DIRETTA/ Vuelta 2016 info streaming video e tv: Vince Calmejane! Atapuma è la nuova maglia rossa (4^ tappa, Betanzos-San Andres, oggi 23 agosto)

- La Redazione

Diretta Vuelta 2016 info streaming video e tv 4^ tappa: percorso e classifica della Betanzos-San Andres, secondo arrivo in salita consecutivo (oggi martedì 23 agosto)

quintana_pedala
Tirreno Adriatico 2017, Nairo Quintana (LaPresse)

Lilian Calmejane vince la quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. Il 23enne francese vince la prima corsa tra i professionisti grazie a un’ottima prestazione corredata da uno splendido finale sul terribile Mirador Vixia de Herbeira. Il corridore della Direct Energie precede di una dozzina di secondi la nuova maglia rossa: il colombiano Darwin Atapuma (BMC Racing Team). Seguono Zeits (Astana) e Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team). Il primo italiano a tagliare il traguardo è Battaglin (Lotto Nl-Jumbo), giunto sesto. La tappa odierna ha visto una ventina di corridori tra cui Atapuma e Calmejane sprintare con decisione dal chilometro 20 distanziando definitivamente il gruppo. L’andatura del plotone è stata sostenuta per gran parte della corsa. All’interno di questi spicca la prova di De Gendt, vincitore dei primi due Gpm, entrambi di terza categoria. Il gruppo ha tagliato il traguardo con circa un minuto e mezzo di ritardo. Tra i big prove positive per Valverde e Contador.

Siamo nella fase conclusiva di questa quarta tappa della Vuelta 2016. Stybar è passato per primo al traguardo volante di Cedeira. Subito dopo allungo deciso in vista del Mirador Vixia de Herbeira (11,20 Km al 4.80 %) di Domont (AG2R La Mondiale) che guadagna 25 secondi sugli altri battistrada, ovvero Hurtado (BMC Racing Team), Battaglin (Team LottoNL – Jumbo), Zeits (Astana Pro Team), Haga (Team Giant – Alpecin), De Gendt (Lotto Soudal), Stybar (Etixx – Quickstep), King e Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Warbasse e Wyss (IAM Cycling), Haas e Kudus (Team Dimension Data), Grmay (Lampre – Merida), Rossetto (Cofidis, Solutions Crédits), Benedetti e Thwaites (Bora-Argon 18), Madrazo Ruiz e Roson (Caja Rural – Seguos RGA) e Calmejane (Direct Energie). Il gruppo maglia rossa è distanziato di 4 minuti e 22 secondi. I corridori iniziano a scalare la salita finale. Tra pochissimo scopriremo il vincitore della quarta tappa e probabilmente anche la nuova maglia rossa. Intanto Contador c’è. Lo spagnolo scortato dal suo team si porta in testa al gruppo ma il team Sky non sta a guardare.

Quando mancano 20 chilometri alla fine di questa quarta tappa della Vuelta 2016 iniziano i primi scatti in testa alla corsa. Il gruppo sembra ormai essersi arreso, dato che lo svantaggio è cresciuto a 5 minuti e 22 secondi. I battistrada sono Hurtado (BMC Racing Team), Battaglin (Team LottoNL – Jumbo), Zeits (Astana Pro Team), Haga (Team Giant – Alpecin), Domont (AG2R La Mondiale), De Gendt (Lotto Soudal), Stybar (Etixx – Quickstep), King e Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Warbasse e Wyss (IAM Cycling), Haas e Kudus (Team Dimension Data), Grmay (Lampre – Merida), Rossetto (Cofidis, Solutions Crédits), Benedetti e Thwaites (Bora-Argon 18), Madrazo Ruiz e Roson (Caja Rural – Seguos RGA) e Calmejane (Direct Energie). In questo momento è Domont a guidare la corsa ma De Gendt è attentissimo e non vuole concedere nulla. Stiamo entrando nella fase decisiva della corsa, tra poco si arriva al traguardo volante, posto a Cedeira.

Un gruppo di 21 corridori è saldamente in testa alla quarta tappa della Vuelta 2016. In questo momento il vantaggio sul gruppo maglia rossa è di 4 minuti e 31 secondi. I fuggitivi sono Hurtado (BMC Racing Team), Battaglin (Team LottoNL – Jumbo), Zeits (Astana Pro Team), Haga (Team Giant – Alpecin), Domont (AG2R La Mondiale), De Gendt (Lotto Soudal), Stybar (Etixx – Quickstep), King e Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Warbasse e Wyss (IAM Cycling), Haas e Kudus (Team Dimension Data), Grmay (Lampre – Merida), Rossetto (Cofidis, Solutions Crédits), Benedetti e Thwaites (Bora-Argon 18), Madrazo Ruiz e Roson (Caja Rural – Seguos RGA) e Calmejane (Direct Energie). Il belga De Gendt intanto ha vinto i primi due Gran Premi della Montagna di oggi. Punti preziosi per il belga in chiave classifica scalatori. Adesso il leader Alexandre Geniez, maglia a pois blu, è distante solo un punto. Mancano 36 chilometri al traguardo.

In questo momento mancano 45 chilometri al traguardo finale di questa quarta tappa della Vuelta 2016. Sono 21 i fuggitivi che hanno accumulato un vantaggio di 4 minuti e 38 secondi sul gruppo maglia rossa: Hurtado (BMC Racing Team), Battaglin (Team LottoNL – Jumbo), Zeits (Astana Pro Team), Haga (Team Giant – Alpecin ), Domont (AG2R La Mondiale), De Gendt (Lotto Soudal), Stybar (Etixx – Quickstep), King (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Haas (Team Dimension Data), Warbasse e Wyss (IAM Cycling), Kudus (Team Dimension Data), Grmay (Lampre – Merida), Rossetto (Cofidis, Solutions Crédits), Benedetti e Thwaites (Bora-Argon 18), Madrazo Ruiz e Roson (Caja Rural – Seguos RGA) e Calmejane (Direct Energie). De Gendt intanto fa suoi i primi due Gran Premi della Montagna di oggi. Vittorie preziose per il belga che in chiave classifica scalatori quasi raggiunge il leader Alexandre Geniez, distante adesso solo un punto.

Mancano 60 chilometri alla conclusione di questa quarta tappa della Vuelta 2016. Sempre 21 uomini al comando. Il plotone si trova in una buona fase di corsa e sta vedendo salire il vantaggio sul gruppo, trainato dal Movistar Team. In questo momento ben 4 minuti e 50 secondi di distacco. Thomas De Gendt (Lotto Saudal) intanto fa suoi i primi due Gran Premi della Montagna di oggi. Vittorie preziose per il belga che in chiave classifica scalatori quasi raggiunge il leader Alexandre Geniez, distante adesso solo un punto. Due ritiri dalla corsa quest’oggi, trattasi di Vicente Reynes Mimo della IAM Cycling e Stefano Zurlo della Lampre Merida gettano la spugna. Da segnalare problemi meccanici per Castroviejo (Movistar Team) e Mate Mardones (Cofidis, Solutions Crédits). I due hanno ripreso la corsa senza particolari intoppi. Ritmo elevato in questa frazione: dopo due ore di corsa la media oraria è di 42,2 km/h.

Thomas De Gendt ha vinto i primi due Gran Premi della Montagna di questa quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. Vittorie preziose per il belga in chiave classifica scalatori. Il leader Alexandre Geniez (FDJ) adesso è distante solo un punto. Intanto la prima fuga della corsa porta 21 uomini al comando, trattasi di Hurtado (BMC Racing Team), Zeits (Astana Pro Team), Arndt e Haga (Team Giant – Alpecin), De Gendt (Lotto Soudal), Stybar (Etixx – Quickstep), King e Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Haas e Kudus (Team Dimension Data), Wyss e Warbasse (IAM Cycling), Rossetto (Cofidis, Solutions Crédits), Grmay (Lampre Merida), Benedetti e Thwaites (Bora-Argon 18), Mandrazo Ruiz e Roson (Caja Rural – Seguos RGA), Calmejane (Direct Energie), Domont (AG2R La Mondiale) e Battaglin (Team Lotto NL-Jumbo). Il gruppo, trainato dagli uomini Movistar, insegue con 3 minuti e 39 secondi di ritardo. Intanto sono arriviati due ritiri dalla corsa: Vicente Reynes Mimo della IAM Cycling e Stefano Zurlo della Lampre Merida gettano la spugna. Da segnalare problemi meccanici per Castroviejo (Movistar Team) e Mate Mardones (Cofidis, Solutions Crédits). Entrambi proseguono senza particolari intoppi.

Riesce la prima fuga di questa quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. Sono in 21 al comando, trattasi di Hurtado (BMC Racing Team), Zeits (Astana Pro Team), Arndt e Haga (Team Giant – Alpecin), De Gendt (Lotto Soudal), Stybar (Etixx – Quickstep), King e Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Haas e Kudus (Team Dimension Data), Wyss e Warbasse (IAM Cycling), Rossetto (Cofidis, Solutions Crédits), Grmay (Lampre Merida), Benedetti e Thwaites (Bora-Argon 18), Mandrazo Ruiz e Roson (Caja Rural – Seguos RGA), Calmejane (Direct Energie), Domont (AG2R La Mondiale) e Battaglin (Team Lotto NL-Jumbo). Il gruppo, trainato dagli uomini Tinkoff, insegue con 3 minuti e 38 secondi di ritardo. Nel frattempo dobbiamo segnalare due ritiri dalla corsa: Vicente Reynes Mimo della IAM Cycling e Stefano Zurlo della Lampre Merida gettano la spugna. In questo momento il colombiano Atapuma è la maglia rossa virtuale. Primi due Gpm vinti da De Gendt. Nella classifica scalatori il belga arriva a un solo punto di distanza dalla maglia a pois Geniez.

Riesce la prima fuga di questa quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. I 20 battistrada al comando sono Hurtado (BMC Racing Team), Zeits (Astana Pro Team), Arndt (Team Giant – Alpecin), De Gendt (Lotto Soudal), Stybar (Etixx – Quickstep), King (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Haas (Team Dimension Data), Kudus (Team Dimension Data), Wyss (IAM Cycling), Warbasse (IAM Cycling), Rossetto (Cofidis, Solutions Crédits), Benedetti (Bora-Argon 18), Thwaites (Bora-Argon 18), Ruiz (Caja Rural – Seguos RGA), Roson (Caja Rural – Seguos RGA), Calmejane (Direct Energie),  Chad Haga (Team Giant – Alpecin ), Domont (AG2R La Mondiale) e Battaglin (Team Lotto NL-Jumbo). Il gruppo, trainato dagli uomini Movistar, insegue a più di due minuti. Nel frattempo arriva il secondo ritiro di questa Vuelta, è la volta di  Vicente Reynes Mimo della IAM Cycling. Buon ritmo, 105 chilometri al traguardo.

Ritmi molto elevati in questa quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. 197 corridori al via dopo primo ritiro dalla corsa a tappe arrivato ieri: Warren Barguil del Team Giant Alpecin ha gettato la spugna. Tanti attacchi immediati ma nessuna fuga per i primi 20 chilometri. In questo momento forse ci siamo. Un plotone di 19 atleti si porta in testa. Sono  Hurtado (BMC Racing Team), Zeits (Astana Pro Team), Arndt (Team Giant – Alpecin), De Gendt (Lotto Soudal), Stybar (Etixx – Quickstep), King (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Haas (Team Dimension Data), Kudus (Team Dimension Data), Wyss (IAM Cycling), Warbasse (IAM Cycling), Rossetto (Cofidis, Solutions Crédits), Benedetti (Bora-Argon 18), Thwaites (Bora-Argon 18), Ruiz (Caja Rural – Seguos RGA), Roson (Caja Rural – Seguos RGA), Calmejane (Direct Energie),  Chad Haga (Team Giant – Alpecin ), Domont (AG2R La Mondiale). Il gruppo insegue a più di un minuto.

Ritmi molto elevati in questa quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. 197 corridori al via dopo il primo ritiro dalla corsa a tappe arrivato ieri: Warren Barguil del Team Giant Alpecin ha gettato la spugna. Tanti attacchi immediati ma nessuna fuga per i primi 20 chilometri. In questo momento un plotone di 20 atleti si porta al comando staccando di una trentina di secondi il gruppo. Si va spediti verso i due Gpm, di terza categoria, quello di Alto de Serra Capela (6,50 Km al 4.60 %) e Alto Monte Caxado (7,30 Km al 4.50 %). Il gran finale è però previsto negli ultimi chilometri quando la salita del muro potrebbe costare caro a qualcuno come già avvenuto ieri. Anzi rispetto alla tappa di ieri quella odierna prevede un muro finale di 11,20 chilometrii al 4.80 %. Per quanto riguarda il comando delle classifica Ruben Fernandez del Movistar Team indossa la maglia rossa e quella bianca della combinata mentre Alexandre Geniez (FDJ) indossa quella a pois e quella verde.

E’ iniziata la quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. 197 corridori al via, ieri c’è stato il primo ritiro dalla corsa a tappe: Warren Barguil del Team Giant Alpecin ha gettato la spugna. Già 15 chilometri percorsi dagli atleti, tanti attacchi ma nessuna fuga. Il gruppo annulla anche l’ultimo tentativo di un drappello di 9 corridori subito raggiunti. Ancora una trentina di chilometri e arriveranno i due Gpm, di terza categoria, quello di Alto de Serra Capela (6,50 Km al 4.60 %) e Alto Monte Caxado (7,30 Km al 4.50 %). Il gran finale è però previsto negli ultimi chilometri quando la salita del muro potrebbe costare caro a qualcuno come già avvenuto ieri. Anzi rispetto alla tappa di ieri quella odierna prevede un muro finale di 11,20 chilometrii al 4.80 %. Per quanto riguarda il comando delle classifica Ruben Fernandez del Movistar Team indossa la maglia rossa e quella bianca della combinata mentre Alexandre Geniez (FDJ) indossa quella a pois e quella verde.

E’ iniziata la quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. Frazione simile a quella di ieri. La partenza è prevista da Betanzos, paese in provincia de La Coruna, ai piedi del fiume Mandeo, sempre in Galizia. I corridori dovranno percorrere complessivamente 163,5 chilometri terminando la propria gara sul Mirador Vixia de Herbeira, a San Andrés de Teixido. Nei primi 50 chilometri subito due Gpm, di terza categoria, quello di Alto de Serra Capela (6,50 Km al 4.60 %) e Alto Monte Caxado (7,30 Km al 4.50 %). Il gran finale è però previsto negli ultimi chilometri quando la salita del muro potrebbe costare caro a qualcuno come già avvenuto ieri. Anzi rispetto alla tappa di ieri quella odierna prevede un muro finale più lungo, ben 11,20 chilometrii al 4.80 %. Nubi sparse alla partenza, vento moderato sugli 8 km/h e termometro che segna 21 gradi centigradi. Nel corso della gara è prevista la possibilità di pioggia.

Ci siamo. Tra poco si parte con la quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. Ieri vittoria per il francese Geniez della FDJ mentre la maglia rossa ha avuto il suo terzo padrone, il giovane spagnolo della Movistar Ruben Fernandez. La frazione odierna è simile a quella di ieri. Essa prevede la sua partenza da Betanzos, paese in provincia de La Coruna, ai piedi del fiume Mandeo, sempre in Galizia. I corridori dovranno percorrere 163,5 chilometri terminando la propria gara sul Mirador Vixia de Herbeira, a San Andrés de Teixido. Nei primi 50 chilometri subito due Gpm, di terza categoria, quello di Alto de Serra Capela (6,50 Km al 4.60 %) e Alto Monte Caxado (7,30 Km al 4.50 %). Il gran finale è però previsto negli ultimi chilometri quando la salita del muro potrebbe costare caro a qualcuno come già avvenuto ieri. Tratto impegnativo: sono previsti 11,20 chilometrii al 4.80 %. Tra pochissimo si parte.

Tra circa un’ora avrà inizio la quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. La frazione di ieri ha decretato il secondo passaggio di maglia rossa: dalle spalle del polacco del team Sky Kwiatkowski a quelle del giovane spagnolo della Movistar Ruben Fernandez. La frazione odierna è simile a quella di ieri. Essa prevede la sua partenza da Betanzos, paese in provincia de La Coruna, ai piedi del fiume Mandeo. I corridori dovranno percorrere 163,5 chilometri terminando la propria gara a un traguardo inedito, il Mirador Vixia de Herbeira, a San Andrés de Teixido. Nei primi 50 chilometri subito due Gpm, di terza categoria, quello di Alto de Serra Capela (6,50 Km al 4.60 %) e Alto Monte Caxado (7,30 Km al 4.50 %). Il gran finale è però previsto negli ultimi chilometri quando la salita del muro potrebbe costare caro a qualcuno come già avvenuto ieri. Assisteremo a qualche corpo a corpo tra i capitani? L’attesa cresce.

Tra circa un’ora avrà inizio la quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. La frazione di ieri ha decretato il secondo passaggio di maglia rossa: dalle spalle del polacco del team Sky Kwiatkowski a quelle del giovane spagnolo della Movistar Ruben Fernandez. La frazione odierna è simile a quella di ieri. Essa prevede la sua partenza da Betanzos, paese in provincia de La Coruna, ai piedi del fiume Mandeo. I corridori dovranno percorrere 163,5 chilometri terminando la propria gara a un traguardo inedito, il Mirador Vixia de Herbeira, a San Andrés de Teixido. Nei primi 50 chilometri subito due Gpm, di terza categoria, quello di Alto de Serra Capela (6,50 Km al 4.60 %) e Alto Monte Caxado (7,30 Km al 4.50 %). Il gran finale è però previsto negli ultimi chilometri quando la salita del muro potrebbe costare caro a qualcuno come già avvenuto ieri. Assisteremo a qualche corpo a corpo tra i capitani? L’attesa cresce.

Tra circa un’ora avrà inizio la quarta tappa della Vuelta a la Espana 2016. Dopo la tappa di ieri, vinta dal francese della FDJ Alexandre Geniez, la nuova maglia rossa è Ruben Fernandez (Movistar). La frazione odierna prevede la sua partenza da Betanzos, paese in provincia de La Coruna, ai piedi del fiume Mandeo. I corridori dovranno percorrere 163,5 chilometri terminando la propria gara a un traguardo inedito, il Mirador Vixia de Herbeira, a San Andrés de Teixido, da dove si potranno ammirare le falesie più alte dEuropa. Spettacolo naturale garantito ma anche quello sportivo promette bene, visto che la salita finale di 11,2 km al 4,8% seppur non durissima rischia di costare cara a qualcuno, come già abbiamo visto ieri. Nei primi 50 chilometri altri due Gpm, di terza categoria, quello di Alto de Serra Capela (6,50 Km al 4.60 %) e Alto Monte Caxado (7,30 Km al 4.50 %). Tra poco si parte.

Dopo tre tappe la Vuelta 2016 vede in testa due corridori di casa, ovvero spagnoli, e dello stesso team: sono Ruben Fernandez Andujar, venticinquenne nato a Murcia e il veterano Alejandro Valverde, entrambi corrono per la Movistar. Il tempo complessivo di Fernandez Andujar è di 9 ore, 16 minuti e 7 secondi, Valverde segue in seconda posizione a 7 di distanza. Già in zona podio uno dei ciclisti più attesi in questa Vuelta 2016: il britannico Chris Froome reduce dalla grande vittoria allultimo Tour de France; il corridore del team SKY è staccato di 11 dalla maglia rossa. Seguono due colombiani, Johan Chaves della Orica BikeExchange e Nairo Quintana della Movistar (entrambi a +17 da Fernandez Andujar), poi in sesta posizione un altro spagnolo ovvero Samuel Sanchez Gonzalez, del team BMC (+46). Completano la provvisoria top ten della Vuelta 2016 il britannico Peter Kannaugh (SKY) a +47, il ceco Leopold Konig (SKY) a +51, lo spagnolo Daniel Moreno Fernandez (Movistar) a +58, ed anche lo scalatore italiano della Etixx-Quick Step Gianluca Brambilla, distanziato dalla vetta di 1 minuto e 1 secondo e che proprio ieri ha compiuto 29 anni. 

La Vuelta 2016 propone oggi, martedì 23 agosto, la quarta tappa dell’edizione numero 71 del Giro di Spagna di ciclismo. L’appuntamento è con la Betanzos-San Andres de Teixido di 163,5 km, che proporrà il secondo arrivo in salita consecutivo di questa Vuelta. Non è una vera e propria tappa di montagna e non si può ancora parlare di salite particolarmente impegnative, tuttavia la Vuelta fa sul serio fin da queste prime giornate che chiamano subito all’azione gli uomini di classifica, che non possono permettersi distrazioni se vogliono lottare per la maglia rossa, non tanto per queste prime tappe quanto già in ottica podio finale di Madrid.

Siamo ancora una volta in Galizia: grande protagonista della prima parte della Vuelta 2016 è proprio la regione più nord-occidentale della Spagna, dalla quale la corsa è partita sabato e nella quale rimarrà fino alla partenza della settima tappa. Adesso è giunto il momento di esaminare più nel dettaglio il percorso di questa tappa. La partenza avrà luogo da Betanzos alle ore 13.30. Il tracciato sarà caratterizzato da numerosi saliscendi fin dai primi chilometri, tanto che saranno da affrontare presto due Gpm, anche se entrambi di terza categoria, che non causeranno dunque una grande selezione. Li citiamo comunque: saranno l’Alto Da Serra Capela al km 28 e l’Alto Monte Caxado al km 58,3. La fase decisiva però naturalmente sarà il finale: ecco dunque lo sprint intermedio che sarà collocato a Cedeira al km 149, la località nel cui territorio comunale è posta la salita verso l’arrivo di San Andres de Teixido: un’ascesa che sarà anche valida come Gpm di seconda categoria, ufficialmente 11,2 km di salita con pendenza media del 4,8%. Bisogna però tenere conto che la salita sarà spezzata a metà da un tratto in discesa, dunque a dire il vero la salita sarà più breve ma un pochino più impegnativa rispetto a quanto dicono i numeri: in ogni caso nulla di trascendentale, ma comunque chi sta bene potrà attaccare per vincere la tappa, conquistare l’abbuono e guadagnare qualche secondo sui rivali attualmente meno in forma.

La Vuelta viene trasmessa in diretta tv su Eurosport, canale tematico europeo disponibile sia nel pacchetto satellitare di Sky sia in quello digitale terrestre di Mediaset Premium. In diretta streaming video l’appuntamento sarà dunque con i servizi offerti ai rispettivi abbonati da Sky Go, Premium Play ed Eurosport Player. Per quanto riguarda questa quarta tappa Betanzos-San Andres de Teixido, il collegamento sarà dalle ore 14.45 per seguire tutte le fasi salienti della frazione, e al termine della tappa (il cui arrivo è previsto indicativamente fra le ore 17.30 e le 17.50) ci sarà la rubrica Vuelta Extra per approfondimenti e commenti. Informazioni importanti sulla corsa spagnola saranno disponibili anche sui social network: su Facebook la pagina ufficiale è Vuelta a España, mentre l’account ufficiale Twitter è @lavuelta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori