SORTEGGIO GIRONI CHAMPIONS LEAGUE 2017 / Avversarie Juventus e Napoli: il Leicester tra le protagoniste? (oggi 25 agosto)

- La Redazione

Sorteggio Champions League 2017, fase a gironi: diretta tv e streaming video della cerimonia di Montecarlo. Quali avversarie per Juventus e Napoli? (Ultime Notizie, oggi 24 agosto 2016).

sorteggio_champions_urne
Foto LaPresse

Tra le squadre più attese per il sorteggio della Champions League 2017 c’era ovviamente il Leicester di Claudio Ranieri. Il club inglese ha vinto a sorpresa l’ultima Premier League e quindi si è presentata in Champions League dalla porta principale partendo direttamente dalla prima fascia e cioè evitando i top club come Juventus, Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco e Paris Saint German. Il Leicester è capitato nell’abbordabile girone G insieme al Porto che ha eliminato la Roma al turno preliminare e a Bruges e Copenaghen. Ne ha parlato subito dopo il direttore sportivo del club inglese Jon Rudkin ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com: “Le squadre che andremo ad affrontare sanno cosa vuol dire giocare la Champions League e sono tutti scontri complicati. Tutti i gruppi hanno una squadra che può vincere la Champions League. E’ la nostra opportunità in Europa e ci proveremo. In Premier League abbiamo avuto due partite non semplic, ma abbiamo dimostrato tanto lo scorso anno. Tornereremo a quei livelli”.

Il sorteggio dei gironi di Champions League tutto sommato sorride ad entrambe le squadre italiane che saranno impegnate nella Champions League 2016-2017, cioè Juventus e Napoli. I campioni d’Italia affronteranno Siviglia, Lione e Dinamo Zagabria, un girone ampiamente alla portata dei bianconeri di Massimiliano Allegri, che quest’anno non fanno mistero di puntare senza mezzi termini ad essere grandi protagonisti anche in Champions League (clicca qui per saperne di più sul girone della Juventus). In tutte le fasce sono state evitate le avversarie più pericolose, anche se soprattutto il Siviglia – già affrontato l’anno scorso – merita il massimo rispetto. Molto bene è andata anche al Napoli, che partiva dalla seconda fascia e ha pescato come testa di serie il Benfica, poi anche Dinamo Kiev e Besiktas. Le trasferte per Maurizio Sarri saranno un po’ meno agevoli dal punto di vista logistico, ma anche per i partenopei entrare fra le prime due non appare una missione impossibile (clicca qui per saperne di più sul girone del Napoli). 

Abbiamo finalmente il quadro completo degli 8 gironi di Champions League 2016-2017, col sorteggio ormai giunto alle fasi conclusive. Per estrarre le squadre appartenenti alla quarta e ultima fascia dall’urna viene chiamato Roberto Carlos che avrà il compito di completare gli ultimi 8 gironi. Il Ludogorets finisce nel gruppo A con PSG, Arsenal e Basilea; il Copenaghen completa il quartetto del gruppo G, quello con Leicester, Porto e Club Brugge; il Legia Varsavia viene assegnato al gruppo F dove inconterà Real Madrid, Borussia Dortmund e Sporting Lisbona; il Monaco, una delle squadre più pericolose provenienti dalla quarta fascia, completa il gruppo E, uno dei più equilibrati con CSKA Mosca, Bayer Leverkusen e Tottenham; la Dinamo Zagabria sarà la terza e ultima avversaria del gruppo H con Juventus (favorita del girone per il primo posto), Siviglia e Lione; la sorpresa Rostov va nel gruppo D dove sono già presenti Bayern Monaco, Atletico Madrid e PSV Eindhoven; il Besiktas, privo di Mario Gomez e José Sosa, sarà un ostacolo relativamente agile per Napoli, Benfica e Dinamo Kiev nel gruppo B; l’ultima squadra a trovare una sistemazione è il Celtic che finisce nel gruppo meno desiderato, il C con Barcellona, Manchester City e Borussia Monchengladbach. La cerimonia si conclude con la premiazione del miglior giocatore UEFA: sfida a 3 tra Cristiano Ronaldo, Gareth Bale e Antoine Griezmann che viene vinta dal numero 7 del Real Madrid che ottiene il maggior numero di voti e si aggiudica l’ennesimo riconoscimento della sua incredibile carriera. 

Al momento il sorteggio dei gironi di Champions League 2016-2017 stanno sorridendo largamente alle squadre italiane, e tra pochissime righe capirete perché. A estrarre le squadre della terza fascia dall’urna ci pensa un’altra vecchia gloria del calcio internazionale, l’ex-centravanti Ruud van Nistelrooy, che sorteggia per prima il Lione nel gruppo H con Juventus e Siviglia, con i bianconeri che evitano anche le uniche due pericolose provenienti da quella fascia, cioè Tottenham e Borussia Dortmund. Per quanto riguarda le altre squadre, lo Sporting Lisbona dovrà vedersela Real Madrid e Borussia Dortmund nel gruppo F, il Tottenham viene aggregato a CSKA Mosca e Tottenham nel gruppo E, la Dinamo Kiev pesca il gruppo B dove sono già presenti Benfica e Napoli (finora sta andando di lusso per i partenopei che hanno evitato tutte le big più pericolose), il PSV Eindhoven finisce nel gruppo D con Bayern Monaco e Atletico Madrid (gli olandesi non possono dirsi fortunati come la squadra di Sarri), il Club Brugge si aggiunge a Leicester e Porto nel gruppo G, il Basilea trova posto nel gruppo A con PSG e Arsenal, infine il Borussia Monchengladbach contribuirà a formare il girone di ferro con Barcellona e Manchester City nel gruppo C. 

Prosegue a pieno regime il sorteggio dei gironi di Champions League 2016-2017: adesso è la volta delle squadre comprese nella seconda urna scoprire in quali gruppi finiranno, a estrarre le palline è Thierry Henry. Si comincia dal Porto che viene inserito nel gruppo G, andando così a fare compagnia al Leicester; la seconda squadra estratta dall’urna è il Siviglia che viene abbinato alla Juventus nel gruppo H, avversario di grande valore ma alla portata dei bianconeri. Il Borussia Dortmund approda nel gruppo F dove incontrerà il Real Madrid (si preannuncia uno scontro diretto davvero ad altissimo livello già nei gironi), mentre l’Arsenal lo ritroviamo nel gruppo A assieme al Paris SG. Sorteggio tutto sommato fortunato per il Napoli che se la vedrà col Benfica nel gruppo B, evitando Barcellona e Bayern Monaco, ma al Bayer Leverkusen ha detto ancora meglio visto che è capitato con il CSKA Mosca nel gruppo E. Molto interessanti gli altri due abbinamenti con il Manchester City di Guardiola che sfiderà il gruppo C e l’Atletico Madrid che proverà a complicare la vita al Bayern Monaco nel gruppo D. 

Al Grimaldi Forum di Montecarlo è in corso il sorteggio dei gironi di Champions League 2016-2017. Si procede con l’estrazione delle squadre presenti nella prima fascia, quella delle teste di serie, con Ian Rush che ha qualche difficoltà a estrarre le palline dall’urgna: la prima squadra a essere sorteggiata è il Barcellona campione di Spagna che viene inserito nel gruppo C; la seconda è il Leicester di Ranieri che finisce nel gruppo G; seguono il Real Madrid (gruppo F), il Bayern Monaco (gruppo D), il Benfica (gruppo B), il CSKA Mosca (gruppo E), il Paris Saint Germain (gruppo A) e infine la Juventus di Allegri che finisce nel girone H dove potrebbe il Borussia Dortmund come squadra più pericolosa, in compenso evita il Manchester City essendo nella parte del girone con il Leicester. Adesso verrà estratta la seconda urna, quella che comprende il Napoli che può capitare nella parte del tabellone con PSG, Benfica, Barcellona e Bayern Monaco, tutte squadre temibili fatta eccezione per quella portoghese. 

Il cerimoniale della UEFA si apre con un filmato che mostra i principali highlights della scorsa edizione di Champions League, accompagnato dalle voci di due tenori che intonano la Traviata di Giuseppe Verdi, considerando che la finale tra Real e Atletico Madrid si è disputata allo Stadio Meazza di Milano, la Scala del calcio. L’ambasciatore della finale 2017 in programma a Cardiff è Ian Rush che fa il suo ingresso portando tra le mani la Coppa dalle Grandi Orecchie. A estrarre dalle urne le 32 squadre saranno quattro ex-campioni: Clarence Seedorf, Ruud van Nistelrooy, Thierry Henry e Pavel Nedved. Dopodiché sale sul palco Giorgio Marchetti che illustra le modalità tecniche con le quali verrà effettuato il sorteggio, spiegando inoltre che non ci saranno, almeno nella fase a gironi, incontri tra squadre russe e ucraine, oltre che ovviamente tra club della stessa nazionalità. 

Al Grimaldi Forum di Montecarlo l’attesa è finita, ha preso il via la cerimonia dell’UEFA per il sorteggio dei gironi di Champions League 2016-2017. Tanti personaggi illustri hanno calcato il Blue Carpet, a cominciare dagli ex-calciatori Ian Rush, Clarence Seedorf e Pavel Nedved, proseguendo per Antoine Griezmann, Gareth Bale e Cristiano Ronaldo, accolti calorosamente dal pubblico che ha aspettato per ore sotto al sole per vederli passare a pochi centimetri da loro e poter chiedere loro un autografo o un selfie. Saranno ovviamente presenti al gran completo i dirigenti delle 32 squadre che prendono parte alla più importante competizione per club organizzata dalla UEFA, pronti a conoscere le loro future avversarie. Dita incrociate per Juventus e Napoli, sperando che evitino le big e possano capitare in gruppi non impossibili, con l’obiettivo di migliorare il ranking soprattutto dopo che la Roma è stata eliminata dal Porto nei playoff. 

Per la prima volta nella sua storia, il Leicester prenderà parte al sorteggio dei gironi di Champions League 2016-2017. La squadra di Ranieri, che al termine di una stagione a dir poco trionfale ha conquistato la Premier League con enorme sorpresa da parte di tifosi, appassionati e addetti ai lavori, è ora pronta a stupire anche in campo internazionale. L’ossatura è rimasta sostanzialmente la stessa dello scorso anno, fatta eccezione per la partenza di Kanté, una delle colonne portanti della squadra seppure non fosse appariscente come Vardy e Mahrez, il centrocampista (ora al Chelsea con Conte che ha fatto carte false per averlo) aveva dato un gran contributo alle vittorie del Leicester che, con un po’ di fortuna, potrebbe capitare in un girone abbordabile, le basta evitare Atletico Madrid e Borussia Dortmund, tutti gli altri club sulla carta dovrebbero giocarsela alla pari con le Foxes che hanno la grande occasione di dimostrare che il titolo vinto la scorsa stagione non è stato un fuoco di paglia. 

Per l’ennesima volta, l’Italia sarà presente al sorteggio dei gironi di Champions League 2016-2017 con due sole squadre, mentre la terza si è nuovamente arenata nei playoff che stanno ormai diventando maledetti. Per la Juventus, inserita nella prima fascia assieme alle altre vincitrici dei titoli nazionali (oltre al Real Madrid campione uscente), sarà di fondamentale importanza evitare il Manchester City, già incontrato lo scorso anno ai gironi e che in questa stagione fa ancora più paura con l’arrivo del tecnico Guardiola e di giocatori di assoluto valore come Nolito, Sané, Stones e Gundogan. I bianconeri, inoltre, preferirebbero fare a meno anche di Borussia Dortmund e Atletico Madrid, mentre tutte le altre squadre sono ampiamente alla portata degli uomini di Allegri. Dal canto suo, il Napoli sta facendo gli scongiuri per pescare dalla prima fascia una tra Leicester, Benfica e CSKA Mosca, tutte squadre forti che hanno vinto il titolo nei rispettivi campionati ma che sicuramente incutono meno timore rispetto a Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco e PSG. Occhio anche alla fascia 3, dove la squadra di Sarri spera di trovare il Club Brugge (già asfaltato dai partenopei in Europa League l’anno scorso), gli spauracchi principali sono rappresentati da Tottenham e Borussia Monchengladbach. Nella quarta fascia la squadra più pericolosa è il Monaco di Jardim, tutte le altre non dovrebbero essere ostacoli insormontabili per il Napoli. Entrambe i team italiani hanno comunque la concreta possibilità di superare la fase a gironi se non faranno errori nelle 6 partite in programma durante la Group Stage. 

Si svolgerà al Grimaldi Forum di Montecarlo il sorteggio che comporrà gli otto gironi della Champions League 2016-2017, appuntamento alle ore 18 quando inizierà il cerimoniale della UEFA. Anche quest’anno saranno 32 le squadre che prenderanno parte alla fase a gruppi: 4 spagnole (Real Madrid campione uscente, Barcellona, Atletico Madrid e Siviglia), 4 tedesche (Bayern Monaco, Borussia Dortmund, Bayer Leverkusen, Borussia Monchengladbach), 4 inglesi (Leicester, Arsenal, Tottenham, Manchester City), 3 portoghesi (Benfica, Sporting Lisbona, Porto), 3 francesi (PSG, Lione, Monaco), 2 italiane (Juventus, Napoli), 2 russe (CKSA Mosca, Rostov), 1 svizzera (Basilea), 1 ucraina (Dinamo Kiev), 1 olandese (PSV Eindhoven), 1 belga (Club Brugge), 1 scozzese (Celtic), 1 turca (Besiktas), 1 polacca (Legia Varsavia), 1 croata (Dinamo Zagabria), 1 bulgara (Ludogorets) e 1 danese (Copenaghen). Alla fine saranno 16 le nazioni complessivamente presenti alla importante competizione per club organizzata dalla UEFA con almeno una rappresentativa, fa rumore l’assenza della Grecia con l’Olympiakos eliminato proprio dal Rostov nel terzo turno preliminare. 

Prima del sorteggio per la fase a gironi della Champions League 2016-2017, il fuoriclasse (e campione in carica) del Real Madrid Cristiano Ronaldo ha rilasciato un’intervista al sito ufficiale uefa.com. CR7 ha definito l’ultima stagione la migliore in termini di trofei: al successo con il Real in Champions League ha aggiunto anche quello con il Portogallo agli Europei, anche se la finalissima contro la Francia lo ha visto uscire per infortunio dopo pochi minuti. Non sono mancati i riconoscimenti personali: Cristiano Ronaldo è stato infatti il capocannoniere dell’ultima Champions League con 16 reti, mentre agli Europei è diventato il primo giocatore a segnare in 4 edizioni diverse, nonché il miglior marcatore nella storia delle fasi finali agganciando Michel Platini a quota 9. Tornando alla Champions League vinta, Cristiano Ronaldo ha riconosciuto i meriti dell’Atletico, squadra ‘fortissima e che meritava di vincere’, aggiungendo però che il Real Madrid è stato superiore ancorché un po’ fortunato alla lotteria dei rigori. Sollevando il trofeo più ambito, per l’undicesima volta nella storia del club, le Merengues hanno riscattato una stagione non semplice, che le ha viste terminare al secondo posto in campionato ed uscire ai sedicesimi della Coppa del Re, per aver schierato un giocatore squalificato (il russo Denis Cheryshev). Il tutto passando da un allenatore esperto come Rafa Benitez ad un altro debuttante o quasi come Zinedine Zidane: per l’ex campione francese Cristiano Ronaldo ha speso belle parole, indicando la sua migliore qualità nella capacità di ‘dare tranquillità ai giocatori’. Proprio oggi, durante il sorteggio della fase a gironi della Champions League 2016-2017, sarà assegnato il premio UEFA Best Player in Europe relativo alla stagione scorsa: CR7 è in lizza assieme al compagno di squadra Gareth Bale e al francese dell’Atletico Antoine Griezmann. 

In attesa del sorteggio di Champions League che questa sera ci svelerà in diretta le avversarie di Juventus e Napoli nella fase a gironi, spendiamo adesso due parole sulle squadre che in questa edizione faranno il loro debutto assoluto nel tabellone principale della Champions League. Si tratta degli inglesi del Leicester e dei russi del Rostov. Dei primi naturalmente si sa tutto: impossibile dimenticare la leggendaria cavalcata della squadra di Claudio Ranieri da prima candidata alla retrocessione fino al titolo di campione d’Inghilterra, un’impresa con pochi pari nella storia dello sport. Il premio per il Leicester è la prima partecipazione al torneo più prestigioso, oltretutto da testa di serie dal momento che dall’anno scorso le squadre campioni dei migliori campionati sono teste di serie di diritto a prescindere dal loro ranking Uefa. Il Leicester per ranking sarebbe invece penultimo sulle 32 squadre partecipanti, davanti soltanto agli altri debuttanti. Il Rostov ha molte similitudini con il Leicester, fatti debiti campionati fra i campionati inglese e russo: salvo solo ai playout nel 2015, il Rostov ha chiuso al secondo posto l’ultima stagione, ottenendo così il diritto di disputare i playoff di questa Champions League, dove ha completato l’opera eliminando due formazioni certamente più gloriose. Al terzo turno infatti il Rostov ha avuto la meglio sull’Anderlecht con un complessivo 4-2, mentre nei playoff ecco il 5-2 all’Ajax con la perla della vittoria 4-1 in Russia dopo avere già pareggiato 1-1 ad Amsterdam.

Si avvicina il momento del sorteggio dei gironi di Champions League: sciorinare tutti i possibili accoppiamenti e le varie storie all’interno degli incroci è lungo e difficile. Possiamo però dire una cosa: Pep Guardiola rischia di trovare subito due delle sue ex squadre. Il Manchester City è inserito nella seconda fascia dell’urna di Montecarlo; nel sorteggio della fase a gironi dunque potrebbe incrociare sia il Barcellona che il Bayern Monaco. Quella contro i bavaresi è peraltro una sfida che i Citizens hanno giocato due anni consecutivi nella fase a gironi, e ancora nel 2011-2012; tre gli anni di Guardiola in Baviera, con la vittoria di altrettanti campionati ma anche tre eliminazioni in semifinale di Champions League. La sfida veramente emozionale sarebbe però quella contro il Barcellona: era già successo nella semifinale del 2014-2015 e Pep ebbe un’accoglienza da re al Camp Nou. Prima capitano del Dream Team di Johan Cruijff con vittoria della Coppa Campioni 1992; poi allenatore in un quadriennio meraviglioso fatto di 14 trofei (due Champions League) e tantissimi record, compreso quello di aver portato il Barcellona a essere l’unica squadra nella storia in grado di vincere sei titoli in un singolo anno solare. Liga, Coppa del Re, Champions League, Supercoppa Europea, Supercoppa di Spagna, Mondiale per Club: questo il meraviglioso filotto di Guardiola, solo sfiorato dall’Inter 2010 (perse la Supercoppa Europa contro l’Atletico Madrid) e dal Barcellona dello scorso anno (caduto clamorosamente in Supercoppa di Spagna per mano dell’Athletic Bilbao).

Oggi è il giorno del sorteggio di Champions League per comporre gli otto gironi della prima fase del tabellone principale che vedrà protagoniste anche Juventus e Napoli. Giova però ricordare le date nelle quali si svolgeranno le sei giornate di questa fase: saranno come sempre martedì e mercoledì, ogni squadra giocherà tre volte al martedì e tre al mercoledì, la divisione dei gruppi vedrà un giorno quelli fino alla lettera D, nell’altro dalla E in poi. Dunque, ricordato tutto questo, ecco le date nelle quali la Champions League sarà protagonista nella fase a gironi: la prima giornata della andrà in scena già il 13-14 settembre, la seconda il 27-28 settembre, la terza il 18-19 ottobre, la quarta l’1-2 novembre, la penultima il 22-23 novembre, la sesta e ultima il 6-7 dicembre. Dall’estate fino a Sant’Ambrogio, le emozioni certamente non mancheranno…

Oggi è il giorno del sorteggio di Champions League che comporrà gli otto gironi della prima fase del tabellone principale. Fra le 32 squadre che attendono di conoscere il proprio destino abbiamo anche Juventus e Napoli, le due rappresentanti del calcio italiano. L’appuntamento sarà alle ore 18.00, ma già adesso conosciamo la composizione esatta delle quattro fasce di merito dal momento che ieri sera si è completato il quadro delle 32 squadre partecipanti. La prima fascia era già definita per regolamento con il Real Madrid detentore più le squadre campioni dei sette campionati delle Nazioni con il ranking migliore (Barcellona, Leicester, Bayern Monaco, Juventus, Benfica, Paris Saint Germain, Cska Mosca). Le altre fasce invece vanno in base al ranking Uefa di ogni singolo club: nella seconda abbiamo Atletico Madrid, Borussia Dortmund, Arsenal, Manchester City, Siviglia, Porto, Napoli, Bayer Leverkusen. In terza fascia ecco Basilea, Tottenham, Dinamo Kiev, Lione, Psv Eindhoven, Sporting Lisbona, Bruges, Borussia Monchengladbach. Infine la quarta fascia, che comprende Celtic, Monaco, Besiktas, Legia Varsavia, Dinamo Zagabria, Ludogorets, Copenaghen e Rostov.

Il sorteggio della fase a gironi di Champions League 2016-2017 è arrivato: a Montecarlo si estraggono le 32 squadre che comporranno gli 8 gruppi, in ognuno dei quali andranno 4 squadre. Abbiamo già detto, e lo ripetiamo, che l’evento potrà essere seguito anche in diretta streaming video: i possessori dell’abbonamento alla pay tv del digitale terrestre avranno a disposizione l’applicazione Premium Play, e potranno attivarla senza costi aggiuntivi su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Un appuntamento da non perdere quello delle ore 18: conosceremo il destino di Juventus e Napoli, le uniche rappresentanti del nostro calcio presenti nell’urna. Inghilterra e Germania hanno fatto en plein: potevano qualificare quattro squadre e non hanno mancato l’obiettivo, con Manchester City e Borussia Monchengladbach che hanno agevolmente superato il playoff. La Spagna invece aveva la grande possibilità di portare addirittura cinque squadre ai gironi, vista la presenza del Siviglia che ha vinto l’ultima Europa League: il Villarreal però è caduto contro il Monaco e dunque la nazione iberica non ha potuto pareggiare quanto aveva fatto l’Inghilterra nella stagione 2005-2006, quella successiva alla vittoria del Liverpool che si era qualificato di diritto alla Champions League successiva (ed era arrivato quinto in campionato), oppure la stessa Spagna dell’anno scorso grazie ancora al Siviglia vincitore della Europa League. Ora è tutto pronto per il sorteggio: con chi finiranno accoppiate le nostre due italiane? Non ci resta che scoprirlo insieme…

Ieri nella prima serata abbiamo visto passare nell’ordine Celtic, Legia, Monaco, Ludogorets e Porto. Stasera invece sono approdate ai gironi Copenaghen, Rostov, Manchester City e Borussia Moenchengladbach. A sorpresa il Rostov ha battuto 4-1 l’Ajax dopo l’1-1 di una settimana fa ad Amsterdam. Vittoria di misura della squadra di Guardiola contro lo Steaua Bucarest, 1-0 firmato Delph. Bello e rotondo il 6-1 che il Borussia Moenchengladbach ha superato 6-1 lo Young Boys. 1-1 invece quello visto in Apoel-Copenhagen con i danesi che passano in seguito alla vittoria 1-0 dell’andata. L’unica qualificata ancora da decifrare è quella che uscirà dalla gara Salisburgo-Dinamo Zagabria che dopo l’1-1 dell’andata con lo stesso risultato è andata ai tempi supplementari.

Dopo i primi tempi delle partite di ritorno del preliminare di Champions League di stasera è sempre più chiaro il quadro delle squadre che parteciperanno al sorteggio di domani. Già ormai qualificate sono il Manchester City e il Borussia Moenchengladbach. Gli inglesi hanno vinto 5-0 a Bucarest contro la Steaua e non sono preoccupati dallo 0-0 di oggi mentre i tedeschi stanno vincendo 3-0 contro lo Young Boys dopo la vittoria per 3-1 dell’andata in Svizzera. Rimane incerta la sfida Rostov-Ajax che dopo l’1-1 dell’andata vede ora i padroni di casa in vantaggio 1-0. In bilico anche Apoel-Copenhagen che è sullo 0-0 dopo l’1-0 dell’andata in Danimarca. Vince invece il Salisburgo 1-0 contro la Dinamo Zagabria dopo l’1-1 dell’andata. Ricordiamo che la Juventus è nella prima fascia e il Napoli nella seconda anche se due squadre dello stesso paese non si potranno affrontare nei gironi. Delle squadre che passeranno i preliminari due andranno nella fascia due, quattro nella fascia tre e ben sette nella quattro.

Stasera si giocano le altre partite del turno preliminare di ritorno di Champions League ci diranno i nomi delle ultime squadre qualificate che troveranno posto nell’urna per il sorteggio. Quali saranno i pericoli per la Juventus e per il Napoli? I bianconeri sono in prima fascia mentre gli azzurri nella seconda. La Juventus incontrerà una squadra della seconda fascia dove mancano ancora due nomi da scoprire e dove al momento oltre alla squadra di Sarri ci sono: Atletico Madrid, Borussia Dortmund, Arsenal, Siviglia e Bayer Leverkusen. Invece il Napoli prenderà una della prima dove ci sono oltre alla squadra di Massimiliano Allegri i seguenti club: Real Madrid, Barcellona, Leicester, Bayern Monaco, Benfica, Paris Saint German e Cska Mosca. Attenzione anche alla terza fascia dove ci sono Dinamo Kiev, Psv, Lione e Sporting Lisbona oltre altre quattro squadre e la fascia quattro dove per il momento c’è il solo Besiktas.

Anche quest’anno gli esiti del sorteggio di Champions League alimenteranno le statistiche e gli annali della massima competizione europea. Ecco allora qualche numero. Le squadre che, ad esempio, detengono il maggior numero di partecipazioni alla fase a gironi sono il Barcellona, il Real Madrid e il Porto, che ieri ha eliminato la Roma superando così i preliminari: queste tre squadre sono a quota 21 presenze nella fase a gironi della massima competizione europea; seguono Bayern Monaco e Manchester United con 20 “gettoni”. E proprio la squadra di Cristiano Ronaldo, che ha vinto l’ultima edizione della Champions League, è quella che ha conquistato più qualificazioni dalla fase a gironi, cioè 20. Il Barcellona, invece, è il team che ha conquistato più primi posti – ben 17 – ed è anche la squadra più volte imbattuta in questa fase (10). Permane il dominio della Spagna, che vanta 79 partecipazioni. Segue l’Inghilterra a 75 e l’Italia a 67. Ecco alcuni dati chiave in merito alle squadre italiane: il Milan detiene con Paris St Germain, Spartak Mosca, Barcellona e Real Madrid il record di maggior numero di vittorie nella fase a gironi: 6 (stagione 1992/93 per i rossoneri). Con la Juventus, l’Ajax, il Valencia, il Liverpool, il Chelsea, il Manchester United, il Monaco e il Paris St Germain, invece, detiene quello di minor gol subiti (sempre nella stagione 1992/93 per i rossoneri).

Nell’attesa di conoscere i gironi che usciranno dal sorteggio di Champions League di domani, andiamo a vedere come erano composti i gironi della passata edizione, nella quale per la prima volta le squadre campioni dei tornei nazionali con il miglior ranking erano teste di serie. Allora era la grande novità del sorteggio e diede il seguente esito: Paris Saint Germain, Real Madrid, Shakhtar Donetsk, Malmoe (girone A); Psv Eindhoven, Manchester United, Cska Mosca, Wolfsburg (girone B); Benfica, Atletico Madrid, Galatasaray, Astana (girone C); Juventus, Manchester City, Siviglia, Borussia Monchengladbach (girone D); Barcellona, Bayer Leverkusen, Roma, Bate Borisov (girone E); Bayern Monaco, Arsenal, Olympiacos, Dinamo Zagabria (girone F); Chelsea, Porto, Dinamo Kiev, Maccabi Tel Aviv (girone G); Zenit San pietroburgo, Valencia, Lione, Gent (girone H). 

Anche se sono al momento note solo 27 squadre ammesse al sorteggio di Champions League, potremmo di fatto dire che siamo a quota 28, dal momento che c’è il Manchester City che ha vinto all’andata per 0-5 in casa della Steaua Bucarest e ipotizzare un ribaltone sembra impossibile. Quindi diciamo che il City dovrebbe essere la squadra che completerà la seconda fascia, un pericolo in più per la Juventus che è nella prima in quanto campione d’Italia, mentre il Napoli è nella seconda e dunque eviterà il Manchester City e anche numerose altre big, su tutte l’Atletico Madrid. Molto netto è anche il vantaggio del Borussia Monchengladbach, che giocherà in casa contro gli svizzeri dello Young Boys dopo averli già battuti per 1-3 all’andata in terra elvetica. Più incerte le altre sfide: il Copenaghen andrà a far visita all’Apoel Nicosia forte della vittoria per 1-0 dell’andata, si parte invece da pareggi per 1-1 in Rostov-Ajax e Salisburgo-Dinamo Zagabria.

Quello che determinerà i gironi della nuova Champions League non sarà di un sorteggio totalmente libero: alcuni paletti sono i soliti di tutti gli anni, come ad esempio il divieto di avere due squadre della stessa Nazione nello stesso gruppo, e naturalmente non potranno sfidarsi nemmeno due squadre della stessa fascia di meito, visto che gli otto gruppi saranno composti da quattro squadre, ognuno estratta dalle quattro diverse fasce. Inoltre ci saranno dei vincoli ulteriori relativi alle Nazioni con più di una squadra: facciamo subito il caso di Juventus e Napoli, le due rappresentanti dell’Italia. Una sarà inserita nei gruppi dalla lettera A alla D, l’altra invece sarà collocata negli altri quattro gironi (da E a H): questo per fare in modo che in ogni giornata una giochi al martedì e una al mercoledì. Le Nazioni con tre squadre le vedranno divise due da una parte e una dall’altra, 2-2 per le Nazioni con quattro squadre. Infine, ancora una volta dovremo fare i conti con un paletto dovuto a ragioni politiche: formazioni russe ed ucraine non potranno essere inserite nello stesso girone.  

Juventus e Napoli hanno già un motivo per sorridere ancor prima di conoscere l’esito del sorteggio di Champions League, anche se nasce da una cattiva notizia per il calcio italiano. Parliamo naturalmente dell’eliminazione della Roma, crollata ieri sera all’Olimpico sotto i colpi del Porto anche a causa delle espulsioni che hanno condizionato i giallorossi sia all’andata sia al ritorno. Di conseguenza Juventus e Napoli restano le nostre uniche due rappresentanti nella fase a gironi (ormai una brutta abitudine negli ultimi anni) e di conseguenza restano sole a dividersi il cosiddetto market pool che la Uefa concederà all’Italia. La cifra infatti è fissa per la Federazione e va ripartita fra le squadre partecipanti, dunque adesso sarà divisa in due e non in tre. Non si può ancora quantificare di quanto aumenteranno gli incassi per Juventus e Napoli, perché naturalmente dipenderà da quanta strada faranno nella competizione, ma di certo per queste due società i guadagni aumenteranno.

Dopo le cinque partite di ieri sera abbiamo già i nomi di 27 delle 32 squadre partecipanti. E anche se manca qualche elemento importante, possiamo già andare ad analizzare prima del sorteggio di Champions League quale sarà la composizione delle quattro fasce da otto squadre ciascuna – ogni girone avrà una squadra da ciascuna fascia. Già certa fin dalla fine della scorsa stagione la prima fascia, perché è formata dai detentori (Real Madrid) e dalle squadre campioni dei primi sette campionati del ranking Uefa (Barcellona, Leicester, Bayern Monaco, Juventus, Benfica, Paris Saint Germain, Cska Mosca). Nella seconda fascia sono già note sette squadre su otto: Atletico Madrid, Borussia Dortmund, Arsenal, Siviglia, Porto, Napoli e Bayer Leverkusen. Al momento l’ottava sarebbe il Basilea, che però dipende dall’esito delle partite di questa sera. Probabile dunque che gli elvetici slittino in terza fascia, dove le certezze sono Tottenham, Dinamo Kiev, Lione, Psv Eindhoven, Sporting Lisbona e Bruges. In bilico fra la terza e la quarta fascia ecco il Celtic, mentre già certi dell’ultima fascia di merito sono Monaco, Besiktas, Legia Varsavia e Ludogorets.

Il sorteggio di Champions League per la fase a gironi dell’edizione 2016/2017 si svolgerà domani, giovedì 25 agosto. La cerimonia non è in programma al mattino, bensì dalle 18:00 a Montecarlo. La nuova stagione della principale competizione europea per club sta per entrare nel vivo: sono 22 le squadre che si sono qualificate alla fase a gironi, mentre altre dieci hanno conquistato il “pass” per la nuova edizione attraverso i preliminari. L’Italia può contare sulla presenza di Juventus e Napoli nell’urna di Montecarlo.

Il destino delle nostre squadre in Champions League sarà in buona parte deciso in questa fase, visto che il sorteggio rappresenta una tappa fondamentale per l’accesso alla seconda fase, soprattutto per squadre come il Napoli, che non sono in prima fascia e dunque rischiano di essere inserite in gironi molto complessi. In prima fascia sono sistemate le squadre vincitrici dei campionati delle prime sette federazioni nel ranking, cioè Spagna, Germania, Inghilterra, Italia, Portogallo, Francia e Russia. Le altre fasce, invece, vengono stabilite in base al coefficiente per club. In ogni caso non assisteremo a “derby”, perché nei gironi non possono sfidarsi squadre provenienti dalla stessa federazione.  Nel corso della cerimonia si voteranno e premieranno il Best Player in Europe Uefa 2015-2016 sia maschile che femminile. Inoltre, ci sarà anche il sorteggio per i gironi della Uefa Youth League.

Intanto è stato fissato il calendario: la prima giornata della fase a gironi andrà in scena il 13-14 settembre, la seconda il 27-28 settembre, la terza il 18-19 ottobre, la quarta l’1-2 novembre, la penultima il 22-23 novembre, la sesta e ultima il 6-7 dicembre. Al termine del sorteggio saranno comunque noti gli accoppiamenti per le singole giornate e di conseguenza in quali occasioni le italiane, così come tutte le altre squadre partecipanti, saranno impegnate in casa e in trasferta. Il sogno è chiaramente approdare in finale, appuntamento previsto per il 3 giugno 2017 allo Stadio Nazionale del Galles, a Cardiff. Non sarà facile per le italiane, ma, ad esempio, il sogno della Juventus è di tornare in finale per ottenere un risultato diverso da quello conquistato contro il Barcellona a Berlino nel 2015.

Il sorteggio per la fase a gironi della Champions League 2016-2017 sarà trasmesso in diretta tv e in esclusiva da Mediaset, ma non in chiaro: collegamento su Premium Sport e Premium Sport HD dalle ore 17:30 in vista dell’inizio della cerimonia. Il sorteggio potrà essere seguito anche in diretta streaming video attraverso l’applicazione Premium Play o sul sito ufficiale della Uefa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori