Diretta / Usain Bolt (Giamaica), Atletica staffetta 4×100 metri: big avanti anche senza il Re. Streaming Rai.tv (Olimpiadi Rio 2016, 18 agosto)

- La Redazione

Diretta staffetta 4×100 metri atletica con Usain Bolt e la Giamaica in batteria numero 2: le due batterie verso la finale di sabato, risultati e accesso in finale live. Info streaming video

Bolt_arrivo
Usain Bolt (LaPresse)

Nessuna sorpresa dalle batterie della staffetta 4×100 maschile alle Olimpiadi Rio 2016. Passano senza soffrire sia gli Stati Uniti sia la Giamaica: gli americani hanno vinto la prima batteria con il tempo di 3765 che è il migliore in assoluto, la Giamaica con le seconde linee ha fatto un po meno impressione, è arrivata alle spalle del Giappone nella seconda batteria in 3794, quinto tempo complessivo, ma in ogni caso nessun problema per la qualificazione e in finale certamente vedremo in azione Usain Bolt – come anche Justin Gatlin per gli Usa e Andre De Grasse per il Canada. Dunque avanzano gli Usa, il Giappone, la Cina, il Canada, la Giamaica, Trinidad e Tobago, la Gran Bretagna e il Brasile, queste ultime due grazie al ripescaggio dei due migliori tempi fuori dalle prime tre di ogni batteria. Britannici che saranno gli unici rappresentanti dellEuropa, dal momento che Germania, Turchia, Francia e Olanda sono state tutte eliminate. Squalificata per partenza falsa la Repubblica Dominicana, lappuntamento adesso è per la finale che avrà luogo domani notte, cioè per la precisione quando in Italia saranno già le ore 3.35 di sabato.

Pochi minuti alle batterie della staffetta 4×100 maschile alle Olimpiadi Rio 2016, uno degli appuntamenti più attesi nel programma dell’atletica leggera. La prima notizia è che nella Giamaica non ci sarà Usain Bolt, dal momento che la Nazionale caraibica schiererà un quartetto formato da Jevaughn Minzie, Asafa Powell, Nickel Ashmeade e Kemar Bailey-Cole. Nulla di strano: la Giamaica non dovrebbe avere problemi a qualificarsi e Bolt questa sera è atteso dalla finale individuale sui 200 metri. Anche gli Usa faranno un po di turnover – per così dire: Mike Rodgers, Christian Coleman, Tyson Gay e Jarrion Lawson formano il quartetto, non ci sarà Justin Gatlin, così come il Canada non schiera Andre De Grasse. Insomma, in queste batterie mancherà completamente il podio dei 100. Attenzione però alle sorprese, che in staffetta sono sempre dietro l’angolo: lo dimostra il flop degli Usa nella staffetta femminile, eliminati in batteria per un cambio sbagliato che a fatto cadere a terra il testimone. 

Sempre più vicine le batterie della staffetta 4×100 maschile alle Olimpiadi Rio 2016, andiamo allora a vedere l’elenco completo delle 16 nazioni partecipanti, che sono quelle che hanno ottenuto le migliori prestazioni nel periodo di qualificazione previsto dalla Iaaf. Purtroppo l’Italia è rimasta fuori per poco e di conseguenza non ci sarà in gara un quartetto azzurro. L’attesissima Giamaica di Usain Bolt (correrà già in batteria?) sarà in corsia 3 nella seconda, il cui ordine di partenza dalal corsia 1 alla 8 sarà il seguente: Gran Bretagna, Olanda, Giamaica, Germania, Cuba, Giappone, Trinidad e Tobago, Brasile. In precedenza ci saranno naturalmente le altre otto nazionali, in quest’ordine sempre dalla corsia 1 alla 8: Repubblica Dominicana, Canada, Stati Uniti, Cina, Saint Kitts and Nevis, Turchia, Francia, Antigua e Barbuda. Sfida dunque per il momento a distanza fra le due nazionali più attese, la Giamaica e gli Stati Uniti, che devono fare i conti con la delusione di Justin Gatlin per l’eliminazione dalla finale dei 200.

In attesa delle batterie della staffetta 4×100 maschile alle Olimpiadi di Rio 2016 nella quale la Giamaica sarà grande favorita e in attesa anche di capire se Usain Bolt scenderà in pista già in questo primo turno o sarà preservato per la finale che la Giamaica dovrebbe ottenere anche senza di lui, diamo uno sguardo allalbo doro di quella che è da sempre una delle gare più importanti dellatletica leggera alle Olimpiadi. Nettamente dominanti gli Stati Uniti, che hanno vinto la staffetta veloce per ben 14 volte: dal 1920 al 1984 persero solamente a Roma 1960 (a Mosca 1980 invece non cerano). Le cose però sono un po cambiate in anni più recenti e così lultimo successo degli Usa risale a Sydney 2000. Ecco poi la vittoria della Gran Bretagna ad Atene 2004 con gli americani secondi e poi due podi addirittura senza Usa nellepoca Bolt: la Giamaica ha vinto sia a Pechino 2008 sia a Londra 2012, in entrambi i casi davanti a Trinidad e Tobago, con Giappone prima e Francia poi a completare il podio. Dunque adesso è la Giamaica che domina: sarà così anche a Rio de Janeiro?

Oggi la staffetta 4×100 maschile di atletica leggera fa il suo esordio alle Olimpiadi Rio 2016: Giamaica grande favorita per il successo, di certo per la Nazionale giamaicana passare il primo turno dovrebbe essere una formalità e a dire il vero non ci stupiremmo se Usain Bolt riposasse nella mattinata di Rio de Janeiro, attorno alle ore 16.40 di oggi pomeriggio in Italia. Infatti oggi è soprattutto il giorno della finale dei 200 metri, nella quale Bolt andrà all’assalto non solo dell’oro ma anche del record del Mondo, di conseguenza potrebbe essere presa la decisione di farlo riposare nella batteria della staffetta, tanto in ogni caso la Giamaica non avrebbe problemi ad allestire un quartetto che entri fra le prime otto per accedere alla finale. Vedremo dunque quale sarà la composizione del quartetto della Giamaica e se Usain Bolt entrerà immediatamente in azione…

Si parte oggi con le batterie della staffetta 4×100 metri maschili, autentico spettacolo dellAtletica leggera anche qui a Rio 2016, le Olimpiadi che stanno consacrando Usain Bolt leggenda immortale di questo sport. La finale che andrà in scena sabato nella notte italiana della staffetta sarà, se tutto andrà per il verso giusto nelle batterie di oggi per la sua Giamaica, lultima gara in assoluto di Bolt alle Olimpiadi. Riflettori di tutto il mondo dunque ovviamente puntati sulla batteria numero 2 di questo pomeriggio brasiliano, ovvero quando andrà in scena la Giamaica con lultima frazione di mr Velocità, Usain Bolt, ormai sua di diritto da tre Olimpiadi consecutive. La staffetta 4×100 ha la particolarità di non avere semifinali e di avere perciò un regolamento molto semplice: due batterie da 8 nazionali ciascuna, passano le migliori 4 che andranno in finale senza possibilità di ripescaggi o altro. Occasione molto ghiotta dunque per Bolt di andarsi a prendere unaltra finalissima anche se ovviamente qui non dipenderà tutto da lui ma anche da suoi compagni, comunque tra i più forti al mondo.

Diamo dunque unocchiata a cosa ci aspetta oggi, appuntamento alle ore 16.40 con la prima batteria che vedrà in ordine di corsie Repubblica Dominicana, Canada, Stati Uniti, Cina, Saint Kitts e Nevils, Turchia, Francia, Antigua e Barbuda. Nella seconda invece, in programma nellarena di Rio alle ore 16.48 ira italiana, ci saranno Gran Bretagna, Paesi Bassi, Giamaica, Germania, Cuba, Giappone, Trinidad e Tobago e Brasile. Quali i favoriti per laccesso alla finale? Nella prima fase di certo gli Stati Uniti sono i numeri 1 e potranno fino allultimo rosicchiare gli onori del pronostico in finale contro Bolt e Co: Justin Gatlin, Tyson Gay, Marvin Bracy, Trayvon Bromell sono in procinto di passare con il primo tempo in questa batteria. Probabilmente saranno Canada, Francia e Saint Kitts a giocarsi gli altri posti, con Dominicana e Antigua come outsider. Contro invece i Bolt Boys – probabilmente dovrebbero scendere in batteria Powell, Blake e Ashmeade – sono Gran Bretagna, Cuba e Paesi Bassi che potrebbero passare in finale.

Ricordiamo che anche queste gare della staffetta 4x100metri maschili, verranno trasmesse in diretta tv sulla Rai a partire dalle ore 16.30 di questo pomeriggio, ora italiana, mentre a Rio sarà in prima serata. infatti ormai noto che la tv di stato italiana si è assicurata lesclusività della trasmissione degli eventi olimpici per lItalia, riservando appositamente ben tre canali del proprio bouquet ovvero Rai Due, Raisport 1 e Raisport 2, disponibili ai canali 2, 57 e 58 del digitale terrestre. Ricordiamo infine per coloro che non potranno sedersi di fronte alle tv che la Rai ha messo a disposizione sul proprio portale ufficiale www.rai.tv lo streaming video degli eventi olimpici trasmessi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori