Ultime Notizie / Oggi, ultim’ora, Ancelotti recupera Renato Sanches per Bayern Monaco-Werder Brema (sport, 22 agosto 2016)

- La Redazione

Ultime Notizie sport: 3 a 0 per il Brasile nel volley, l’Italia ha indietreggiato; terzo posto per Marc Marquez nel Moto GP; Higuain splendente contro la Fiorentina, news del 22 agosto 2016.

renato_sanches_portogallo
Renato Sanches (LaPresse)

Buone notizie in casa Bayern Monaco, dove ora il padrone è Carlo Ancelotti: a ormai pochi giorni dall’inizio della Bundesliga il tecnico ex del Milan, ha finalmente ritrovato anche Renato Sanches, infortunatosi lo scorso 8 agosto alla coscia. Il giocatore recentemente salito agli onori delle cronaca per via della polemica sulla sua vera età è stato visto allenarsi con il resto del gruppo questa mattina. Per Renato Sanches, giunto al Bayern Monaco dal Benfica in questa finestra di calciomercato estivo è stato programmato un lavoro leggero, segno che comunque il portoghese non è ancora in piena forma. Renato Sanches dunque difficilmente sarà a disposizione di Carlo Ancelotti in occasione dell’esordio contro i Werder Brema,nonostante le dichiarazioni rincuoranti fatte dal club tedesco sul proprio portale ufficiale e riportate dal portale espnfc.com. Il Bayern Monaco ha inoltre affermato che Arjen Robben, Douglas Costa, Holger Badstuber e Jerome Boateng, mantengono il programma di allenamento individuale, per poter meglio riprendersi dai vari infortuni. 

Alla conclusione del Master 1000 di Cincinnati, dove ha visto trionfare Marin Cilic su Andy Murray per due set a zero, l’ATP ha redatto  il nuovo ranking mondiale del tennis singolo, che vede nuovamente in testa Novak Djokovic, ultimo vincitore del torneo di Toronto: il serbo nonostante la sua prestazione ai giochi olimpici di Rio de Janeiro conserva il suo primato a quota 14840 punti. Grazie alla finale conquistata a Cincinnati e all’assenza dello stesso Djokovic nel torneo americano rimane saldamente al secondo posto del ranking ATP il vincitore dell’ultima edizione di Wimbledon Andy Murray, che prova a rosicchiare qualche distanza con il serbo, rimanendo comunque a grande distanza. Terzo posto per Stan Wawrinka, che supera così il Re, lo svizzero Roger Federer, fermo in quarta posizione della classifica dei migliori tennisti al mondo. Chiudono la top ten Rafael Nadal, Raonic, Nishikori, Berdych, Cilic e Thiem. Per quanto riguarda gli italiani segnaliamo il trentottesimo posto di Fabio Fognini e il trentanovesimo di Paolo Lorenzi, che guadagna una posizione, mentre perde ben 14 posizioni e precipita all’88 posto Andreas Seppi. 

Esordio difficile per il Torino nella stagione 2016-2017 della Serie A. Nella prima partita di campionato che ha visto i granata impegnati contro il Milan (che si è conclusa 3 a 2 a favore dei rossoneri), Sinisa Mihajlovic deve fare i  conti già con i giocatori infortunati: proprio durante il match Adem Ljajic è dovuto uscire in barella dal campo a seguito di un trauma contusivo al ginocchio sinistro. Fortunatamente gli accertamenti strumentali eseguiti questa mattina hanno scongiurato ulteriori problematiche per l’idolo granata, che presto dunque dovrebbe riunirsi al resto del gruppo in allenamento. Ma le notizie negative per il Torino non sono terminate, perchè Arlin Ajeti ha accusato negli ultimi minuti dell’allenamento di scarico mattutino un forte dolore ai muscoli flessori della coscia destra. Al momento non si sa ancora nulla della condizione del giocatore granata che sta affrontando gli esami strumentali previsti, secondo quanto riporta il portale eurosport.it. Il Torino riprenderà come da programma la preparazione soltanto mercoledì in tempo utile per capire se Ljajic e Ajeti porranno far parte del gruppo per la seconda giornata di campionato oppure no.

E’ stata pubblicata proprio pochi minuti fa oggi 22 agosto 2016 la nuova classifica delle migliori tenniste al mondo, proprio al temine del master 1000 di Cincinnati che ha visto trionfare la Pliskova sulla favorita Angelique Kerber. In testa al ranking del tennis femminile rimane ancora saldamente al comando la statunitense Serena Williams, ma ora viene tallonata a poca distanza proprio dalla Kerber che grazie alla vittoria del trofeo americano ora rimane a 190 lunghezze dalla statunitense. Terzo posto per la Muguruza, mentre concludono la top 5 anche la Radwanska e Simona Halep. Stabile all’ottavo posto la nostra Roberta Vinci, prima tra le giocatrici italiane, mentre entra nella top 30 guadagnando ben 3 posizioni Sara Errani. Scivola di due posizioni Camila Giorgi, mentre Francesca Schiavone arriva ad occupare la 95 postazione del ranking WTA ed è la quinta italiana, mentre Karin Knapp indietreggia fino a toccare la 131 posizione. Con lo sto nel torneo di Cincinnati la Kerber perde per il momento l’occasione del sorpasso sulla Williams, che al momento punta a superare il record di Martina Navratilova di settimane di seguito al numero 1 del ranking mondiale: la statunitense attualmente è arrivata ala 307 settimana, mentre il record da battere è di 332 settimane).

Sta terminando ormai la stagione del calciomercato estivo, ma proprio oggi sono stati rivelalti alcuni retroscena sull’arrivo del tecnico Jose Mourinho alla panchina del Manchester United: a rivelare questa ultim’ora è lo stesso allenatore portoghese in esclusiva alla rivista Sport, in cui ha approfondito il suo ritorno alla Premier League dopo che l’avventura col Chelsea si era conclusa con l’esonero dello Special One. Mourinho ha infatti rivelato che: “Potevo andare in Italia o in Spagna, come ho già fatto in passato, ma la Premier League è speciale. In alcuni Paesi i grandi club vogliono essere sempre più grandi e lasciare gli altri indietro, sempre più piccoli. In Inghilterra accade il contrario. Qui vogliono che tutti i club siano competitivi”. Jose Mourinho, che aveva fatto sognare i tifosi dell‘Inter con il triplete del 2010 non è infatti nuovo del campionato italiano e spagnolo, avendo allenato in precedenza anche Barcellona e Real Madrid. Per lo Special One si tratta di un ritorno in Premier League in grande stile dove il suo club il Manchester United è stato protagonista di una stagione di calciomercato davvero entusiasmante.

Si è conclusa con la medaglia d’oro l’avventura nella nazionale  di basket americana alle Olimpiadi di Rio 2016: un titolo olimpico già annunciato in realtà alla vigilia per la formazione di Coach K che ha potuto approfittare della presenza in rosa di Carmelo Anthony, dei New York Knicks, il quale al termine della premiazione avvenuta nella notte di oggi 22 agosto in lacrime ha annunciato il suo ritiro dalla nazionale statunitense, ha commentato questo momento così significativo: “So che questa è la fine, per me finisce qui. Sono davvero contento, per me ma anche per i miei compagni che non hanno mai vissuto niente del genere. Ho detto di si a questo programma nel 2004, ne ho visto il meglio e il peggio ma non gli ho mai voltato le spalle. Nessuno lo ha fatto, e dopo 3 ori olimpici sono ancora qui”. Quello olimpico è stato un percorso davvero fantastico per Anthony, che porta a casa la sua quarta medaglia d’oro olimpica di seguito, un record che nessun cestista statunitense ha mai vinto. In questa edizione dei giochi brasiliani Anthony è anche diventato il miglior marcatore della storia del team USA alle Olimpiadi, primato che prima apparteneva a Durant.

Si è conclusa nella notte la finalissima del Master 1000 Cincinnati di tennis, che ha visto sfidarsi Marin Cilic e Andy Murray. Ribaltato completamente il pronostico stilato alla vigilia, il croato si è imposto sul vincitore di Wimbledon 2016 per 6-4 e 7-5, al termine di un match che ha visto Cilic protagonista assoluto, presente sul campo con una condizione fisica e mentale migliore rispetto allo scozzese. Il primo set della finalissima ha visto lo strapotere del croato: dopo un 2-2 Cilic si è imposto con due break, conservando anche la battuta. Murray ha provato la rimonta ma si è dovuto presto arrendere al decimo gioco. Lo scozzese ha provato ad alzare veramente la testa solo nel secondo parziale, il cui avvio è stato molto equilibrato: dopo il 5-5 perà Cilic strappa all’avversario il turno di battuta per chiudere poi il set 7 a 5 Per Marin Cilic, si tratta del 15 esimo trionfo in carriera, il primo della stagione 2016, che lo dirige come favorito ai prossimi Us Open 2016, che avranno inizio il prossimo 29 agosto.

Un 3 a 0 che non lascia recriminazioni, quella svolta ieri per il volley, con l’Italia arresa ai forti brasiliani. Gli azzuri hanno gettato la spugna con un punteggio pesante, figlio di tre set combattuti in ogni dettaglio e viziati da alcune decisioni arbitrali discutibili. Per la squadra italiana di volley continua così il tabù della medaglia doro, unico trofeo che manca nel ricco palmares della nostra nazionale maggiore. Sempre ieri bronzo nella lotta con Chamizo: anche in questo caso polemiche legate a una decisione dellarbitro in semifinale che ha sbarrato le porte della finale per il forte lottatore azzurro. Con queste ultime medaglie la spedizione azzurra si ferma a 28 allori (8 ori,12 argento e otto bronzi), raggiungendo la nona posizione del medagliere generale.

Un Rossi che ha “indovinato” le gomme e che alla fine ha conquistato un secondo posto, una vera e propria panacea per il suo campionato mondiale, dopo la cattiva prova di Lorenzo che ha chiuso diciassettesimo. Vittoria per Cal Crutchlow su Honda, che sul circuito di Brno in Ungheria è stato il migliore a interpretare il cambio delle condizioni meteorologiche che hanno condizionato lintera prova. Adesso Rossi è secondo nel mondiale piloti, mentre Marc Marquez ha chiuso ieri in terza posizione, rimanendo comunque primo ed avanti di oltre cinquanta punti. Brutta prova per le Ducati, i cui piloti nonostante un ottima partenza hanno chiuso malissimo, con Dovizioso fuori dai giochi e Iannone a lungo in testa alla corsa e fuori dalla top five.

E’ stata quella del basket lultima medaglia assegnata da queste Olimpiadi di Rio 2016, giochi partiti in sordina e che hanno piano piano guadagnato lonore della ribalta internazionale. La spedizione italiana si è ben comportata con ori giunti da discipline di solito non tenute in considerazione, come la carabina o il tiro a volo, e conferme (dalla spada e dagli sport di squadra). Bellissimo lergento conquistato dal Duo Lupo-Nicolai nel beach volley, medaglia che ha ancora maggiore valenza data la malattia che ha colpito nel passato Lupo, giocatore a cui è stato affidato lonore di fare da portabandiera nella cerimonia di chiusura. Bella anche le medaglie della Cagnotto nei tuffi, ultima prima del ritiro dellatleta bolzanina.

Ce stato bisogno solamente di nove minuti per conquistare il cuore dei suoi nuovi tifosi, questo il tempo necessario per Gonzalo Higuain per regalare la vittoria alla Juventus. Il giocatore argentino partito dalla panchina, è subentrato nella gara contro i viola dopo il pareggio della squadra di Sousa: la sua è stata la solita partita da rapinatore dellarea ed ha ghermito un pallone rinviato dalla difesa toscana. L’azione successiva è stato ribatterlo direttamente in fondo alla porta difesa da Tatarusanu, portiere che non è apparso impeccabile. Goal vittoria per lui e primi punti pesantissimi per la squadra di Allegri, intenzionata a bissare il successo dello scorso anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori