VIDEO/ Leicester-Manchester United (1-2): highlights e gol della partita. La rete di Ibrahimovic (Community Shield 2016)

- La Redazione

Video Leicester-Manchester United 1-2: highlights e gol della partita che si è giocata a Wembley per il Comnunity Shield 2016. E’ il primo trofeo di José Mourinho con i Red Devils

Ibrahimovic_United2016
Foto LaPresse

Lo United di José Mourinho e Zlatan Ibrahimovic conquista il primo trofeo ufficiale della stagione inglese, il Community Shield che ieri ha messo di fronte il Leicester campione d’Inghilterra in carica e il Manchester United in qualità di vincitore dell’ultima Fa Cup. La squadra di Claudio Ranieri cede a soli sette minuti dal termine, quando proprio Ibra mette a segno il gol del definitivo 2-1 dopo che Vardy aveva pareggiato il primo vantaggio del Manchester, firmato da Lingard. Per Zlatan Ibrahimovic dunque ecco subito il segno con la sua nuova maglia, anche se in tutta onestà va detto che era in posizione di fuorigioco (ma davvero di pochissimo) al momento del colpo di testa che ha battuto Schmeichel jr regalando a Mourinho il titolo che poi lo Special One con signorilità ha dedicato a Van Gaal, che a maggio vinse la Fa Cup che ha permesso al Manchester United di giocare questa finale.

José Mourinho si prende la sua prima rivincita nei confronti di Claudio Ranieri: il tecnico portoghese, al debutto ufficiale sulla sua nuova panchina del Manchester United, si aggiudica il Community Shield 2016 battendo di misura i campioni in carica del Leicester per 2 a 1 dopo un match tiratissimo ed equilibrato in cui entrambe le squadre hanno avuto le loro occasioni per vincere. Decidono le reti di Lingard nella prima frazione di gioco (al termine di un’azione memorabile, dopo essersi bevuto tutta la difesa del Leicester) e di Ibrahimovic (su assist di Valencia) a pochi minuti dal novantesimo, con in mezzo il gol di Vardy che aveva momentaneamente pareggiato i conti e ridato nuove speranze alle Foxes che recriminano per la traversa di Okazaki colpita nel primo terzo di gara. Decisivo, ancora una volta, il centravanti svedese che al suo primo impegno ufficiale con la nuova maglia del Manchester United lascia subito il segno, da grandissimo campione qual è, nonostante prima del gol non avesse combinato granché, dimostrando di non essere ancora perfettamente a suo agio con il calcio inglese. Il Leicester ha comunque dimostrato di non essere un fuoco di paglia e poter dire la sua anche quest’anno, ma non sarà facile visto come si è rinforzata la concorrenza (oltre allo United, promettono battaglia il nuovo Chelsea di Conte e il Manchester City ora guidato da Guardiola). (Stefano Belli)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori