Diretta/ Palermo-Sassuolo (risultato finale 0-1) info streaming video e tv: fine partita, ancora decisivo Berardi! (Serie a 2016, oggi 21 agosto)

- La Redazione

Diretta Palermo-Sassuolo, info streaming video e tv, probabili formazioni, risultato live e finale, cronaca in tempo reale. Prima giornata Serie A, oggi 21 agosto 2016, le ultime notizie

ballardini_occhiali_smorfia
Davide Ballardini (Lapresse)

Comincia nel peggiore dei modi la stagione per il Palermo, sconfitto in casa dal Sassuolo: decisiva la rete di Berardi nel primo tempo su calcio di rigore. Nel secondo tempo la squadra di Davide Ballardini ha sfiorato il pareggio, ma quella di Eusebio Di Francesco ha legittimato la vittoria anche grazie alla traversa colpita dallo stesso Berardi. L’assalto finale, dunque, del Palermo non ha portato a nulla di concreto: Consigli, ad esempio, ho bloccato il lancio di Hiljemark su calcio di punizione. Il Palermo tra l’altro ha provato a portarsi in avanti nonostante fosse in inferiorità numerica per l’espulsione di Rajkovic al 91′: il rosso è arrivato dopo la seconda ammonizione per un duro intervento su Falcinelli. Continua a vincere, dunque, il Sassuolo, che ha cominciato nel migliore dei modi la stagione in Europa League e in Serie A, mentre il Palermo deve rivedere la fase difensiva e soprattutto quella offensiva per cominciare a raccogliere punti in questo campionato. 

Il Palermo non riesce a pareggiare i conti con il Sassuolo, che conserva il vantaggio conquistato grazie alla rete di Berardi. L’attaccante neroverde al 60′ viene atterrato in area di rigore, ma l’arbitro Pairetto lascia proseguire, perché non considera falloso l’intervento. Evita guai Posavec al 68′, quando si scatena un incredibile batti e ribatti all’interno dell’area di rigore del Palermo. Dopo Davide Ballardini decide di operare il secondo cambio e di mandare in campo Sallai al posto di Bentivegna e, infatti, il calciatore ungherese si rende subito pericoloso con un tiro da fuori area respinto poi da Consigli. Eusebio Di Francesco, invece, manda in campo Biondini per Mazzitelli. Palla a lato al 72′ di Defrel, che cerca l’angolo da fuori area. L’attaccante al 75′ poi fa posto a Falcinelli. Il Palermo non crea più pericoli al Sassuolo: al 77′ il tiro di Quaison finisce alle stelle. In ogni caso la squadra siciliana si porta in avanti per provare a mettere pressione alla squadra neroverde. Il Palermo si gioca l’ultimo cambio: Embalo al posto di Vitiello. Ma all’82’ Berardi colpisce la traversa con un bellissimo tiro. 

E’ cominciato il secondo tempo di Palermo-Sassuolo: si riparte dal vantaggio della squadra neroverde, conquistato grazie al rigore trasformato da Berardi. Il Palermo, che ha avuto due occasioni per pareggiare, si è reso pericoloso anche nella ripresa: dopo il sinistro al 47′ di Politano che non ha impensierito Posavec, la squadra siciliana ci ha provato con un traversone velenoso di Bentivegna, ma Antei ha chiuso in scivolata e permesso a Consigli di bloccare la sfera. Occasione anche al 50′ per il Palermo, pericoloso dalla destra, ma Antei, apparso concentrato e “solido”, si è rifugiato in corner. Il Sassuolo poi è riuscito ad allontanare il pallone crossato da Rispoli dal calcio d’angolo. Berardi insegue la doppietta: al 54′ sfiora il raddoppio con un sinistro diretto in porta, ma Rajkovic riesce a deviare la conclusione dell’attaccante del Sassuolo e a spedire la palla fuori, rifugiandosi in corner. Ballardini prova a cambiare l’inerzia del match con l’ingresso di Nestororovski al posto di Balogh, ma al 57′ è Mazzitelli a provarci dalla distanza, impegnando Posavec.

Palermo-Sassuolo, fine primo tempo. I neroverdi sono in vantaggio grazie alla rete segnata al 31′ da Berardi. Meglio sicuramente la squadra di Eusebio Di Francesco nella prima mezz’ora, perché poi dopo il vantaggio è uscito fuori il Palermo, che ha costruito due occasioni per pareggiare. La compagine di Davide Ballardini, però, le ha sprecate entrambe: al 39′ Rispoli con una grande giocata si è liberata di tutta la difesa del Sassuolo e ha calciato da fuori area, ma la palla è finita sopra la traversa. Poi al 42′ è stato Rajkovic a mancare l’appuntamento con il gol: colpo di testa del difensore del Palermo sulla punizione battuta da Hiljemark, ma Consigli ha risposto presente, respingendo lateralmente la palla. Dopo un minuto di recupero, nel quale il Sassuolo ci ha provato con un cross dalla sinistra di Politano, allontanato da Aleesami di testa, l’arbitro ha mandato le squadre negli spogliatoi. 

Primo gol in campionato per Domenico Berardi, che sta trascinando il Sassuolo contro il Palermo: l’attaccante neroverde ha trasformato in rete al 31′ il rigore conquistato da Defrel, che era stato atterrato fallosamente da Rajkovic, il quale è stato poi ammonito dal direttore di gara. Nessun problema dal dischetto per Berardi, che è già a quota cinque gol in questa stagione, se consideriamo le reti messe a segno nei preliminari di Europa League. Si stava difendendo con ordine fino al rigore il Palermo, ma il gol del Sassuolo era nell’aria, visto che al 25′ Politano aveva provato a sbloccare la partita con due tiri, entrambi respinti dalla difesa rosanero. Il possesso palla del Sassuolo sembra ipnotizzare il Palermo, che finora non è apparso in grado di impensierire Consigli. Serve di più contro un Sassuolo già in forma, avendo anticipato la preparazione in vista dei playoff di Europa League. 

La stagione per il Sassuolo è cominciata ufficialmente con i preliminari di Europa League, ma oggi contro il Palermo debutta in Serie A. La squadra di Eusebio Di Francesco si rende subito pericolosa con il cross di Defrel, ma la difesa di Davide Ballardini regge e si salva in corner. Poi è Mazzitelli a provarci, ma da posizione favorevole spreca l’occasione sparando alto il pallone. Il Sassuolo parte subito bene: fa buona guardia, recupera palla e attacca il Palermo, impedendogli di ripartire. Al 7′ è Berardi a cercare il gol, ma il suo tiro viene bloccato senza problemi da Posavec. La risposta del Palermo potrebbe arrivare al 10′ con Hiljemark, ma un ottimo intervento di Sensi, apparso subito in partita, fa sfumare l’iniziativa rosanero. Allora è Politano a spaventare il Palermo al 13′: dopo un’azione insistita la palla arriva sui piedi dell’attaccante neroverde, ma la compagine siciliana si salva in calcio d’angolo, sugli sviluppi del quale Mazzitelli ci prova di testa, ma senza trovare lo specchio della porta. 

Sono uscite le formazioni ufficiali di Palermo-Sassuolo, con la diretta della prima gara di Campionato che tra pochi minuti scatterà anche dal Renzo Barbera di Palermo: Ballerini e Di Francesco hanno scelto i loro 11 titolari con esclusione importanti specie tra i neroverdi con Matri, Biondini e Cannavaro che rimangono in panchina precauzionalmente in vista del ritorno di Europa League con il preliminare che si giocherà giovedì prossimo. Palermo (3-4-3), Posavec; Cionek, Vitiello, Rajkovic; Rispoli, Hiljemark, Gazzi, Aleesami; Bentivegna, Quaison, Balogh. A disposizione: Marson, Fulignati, Andelkovic, Goldaniga, Embalo, Gonzalez, Chochev, Sallai, Jajalo, Nestorovski, Pezzella, Lo Faso. Allenatore: Davide Ballardini. Risponde Di Francesco, scegliendo un 4-3-3 che vede questi 11 titolari: Consigli; Gazzola, Antei, Acerbi, Peluso; Sensi, Magnanelli, Mazzitelli; Berardi, Defrel, Politano. A disposizione: Pomini, Pegolo, Biondini, Falcinelli, Matri, Lirola, Cannavaro, Trotta, Sbrissa, Letschert, Adjapong. 

La direzione della gara Palermo Sassuolo è stata affidata al signor Luca Pairetto della sezione AIA di Torino. Figlio darte giacché suo padre è il noto ex direttore di gara Pierluigi Pairetto, Luca è nato Torino nel mese di aprile del 1984. Attualmente è uno dei fischietti più giovani della Commissione Arbitri di Serie A essendo peraltro fresco di promozione dalla serie cadetta. Luca Pairetto ha però già diretto una gara della massima serie nel mese di settembre 2013 ed ossia il match tra Livorno e Cagliari mentre nella scorsa stagione gli è stata affidata la delicata finale di andata di Play Off di Serie B tra il Pescara ed il Trapani. Luca Pairetto dirigerà quindi Palermo-Sassuolo giovandosi del supporto di Di Liberatore e Vivenzi come assistenti di linea, Giallatini nei panni di quarto uomo e della coppia Valeri Sacchi quali addizionali.

Palermo-Sassuolo: inizia il campionato di Serie A per le due squadre. Dal punto di vista tattico si tratta di due sistemi diversi: nel corso dellultima stagione Davide Ballardini, chiamato e allontanato e poi richiamato per salvare il Palermo, ha giocato con il 3-5-2 che diventava a volte un 3-4-2-1 con due trequartisti alle spalle di una singola punta. A dire il vero il Palermo ha giocato anche con la difesa a 4, e per questa stagione potrebbe iniziare con il tridente offensivo ma anche una difesa di tre uomini che stringono al centro. Ovviamente non cambia nulla nel Sassuolo: da quando è arrivato Eusebio Di Francesco, e a dire il vero anche prima con Fulvio Pea, i neroverdi hanno praticato sempre e soltanto il 4-3-3. Questanno forse potrebbero aprire alla presenza di un attaccante di ruolo (Defrel) sullesterno vista la cessione di Nicola Sansone, ma i dettami non cambiano e il sistema di gioco sarà quello che ben conosciamo. Un sistema che nei primi anni concedeva tanto a livello difensivo, e che ora invece si è affinato e, anche rinunciando a qualche gol in meno, è diventato molto più solido. 

Due campionati completamente agli antipodi per le due squadre. Ricordiamo bene come sono andate le cose al Palermo nel 2015-2016: si parte con Iachini, poi fuori lui e dentro Ballardini, poi la suggestione Barros Schelotto che però se ne va subito perchè non può ottenere il patentino da allenatore. Avanti con Bosi, cacciato per Giovanni Tedesco, quindi il ritorno di Ballardini. Squadra salva per miracolo a scapito del Carpi, ma Maurizio Zamparini ne era uscito malissimo per immagine e per certe dichiarazioni (in un primo momento aveva comunque ammesso le sue colpe). Tuttaltra stagione quella del Sassuolo: ben presto il sogno Europa League è diventato realtà con una lunga rincorsa sul Milan, fatta di prestazioni sorprendenti e grandi risultati. Al terzo anno consecutivo, e assoluto, in Serie A il piccolo Sassuolo è riuscito a qualificarsi per unEuropa che ora sta per diventare una fase a gironi da giocare da protagonisti. Di solito in questi casi il difficile è ripetersi, anche perchè gli emiliani sono poco abituati al doppio impegno: eppure hanno tutto per fare bene anche stavolta.

 Palermo-Sassuolo, diretta dall’arbitro Pairetto, è in programma oggi domenica 21 agosto 2016 alle 20:45, è certamente una partita particolare per le due squadre. Per gli emiliani arriva infatti nel bel mezzo dello spareggio con la Stella Rossa Belgrado per accedere alla fase a gironi dellEuropa League, e per i rosanero mentre Zamparini sta continuando le trattative per la vendita del club. Per i siciliani si tratta del primo impegno in un campionato nel quale vogliono fortemente migliorare dopo la salvezza ottenuta allultima giornata nella scorsa stagione, mentre la squadra di Di Francesco, sempre migliorata nelle ultime stagioni, con la conquista anche dellEuropa, cerca la conferma. 

Il Palermo ha esordito in Coppa Italia, battendo il Bari per 1-0 e qualificandosi pertanto al quarto turno della manifestazione. Qualificazione che è arrivata però con una rete di Chocev proprio al termine del secondo supplementare, evitando così il rischio dei calci di rigore, in una gara dove il Palermo ha cercato di fare gioco, ma si è imbattuto in un Bari bene in palla. Prima dellesordio ufficiale, la formazione di Ballardini ha disputato due amichevoli internazionali, prima con lAl-Wheda e poi con il Marsiglia, chiuse entrambe in pareggio per 1-1. Contro gli arabi ad andare in rete è stato Nestorovski, uno dei nuovi acquisti, che ha pareggiato all80esimo il vantaggio dellAl.Wheda, mentre la rete contro i francesi è stata messa a segno da Embalo al 57esimo.

Il Sassuolo si presentaal Barbera con molta euforia per il netto successo contro i serbi della Stella Rossa nellandata dei “playoff” di Europa League. Per la formazione di Di Francesco, che ha letteralmente dominato la gara, colpendo anche due pali, sono andati a segno Berardi, Politano e Defrel, mostrando che lattacco dei neroverdi, anche con la perdita di Sansone è sempre molto efficiente.

Per arrivare a disputare questa serie playoff, con il ritorno in programma al Marakanà di Belgrado il prossimo giovedì, il Sassuolo aveva eliminato, nel turno precedente gli svizzeri del Lucerna, anche in questo caso con una vittoria casalinga per 3-0, con una doppietta di Berardi, capocannoniere dei suoi in Europa, a cui ha fatto seguito la terza segnatura da parte di Defrel. Nel mezzo un triangolare con partite da 45 minuti, il Trofeo Tim, con una sconfitta per 1-0 contro il Celta Vigo, ma una vittoria, per 3-2, contro il Milan, che ha consentito alla formazione emiliana di aggiudicarsi per la prima volta il trofeo. Nellincontro con i rossoneri, sono andati in rete Falcinelli, Politano e Trotta che hanno ribaltato lo 0-2 iniziale in vantaggio del Milan.

Il Palermo, nelle precedenti partite, ha schieratoil 3-4-3, modulo che presumibilmente vedremo in campo anche oggi nello scontro con il Sassuolo. Il Palermo sta ancora cercando di completare la sua rosa, ma la campagna acquisti si dovrebbe sbloccare definitivamente quando sarà completato il passaggio della società alla cordata italo-americana. Il successo ampio in Europa League ha dato una certa tranquillità a Di Francesco e ai suoi ragazzi in vista del ritorno e quindi garantire maggiore concentrazione in vista dellesordio in campionato, che il Sassuolo non ha alcuna intenzione di snobbare. Vediamo quindi le probabili formazioni in campo stasera.

Posacev; Goldaniga, Vitiello, Andelokovic; Rispoli, Gazzi, Hljemark, Aleesami; Bentivegna, Embalo, Nestorovski. All.: Ballardini.

Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Sensi, Magnanelli, Mazzitelli; Berardi, Defrel, Politano. All.: Di Francesco.

Per quanto riguarda le scommesse sportive su Palermo-Sassuolo, la Snai vede favoriti gli ospiti, che la cui vittoria viene data a 2,40, mentre sono quasi identiche le quote della vittoria dei padroni di casa, offerta a 3.10, e quella del pareggio, offerto a 3,2. Una quotazione che sicuramente tiene conto delle belle prestazioni del Sassuolo in questi ultimi impegni e del momento di grande forma dei suoi attaccanti che segnano in tutte le occasioni.  La diretta tv di palermo Sassuolo, che si disputa allo Stadio Barbera, è garantita da Sky che offre la gara dalle 20.00 con il prepartita, su Sky calcio 6HD, canale 256 della piattaforma satellitare, con la telecronaca di Paolo Ciarravano e il commento di Lorenzo Minotti. Per gli abbonati ai servizi via internet sarà possibile seguire Palermo Sassuolo anche in diretta streaming video. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori