Diretta/ Italia-Usa (30-45) sciabola femminile a squadre: oro Russia, battuta l’Ucraina (scherma Olimpiadi Rio 2016, 13 agosto)

- La Redazione

Diretta scherma sciabola femminile a squadre con l’Italia: la nazionale azzurra cade in semifinale alle Olimpiadi Rio 2016 ed è quarta. Oro alla Russia, argento all’Ucraina, bronzo agli Usa

riodejaneiro_panoramica
(LaPresse)

La Russia ha vinto la medaglia doro nel torneo di sciabola femminile alle Olimpiadi Rio 2016. Sofya Velikaya, Yuliya Gavrilova e Yana Egorian si sono imposte per 45-30 sullUcraina di Olga Kharlan, Olena Kravatska e Alina Komashchuk: una vittoria netta con lUcraina che ha forse risentito del calo di tensione dopo la battaglia in semifinale contro lItalia, e che non è riuscita a confermare loro che aveva vinto a Pechino 2008 (unica altra edizione dei Giochi in cui cè stato questo concorso). Festeggiano soprattutto Egorian e Velikaya: per la prima si tratta del secondo oro a Rio 2016 dopo quello nellindividuale, la seconda aggiunge una medaglia più preziosa allargento conquistato qualche giorno fa (anche la Kharlan vince la seconda medaglia a queste Olimpiadi, ma non riesce a mettere le mani sulloro). Si conclude così il torneo: oro Russia, argento Ucraina, bronzo Stati Uniti che bissano così il terzo gradino del podio ottenuto otto anni fa. LItalia, come abbiamo detto, ha terminato in quarta posizione: ottima davvero la prova di Irene Vecchi, Loreta Gulotta e Rossella Gregorio, ma purtroppo non è stato sufficiente per portarci sul podio olimpico.

Al quarto posto nella sciabola a squadre femminile alle Olimpiadi di Rio 2016: pochi rimpianti però, perché semplicemente gli Stati Uniti si sono dimostrati più forti, come era ampiamente nelle previsioni della vigilia. Il quartetto formato dalla leggendaria Mariel Zagunis, Dagmara Wozniak, Ibtihaj Muhammad e Monica Aksamit ha infatti vinto con un 45-30 che non lascia spazio a molti commenti. Comunque grandi applausi a Rossella Gregorio, Loreta Gulotta, Irene Vecchi e anche alla riserva Ilaria Bianco, che è stata schierata in un assalto, curiosamente quando gli Usa hanno fatto entrare la loro riserva Aksamit ed è riuscita a vincerlo per 8-5. Fantastiche nei quarti contro la Francia e nell’impresa sfiorata in semifinale contro l’Ucraina (che si giocherà l’oro contro la Russia), le ragazze dell’Italia forse avevano già dato tutto e non sono praticamente mai riuscite a contrastare gli Usa, il cui vantaggio è andato costantemente dilatandosi nel corso della finale per il terzo posto. A differenza però di quanto era successo ieri con il fioretto maschile, davvero non ci sono recriminazioni: le nostre sciabolatrici hanno fatto il massimo possibile, andando anche oltre alle previsioni della vigilia. Anche una medaglia di legno a volte può essere piacevole, anche se naturalmente non entrerà nella storia.

Sta per cominciare: la finale per il terzo posto della sciabola femminile alle Olimpiadi di Rio 2016 sta per cominciare. Altre emozioni arrivano dalla scherma e questa volta erano parzialmente inaspettate. Infatti il nostro terzetto formato da Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Irene Vecchi poteva essere considerato fra le outsider, invece ci ha fatto sognare prima battendo in modo netto la Francia ai quarti di finale, poi sfiorando il colpaccio clamoroso contro l’Ucraina in semifinale, perso solo per 45-42. Poteva esserci la finale per l’oro, ma già il bronzo sarebbe un sogno, che speriamo di poter concretizzare battendo in pedana gli Stati Uniti. Intanto da segnalare un brutto episodio che riguarda proprio la semifinale Italia-Ucraina, perché la Federazione Internazionale di Scherma (Fie) ha revocato laccredito per il membro della commissione arbitrale Fie, lucraino Vadym Guttsait, in seguito alla violazione di una norma comportamentale prevista dal regolamento Fie. A quanto pare Guttsait avrebbe mostrato il dito medio alle azzurre nella sfida che contrapponeva l’Italia alle sue connazionali. Naturalmente Guttsait non faceva parte dei giudici coinvolti nella semifinale che vedeva l’Ucraina in pedana, ma resta un episodio di cattivo gusto. Adesso però bisogna pensare ad altro, perché Italia-Usa sta per cominciare! 

Sarà la finale per il terzo posto della sciabola femminile alle Olimpiadi Rio 2016. Una medaglia che sarebbe molto importante per la nostra squadra di sciabola femminile, che sulla carta non sarebbe il punto di forza della nostra Naizonale di scherma: tuttavia oggi Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Irene Vecchi sono state bravissime e speriamo che in premio possano ricevere una meritata medaglia di bronzo nella specialità con meno tradizione olimpica della scherma. La sciabola femminile a squadre infatti è stata introdotta solo a Pechino 2008 con l’oro dell’Ucraina davanti alla Cina e agli Stati Uniti, poi a Londra 2012 è stata di nuovo esclusa per il principio della rotazione delle finali a squadre e rieccola oggi a Rio. Sarebbe bello scrivere il nome Italia in questo albo d’oro ancora così giovane, appuntamento alle ore 22.00…

, impresa davvero sfiorata per le azzurre della sciabola femminile a squadre nella semifinale delle Olimpiadi di Rio 2016. Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Irene Vecchi conducono a lungo contro il formidabile terzetto formato da Olga Kharlan, Olena Kravatska ed Alina Komashchuk, sulla carta certamente superiori alla formazione schierata dall’Italia, che però viene trascinata da una spaziale Loreta Gulotta, che nei suoi assalti chiude con un parziale favorevole di 17-7. Purtroppo però Gregorio e Vecchi, pur non sfigurando, non riescono a tenere il passo delle ucraine e alla lunga questo fa la differenza a favore delle ex sovietiche, anche se solamente per tre stoccate. In ogni caso il giudizio non può che essere positivo e a questo punto aspettiamo con ansia le 22.00 italiane, quando le nostre fantastiche ragazze si giocheranno la finale per il bronzo contro gli Usa, a loro volta sconfitti dalla Russia con lo stesso punteggio di 45-42. A seguire la finale per l’oro sarà dunque il caldo derby Russia-Ucraina.

Italia-Ucraina sta per cominciare: grande appuntamento con la semifinale della sciabola femminile a squadre alle Olimpiadi di Rio 2016. La scherma continua a riservarci emozioni e oggi le nostre sciabolatrici sono protagoniste in una specialità che non ci vedeva fra le prime favorite sulla carta. Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Irene Vecchi (con Ilaria Bianco riserva) hanno iniziato benissimo, vincendo in maniera autorevole per 45-36 contro l’ostica Francia: adesso le attende una sfida sulla carta ancora più difficile contro il forte terzetto dell’Ucraina che sarà formato da Olga Kharlan, Olena Kravatska ed Alina Komashchuk. Una sfida che si annuncia difficile, ma d’altronde all’Arena Carioca 3 è in palio l’accesso alla finale che vale per l’oro olimpico… Adesso dunque è il tempo di scendere in pedana, perché Italia-Ucraina sta per cominciare!

Italia-Francia 45-36: la sciabola femminile a squadre di scherma alle Olimpiadi di Rio 2016 comincia davvero bene per i colori azzurri. Non era infatti per niente scontata la vittoria di Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Irene Vecchi (con Ilaria Bianco riserva) contro la Francia, invece è arrivato un successo netto e convincente, tanto che tutte le nostre sciabolatrici hanno chiuso il totale dei loro tre assalti con un saldo favorevole: +5 Vecchi, +2 Gulotta e Gregorio, che è stata l’unica a perdere un assalto (5-8 contro Charlotte Lembach), ma ha anche chiuso l’incontro con un perentorio 5-2 contro Cecilia Berder nel nono e ultimo assalto. Brave tutte insomma, e non è una frase fatta o di rito questa volta. Appuntamento adesso alle ore 16.30 italiane con la semifinale contro l’Ucraina: sarà durissima contro una delle nazioni più forti nella sciabola femminile, ma adesso si può sognare una medaglia!

Italia-Francia è in corso per i quarti di finale della sciabola femminile a squadre di scherma alle Olimpiadi di Rio 2016. Dopo la cocente delusione del fioretto maschile di ieri, tocca alle ragazze della sciabola, che partono con ambizioni sulla carta più limitate ma anche minori pressioni. Ilaria Bianco, Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Irene Vecchi (con la Bianco per il momento riserva) cominciano contro la Francia una giornata che speriamo possa essere molto lunga. La formula è naturalmente la stessa di tutte le gare a squadre: otto squadre partecipanti, si comincia con i quarti e poi nel corso della giornata semifinali e finale. Sarà praticamente mezzanotte (in Italia) quando ci si giocherà l’oro: speriamo che l’Italia possa andare il più avanti possibile, per ora il quarto contro la Francia è partito bene con le azzurre che sono davanti 20-15 dopo i primi quattro assalti.

A partire dalle ore 14.00 di sabato 13 agosto 2016, andranno in scena i quarti di finale della competizione di sciabola femminile a squadre di scherma alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, a cui seguiranno le semifinali a partire dalle ore 16.30 e le finalissime in programma per le 22.00 secondo il fuso italiano. LItalia scende in pedana con Ilaria Bianco, Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Irene Vecchi in una competizione che non vede comunque le azzurre favorite, almeno nelle previsioni della vigilia, ma che punteranno comunque ad andare avanti più possibile. Nei quarti di finale l’Italia sarà infatti subito opposta alla forte squadra francese, composta da Cécilia Berder, Charlotte Lembach e Manon Brunet. Quest’ultima è fresca della conquista della medaglia d’argento nella gara di sciabola individuale femminile, battuta solo nella finale per l’oro dall’ucraina Olga Charlan.

Ucraina che però nelle previsioni è solo seconda, nonostante la presenza in squadra della stessa Charlan, affiancata da Alina Komashchuk, Olena Kravatska e Olena Voronina. Sono infatti le russe a staccarsi come pretendenti più accreditate per ottenere la medaglia d’oro, con una squadra composta da Sof’ja Velikaja, Jana Egorjan e Ekaterina D’jacenko che nella prova individuale non è riuscita però ad andare oltre ad uno scontro fratricida appassionante nella finale per la medaglia di bronzo tra Sof’ja Velikaja e Jana Egorjan, terminato con la vittoria di quest’ultima.

Nella competizione di sciabola femminile individuale è stata la sola Loreta Gulotta a fare strada, raggiungendo i quarti di finale ritrovandosi però costretta ad arrendersi proprio alla futura medaglia d’oro Olga Charlan, capace di spazzare via la sciabolatrice italiana con un perentorio quindici a quattro. Quando si parla di scherma il confronto tra Italia e Francia è comunque sempre estremamente affascinante, con le due scuole che si confrontano ormai da un secolo e con le azzurre che in questa disciplina, relativamente nuova in campo femminile, hanno saputo comunque compiere passi da gigante.

La competizione di sciabola femminile a squadre di scherma alle Olimpiadi di Londra 2012 non è stata disputata. A Pechino 2008 è stata l’Ucraina ad aggiudicarsi la medaglia d’oro, con la squadra composta da Olha Zhovnir, Halyna Pundyk, Olga Kharlan e Olena Khomrova. Argento alla squadra di casa, il team cinese composto da Huang Haiyang, Bao Yingying, Tan Xue e Ni Hong. Medaglia di bronzo agli Stati Uniti (Rebecca Ward, Sada Jacobson e Mariel Zagunis). Si è trattato questo dell’unico precedente a squadre per la sciabola femminile a squadre alle Olimpiadi di scherma. Secondo i bookmaker, l’Italia partirà come outsider nella competizione della sciabola femminile a squadre di scherma, con le azzurre quotate 12.00 da Snai per la conquista della vittoria finale. La favorita numero uno per la conquista della medaglia d’oro è considerata la Russia, quotata 1.95, con la squadra dell’Ucraina quotata 3.95 per la vittoria finale e gli Usa che moltiplicano per 5.00 l’investimento sulla loro vittoria. Quota 8.00 per il successo della Francia, dietro l’Italia c’è la Polonia quotata 16.00, la Corea del Sud quotata 22.00 ed il Messico quotato 85.00, decisamente fuori dalla portata delle medaglie.

Ricordiamo infine che i quarti, le semifinali e le finali della scherma, nella specialità della sciabola femminile a squadre alle Olimpiadi di Rio 2016 dove vedremo scendere in gara anche la formazione italiana, sarà visibile in diretta tv sulla Rai: la tv di stato italiana si è infatti assicurata, come ormai è noto, lesclusività dei diritti di trasmissione per lItalia degli eventi in programma ai giochi brasiliani, riservando loro ben tre canali del proprio bouquet, ovvero lammiraglia Rai Due, Raisport 1 e Raisport 2, disponibili ai canali 2, 57 e 58 del digitale terrestre. Sarà inoltre possibile seguire gli eventi olimpici anche attraverso lo streaming video disponibile sul sito ufficiale della Rai, allindirizzo www.rai.tv



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori