diretta Tour de France 2016 streaming video e tv, percorso e altimetria 21^ tappa Chantilly-Parigi di 113 km: la passerella sugli Champs Elysées (oggi domenica 24 luglio)

kittel_benedice
Marcel Kittel è tra gli uomini più attesi oggi (LaPresse)

Andrè Greipel vince l’ultima e ventunesima tappa del Tour de France 2016. Il tedesco della Lotto Saudal bissa la vittoria dello scorso anno bruciando nel finale Kristoff (team Katusha) e Sagan (Tinkoff). Frazione passerella, quella odierna ha visto una prima fase relativamente tranquilla con gli uomini Sky in festa con il loro capitano, Chris Froome. Arrivati sui Campi Elisi i corridori hanno iniziato a fare sul serio. Il gruppo di 8 fuggitivi prova a sganciarsi dal gruppo ma arrivati a una decina di chilometri dal traguardo i ranghi si ricompattano. Tra poco inizieranno le premiazioni finali. Come già detto maglia gialla per Froome, maglia a pois per Majka che vince la classifica scalatori di questa 103esima edizione mentre Sagan conquista la classifica a punti per la quinta volta consecutiva. Adam Yates infine vince la classifica miglior giovane conquistando per la prima volta in carriera la maglia bianca.

Mancano soltanto 10 chilometri alla fine di quest’ultima e ventunesima tappa del Tour de France 2016. In questo momento il gruppo si è ricompattato. Per primo al traguardo volante, posto al chilometro 73,5 è passato Burghardt (BMC). Invece l’unico Gpm di giornata, il Col de l’Ermitage, è stato vinto da Kreuziger (Tinkoff). Alle sue spalle Quintana (Movistar). I 175 corridori giunti a quest’ultima tappa (record assoluto) hanno affrontato senza affanni la prima fase di questa frazione mentre una volta arrivati a 50 chilometri dal traguardo la velocità è sensibilmente aumentata. Un problema meccanico ferma Kittel (Etixx-Quickstep) che ha molti problemi in fase di recupero. In questo momento il tedesco raggiunge la coda del gruppo. Vedremo se avrà ancora forza per affrontare la volata finale. Ritiro intanto per il compagno di squadra Tony Martin. Le squadre iniziano a prepare la volata finale.

Burghardt passa per primo al traguardo volante di quest’ultima e ventunesima tappa del Tour de France 2016. Insieme al corridore della Bmc sono in fuga Gougeard (AG2R La Mondiale), Craddock (Cannondale), Teklehaymanot (Dimension Data), Roy (Giant Alpecin), Barta (Bora-Argon 18), Rui Costa (Lampre Merida) e Feillu (fortuneo Vital Concept). Il gruppo ha perso contatto ma resta comunque poco distante. Sono appena 25 i secondi di ritardo quando mancano 30 chilometri alla conclusione. Passata invece l’unica salita di giornata, il Col de l’Ermitage, vinta da Kreuziger (Tinkoff). Alle sue spalle Quintana (Movistar). I 175 corridori giunti a quest’ultima tappa (record assoluto) hanno affrontato senza affanni la prima fase di questa frazione mentre una volta arrivati a 50 chilometri dal traguardo la velocità è sensibilmente aumentata. Un problema meccanico ferma Kittel (Etixx-Quickstep) che ha molti problemi in fase di recupero. Ritiro intanto per il compagno di squadra Tony Martin.

Quest’oggi è in programma l’ultima e ventunesima tappa del Tour de France 2016. Passata già l’unica salita di giornata, il Col de l’Ermitage, i corridori fanno il loro ingresso a Parigi. L’ultimo Gpm della 103esima edizione del Tour è stato vinto da Kreuziger (Tinkoff). Alle sue spalle Quintana (Movistar). I 175 corridori giunti a quest’ultima tappa (record assoluto) hanno affrontato senza affanni questa asperità di quarta categoria. All’ingresso nella capitale francese gruppo compatto con gli uomini del team Sky davanti per celebrare al meglio l’ingresso del vincitore, Chris Froome. Arrivati a meno 50 chilometri sono partiti subito i primi scatti. In questo momento troviamo 8 battistrada al comando con il gruppo staccato di 15 secondi. Essi sono Gougeard (AG2R La Mondiale) , Craddock (Cannondale),  Burghardt (BMC), Teklehaymanot (Dimension Data), Roy (Giant Alpecin), Barta (Bora-Argon 18), Rui Costa (Lampre Merida) e Feillu (fortuneo Vital Concept).

I corridori hanno superato il primo e ultimo Gpm di questa ventunesima tappa del Tour de France 2016. Si tratta di Col de l’Ermitage. I 175 corridori giunti a quest’ultima tappa (record assoluto) hanno affrontato senza affanni questa asperità di quarta categoria. Gruppo compatto con gli uomini del team Sky davanti per celebrare al meglio l’ingresso del vincitore, Chris Froome, nella capitale francese. L’ultimo Gpm della 103esima edizione del Tour è stato invece vinto da Kreuziger (Tinkoff). Alle sue spalle Quintana (Movistar). Si procede dunque in vista del chilometro 73,5 dov’è previsto il traguardo volante. La battaglia probabilmente inizierà negli ultimi 60 chilometri quando ci si preparerà allo sprint finale. Intanto foratura per Greipel. Il tedesco però recupera senza problemi rimanendo in gruppo. In questo momento si entra a Parigi. La vera battaglia sta per iniziare, tra poco non si scherzerà più.

Ecco il primo e ultimo Gpm di questa ventunesima tappa del Tour de France 2016. Si tratta di Col de l’Ermitage. I 175 corridori giunti a quest’ultima tappa (record assoluto) stanno affrontando senza affanni la frazione passerella prevista oggi. Gruppo compatto con gli uomini della Tinkoff davanti per onorare al meglio la loro ultima permanenza con la maglia della formazione russa alla Grand Boucle. L’ultimo Gpm della 103esima edizione del Tour è stato vinto da Kreuziger (Tinkoff). Alle sue spalle Quintana (Movistar). Si procede dunque in vista del chilometro 73,5 dov’è previsto il traguardo finale. La battaglia probabilmente inizierà negli ultimi 60 chilometri quando ci si preparerà allo sprint finale. Sono 175 i corridori al via in quest’ultima tappa: è record assoluto. Un anno fa sui Campi Elisei vinse Andrè Greipel, anche quest’anno la vittoria di tappa sarà per velocisti. I favoriti, oltre il tedesco, sono Kittel, Coquard, Kristoff e Sagan.

E’ iniziata la ventunesima tappa del Tour de France 2016. E’ la frazione celebrativa dei vincitori di questa 103esima edizione: Chris Froome (Team Sky) ha vinto la classifica generale per la seconda volta consecutiva mentre Sagan (Tinkoff) si è laureato per la quinta volta consecutiva maglia verde. Seconda vittoria nella classifica scalatori invece per Majka (Tinkoff), Yates (Orica Bike Exchange) infine trova la prima vittoria nella classifica giovani (maglia bianca). Sagan indossa il numero rosso di supercombattivo di questa edizione del Tour de France e pedala su una bici totalmente verde. Il team Sky è invece tinto di giallo, in onore del capitano, il quale invece pedala su una bici edizione speciale, completamente gialla. Andatura molto blanda in queste prime fasi. La battaglia probabilmente inizierà negli ultimi 60 chilometri quando ci si preparerà allo sprint finale. Sono 175 i corridori al via in quest’ultima tappa: è record assoluto.

E’ iniziata la ventunesima tappa del Tour de France 2016. E’ la frazione celebrativa dei vari vincitori. Se l’aggettivo immenso descrive bene il Tour di quest’anno di Chris Froome (Team Sky), l’appellativo conferma rende l’idea dell’ennesima prova di Sagan (Tinkoff), laureatosi per la quinta volta consecutiva maglia verde. Seconda vittoria nella classifica scalatori invece per Majka (Tinkoff), mentre Yates (Orica Bike Exchange) trova la prima vittoria nella classifica giovani (maglia bianca). Sagan indossa il numero rosso di supercombattivo di questa edizione del Tour de France. Il team Sky è invece tinto di giallo, in onore del capitano, il quale invece pedala su una bici edizione speciale. Andatura, come prevedibile, molto blanda in queste prima fasi. La battaglia probabilmente inizierà negli ultimi 60 chilometri quando ci si preparerà allo sprint finale. Sono 175 i corridori al via in quest’ultima tappa: è record assoluto.

Ci siamo. E’ tutto pronto per la partenza della ventunesima tappa del Tour de France 2016. E’ l’ultima frazione di questa 103esima edizione della Grande Boucle. Maglie già assegante, oggi è una passerella per i vari campioni. Se l’aggettivo immenso descrive bene il Tour di quest’anno di Chris Froome (Team Sky), l’appellativo conferma rende l’idea dell’ennesima prova di Sagan (Tinkoff), laureatosi per la quinta volta consecutiva maglia verde. Seconda vittoria nella classifica scalatori invece per Majka (Tinkoff), mentre Yates (Orica Bike Exchange) trova la prima vittoria nella classifica giovani (maglia bianca). Il percorso odierno è piuttosto semplice: 113 chilometri totali con partenza da Chantilly e arrivo, come da tradizione, sui Campi Elisi di Parigi. Tratti irregolari previsti nei primi 35 chilometri e anche un brevissimo GPM (Cote de l’Ermitage). A 60 chilometri dal traguardo la carovana entra nel cuore di Parigi laddove è stato allestito un circuito di 6500 metri da ripetere 8 volte. Saranno in molti, soprattutto i velocisti, a cercare una prestigiosa vittoria di tappa.

Tra meno di mezzora si parte. Oggi è in programma la tappa finale, la ventunesima, del Tour de France 2016. La 103esima edizione della Grande Boucle si conclude con le vittorie di Froome (Team Sky), seconda volta consecutiva maglia gialla, di Sagan (Tinkoff), per la quinta volta consecutiva maglia verde, di Majka (Tinkoff), per la seconda volta maglia a pois e di Yates (Orica Bike Exchange), vincitore per la prima volta in carriera della classifica giovani (maglia bianca). Il percorso odierno è piuttosto semplice: 113 chilometri totali con partenza da Chantilly e arrivo, come da tradizione, sui Campi Elisi parigini. Tratti irregolari previsti nei primi 35 chilometri e anche un brevissimo GPM (Cote de l’Ermitage). A 60 chilometri dal traguardo la carovana entrerà nel cuore di Parigi dove sarà allestito un circuito di 6500 metri da ripetere 8 volte. Saranno in molti, soprattutto i velocisti, a cercare la vittoria di tappa.

Tra mezora è in programma la partenza della ventunesima e ultima tappa del Tour de France 2016. I 174 atleti rimasti in gara partiranno da Chantilly e percorreranno 113 chilometri prima di arrivare al traguardo finale posto come da tradizione sui Campi Elisi della capitale di Francia . La tappa odierna propone per 35 chilometri un profilo ondulato che comprende anche un brevissimo GPM (Cote de l’Ermitage). A 60 chilometri dal traguardo la carovana entrerà nel cuore di Parigi dove sarà allestito un circuito di 6500 metri da ripetere 8 volte. Per le squadre dei velocisti ci sarà tutto il tempo per organizzarsi in vista della volata finale. Si chiude oggi dunque la 103esima edizione della Grande Boucle. Tutti i verdetti sono già stati scritti: terza maglia gialla per Chris Froome (Team Sky), la quinta maglia verde consecutiva per Peter Sagan (Tinkoff), la seconda maglia a pois di Rafal Majka (Tinkoff) e la prima maglia bianca di Adam Yates (Orica Bike Exchange).

Tra un’ora è in programma la partenza della ventunesima e ultima tappa del Tour de France 2016. I 174 atleti rimasti in gara partiranno da Chantilly e percorreranno 113 chilometri prima di arrivare al traguardo finale posto come da tradizione sui Campi Elisi parigini. La tappa odierna propone per 35 chilometri un profilo ondulato che comprende anche un brevissimo GPM (Cote de l’Ermitage). A 60 chilometri dal traguardo la carovana entrerà nel cuore di Parigi dove sarà allestito un circuito di 6500 metri da ripetere 8 volte. Per le squadre dei velocisti ci sarà tutto il tempo per organizzarsi, e le ruote veloci che hanno patito le pene dell’inferno su Pirenei e Alpi non vorranno farsi sfuggire quest’ultima chance. Si chiude oggi dunque la 103esima edizione della Grande Boucle. Tutti i verdetti sono già stati scritti: terza maglia gialla per Chris Froome (Team Sky), la quinta maglia verde consecutiva per Peter Sagan (Tinkoff), la seconda maglia a pois di Rafal Majka (Tinkoff) e la prima maglia bianca di Adam Yates (Orica Bike Exchange).

Oggi è in programma la ventunesima e ultima tappa del Tour de France 2016. Partenza da Chantilly, arrivo a Parigi, come da tradizione sui Campi Elisi, per un percorso di 113 chilometri complessivi. Si chiude oggi dunque la 103esima edizione della Grande Boucle. Verdetti già scritti, ci si attende comunque un finale emozionante. Saranno probabilmente in tanti a cercare questa vittoria di tappa. Per esempio i corridori italiani, considerati che nessuno della nostra nazione ha ancora vinto una frazione quest’anno. Unico Gpm di giornata è Cote de l’Ermitage, un’asperità di quarta categoria, posta nella prima fase del percorso. Il traguardo volante è invece previsto al chilometro 73,5 sui Campi Elisi. Per quanto riguarda le classifiche già tutto deciso: quest’oggi si celebrano la terza maglia gialla di Chris Froome, la quinta maglia verde consecutiva di Peter Sagan, la seconda maglia a pois di Rafal Majka e la prima maglia bianca di Adam Yates.

Oggi è in programma la ventunesima e ultima tappa del Tour de France 2016. Termina oggi dunque il lungo viaggio partito da Mont Saint Michel. I 174 corridori restati in gara percorreranno gli ultimi 113 chilometri, da Chantilly a Parigi, con il classico arrivo sui Campi Elisi. Sarà poco più di una passerella per Chris Froome. Il britannico ha conquistato la sua terza maglia gialla in quattro stagioni. Da non sottovalutare, tuttavia, la volata conclusiva con i velocisti che vorranno prendersi un’ultima, prestigiosa, vittoria. Previsto solo un Gran Premio della Montagna, con inizio al chilometro 26, di quarta categoria: Cote de l’Ermitage. Per quanto riguarda le classifiche già tutto deciso: quest’oggi si celebrano la terza maglia gialla di Chris Froome, la quinta maglia verde consecutiva di Peter Sagan, la seconda maglia a pois di Rafal Majka e la prima maglia bianca di Adam Yates.

Si chiude oggi con larrivo trionfale a Parigi agli Champs Elysees il Tour de France 2016. Sebbene questa ventunesima e ultima tappa rappresenti forse più una passerella che una vera prova del Tour francese, il risultato di oggi conterà in ordine classifica, per cui sarà possibile assistere a una strenua lotta tra i ciclisti per un migliore piazzamento. La tappa di oggi, lunga 113 chilometri sarà sicuramente terreno adatto ai velocisti, grandi favoriti di oggi: il duello più atteso è sicuramente tra i due favoriti Andre Greipel e Marcel Kittel, che si lotteranno larrivo trionfale a Parigi, traguardo del Tour de France 2016. Sagan, leader della classifica a punti non si farà certo pregare e probabilmente lo vedremo entrare nella lotta per ottenere il suo quarto sigillo, mentre Bryan Coquard cercherà di percorrere Parigi portando in alto il vessillo tricolore. Tra i favoriti alla tappa prevista per oggi al Tour de France 2016 spazio anche a Alexander Kristoff del Team Katusha, Samuel Dumoulin della Etixx Quick Step e Davide Cimolai della Lampre Merida.

Conclusione davvero trionfale quella del Tour de France 2016, che come dusanza chiuderà con la 21 tappa a Parigi agli Champs Elysees, dopo i 113 chilometri previsti dal programma. La passerella trionfale che i ciclisti affronteranno oggi a chiusura di questa 103 edizione di uno degli eventi ciclistici più famosi al mondo, sarà una tappa a tutti gli effetti, con conseguenze anche il classifica generale, sebbene gli ampi distacchi presenti nella parte alta non dovrebbero regalare particolari sorprese. Fortunatamente il meteo ufficiale di oggi promette condizioni atmosferiche perfette per questa ultima tappa del Tour de France 2016. Il cielo sarà parzialmente coperto ma con ampi schiarite previste nel corso del pomeriggio a Parigi, nessuna precipitazioni e temperature che andranno dai 16 gradi di minima ai 28 di massima. Larrivo oggi agli Champs Elysees saranno la scenografia perfetta per questa passerella finale del Tour de France 2016: nonostante il percorso di oggi non offra particolari insidie i ciclisti dovranno comunque fare attenzione alle numerose buche nellasfalto nella parte finale del tracciato, che potrebbero causare diverse cadute che potrebbero costare secondi preziosi, soprattutto in ottica piazzamento.

Il Tour de France 2016 ci propone oggi la sua ventunesima tappa Chantilly-Parigi Champs Elysées di 113 km. L’edizione numero 103 del Tour de France si conclude dunque con la tradizionale passerella nella capitale: per chi non seguisse abitualmente il ciclismo è doveroso ricordare che si tratta di una tappa valida per la classifica esattamente come tutte le altre, ma i giochi ormai sono fatti e l’atmosfera è da ultimo giorno di scuola, tranne che per i velocisti che saranno motivatissimi a conquistare un traguardo così prestigioso.

Andiamo allora immediatamente ad esaminare più nel dettaglio il percorso e l’altimetria della ventunesima tappa del Tour de France 2016. La partenza avrà luogo alle ore 16.35 da Chantilly, località del dipartimento dell’Oise. L’orario decisamente anomalo ha due motivazioni: una è di tipo strettamente pratico, se si considera che ieri il Tour era ancora sulle Alpi, decisamente lontano dalla capitale e quindi il trasferimento è stato lungo; il secondo è più scenografico, per arrivare sugli Champs Elysées nel tardo pomeriggio. Nella prima fase della corsa si andrà tranquilli, ci sarà spazio per i brindisi e le foto di rito, in particolare per chi indossa le maglie di leader delle varie graduatorie e per la squadra del vincitore. Non farà certo paura a nessuno la Côte de l’Ermitage, ultimo Gpm del Tour de France 2016, una salitella di soli 900 metri, naturalmente di quarta categoria (km 32,5). Il ritmo cambierà quando si entrerà nell’immancabile circuito finale per le strade del centro di Parigi: qui la voglia di mettersi in mostra animerà gli attacchi di chi in volata non avrebbe possibilità di successo, mentre le squadre degli sprinter lavoreranno per far sì che la volata abbia luogo. Saranno otto giri in totale, durante i quali avrà luogo anche lo sprint intermedio di giornata, per la precisione al km 73,5, nel corso del terzo giro. Infine ci sarà la classica battaglia per la volata, che negli ultimi anni ha sempre visto protagonisti i velocisti tedeschi. Nel 2013 e 2014 ha vinto Marcel Kittel, l’anno scorso Andre Greipel: sarà poker tedesco sugli Champs Elysées?

Per seguire il Tour de France 2016 ci sarà una grande copertura televisiva sulle reti Rai ed Eurosport. La diretta tv di questa ventunesima tappa avrà inizio alle ore 15.30 (attenzione agli orari diversi dal solito) su Rai Sport 1 (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) con la telecronaca di Francesco Pancani e il commento tecnico di Silvio Martinello. Dalle ore 17.25 si potrà seguire la Chantilly-Parigi anche su Rai Tre in simulcast; sulla tv generalista ci sarà un passaggio alle ore 18.55 da Rai Tre (dove a seguire ci sarà il Tg) a Rai Due, che seguirà il gran finale e le varie cerimonie di premiazione sugli Champs Elysées. Solo sul canale tematico sarà visibile l’ultima rubrica del giorno, Tour di Sera alle ore 22.30. Diretta disponibile a partire dalle ore 16.00 anche su Eurosport, il canale visibile sia agli abbonati Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium, che in serata proporrà la rubrica Il Tour di Lemond. Per chi invece non potesse mettersi davanti a un televisore oggi pomeriggio, ricordiamo la possibilità di seguire la ventunesima tappa del Tour de France 2016 anche in diretta streaming video sul sito Internet ufficiale della Rai (www.rai.tv) oppure – per gli abbonati – tramite i servizi offerti da Eurosport Player, Sky Go e Premium Play. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Grande Boucle: il sito www.letour.fr, la pagina Facebook Le Tour de France e il profilo Twitter @LeTour. E adesso, che lo spettacolo (ri)cominci: la parola va alla strada! (Mauro Mantegazza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori