Diretta/ Benevento-Verona (risultato finale 2-0) info streaming video e tv. Finita! Standing ovation del Vigorito (Serie B, oggi 10 settembre 2016)

- La Redazione

Diretta Benevento-Verona, info streaming video e tv: risultato live della partita che si gioca allo stadio Vigorito sabato 10 settembre, per la terza giornata del campionato di Serie B

Benevento_2016_nero
Foto LaPresse

Finisce con un sorprendente 2-0 la gara fra Benevento e Verona allo Stadio Vigorito in favore dei padroni di casa. Lo snodo cruciale del match è stata sicuramente l’espulsione di Caracciolo dopo appena 5 minuti, dopo un fallo da ultimo uomo su Ceravolo. Il Benevento ha faticato a sfruttare la superiorità numerica contro una difesa del Verona ben schierata in campo da Pecchia. Al 36 minuto il Verona ha dovuto però arrendersi alla splendida azione di Falco, che dopo aver superato un avversario con il sinistro ha effettuato un tiro potente e preciso dal limite dell’area, senza lasciare scampo al portiere del Verona. Nella ripresa la squadra di Pecchia si è resa molto pericolosa con l’ingresso in campo di Juanito Gomez, ma la squadra di Baroni ha resistito con successo. Nel finale all’81’ Ciciretti ha sfruttato uno stop errato di Fares davanti alla propria area di rigore e con freddezza ha battuto Nicolas. Il Benevento grazie a questa vittoria raggiuge quota 7 punti e rimane stabile ai piani alti della classifica. Il Verona di Pecchia, d’altro canto, conosce il sapore amaro della sconfitta in una gara cominciata male fin dal principio e resta ferma a quota 4 punti in classifica.

Raddoppio del Benevento con Ciciretti che chiude la gara all’81 minuto portando i padroni di casa sul 2-0 contro il Verona. L’esterno del Benevento sfrutta un brutto errore di Fares vicino alla propria area di rigore e buca senza problemi Nicolas. Ammonito il giocatore del Benevento dopo essersi tolto la maglietta per esultare. Dopo il gol si è accesa una mischia in cui sono stati coinvolti i due allenatori, ma l’arbitro sembra essere riuscito a calmare la convulsa situazione.

E’ cominciato il secondo tempo allo Stadio Vigorito di Benevento. Pecchia decide di rinunciare a Ganz per affidarsi alla maggior esperienza e vivacità di Juanito Gomez. Partono subito bene gli ospiti e al 49 minuto si rendono pericolosi in attacco con Souprayen. Il terzino del Verona viene servito benissimo da Bessa in area di rigore e calcia con convinzione, ma la sua conclusione viene respinta con un colpo di reni da Cragno. Il Verona sfiora ancora il vantaggio al 53 minuto, quando Luppi serve Siligardi in area di rigore, ma l’attaccante dell’Hellas Verona calcia incredibilmente alto. Due cambi intorno al 60 minuto. Nel Verona Fares sostituisce uno spento Fossati, mentre mister Baroni prova a spronare la sua squadra inserendo Cissè al posto di Ceravolo.

Si chiude il primo tempo allo Stadio Vigorito con il Benevento in vantaggio sul Verona dopo una scoppiettante prima frazione di gioco. Il Verona ha sofferto molto l’inferiorità numerica dopo l’espulsione di Caracciolo, ma ha resistito alla grande in difesa, arrendendosi solo alla grande giocata di Falco. Al 44 minuto Ciciretti del Benevento ha provato a raddoppiare con una conclusione dalla distanza, ma Nicolas non si è fatto sorprendere. Nel finale Ganz e Siligardi hanno tentato con qualche combinazione di sorprendere la difesa del Benevento, ma finora la prestazione della squadra di Baroni in entrambe le fasi è stata all’altezza di una squadra nettamente superiore tecnicamente.

Si complicano le cose per l’Hellas Verona allo Stadio Vigorito. Benevento in vantaggio grazie al gol di Filippo Falco, arrivato in estate dal Bologna. Al minuto 38 il giovane trequartista con un azione personale supera un avversario con il sinistro e scarica un mancino potente e preciso dal limite dell’area. Nicolas si tuffa per respingere l’ottima conclusione di Falco, ma non può nulla. Mister Baroni è costretto nei minuti successivi al gol a sostituire l’ala destra Melara per un problema fisico, inserendo al suo posto Jakimovski. Vedremo se il Verona riuscirà a reagire dopo lo svantaggio numerico (espulsione di Caracciolo) e anche nel risultato dopo il bellissimo gol di Falco.

Pecchia decide di risistemare la sua squadra in campo con il 4-4-1 dopo l’espulsione a sorpresa di Caracciolo dopo appena 5 minuti di gioco. Il Benevento gestisce bene il pallone e prova a sfruttare la superiorità numerica, ma la difesa del Verona non si scompone. Intorno al quarto d’ora di gioco Lopez dalla sinistra prova con un cross a servire Ceravolo nell’area di rigore scaligera, ma Nicolas esce dai pali e fa sua la sfera. Al 18 minuto di gioco il Verona si fa rivedere in avanti e riesce ad arrivare al tiro con Luppi, ma Cragno, portiere del Benevento, para senza problemi.

E’ cominciata la sfida fra Benevento e Verona allo Stadio Vigorito. I padroni di casa vengono schierati da mister Baroni con il 4-2-3-1 con Chibsah e Buzzegoli schierati come centrocampisti. Il Verona invece deve rinunciare ancora a Pazzini per infortunio, ma pronto dal primo minuto a fare male Ganz, dopo la prima rete stagionale segnata settimana scorsa contro la Salernitana. In panchina per gli scaligeri c’è Enzo Maresca, acquisto last minute dopo essersi svincolato dal Palermo. Vedremo se Pecchia gli darà subito una chance. Incredibile allo Stadio Vigorito con Caracciolo espulso dopo un fallo da ultimo uomo su Ceravolo. Verona in in dieci dopo soli cinque minuti.

Mancano pochi minuti al calcio di inizio di Benevento-Hellas Verona, partita valida per la terza giornata del campionato di Serie B 2016-2017. I padroni di casa sono reduci dal pareggio di uno a uno contro il Carpi, stesso punteggio per i veneti che hanno fermato la Salernitana all’Arechi. Le due squadre stanno ultimando la fase di riscaldamento, nel frattempo gli allenatori hanno comunciato le loro scelte tecniche diramando le formazioni ufficiali. BENEVENTO (4-2-3-1): Cragno; Venuti, Padella, Lucioni, Lopez; Buzzegoli, Chibsah; Melara, Falco, Ciciretti; Ceravolo. HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Caracciolo, Souprayen; Romulo, Fossati, Bessa; Siligardi, Ganz, Luppi. 

Benevento-Verona, uno sguardo alla possibile chiave tattica del match del Vigorito: Marco Baroni ha portato anche al Benevento i principi del suo 4-2-3-1 che pur tra alti e bassi hanno lasciato importanti segni nei precedenti campionati di Serie B, nelle esperienze alla Virtus Lanciano, al Pescara e l’anno scorso al Novara, con i piemontesi trascinati da neopromossi a disputare la semifinale play off. 4-3-3 per il Verona di Fabio Pecchia, con l’Hellas che ha avuto in entrambe le sfide disputate in campionato degli approcci alla partita molto aggressivi, anche se la formazione scaligera ha sofferto a tratti contro una Salernitana che da par suo ha saputo mantenere alti i ritmi agonistici per tutti e novanta i minuti di gioco.

Benevento-Verona: il risultato ottenuto a Carpi secondo il tecnico Marco Baroni ha dimostrato come il Benevento abbia tutte le carte in regola per disputare un campionato di alto profilo. L’allenatore dei sanniti ha sottolineato come la sua squadra debba migliorare l’approccio alla gare, fase più delicata della partita e giocata un po’ in sordina come era successo anche contro la Spal, anche se aver chiuso la sfida in crescendo è senz’altro indice di una condizione atletica già buona. Fabio Pecchia ha affermato di aver visto a Salerno un buon Verona, in linea con quanto fatto vedere dalla sua squadra contro il Latina. Secondo il tecnico agli scaligeri è mancato soltanto il colpo di grazia, con la squadra che non si è fatta intimorire dal gran tifo del pubblico salernitano, ma che non è riuscita a mettere quel pizzico di cinismo in più necessario per fare bottino pieno su un campo estremamente difficile come quello dell’Arechi.

La partita dello stadio Vigorito è un inedito a livello ufficiale, e non potrebbe essere altrimenti. Il Verona nel 2011-2012 era neopromosso in Serie B, già nel 2013 conquistava un altro gradino volando in Serie A e poi ha giocato tre stagioni consecutive nel campionato della massima serie, retrocedendo con lultimo posto lo scorso maggio. In queste cinque stagioni il Benevento è invece sempre stato in Lega Pro: nel 2008-2009, 2009-2010 e 2010-2011 le due squadre hanno condiviso la Prima Divisione Lega Pro, ma sempre in girone diversi: nel primo anno il Benevento era inserito nel girone B (secondo, aveva perso la finale playoff contro il Crotone) e una volta messo nel girone A è stato il Verona a passare nel girone B. Lanno dopo altro cambio di raggruppamento, e ancora una volta per entrambe; quasi che le due squadre non si volessero incontrare. Lo fanno ora, e nel nobile campionato di Serie B: chi sarà ad avere la meglio in questo incrocio dello stadio Vigorito valido per la terza giornata del torneo?

Benevento-Hellas Verona, diretta dall’arbitro La Penna, si giocva sabato 10 settembre 2016 alle ore 15.00, vedrà scontrarsi due squadre appaiate nella classifica del campionato di Serie B 2016-2017, pur essendo passate da una stagione precedente profondamente diversa. Dopo tre annate nella massima serie, gli scaligeri sono tornati in cadetteria, affrontando una nuova realtà con un nuovo allenatore in panchina, Fabio Pecchia, e la dovuta umiltà che ha portato ad una roboante vittoria all’esordio casalingo contro il Latina, e ad un buon pareggio a Salerno in cui i veneti hanno comunque ripreso confidenza con le asprezze della categoria, subendo il gol del pari in uno stadio caldissimo.

I sanniti l’anno scorso hanno vissuto invece la stagione più esaltante della loro storia, ritrovandosi al primo posto nel girone C del campionato di Lega Pro, ottenendo così una promozione in Serie B sfiorata spesso nell’ultimo decennio, ma che mai era stata conquistata dal club campano. 

L’approccio con la categoria superiore per il Benevento è stato eccellente, prima andando a battere nello scontro fra neopromosse la Spal con un secco due a zero, poi strappando un punto in trasferta al Carpi, altra squadra appena retrocessa dalla Serie A. Certo il calendario non è stato clemente con i sanniti in questa fase iniziale del campionato, ma ottenere un risultato positivo anche contro il Verona permetterebbe al Benevento di consolidarsi non poco come realtà del torneo cadetto.

Allo stadio Vigorito si affronteranno le seguenti probabili formazioni: Benevento in campo con Gori in porta, Venuti in posizione di terzino destro e l’uruguaiano Walter Lopez in posizione di terzino sinistro, mentre al centro della difesa giocheranno Padella e Lucioni. Il ghanese Chibsah affiancherà Buzzegoli a centrocampo, con Melara, Falco e Ciciretti schierati a supporto dell’unica punta Ceravolo. Nel Verona scenderanno in campo il brasiliano Nicolas tra i pali, il francese Souprayen e Bianchetti sulle corsie laterali di difesa, rispettivamente a destra e a sinistra, e Pisano e Antonio Caracciolo difensori centrali. Luppi in cabina di regia sarà affiancato a centrocampo da Romulo e da Fossati, nel tridente offensivo spazio all’altro brasiliano Bessa con Siligardi e Simone Ganz.

La differenza di esperienza e di blasone tra le due formazioni si farà sentire secondo le principali agenzie di scommesse, con la vittoria esterna del Verona quotata 2.35 da Bwin, mentre Betfair propone a 3.10 la quota del pareggio e Betclic a 3.40 la quota per l’affermazione interna dei sanniti. Benevento-Hellas Verona, sabato 10 settembre 2016 alle ore 15.00, sarà trasmessa in diretta tv e in esclusiva da Sky sul canale 251 (Sky Calcio 1 HD), con tutti gli abbonati alla pay tv satellitare che potranno seguire l’incontro anche in diretta streaming video internet sul sito skygo.sky.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori