DIRETTA / Genoa-Alessandria (risultato finale 4-1), info streaming video e tv: gran primo tempo del Grifone (amichevole, oggi 3 agosto 2016)

- La Redazione

Diretta Genoa-Alessandria: info streaming video e tv, risultato live della partita amichevole che il Grifone affronta a Bardonecchia, sede del ritiro, contro la squadra di Lega Pro

GenoaRenzetti2016
Foto LaPresse

Nel secondo tempo il Genoa è stato meno efficace in fase offensiva e l’amichevole in generale ha regalato meno spunti ed emozioni. Juric ha inserito nel corso della ripresa i vari Cissokho, Cofie, Miguel Veloso (ristabilito dopo l’infortunio dei giorni scorsi), Improta, Pietro Pellegri (giovanissimo attaccante classe 2001), Rosi, Renzetti e Tachtsidis. L’Alessandria è riuscita se non altro a realizzare il gol della bandiera: al 67′ Manuel Fischnaller ha insaccato superando Lamanna con una deviazione dall’interno dell’area genoana, sul cross proveniente dal lato destro. 

Un Grifone attivo nel pressing e veloce nelle ripartenze sta punendo gli avversari quasi ogni qualvolta che se ne presenta l’occasione. Proprio un’azione di pressione da parte degli attaccanti del Genoa porta al terzo gol: lo realizza al 25′ minuto Goran Pandev, che servito in area da Pavoletti supera il portiere Vannucchi con un tocco sotto. Al 31′ il poker servito da Lucas Ocampos: l’argentino evita l’intervento di un difensore e dall’ingresso dell’area di rigore realizza con un preciso tiro di destro. Al 37′ va vicino al gol anche Lazovic, fermato solo da un grande intervento del portiere alessandrino Vannucchi, due minuti dopo è invece il palo a respingere un altro bel destro a giro di Ocampos. Il primo tempo dell’amichevole Genoa-Alessandria termina quindi sul 4-0 in favore del Grifo. 

L’amichevole tra il Grifone e i Grigi piemontesi si è sbloccata al 5′ minuto di gioco. L’azione del gol è partita da capitan Burdisso: apertura sulla fascia destra per il serbo Lazovic, cross in mezzo all’area dove Diego Laxalt realizza con un bel colpo di testa. Quasi un gol alla Pavoletti per il giovane centrocampista uruguaiano, che ha cominciato la seconda stagione con la maglia del Genoa. Al 13′ altra fiammata del Genoa: Rincon per Pandev, filtrante a Lazovic che s’infila nell’area dell’Alessandria e viene steso da un difensore; l’arbitro decreta un penalty pressoché indiscutibile e dagli undici metri Leonardo Pavoletti non sbaglia, superando Vannucchi con un interno destro rasoterra (il portiere intuisce ma non basta). 

Di seguito le formazioni ufficiali dell’amichevole che parte alle ore 17:00. Nel Genoa gioca dal 1′ minuto il portiere Perin, per mister Jurci schieramento a trazione anteriore con quattro giocatori offensivi in campo: oltre a Pavoletti ci sono anche Lazovic, Ocampos e Pandev. 1 Perin; 3 Gentiletti, 5 Izzo, 8 Burdisso; 17 Ocampos, 19 Pavoletti, 22 Lazovic, 27 Pandev, 30 L.Rigoni, 88 Rincon, 93 Laxalt In panchina: 23 Lamanna, 38 Zima, 58 Faccioli, 4 Cofie, 9 Pellegri, 11 Asencio, 15 Marchese, 20 I.Cissokho, 26 Zanimacchia, 28 Rosi, 29 Fiamozzi, 31 Improta, 33 Renzetti, 44 Veloso, 77 Tachtsidis Allenatore: Ivan Juric 1 G.Vannucchi; 2 Celjak, 5 Mezavilla, 8 G.Nicco, 9 Marconi, 11 Fishnaller, 13 F.Piccolo, 16 Fissore, 17 Marras, 18 P.Gonzalez, 21 Gozzi In panchina: 12 La Gorga, 3 Manfrin, 4 Cazzola, 6 Celussi, 7 Cottarelli, 10 Iocolano, 19 C.ASosa, 23 Branca, 24 Bocalon Allenatore: Piero Braglia. Ricordiamo che l’amichevole tra Genoa ed Alessandria si potrà seguire in diretta streaming video sul sito internet dell’emittente regionale Telenord, telenord.it, cliccando sul pulsante DIRETTA TV dalla home page del portale.

Questa partita si era giocata pochi mesi fa e aveva ben altro contesto. Valeva per gli ottavi di finale di Coppa Italia: lAlessandria aveva già eliminato il Palermo in trasferta, e proseguiva il suo sogno sfidando il Grifone a Marassi. Sembrava una partita senza storia, e invece i grigi di Angelo Gregucci facevano il colpaccio: Manuel Marras li portava in vantaggio allinizio del secondo tempo, poi arrivava la beffa firmata da Leonardo Pavoletti che portava la sfida ai tempi supplementari. Si pensava che il Genoa ne avesse di più, e che per esperienza e carattere avrebbe passato il turno; e invece dal mucchio di Gregucci spuntava Riccardo Bocalon, titolarissimo in campionato e riserva in Coppa Italia, che a sei minuti dai possibili calci di rigore infilava la porta di Lamanna e mandava in paradiso lAlessandria. Che non si sarebbe fermata: vittoria in rimonta sul campo dello Spezia e storica semifinale. Poi sarebbe arrivato il Milan, ma questo è un dettaglio che non cancella la splendida cavalcata dei plemontesi.

Si gioca alle ore 17 di oggi: altra amichevole prestagionale per il Grifone di Ivan Juric, che a Bardonecchia affronta una delle migliori formazioni di Lega Pro, che punta direttamente alla promozione in Serie B.  Il Genoa è atteso dagli addetti ai lavori con molta curiosità, derivante soprattutto dal cambio di direzione tecnica. Al posto di Gian Piero Gasperini è infatti arrivato quell’Ivan Juric reduce dalla trionfale stagione a Crotone, coronata dall’insperata promozione. Da lui si attende un consolidamento di quanto fatto nelle stagioni precedenti e magari qualcosa in più della tranquilla salvezza che viene indicata come obiettivo d’annata dall’ambiente genoano.

Il mercato ha sinora visto la partenza di Ansaldi, ceduto all’Inter, di De Maio, passato all’Anderlecht, e di Suso, tornato per fine prestito al Milan. Dovrebbero essere soltanto queste le cessioni, nonostante le ricorrenti voci riguardanti Pavoletti, per il quale in particolare sembra essere il Milan il maggiore pretendente. Nel caso dovesse partire, Preziosi potrebbe virare su Juan Pablo Osvaldo o su Pinilla.

Sul fronte degli arrivi, vanno ricordati quelli di Lucas Ocampos, Santiago Gentiletti, Alejandro Rosi, Francesco Renzetti e Giovanni Simeone.

Naturalmente la curiosità è soprattutto per i due attaccanti argentini, entrambi molto accreditati e in cerca di affermazione anche nel calcio europeo. Non è però da escludere qualche altro colpo nel finale di mercato, come ormai abituale per un Preziosi abituato a movimentare un gran numero di giocatori ad ogni tornata.

Anche l’Alessandria si presenta alla nuova stagione con rinnovate ambizioni e un obiettivo ben preciso, tornare nel calcio professionistico. Ambizioni corroborate dallo straordinario percorso compiuto nell’ultima Coppa Italia, quando gli uomini allora allenati da Angelo Gregucci sono riusciti ad arrivare in semifinale.

Ora alla guida tecnica dei grigi c’è Piero Braglia, chiamato a forgiare una rosa in cui spicca proprio l’ultimo arrivato, quel Pablo Andrés Gonzalez che arriva dal Novara, ove ha segnato 45 reti negli ultimi quattro anni, tra Serie B e terza divisione. Un acquisto che ha sollevato molto entusiasmo nella tifoseria dei grigi e che sembra rafforzare la candidatura dei piemontesi alla promozione.

Altro elemento da tenere d’cchio è Riccardo Bocalon, attaccante cresciuto nelle giovanili dell’Inter e ormai da anni capace di assicurare un congruo numero di segnature, 14 solo nell’ultimo.

Nella prima gara stagionale, in Coppa Italia, l’Alessandria ha battuto il Teramo per 2-1, con reti di Iocolano e Bocalon, mostrando un discreto stato di forma, che ora dovrà essere rifinito nel corso delle amichevoli programmate prima dell’inizio del campionato.

La gara si presenta naturalmente con il Genoa favorito, ma i grifoni dovranno prestare particolare attenzione allo stato di forma più avanzato degli avversari. I liguri giocheranno probabilmente in costante proiezione offensiva, ma dovranno anche cercare di gestire al meglio il possesso palla, evitando in particolare di farsi trovare sguarniti in difesa di fronte alle rapide ripartenze dei mandrogni.

La diretta tv di Genoa-Alessandria, salvo variazioni di palinsesto, sarà trasmessa da TeleNord: trovate questo canale al numero 165 del digitale terrestre oppure al numero 845 del bouquet di Sky. Sul sito telenord.it Genoa-Alessandria dovrebbe essere disponibile anche la diretta streaming video per seguire questa partita, che si avvarrà anche delle informazioni in arrivo dalle pagine ufficiali dei social network, messe a disposizione dalle due squadre.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori