Diretta / Inter-Palermo (risultato finale 1-1) info streaming video e tv: Icardi risponde a Rispoli! (Serie A, oggi 28 agosto 2016)

- La Redazione

Diretta Inter-Palermo info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita di Serie A 2^ giornata, appuntamento alle ore 18.00 a San Siro (oggi 28 agosto 2016)

inter_formazione_brunico
(LaPresse)

Inter-Palermo termina con il risultato di 1-1. Succede tutto nella ripresa. Al 47′ ospiti in vantaggio con Rispoli, che con un tiro dal limite dell’area trova la deviazione involontaria di Santon che beffa Handanovic. L’Inter reagisce e sfiora più volte il pareggio. L’ingresso in campo di Candreva cambia volto al match e coincide con il pareggio dei nerazzurri. Al 72′ l’ex Lazio regala a Icardi l’assist per l’1-1 dopo una travolgente azione sulla fascia destra. Nel finale gli uomini di De Boer sfiorano il 2-1 con Eder (colpo di testa sul fondo di un soffio). Primo punto per l’Inter in questa Serie A dopo il ko del Bentegodi contro il Chievo. 

Quando siamo all’80’ di gioco il risultato di Inter-Palermo è di 1-1. I nerazzurri si rimettono in carreggiata grazie al gol messo a segno da Mauro Icardi al minuto 72. L’azione parte dalla fascia destra, dove il neo entrato Candreva regala all’attaccante argentino un assist al bacio per la rete del pareggio. Poco prima lo stesso Icardi si era divorato l’1-1 con una torsione terminata alta da posizione favorevolissima. Il Palermo, soprattutto con l’ingresso in campo di Candreva, si è disunito e rischia tantissimo in difesa. Al 76′ Eder sfiora il gol del 2-1 ma la sua incornata finisce sul fondo di un soffio. 

Quando siamo al 55′ di gioco il risultato di Inter-Palermo è di 1-0 in favore dei rosanero. A inizio ripresa gli uomini di Ballardini sbloccano il risultato con un gol di Rispoli. Banega perde un pallone velenoso sulla trequarti nerazzurra, Hijlemark scodella in area per Nestorovski chiuso da Santon. La sfera arriva al limite dell’area sui piedi di Rispoli, che non ci pensa due volte a calciare verso la porta di Handanovic. La conclusione dell’esterno rosanero impatta sul corpo di Santon prima di terminare in fondo alla rete. San Siro ammutolito! Intanto il Palermo perde Quaison, uno dei migliori in campo: per lui problema al flessore della coscia destra. Al suo posto Ballardini inserisce il giovane Sallai. 

All’intervallo Inter-Palermo è sempre sul risultato di 0-0. Negli ultimi 15′ di gioco i nerazzurri hanno creato quattro nitide palle gol. Al 32′ Medel raccoglie in area rosanero un traversone di Perisic e lascia partire una conclusione ben angolata: decisivo il salvataggio sulla linea di Anjelkovic. Poco dopo altre due chance per l’Inter, prima con Perisic (tiro deviato da Posavec), poi con Miranda (colpo di testa da corner terminato sul fondo). Nel finale è poi ancora Medel a mettere i brividi al Palermo con una bordata che sfiora il palo alla sinistra del portiere del Palermo. 

Quando siamo al 30′ di gioco il risultato di Inter-Palermo è sempre di 0-0. A San Siro fin qui non succede niente, con le due squadre bloccate nel cerchio di centrocampo. I nerazzurri provano ad impostare con Banega, Medel e Kondogbia, ma i cinque mediani rosanero respingono bene le iniziative avversarie. Partita equilibrata, senza grandi occasioni. L’unica vera chance resta quella capitata a Goldaniga a inizio gara. Inter ancora lenta e prevedibile, Palermo molto ben ordinato tatticamente, anche se si notano numerosi limiti negli uomini di Ballardini. Bene la corsia mancina degli ospiti, dove Aleesami prova spesso ad infilarsi alle spalle di D’Ambrosio; tra i nerazzurri Perisic, dirottato a destra da De Boer, è uno dei più reattivi. Icardi ed Eder ancora fuori dal gioco.  

Quando siamo al 10′ di gioco il risultato di Inter-Palermo è sempre di 0-0. I nerazzurri cercano di fare la partita, con un gran possesso palla e improvvise folate sugli esterni. Soprattutto a sinistra, dove Perisic si è fatto vedere con un paio di spunti interessanti. Il Palermo parte con il 3-5-2 ma spesso e volentieri si copre con un blindato 5-4-1. La prima chance del match capita ai rosanero, al minuto 6. Calcio di punizione dalla trequarti battuto da Hijlemark; la sfera arriva in area interista, Murillo si addormenta e Goldaniga si ritrova solo davanti ad Handanovic. Il difensore del Palermo fallisce però la più facile delle occasioni spedendo sul fondo il possibile pallone dell’1-0 da posizione più che favorevole. 

Inter-Palermo: eccoci pronti a vivere la seconda giornata del campionato di Serie A. Entrambe sconfitte allesordio, Inter e Palermo vanno ora a caccia dei primi punti nel torneo; nelle formazioni ufficiali Frank De Boer punta sul 4-3-3 e sono già importanti le conferme di Kondogbia in mezzo al campo (con Medel e Banega, che si abbassa a playmaker) e Eder nel tridente offensivo, spingendo in panchina Candreva perchè sullaltro lato viene preferito Perisic. Gioca con la difesa a tre il Palermo; gli esterni sono Aleesami e Rispoli, davanti invece Quaison e Nestorovski con Ballardini che sembra abbandonare, almeno per il momento, i propositi di 3-4-3 e si affida a una più prudente mediana con ttre uomini (dentro Chochev) schierando di fatto una difesa a cinque. Calcio dinizio a San Siro alle ore 18. INTER (4-3-3): Handanovic; D?Ambrosio, Miranda, Murillo, Santon; Medel, Banega, Kondogbia; Eder, Icardi, Perisic. In panchina: Carrizo, Berni, Felipe Melo, Palacio, Biabiany, Ranocchia, Gnoukouri, Brozovic, Candreva, Yao, Miangue. Allenatore: Frank De Boer PALERMO (3-5-2): Posavec; Andelkovic, Goldaniga, Vitiello; Rispoli, Chochev, Gazzi, Hiljemark, Aleesami; Quaison, Nestorovski. In panchina: Marson, Fulignati, Embalo, G. Gonzalez, Cionek, Sallai, Balogh, Bouy, Bentivegna, Jajalo, Giuliano, Pezzella. Allenatore: Davide Ballardini

Non è ancora chiaro quale sarà il modulo di riferimento dellInter contro il Palermo. Arrivato in nerazzurro, Frank De Boer ha rivelato di avere il 4-3-3 come modello (più che altro era lAjax a imporlo al suo allenatore) ma di essere pronto a cambiare. Cosa avvenuta già nella prima giornata di campionato: contro il Chievo, De Boer ha schierato lInter con il 4-2-3-1 spostando Banega nel suo ruolo di trequartista, quello occupato a Siviglia. La squadra ha perso giocando male, e ora lallenatore olandese sembra pronto a passare al 4-3-3: in questo modo potrebbe dare maggiore apporto offensivo a Icardi e arretrare Banega, più libero di inventare e far girare la squadra partendo dalla mediana. Il Palermo al momento gioca con difesa a tre e tridente: un ambizioso 3-4-3, ma viste le caratteristiche dei tre giocatori dattacco la scommessa potrebbe pagare e i rosanero potrebbero diventare una squadra spumeggiante e divertente. Il confine tra trionfo e fallimento in questo caso è molto sottile; staremo a vedere cosa succederà.

Palermo sarà diretta dal signor Carmine Russo della sezione AIA di Nola con la collaborazione degli assistenti di linea Preti e Fiorito, il quarto uomo Schenone e gli addizionali Calvarese e Aureliano. Carmine Russo è nato ad Avellino nel settembre del 1976, vive e lavora a Nola come libero professionista ed ha esordito in Serie A nel mese di dicembre del 2007 nellambito del match Fiorentina Cagliari terminato sul 5-1. In questa stagione ha già diretto la gara di Coppa Italia tra Verona e Crotone terminata sul 2-1, complessivamente in Serie A ha diretto 123 gare sventolando 488 cartellini gialli (media di 3,97 ad incontro), 11 cartellini rossi diretti (media di 0,09 a gara) e decretato lassegnazione di 41 calci di rigore (media di 0,333 a gara). Russo ha diretto lInter 16 volte (11 vittorie, 4 pareggi e 1 sconfitta) ed il Palermo 14 volte (4 vittorie, 3 pareggi e 7 sconfitte). 

LInter non ha iniziato nel migliore dei modi questa nuova stagione non trovando ancora la via della rete ma subendone due. Lo stesso discorso vale per il Palermo che non ha ancora segnato mentre ha subito 1 sola rete su calcio di rigore. Da sottolineare come siano le uniche due formazioni di Serie A a non aver ancora segnato. La formazione allenata dallolandese Frank De Boer, fin qui ha effettuato 13 tiri di cui 7 allinterno dello specchio della porta su un totale di 33 azione offensive, ha tenuto il possesso palla per 30 e 8, ha calciato 9 corner e commesso complessivamente 11 falli. La squadra allenata da mister Ballardini ha calciato soltanto 4 volte verso la porta centrandola in sole 2 occasioni su un totale di 29 giocate dattacco, ha tenuto il possesso palla per 25 e 34, ha battuto 4 calci dangolo e commesso un totale di 16 falli.

Dall’arbitro Russo domenica 28 agosto 2016 alle ore 18.00 per la seconda giornata del campionato di Serie A, sarà subito una sfida tra due squadre bisognose di riscatto, dopo i passi falsi nella prima giornata. E’ stato fragoroso il tonfo dell’Inter contro il Chievo, la doppietta di Birsa ha messo a nudo tutti i problemi di una squadra che si è trovata a cambiare allenatore una settimana prima di Ferragosto, trovando difficoltà anche nell’applicazione del modulo, con la scelta della difesa a tre apparsa abbastanza azzardata da proporre in un momento in cui la squadra avrebbe probabilmente avuto bisogno di maggiori certezze.

Allo stesso modo in casa siciliana il campionato è iniziato con le stesse incertezze della stagione passata: squadra battuta in casa dal Sassuolo, tanti giovani e tante incognite nella formazione titolare ed un tecnico, Ballardini, che sembra già in bilico anche se probabilmente, col presidente Zamparini impegnato a trovare acquirenti per passare di mano la società, l’allenatore romagnolo quest’anno godrà di qualche bonus in più prima di rischiare l’esonero, eventualmente. Certo un nuovo ko per entrambe le squadre potrebbe essere una mazzata, anche se c’è ancora il mercato aperto fino al 31 agosto per correggere la rosa. 

Dopo la rovinosa sconfitta contro il Tottenham in amichevole che aveva di fatto portato all’esonero di Roberto Mancini, l’Inter aveva lanciato segnali incoraggianti nella sfida vinta contro il Celtic Glasgow, sempre in amichevole, per poi come detto cadere rovinosamente al cospetto di un Chievo organizzato quanto basta per mettere alla luce tutte le lacune nerazzurre. Il Palermo dopo il pari nell’amichevole internazionale contro il Marsiglia aveva iniziato soffrendo ma vincendo in Tim Cup in casa contro il Bari. Il Sassuolo è poi passato allo stadio Barbera con un rigore di Berardi, con i rosanero parsi afflitti da una sterilità offensiva già difficile da risolvere.

Nello scorso campionato, nel precedente del 6 marzo, l’Inter ha battuto in casa tre a uno il Palermo con i gol di Ljajic, Icardi e Perisic. I siciliani avevano accorciato momentaneamente le distanze con Franco Vazquez, poi passato a giocare col Siviglia nella Liga spagnola. L’ultimo pareggio tra le due squadre a San Siro risale al pirotecnico quattro a quattro del 1 febbraio 2012, con quattro gol di Milito per i nerazzurri e tre per Miccoli, compresa la rete del definitivo pareggio a cinque minuti dal termine, per i siciliani. Il Palermo in campionato non ha mai vinto nella sua storia in casa dell’Inter: l’unico blitz siciliano nella San Siro nerazzurra è relativo alla stagione 1980/81, ma si trattava di una partita di Coppa Italia.

Le quote per le scommesse sul match, nonostante la bruciante sconfitta del Bentegodi, vedono l’Inter nettamente favorita con Unibet che propone a 1.38 il successo interno nerazzurro, mentre Bet365 moltiplica per 10.00 l’eventuale vittoria siciliana in trasferta. William Hill propone invece a una quota di 4.80 l’eventuale pareggio. De Boer si è preso la responsabilità per la sconfitta di Verona, sottolineando come i cambi tattici dell’ultim’ora fossero studiati per rendere più solida la squadra, ma hanno finito col disorientare diversi elementi. Contro il Palermo mancherà ancora Ansaldi sulla fascia, ma il tecnico olandese sembra intenzionato a riportare l’argentino Banega in cabina di regia per riuscire a far scorrere meglio un gioco che non ha trovato sbocchi contro il Chievo, col nuovo acquisto Candreva sistematicamente bloccato nelle sue incursioni sulla fascia. Ballardini ha sottolineato come affrontare il Sassuolo in un momento in cui gli emiliani sono già in ottima forma per affrontare gli impegni di Europa League è stato complicato, ma l’impegno messo in campo dalla squadra è stato innegabile e per il Palermo fare risultato in casa dell’Inter potrebbe essere fondamentale per trovare il coraggio per ripartire e risalire subito in classifica dopo la sosta.

Saranno i canali Sky Sport 1 HD e Sky Calcio 1 HD (numero 201 e 251 del boquet satellitare) oppure Premium Sport HD, rispettivamente per gli abbonati alla pay tv satellitare o al digitale terrestre pay, a trasmettere in diretta tv la partita Inter-Palermo, domenica 28 agosto 2016 alle ore 18.00. Tramite le applicazioni Sky Go e Premium Play gli abbonati alle due piattaforme potranno seguire la partita in diretta streaming video via internet.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori