Diretta / Chievo-Inter (risultato finale 2-0) info streaming video e tv: esordio da dimenticare per De Boer! (Serie A, oggi 21 agosto 2016)

- La Redazione

Diretta Chievo-Inter, info streaming video e tv: risultato live e finale, cronaca live della prima giornata di Serie A: testa a testa e precedenti della sfida, oggi 21 agosto 2016

MurilloChievoInter
Foto La Presse

Il Chievo comincia con il piede giusto la Serie A 2016-2017 battendo l’Inter per 2 a 0, esordio amaro per il tecnico Frank De Boer che pregustava invece di cominciare con una vittoria. All’84’ Sorrentino esce impedendo a Palacio di colpire il pallone di testa. All’87’ Chievo ancora pericoloso con Inglese che stacca di testa, Handanovic con un colpo di reni mette il pallone in calcio d’angolo. Nel recupero i nerazzurri occupano stabilmente la trequarti avversaria ma senza creare troppe apprensioni a Sorrentino che quando può si impossessa del pallone per far passare più tempo possibile. Il Chievo difende agevolmente i due gol di vantaggio e al triplice fischio di Irrati festeggia i primi tre punti della stagione. 

Quando siamo giunti al trentacinquesimo minuto del secondo tempo, il punteggio di Chievo-Inter vede la formazione di Maran avanti per 2 a 0, con gli ospiti incapaci di ritornare in partita. Al 56′ i nerazzurri provano a rendersi pericolosi su calcio di punizione, Banega pesca Miranda che è in buona posizione ma si trascina la palla sul fondo. Dopo il 60′ arrivano i primi cambi, Perisic rileva Candreva che non ha ancora i 90 minuti nelle gambe, mentre Castro viene colto da crampi e deve lasciare il posto a Rigoni. Al 66′ l’Inter batte un calcio di punizione con Banega che rimette il pallone in mezzo dove Ranocchia non ci arriva per un soffio. Al 69′ ci riprova Birsa ma senza prendere la mira. De Boer inserisce anche Brozovic e Palacio, mentre Maran dà spazio a Pellissier, a caccia del suo centesimo gol in Serie A, ma è ancora Birsa a trovare il gol all’81’ con un destro chirurgico che termina nell’angolino, nulla da fare per Handanovic e notte fonda per l’Inter. 

Al Bentegodi è ricominciato il match tra Chievo e Inter, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede i padroni di casa avanti per 1 a 0. A inizio ripresa la formazione di Maran attacca subito gli avversari, ma il tiro di Inglese termina alto sopra la traversa. Sono le prove generali in vista del gol che arriva al 49′ quando, al termine di un contropiede, Birsa finalizza depositando il pallone in rete portando in vantaggio i padroni di casa. Si attende la reazione di De Boer e dei giocatori nerazzurrim ma sono sempre i clivensi a rendersi più pericolosi quando attaccano di quanto non lo siano gli ospiti, al 54′ Birsa sfiora il raddoppio venendo chiuso in calcio d’angolo, Inter che balla davvero tanto in difesa. 

Intervallo al Bentegodi dove si è appena concluso il primo tempo di Chievo-Inter con le due squadre che vanno negli spogliatoi per il riposo sul punteggio di 0-0. Prima frazione di gioco davvero avara di emozioni, al 33′ Candreva tenta la soluzione dalla lunga distanza con un tiro impreciso e poco potente, Sorrentino battezza il pallone fuori e lo accompagna con lo sguardo sul fondo. Al 40′ arriva l’occasione più importante per il Chievo con Meggiorini che trova il tempo di inserirsi e prendere la mira col sinistro, la palla esce di pochissimo sfiorando il palo. Poco prima dell’intervallo l’Inter batte un calcio di punizione con Eder che alza troppo il pallone, il primo tempo si chiude dunque con questa immagine. 

Alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio di Chievo-Inter rimane sempre fermo sullo 0-0. Dopo un primo quarto d’ora fin troppo tranquillo, la partita si accende improvvisamente al 16′ con il destro di Eder che costringe Sorrentino a effettuare il suo primo intervento mettendo il pallone in calcio d’angolo, sugli sviluppi del corner si scatena un flipper nell’area di rigore del Chievo che si salva in qualche modo, ma l’undici di Maran fatica a curare la fase difensiva. Le squadre si allungano e la partita diventa leggermente più spettacolare, anche se i nerazzurri fatico a riproporsi dalle parti di Sorrentino. 

Allo stadio Bentegodi di Verona è cominciato il match valido per la 1^ giornata di Serie A 2016-2017 tra Chievo e Inter, al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Squadre molto corte in queste fasi iniziali del match, il primo sussulto arriva al 4′ quando Ranocchia perde un brutto pallone e nel tentativo di rimediare falcia Meggiorini appena fuori area, venendo graziato dall’arbitro Irrati che non prende provvedimenti nei suoi confronti, scatenando le proteste dei giocatori clivensi che chiedevano almeno la punizione dal limite e il giallo per il difensore centrale nerazzurro. Gli uomini di De Boer non hanno ancora creato occasioni da gol, così come quelli di Maran. 

Chievo-Inter comincia: è tutto apparecchiato a San Siro per la partita valida per la prima giornata del campionato di Serie A 2016-2017. Sguardo alle formazioni ufficiali: Frank De Boer apre la sua esperienza nellInter con un 4-2-3-1 nel quale a sorpresa cè Eder titolare a sinistra nella linea dei trequartisti, con Icardi prima punta e Perisic che va solo in panchina. E 4-3-1-2 senza troppe novità quello del Chievo, Inglese e Meggiorini fanno le prime punte supportate da Birsa; il calcio dinizio è previsto alle ore 20:45. CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, B. Cesar, Gobbi; Castro, Radovanovic, P. Hetemaj; Birsa; Inglese, Meggiorini. In panchina: Seculin, Bressan, Spolli, N. Rigoni, Gamberini, Sardo, N. Frey, Parigini, Pellssier, F. Costa, Jallow, De Paoli. Alenatore: Rolando Maran INTER (4-2-3-1): Handanovic; DAmbrosio, Miranda, Ranocchia, Nagatomo; Medel, Kondogbia; Candreva, Banega, Eder; Icardi. In panchina: Carrizo, Berni, Felipe Melo, Palacio, Jovetic, Biabiany, Caner Erkin, Santon, Gnoukouri, Perisic, Brozovic, Yao. Allenatore: Frank De Boer. 

La partita Chievo-Inter sarà diretta dal signor Massimiliano Irrati della sezione Aia di Pistoia. Nato a Firenze nel mese di giugno 1979 ma originario di Lampovecchio, Irrati nella vita di tutti i giorni svolge la professione di avvocato. Alletà di sedici anni decide di intraprendere lattività di arbitro che lo vedrà crescere nella sezione di Pistoia arrivando nel 2004 nella Serie D. Dopo quattro anni di gavetta cè lapprodo nel mondo professionistico della serie C e quindi nel 2011 la promozione in Serie B. La permanenza in cadetteria sarà di soli due anni con approdo nella massima Serie A a partire dalla stagione 2013/14. Lesordio in Serie A era già avvenuto nel marzo del 2012 con la direzione del match Bologna Chievo Verona. Irrati nel corso della passata stagione è stato protagonista della gara Udinese Napoli dove ha espulso lallora bomber azzurro Gonzalo Higuain e concesso due rigori ai friulani incorrendo nelle ire della dirigenza partenopea per una direzione ritenuta non allaltezza. Irrati dirigerà quindi Chievo Inter in collaborazione con gli assistenti di linea Manganelli e Pegorin, Gava quale quarto uomo e la coppia Guida Ghersini quali addizionali di porta.

Chievo-Inter: tattica ormai consolidata quella di Rolando Maran, quasi un integralista del 4-4-2 che, una volta arrivato al Chievo, ha deciso di cambiare e sperimentare la presenza di un trequartista a supporto di due attaccanti. Modulo che ha funzionato la scorsa stagione e che dunque sarà riproposto; lattesa però è inevitabilmente per la prima versione dellInter di Frank De Boer. Che nellAjax si è adattato a un sistema, quello olandese e della scuola dei Lancieri, che quasi impone il 4-3-3, ma che ha dimostrato anche di saper andare per la sua strada e cambiare in corsa; lo ha detto anche nella conferenza stampa di presentazione in nerazzurro, tanto che per la sua prima Inter il modulo potrebbe essere un 4-2-3-1 nel quale sarebbe esaltata la posizione di Ever Banega, che come trequartista centrale è stato protagonista di una stagione ottima. Sarà questo lo schema di riferimento dellInter per il 2016-2017?  

Ricorderete che nella scorsa stagione il Chievo fu protagonista di uno splendido campionato. Ancora una volta i clivensi sono riusciti a salvarsi in scioltezza, mostrando la solida efficacia difensiva con la quale sono riusciti a rimanere fuori da una lotta che invece ha coinvolto tante squadre. Non troppi picchi tecnici, ma il Chievo si è confermata squadra che bada al sodo e che sa come giocare contro ogni tipo di squadra. LInter era arrivata quarta in campionato, ma era stato un quarto posto amaro: nel girone di andata i nerazzurri avevano mostrato una grande difesa e una serie di risultati utili che li aveva proiettati in testa alla classifica, con ottime possibilità di scudetto. Da dicembre in avanti la crisi, dalla quale lInter è uscita troppo tardi: è arrivata la qualificazione diretta in Europa League, non i primi tre posti o il tricolore in una stagione senza coppe. Per di più il finale di campionato ha contribuito a corrodere i rapporti tra Roberto Mancini e la società, generando il divorzio consumato in agosto e larrivo in panchina di Frank De Boer.

, diretta dall’arbitro Irrati, oggi domenica 21 agosto 2016 alle ore 20.45 sarà la prima sfida ufficiale per la rinnovata Inter di Frank De Boer nel campionato di Serie A. Esordio in casa di un Chievo che si conferma realtà solida del massimo campionato, ogni anno ai nastri di partenza solo ed esclusivamente per salvarsi ma poi quasi sempre capace di andare oltre le aspettative. In casa Inter come è comprensibile tutte le curiosità si concentrano sul nuovo tecnico, che nella partita d’esordio dovrà fare a meno per infortunio degli argentini Ansaldi in difesa e Palacio in attacco, oltre al croato Brozovic che sembra sul punto di partenza da qui alla fine del mercato.

Entro il 31 agosto De Boer potrebbe avere il gioiello portoghese Joao Mario tra i nuovi innesti, difficile invece veder partire Icardi, con la conferma del centravanti richiesta esplicitamente dall’ex tecnico dell’Ajax nonostante la corte serrata del Napoli. Il Chievo, confermato Maran in panchina, spera di poter riprodurre sul campo sin dalla prima giornata il bel calcio che ha permesso alla squadra l’anno scorso di arrivare quasi a ridosso della zona europea, anche se la formazione veronese ha patito alti e bassi dovuti anche ai limiti oggettivi della rosa. Le partenze a razzo in campionato sono però una specialità del Chievo degli ultimi anni, alla quale l’Inter dovrà fare particolare attenzione. 

Diamo una veloce occhiata a come Chievo Verona e Inter si sono avvicinate a questa prima sfida del Campionato di serie A, tra tornei e amichevoli estive. Le sconfitte per uno a quattro contro il Bayern Monaco e addirittura per uno a sei contro il Tottenham nelle ultime amichevoli internazionali disputate hanno rappresentato la goccia che ha fatto traboccare il vaso nel rapporto tra l’Inter e Mancini. Dopo l’amichevole contro il Borussia Monchengladbach annullata per maltempo, il nuovo tecnico Frank De Boer ha esordito battendo il Celtic Glasgow, in una gara segnata anche da uno straordinario gol messo a segno da Antonio Candreva. Il Chievo ha battuto il Parma in amichevole ed ha poi perso il testo contro i tedeschi dell’Hoffenheim. Quindi l’esordio nel terzo turno di Coppa Italia, prima partita ufficiale della stagione per i ragazzi di Maran che con i gol di Meggiorini, Castro e Pellissier hanno mandato al tappeto la Virtus Entella, garantendosi il passaggio del turno.

Per quanto riguarda invece i precedenti di Chievo e Inter possiamo osservare come lo scorso anno l’Inter è passata in casa dei clivensi al Bentegodi nella gara del 20 settembre 2015, vinta di misura grazie ad una rete di Icardi dopo una brutta gara condotta quasi sempre dal Chievo che non seppe approfittare di moltissime palle gol avute, con anche un super Handanovic. L’Inter ha vinto quattro degli ultimi cinque precedenti al Bentegodi, perdendo però la gara del 18 maggio 2014, che rappresenta l’ultima vittoria del Chievo con la doppietta di Obinna a ribaltare l’iniziale vantaggio di Andreolli. L’ultimo pareggio a Verona tra le due formazioni risale al 10 maggio del 2009. Inter in vantaggio con Crespo, pari del Chievo con Marcolini, poi nerazzurri ancora avanti grazie a Balotelli e definitivamente raggiunti da una rete di Luciano.

Per le quote di Chievo-Inter, secondo i bookmaker ci sono ottime possibilità di una vittoria interista all’esordio di questa Serie A. William Hill quota 2.10 il successo nerazzurro allo stadio Bentegodi, col pareggio proposto ad una quota di 3.30 da Bwin.it e la vittoria del Chievo offerta invece ad una quota di 4.00 da Unibet. per quanto riguarda invece la Snai, lInter va a visitare il Chievo e il suo successo vola basso a 2,10, contro i padroni di casa offerti a 3,60. Negli ultimi due anni i nerazzurri hanno riportato dal Bentegodi altrettante vittorie, senza subire reti. Un altro no goal è a quota 1,80.

Per seguire in diretta tv la sfida tra Chievo e Inter, domenica 21 agosto 2016 alle ore 20.45, ci si potrà sintonizzare sul boquet satellitare di Sky sul canale 252 (Sky Calcio 2 HD), oppure sul digitale terrestre pay di Mediaset sul canale Premium Sport 2 HD. Da non dimenticare la possibilità di seguire il match in diretta streaming video via internet per gli abbonati di entrambe le piattaforme. I siti skygo.sky.it eplay.mediasetpremium.it saranno a disposizione per tutti coloro che si collegheranno tramite pc o dispositivi mobili. Per chi volesse invece seguire via radio il commento live del match può farlo come di consueto sul canale di Radio Rai1 che alle ore 20.45 si collegherà per la cronaca in diretta live. La telecronaca invece su Mediaset Premium sarà destinata e affidata alla voce di Fabrizio Ferrero e Massimo Paganin, mentre come voce del tifo fazioso Christian Recalcati per la cronaca di parte Juventus. Per i concorrenti di Sky invece la voce guida sarà affidata a Federico Zancan con seconda voce di Beppe Bergomi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori