Diretta/ Michael Phelps, finale nuoto 100 farfalla: Schooling, da fan dello Squalo a suo carnefice (Olimpiadi Rio 2016, oggi 13 agosto)

- La Redazione

Michael Phelps, diretta finale 100 farfalla: streaming video Rai.tv, risultato live. Olimpiadi nuoto Rio 2016, lo straordinario americano cerca un altro oro: sfida a Chad Le Clos.

Phelps_tuffo
Miochael Phelps (Foto LaPresse)

Fa un certo effetto vedere Michael Phelps sul podio alle Olimpiadi di Rio 2016, ma non sul gradino più alto. Lo Squalo, infatti, è stato battuto dal singaporese Joseph Schooling, il nuotatore capace di realizzare il nuovo record olimpico fermando il tempo sul crono di 50″39. La curiosità che emerge da questa finale 100 metri farfalla è che Joseph Schooling, prima di diventare l’uomo che ha tolto l’oro a Michael Phelps, è stato anche un ragazzo che nello statunitense vedeva un mito da emulare. Gazzetta.it ha infatti pubblicato una foto del giovane di Singapore, quando questi aveva 14 anni, ovvero 7 anni fa, proprio in compagnia di un sempre disponibile Michael Phelps. Pochi giorni fa era stata diffusa un’altra foto, sempre con Phelps a posare, questa volta in compagnia di una giovane Katie Ledecky, ancora lontana dal diventare il nuovo fenomeno del nuoto femminile a stelle e strisce. Insomma, sembra proprio che fare una foto con Michael Phelps assicuri un futuro in vasca e ricco di successi.

Arriva la ventisettesima medaglia per Michael Phelps, il nuotatore americano più vincente della storia delle Olimpiadi moderne. A sorpresa però non si tratta del suo 23 primo posto: Phelps si è dovuto, infatti, accontentare del secondo piazzamento, superato dal singaporese Joseph Schooling, l’unico a piazzarsi sotto il tempo dei 51” ovvero con 50”39, ottenendo anche i record olimpico. Si è trattato di una gara incredibile, nella quale il record man americano ha condiviso la medaglia d’argento ex equo con i rivali di sempre Laszlo Cseh e Chad Le Clos, tutti con il tempo di 51”14. All’arrivo Phelps non ha potuto negare una smorfia di insoddisfazione, dopo essere riuscito ad ottenere ben 4 ori su 4 gare disputate fino ad ora in queste sue ultime Olimpiadi. Per il ventunenne del Singapore si tratta invece del risultato migliore della storia del suo paese: il primo oro ha scatenato comprensibili festeggiamenti, considerando che l’ultima medaglia (che allora era stata d’argento) era arrivata a Pechino nel 2008 con il ping pong. Phelps saluta così la sua gloriosa carriera alle Olimpiadi, ma difficilmente i suoi risultati verranno superati in futuro.

La finale di nuoto, 100 metri farfalla maschili alle Olimpiadi Rio 2016, è prevista alle ore 3.12 italiane di sabato 13 agosto 2016. Si tratterà di una gara che racchiude in sé uno dei duelli Olimpici più appassionanti e attesi di quest’anno, quello fra l’eterno Michael Phelps, leggenda dello sport americano, e il sudaficano Chad Le Clos. I due non si amano e non ne fanno certo un mistero. Phelps si era ritirato e sembrava che questa Olimpiade dovesse essere quella della consacrazione di Le Clos, ma il ritorno sulla scena dell’americano potrebbe clamorosamente riportare le cose indietro di quattro anni, quando Phelps aveva messo in fila il terzo oro Olimpico consecutivo nella disciplina proprio davanti al sudafricano. In queste Olimpiadi 2016 questa sfida nella sfida tra Michael Phelps e Chad Le Clos ha già vissuto un capitolo importante con la vittoria dell’americano nei 200 metri farfalla, medaglia d’oro proprio davanti al sudafricano che ha visto come detto rovinati i suoi piani per Rio dal ritorno del rivale di sempre, che è tornato ad essere competitivo così come ai tempi d’oro. I 200 farfalla rappresentarono però l’inizio della rivalità tra il sudafricano, che riuscì a beffare a Londra di 5 centesimi l’americano e a strappargli l’unica medaglia d’oro di un’edizione Olimpica per lui comunque memorabile. 

La prima rivincita di Phelps si è consumata con l’oro nei 200 farfalla a Rio in cui Le Clos è terminato solo quarto, fuori dalla zona medaglie. I 100 farfalla potrebbero essere il sigillo per lo statunitense: dietro questa lotta a due, per il bronzo c’è bagarre anche se secondo le previsioni della vigilia l’esperto ungherese Cseh dovrebbe far valere la sua legge per il metallo meno nobile. Gli azzurri si presentano a questa gara carichi di speranze ma con la consapevolezza di essere solo degli outsider in mezzo ad autentici giganti della storia del nuoto. Per Matteo Rivolta, primatista italiano in vasca corta nei 100 metri farfalla maschili, la carriera non ha fatto registrare quel boom che si poteva auspicare dopo l’oro vinto nella 4×100 misti agli Europei di Debrecen nel 2012. Nella specialità si è confermato nell’ultimo quadriennio atleta di riferimento, tanto che negli Europei in vasca corta del 2015 a Netanya è riuscito ad ottenere una prestigiosa medaglia d’argento. Piero Codia si presenta invece a Rio de Janeiro come primatista italiano nei 100 e nei 50 metri farfalla. Un atleta che nel corso della sua carriera ha vissuto un crescendo importante, ed il suo 51.42 nella specialità è stato peraltro realizzato in tempi recenti, la scorsa primavera. L’impressione è che Codia possa scendere in piscina a Rio e migliorare ulteriormente il suo primato.

A Londra 2012 è andato in scena un altro esaltante capitolo della rivalità tra Chad Le Clos e Michael Phelps in questa categoria. La medaglia d’oro è andata all’americano, finora arrivato a ventuno medaglie in carriera compresa questa edizione di Rio de Janeiro 2016. Il sudafricano si è dovuto accontentare dell’argento, mentre dietro i due grandi sfidanti la medaglia di bronzo venne conquistata dal russo Evgenij Korotykin. Phelps trionfò anche a Pechino 2008, medaglia d’oro davanti a Milorad Cavic per la Serbia, che conquistò l’argento, e alla medaglia di bronzo Andrew Lauterstein per l’Australia. Ad Atene 2004 ci fu la doppietta americana con Michael Phelps, neanche a dirlo, medaglia d’oro davanti all’argento conquistato dal connazionale Ian Crocker e all’ucraino Andriy Serdinov. L’edizione di Sidney 2000 fu vinta dallo svedese Lars Frölander, medaglia d’oro davanti agli atleti di casa australiani, con Michael Klim che conquistò l’argento e Geoff Huegill che vinse il bronzo.

Le quote delle principali agenzie di scommesse indicano Phelps lanciato verso il quarto oro di fila, e conseguentemente verso la leggenda Olimpica, nella specialità, con Snai che offre ad una quota di 1.43 la medaglia d’oro dell’americano, mentre la quota per la vittoria del sudafricano Chad Le Clos viene fissata a 3.75. Dietro i due dominatori della specialità quasi il vuoto, con una corsa a parte per la medaglia di bronzo che inizia dall’unghesere Cseh, quotato 8.00 e favorito per la terza piazza davanti a Joseph Schooling per Singapore, quotato 12.00. Nettamente staccati nelle quote tutti gli altri, che vedono l’ingresso nella finale Olimpica come motivazione principale. Quota di 18.00 per l’eventuale affermazione in finale dell’americano Shields, quota 30.00 per il cinese Li Zhuhao e quota 40.00 per la vittoria del polacco Czerniak. I francesi Metella e Stravius vengono proposti rispettivamente ad una quota di 50.00 e di 75.00, mentre nella quota ‘Altri’, offerta a 30.00, sono compresi anche gli azzurri Matteo Rivolta e Piero Codia.

Per seguire la diretta tv di questa finale, che è prevista alle ore 3.12 italiane di sabato 13 agosto 2016, sarà sufficiente collegarsi sulle reti Rai dedicate alle Olimpiadi in queste settimane, ovvero Rai 2, Rai Sport 1 e Rai Sport 2, rispettivamente sui canali 2, 57 e 58 del digitale terrestre in chiaro. Reti Rai che anche Sky trasmetterà in HD per i suoi abbonati sui canali 226, 227 e 228 del boquet satellitare. Per seguire tutte le fasi della gara in diretta streaming video, sul sito rai.tv collegandosi tramite personal computer o device mobili, c’è la possibilità di vedere in streaming via internet tutte le gare delle Olimpiadi integralmente e senza interruzioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori