Probabili formazioni/ Napoli-Milan: quote, le ultime novità live. I migliori (Serie A 2^ giornata, oggi 27 agosto 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Napoli-Milan: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca allo stadio San Paolo ed è valida per la seconda giornata del campionato di Serie A 2016-2017

Allan_Niang
Foto LaPresse

Spettacolo assicurato al San Paolo per la sfida tra Napoli e Milan valido per la seconda giornata di Serie A. I migliori giocatori su cui farà affidamento Maurizio Sarri per riscattare il pareggio opaco dell’esordio a Pescara sono, a detta del sito della Lega Calcio, ovviamente Reina tra i pali, autore di due ottime parate nonostante i due gol subiti, e Faouzi Ghoulam, ispiratore di 8 attacchi sulla fascia sinistra. A centrocampo il nome buono non può che essere quello di Dries Mertens, l’esterno belga capace di sfornare una doppietta decisiva per il pareggio, mentre in avanti Sarri potrà contare in ogni caso sulla verve di Insigne, portatore di 6 attacchi ai biancazzurri nella prima di Serie A. Dall’altra parte il Milan di Montella, reduce da un sofferto 3 a 2 contro il Torino, deve dire grazie soprattutto a Gianluigi Donnarumma, decisivo con una parata su calcio di rigore su Belotti in pieno recupero. In difesa la certezza è Ignazio Abate, autore dell’assist del momentaneo 1 a 0 firmato da Bacca; mentre a centrocampo è Suso l’uomo in più, con 3 assist e 6 attacchi nel match inaugurale della stagione. In avanti impensabile pensare di prescindere da Bacca, autore di una tripletta rispetto ai 5 tiri totali effettuati contro i granata.

Nella prima partita di campionato nelle fila del Napoli il giocatore che ha corso di più è stato Mirko Valdifiori con 11 km e 521 metri. Tuttavia lex centrocampista dellEmpoli non potrà dare nuovamente il suo apporto sotto questo punto di vista giacché il suo posto da titolare dovrebbe essere preso dallitalo-brasiliano Jorginho. Nelle fila partenopee hanno ugualmente corso molto laltro mediano Allan con 11 km e 51 metri, lesterno spagnolo Josè Callejon con 10 km e 941 metri ed il terzino destro Elseid Hysaj con 10 km e 210 metri. Nelle fila del Milan il giocatore che corre di più o che quanto meno ha ottenuto questo riscontro nella prima giornata è Riccardo Montolivo che ha coperto 10 km e 605 metri. Circa mezzo km in meno ha percorso laltro centrocampista Juraj Kucka con 10 km e 84 metri seguito da Alessio Romagnoli con 9 km e 642 metri e Suso con 9 km e 488 metri.

Ci presenta uno dei primi big match nella stagione di Serie A. Quali possono essere i protagonisti della sfida del San Paolo? Arkadiusz Milik è pronto a prendersi il Napoli: il polacco è stato scelto come post-Higuain e questo porta grandi responsabilità, perchè non è facile sostituire lidolo della piazza e attaccante capace di segnare 36 gol in un campionato. Milik però i palloni in porta li ha sempre saputi mettere; a Pescara ha iniziato dalla panchina ma pian piano può ritagliarsi uno spazio sempre più importante, consapevole di dover tenere alto il nome dei centravanti del Napoli (arriva dopo il Pipita, ma anche un certo Edinson Cavani). Proverà a fermarlo Gigi Donnarumma: che fosse un predestinato vero si era capito già lo scorso anno, quando fu gettato nella mischia e rispose presente sfoderando grandi prestazioni. Questa stagione nuova squadra e nuovo allenatore, ma Donnarumma non ha cambiato il suo rendimento: anzi, alla prima giornata ha parato un rigore a Belotti in pieno recupero, garantendo la vittoria del Milan e diventando il primo portiere minorenne, nella storia della Serie A, a parare un rigore. Segni di una grande carriera, a breve lo aspettiamo in Nazionale dove a questo punto merita di stare.

Le due squadre devono fare a meno di alcuni giocatori per questo anticipo della seconda giornata. Continuano a essere fuori dai giochi i due nuovi acquisti del Napoli: Emanuele Giaccherini ha noie muscolari che dovrebbe comunque risolvere nel corso della sosta, sta diventando un mistero la situazione di Lorenzo Tonelli, bloccatosi di fatto nel primo giorno di ritiro per i problemi a un ginocchio e ancora fuori causa, con rientro previsto non prima di ottobre (tanto che si pensava i partenopei potessero escluderlo dalla lista dei 25 per il campionato). A loro si è aggiunto anche Omar El Kaddouri, che accusa una distrazione alladduttore: anche lui dovrebbe comunque essere pronto dopo la sosta. Per quanto riguarda il Milan, Gabriel Paletta salterà il San Paolo per squalifica: è stato espulso nel finale della partita contro il Torino, per aver provocato il calcio di rigore poi parato da Donnarumma. Fuori anche Andrea Bertolacci, che ha riportato una lesione muscolare alla coscia: dovremmo rivederlo in campo per fine settembre, ma durante la sosta lo staff medico definirà con precisione i tempi di recupero per il centrocampista.

Quali sono i ballottaggi che i due allenatori devono risolvere nelle formazioni della partita del San Paolo? Due dubbi per Maurizio Sarri, che potrebbe confermare in toto la squadra di domenica scorsa (al netto del rientro di Jorginho che torna dalla squalifica) oppure cambiare i due terzi del tridente offensivo. Arkadiusz Milik e Dries Mertens sono partiti dalla panchina a Pescara; ora però potrebbero vedere il campo dal primo minuto, perchè Manolo Gabbiadini e Lorenzo Insigne non hanno convinto. Mertens fa meglio partendo dalla panchina, ma potrebbe comunque entrare titolare; ci si aspetta molto da Milik, anche in virtù della cifra sborsata allAjax per acquistarlo. Nel Milan invece ci sono dubbi che riguardano la difesa: De Sciglio si gioca un posto sia a destra che a sinistra, potendo sostituire comodamente Abate o Antonelli. Per quanto riguarda il tridente, potrebbe rimanere fuori Suso a favore di Andrea Poli: in questo caso Bonaventura giocherebbe davanti, con lex di Sampdoria e Inter schierato da mezzala in mezzo al campo.

Le panchine delle due squadre sono attrezzate per diventare un fattore nel corso del secondo tempo, qui allo stadio San Paolo. Attenzione a quella del Napoli: Mirko Valdifiori e Piotr Zielinski, un giovane come Alberto Grassi che da sei mesi aspetta il suo momento ma soprattutto i fratelli Insigne. Lorenzo è un titolare fatto e finito che questa sera potrebbe iniziare seduto per logica di turnover, Roberto ha fatto molto bene nei suoi anni in prestito (Perugia, Reggina e Avellino) e, tornato alla base, si candida ad avere un ruolo importante nel tridente offensivo della squadra partenopea. La panchina del Milan ha il capocannoniere dellultima Serie B, Gianluca Lapadula, che vuole testarsi anche al piano superiore; un potenziale titolare come Luiz Adriano, che però al momento deve accettare di partire da fuori per poi eventualmente incidere nel secondo tempo, e Keisuke Honda che va a sprazzi, così si potrebbe dire, alternando momenti di grandissimo impatto a settimane in cui sembra indolente e non riesce a dare lapporto di cui sarebbe in grado.

Si gioca allo stadio San Paolo, questa sera alle ore 20:45; anticipo di lusso nella seconda giornata del campionato di Serie A 2015-2016, una grande classica che mette di fronte un Napoli che allesordio ha dovuto rimontare due gol di svantaggio al Pescara, destando qualche preoccupazione di troppo, e un Milan che ha battuto il Torino ma ha seriamente rischiato di gettare alle ortiche una vittoria ormai fatta. Andiamo subito a vedere in maniera più approfondita quelle che sono le probabili formazioni di Napoli-Milan.

Le quote Snai per Napoli-Milan, valida per la seconda giornata del campionato di Serie A 2016-2017, ci danno le seguenti informazioni: la vittoria del Napoli (segno 1) vale 1,60, il pareggio (segno X) vale 4,00 mentre la vittoria del Milan (segno 2) vale 5,50 volte la somma che deciderete di mettere sul piatto. 

Il Napoli si presenta a questa partita senza i tre giocatori lungodegenti: Maurizio Sarri di fatto non ha mai potuto vedere allopera i nuovi acquisti Tonelli e Giaccherini, che sono infortunati (al pari di El Kaddouri). Il difensore dellEmpoli potrebbe addirittura rientrare a ottobre; grane per Sarri che deve anche convivere con i malumori di Koulibaly e aspetta sempre di chiudere per un difensore. Nellattesa giocano sempre gli stessi: gli unici due cambi alla formazione, rispetto a quella che ha pareggiato allAdriatico, riguarderebbero centrocampo e attacco. In mediana Jorginho ha scontato la giornata di squalifica e dunque torna a occuparsi della regia, mentre nel tridente offensivo la doppietta di sei giorni fa potrebbe aver spalancato a Mertens le porte della formazione titolare. La terza sostituzione potrebbe essere quella di Milik in luogo di Gabbiadini (questultimo potrebbe anche partire entro la fine del calciomercato estivo). Per il resto tutto confermato: Allan e Hamsik in mediana, Raul Albiol e il già citato Koulibaly in mezzo alla difesa con Hysaj e Ghoulam terzini, Pepe Reina in porta e Callejon a destra, lunico vero insostituibile dei tre calciatori offensivi.

I cambi che Vincenzo Montella dovrà operare al San Paolo sono forzati: lallenatore del Milan ha infatti perso Paletta per squalifica e Bertolacci per infortunio. Dunque Gustavo Gomez, che era dato in formazione fino alla vigilia della partita contro il Torino, potrà finalmente svelarsi dal primo minuto ai suoi nuovi tifosi; farà coppia con Alessio Romagnoli, per il quale nelle ultime ore la società ha aperto (anche se non del tutto) alla clamorosa cessione (lo vuole il Chelsea). Abate e Antonelli saranno ancora i terzini, mentre a sostituire Bertolacci sarà Bonaventura per il quale Montella ha in mente il ruolo di mezzala, quello cioè che ricopre con più costrutto. Kucka va a giocare sul centrodestra, in mezzo il regista è Montolivo ma attenzione alla possibilità che sia José Mauri a occupare questo ruolo. Davanti cè ovviamente Carlos Bacca, passato allessere incedibile dopo che era stato considerato in partenza; gli faranno compagnia Niang e Suso, senza sorprese rispetto alla prima partita del campionato e alle previsioni estive sulla formazione-tipo del Milan.

 

 25 Reina; 2 Hysaj, 26 Koulibaly, 33 Raul Albiol, 31 Ghoulam; 5 Allan, 8 Jorginho, 17 Hamsik; 7 Callejon, 23 Gabbiadini, 14 Mertens

A disposizione: 22 Sepe, 1 Rafael C., 11 Maggio, 96 Luperto, 21 Chiriches, 3 Strinic, 20 Zielinski, 6 Valdifiori, 88 A. Grassi, 94 R. Insigne, 99 Milik, 24 L. Insigne

Allenatore: Maurizio Sarri

Squalificati: –

Indisponibili: Tonelli, Giaccherini, El Kaddouri

 99 G. Donnarumma; 20 Abate, 15 Gustavo Gomez, 13 A. Romagnoli, 31 Antonelli; 27 Kucka, 18 Montolivo, 5 Bonaventura; 19 Niang, 70 Bacca, 8 Suso

A disposizione: 22 Gabriel, 1 Diego Lopez, 96 Calabria, 15 Rodrigo Ely, 17 C. Zapata, 2 De Sciglio, 76 M. Locatelli, 16 A. Poli, 10 Honda, 23 J. Sosa, 9 Lapadula, 87 Luiz Adriano

Allenatore: Vincenzo Montella

Squalificati: Paletta

Indisponibili: Bertolacci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori