DIRETTA/ Judo donne 57 Kg, medaglia d’oro per la brasiliana Rafaela Silva, argento alla Sumiya (Olimpiadi Rio 2016, oggi 8 agosto)

- La Redazione

Diretta judo donne 57Kg: info streaming video e tv, risultato live della gara delle Olimpiadi Rio 2016. Lunedì 8 agosto una gara senza la presenza di atlete italiane

Judo48Kgdonne
Foto LaPresse

La finale che si è svolta nella notte a Rio de Janeiro, sede dei Giochi Olimpici, del judo femminile nella categoria 57 kg ha visto la vittoria della brasiliana e padrona di casa Rafaela Silva. Per il paese ospitante questa edizione delle Olimpiadi è il primo oro per l’edizione 2016 e giunge contro il pronostico proprio dal judo femminile. Rafaela Silva ha infatti battuto in finale per 10s2 la molto più favorita mongola Dorjsurengiin Sumiya, medaglia d’argento. Le medaglie di bronzo sono state invece distribuite alle semifinali come da programma sempre nella sera di ieri a Rio de Janeiro. La prima è andata alla portoghese Telma Monteiro, che ha battuto la rumeno Corina Caprioriu, mentre la seconda è andata alla giapponese Kaori Matsumoto, che ha vinto sulla cinese, ma nativa di Taipei Chen-Ling Lien. Sulla carta non era certo la brasiliana la favorita e il pronostico scritto alla vigilia dava sul podio la proprio la Sumiya e la Matsumoto, anche se la nipponica si è presentata alle Olimpiadi di Rio 2016 con qualche fastidio fisico. Purtroppo nessuna atleta italiana è riuscita a qualificarsi per la categoria 57 kg del judo femminile, ma per fortuna sia la Giuffrida (nei 52 kg) che Basile (nei 66 kg maschile) non hanno deluso le nostre aspettative.

Oggi per il judo alle Olimpiadi di Rio 2016 è il giorno della categoria 57 kg in campo femminile. Purtroppo non ci saranno atlete italiane in gara dopo le grandissime soddisfazioni che proprio il judo ci ha portato ieri sera con l’oro di Fabio Basile (66 kg uomini) e l’argento di Odette Giuffrida nei 52 kg femminili. Oggi dunque logicamente non ci potranno essere medaglie per l’Italia da questa arte marziale di origine giapponese, ma dal momento che si gareggia nei 57 kg delle donne, ricordiamo volentieri che a Pechino 2008 Giulia Quintavalle vinse l’oro olimpico proprio in questa categoria. L’atleta livornese batté in finale l’olandese Deborah Gravenstijn, regalandoci quello che fino a ieri sera era ancora l’ultimo oro per l’Italia alle Olimpiadi per quanto riguarda il judo. Fabio Basile ha colmato questo vuoto, anche se oggi purtroppo non potremo fare altro che assistere allo spettacolo delle judoka straniere in gara in questa categoria di peso.

Le gare di Judo, categoria 57kg femminile, alle Olimpiadi Rio 2016 partiranno lunedì 8 agosto 2016 alle ore 15.15, per poi vivere la loro finalissima lo stesso giorno alle ore 21.40. Nel panorama del Judo Femminile si tratta di una gara particolarmente interessante visto che propone uno dei livelli qualitativamente più alto. La giapponese Kaori Matsumoto si presenta ai nastri di partenza della competizione della speranza di difendere l’oro Olimpico di Londra, ma la sua leadership viene fortemente insidiata da Dorjsürengiin Sumiya, che sembra la papabile per l’oro per la Mongolia. Sarebbe il primo alloro Olimpico per lei, senza dimenticare i talenti europei di Corina Caprioriu per la Romania e della francese Automne Pavia. 

Mancherà l’Italia nella corsa alla medaglia d’oro, e sarà un’assenza particolarmente amara visto che negli occhi degli sportivi amanti della maglia azzurra c’è ancora vivida l’impresa compiuta in questa categoria, otto anni fa a Pechino, da Giulia Quintavalle, straordinaria medaglia d’oro in quella che fu una finalissima tutta europea contro l’olandese Gravenstijn. Dorjsürengiin Sumiya viene considerata dunque la favorita numero uno per la conquista della medaglia d’oro nel Judo, categoria 57kg femminile. Un successo che se ottenuto rappresenterebbe una vera e propria consacrazione per l’atleta della Mongolia, che finora nella sua carriera ha messo nel carniere solamente un bronzo Mondiale, nell’edizione del 2015 disputata in Kazakhstan ad Astana, ed altre due medaglie di bronzo ai Giochi Asiatici.

Classe ’92, potrebbe dunque arrivare al suo massimo alloro proprio a Rio de Janeiro: sembra la più in forma del gruppo, anche se avere la meglio su una grande atleta come Kaori Matsumoto, che proprio ad Astana ha conquistato un anno fa il suo secondo oro Mondiale, non sarà facile. La nipponica sul piano dell’esperienza ha sicuramente una marcia in più, il che potrebbe essere una qualità decisiva per riuscire a contenere l’irruenza di Dorjsürengiin Sumiya. Kaori Matsumoto non arriva però all’appuntamento di Rio al massimo della forma, infastidita da alcuni problemi fisici che ne hanno un po’ rallentato la marcia d’avvicinamento alle Olimpiadi sin dall’inizio di questo 2016. Tra le due litiganti potrebbe dunque inserirsi la sudcoreana Kim Jan Di, al suo primo appuntamento importante, il che potrebbe tradirla un po’ sul piano dell’emozione, considerando che l’atleta coreana è rimasta fuori dai radar dai Mondiali di Astana. In cui l’argento è stato conquistato da una possibile outsider qui a Rio de Janeiro, ovvero la romena Corina Caprioriu, arrivata ancora a un passo dall’oro perdendo la finale contro Kaori Mastumoto esattamente così come era successo a Londra 2012. Parlando di atlete già medagliate, l’americana Marti Malloy e la francese Automne Pavia si sono giocate ad Astana quel bronzo che avevano conquistato in coppia quattro anni fa alle precedenti Olimpiadi. Tante leggende del Judo in una sola gara, dunque, anche se il nuovo che avanza, rappresentato da Dorjsürengiin Sumiya e da Kim Jan Di, potrebbe sparigliare le carte.

A Londra 2012 il medagliere fu composto da atlete tutte presenti in gara in questa edizione Olimpica brasiliana. La medaglia d’oro venne conquistata dalla giapponese Kaori Matsumoto. Argento alla romena Corina Caprioriu, medaglia di bronzo all’americana Marti Malloy e alla francese Automne Pavia. L’Italia ricorda con grande entusiasmo l’edizione di Pechino 2008 perché a conquistare una storica medaglia d’oro fu l’azzurra Giulia Quintavalle, seguita dalla medaglia d’argento Deborah Gravenstijn per l’Olanda, battuta in finale. Il bronzo andò alla brasiliana Ketleyn Quadros e alla cinese Xu Yan. Atene 2004 fece registrare il successo della tedesca Yvonne Bönisch, vincente in finale sulla nordcoreana Kye Sun-Hui, mentre l’olandese Deborah Gravenstijn fu costretta ad accontentarsi della medaglia di bronzo assieme alla cubana Yurisleidy Lupetey.

La Dorjsuren per la Mongolia è la favorita, secondo le principali agenzie di scommesse, per la conquista della medaglia d’oro nel Judo, categoria 57kg femminile. La sua vittoria viene quotata 2.10 da Snai, che considera abbastanza staccate le altre pretendenti al titolo. A partire dalla giapponese Matsumoto e dalla sudcoreana Kim Jan Di, che moltiplicano per 6.00 la posta scommessa sulla loro eventuale vittoria. Considerata papabile per una medaglia anche l’americana Malloy, quotata 6.50, più staccate la francese Pavia, quotata 10.00, e la romena Caprioriu, quotata 12.00. Quota 15.00 per l’idolo di casa, la brasiliana Silva, a seguire quota 18.00 per la portoghese Monteiro, quota 20.00 per la canadese Beauchemin Pinard, quota 25.00 per l’ungherese Karakas e quota 50.00 per Lien Chen Ling, in gara per Taipei: nessuna di queste atlete, salvo sorprese, dovrebbe riuscire però ad inserirsi nel discorso medaglie. Per seguire le gare di Judo, categoria 57kg femminile a partire da lunedì 8 agosto 2016 alle ore 15.15, fino alla finalissima delle ore 21.40, basterà collegarsi sulle reti Rai, con la diretta della tv di Stato che sui canali Rai Sport 1, Rai Sport 2 e su Rai 2, rete ammiraglia delle Olimpiadi, trasmetterà le fasi salienti di tutte le gare con una regia dinamica. Gli spettatori collegandosi in diretta streaming video al sito rai.tv potranno però essere padroni della scelta delle gare, scegliendo da un menu che trasmetterà tutti gli sport in tempo reale. Da non dimenticare la possibilità di seguire i tre canali Olimpici anche in HD sul boquet di Sky sui canali 226, 227 e 228. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori