Probabili formazioni / Juventus-Sassuolo: i migliori. Le ultime novità live e quote (Serie A 3^ giornata, oggi 10 settembre 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Juventus-Sassuolo: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca allo Juventus Stadium, valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2016-2017

Missiroli_Dybala
Foto LaPresse
Pubblicità

La terza giornata di Serie A si apre con la sfida dello Stadium, Juventus-Sassuolo. Le due squadre arrivano a questo appuntamento a punteggio pieno anche se le defezioni di Eusebio Di Francesco spostano il pronostico nettamente a favore dei bianconeri. Andiamo a vedere intanto chi sono stati i migliori in queste due giornate. Tra i bianconeri il capocannoniere è a sorpresa Sami Khedira che è andato a segno sia contro la Fiorentina che contro la Lazio, in entrambi i casi è stato determinante il suo tempo nell’inserimento partendo da dietro. Il tedesco ha collezionato quattro tiri, un assist, dieci attacchi e quattro occasioni da gol. Come lui ha segnato due reti dall’altra parte Domenico Berardi protagonista di sette conclusioni, ma assente nella gara di oggi a causa di un problema fisico. Dietro a Berardi i calciatori con più conclusioni sono Paulo Dybala e Matteo Politano con sei a testa. Impressionante il dato sui chilometri percorsi in media che vede nettamente in testa con 12.298 il regista del Sassuolo Francesco Magnanelli, dietro di lui ci sono Stefano Sensi e Giorgio Chiellini. 

Pubblicità

Juventus-Sassuolo apre la terza giornata di Serie A: andiamo a vedere quali possibili protagonisti possono esserci in campo oggi. La Juventus ha ritrovato Juan Cuadrado: sembrava unesperienza finita quella del colombiano, e invece Massimiliano Allegri ne ha preteso il ritorno in bianconero. Il Chelsea alla fine ha acconsentito: Cuadrado, che lo scorso anno ha dato una marcia in più al di là dei gol (4 in campionato), si candida al ballottaggio con Dani Alves. Entrambi importanti, entrambi con caratteristiche ben definite, si alterneranno sulla corsia destra in un prezioso turnover considerati gli impegni in Champions League. Il protagonista del Sassuolo è per forza di cose Alessandro Matri: un giocatore che dopo aver fatto molto bene a Cagliari ha trovato una sua dimensione alla Juventus, tanto da risultarne il capocannoniere nellanno del primo scudetto e realizzando anche un gol decisivo in finale di Coppa Italia. Lontano da Torino non si è mai ripetuto: riparte dal Sassuolo con rinnovate speranze, provando a essere quel bomber che i neroverdi cercavano da tempo, utile anche per scardinare le difese di Europa League ed essere il perfetto sparring partner di Domenico Berardi (oggi assente).

Pubblicità

Sono molti le frecce che la Juventus ha a disposizione per far male al Sassuolo, ma Gonzalo Higuain potrebbe essere quella più pericolosa. Il Pipita può essere il jolly in grado di decidere l’anticipo della terza giornata del campionato di Serie A: Higuain, che si è rivelato decisivo per la vittoria sulla Fiorentina, ha approfittato della sosta per le nazionali per recuperare la forma fisica e – salvo clamorose sorprese – dovrebbe partire titolare al fianco di Paulo Dybala. Allegri, che ne ha centellinato l’impiego per permettergli di arrivare al top della condizione, vuole altre risposte da Higuain. E così i tifosi della Juventus, che saluteranno Alessandro Matri, uno degli ex del match. Non sarà una partita come tutte le altre per l’attaccante del Sassuolo, che sfiderà il suo passato. Amici, ricordi e stimoli allo Juventus Stadium per Matri, che vuole tornare a far parlare di sé. E avrà una grande chance per farlo, visto che dovrebbe partire dal 1′. Sulle sue spalle il peso dell’attacco orfano dell’infortunato Domenico Berardi.

Come abbiamo detto ci sono ancora dei ballottaggi aperti nelle probabili formazioni della partita. La Juventus per esempio valuta se mandare in campo dal primo minuto Miralem Pjanic e Gonzalo Higuain: per entrambi si tratterebbe della prima da titolare con la maglia bianconera, ma ovviamente il fatto che ci sia una partita di Champions League da giocare obbliga Massimiliano Allegri a fare delle valutazioni. Anche per quanto riguarda la difesa: Mehdi Benatia e Daniele Rugani sono candidati ad un posto da titolari, lasciando in panchina in questo caso Chiellini che è reduce da una brutta partita con la maglia della nazionale. Nel Sassuolo Politano e Iemmello scalpitano: con lassenza di Domenico Berardi entrambi potrebbero essere in campo dal primo minuto, con lex Foggia da attaccante centrale e il giovane cresciuto nella Roma che occuperebbe la corsia destra nel tridente (in questo caso starebbe fuori Matri). A centrocampo Missiroli è tornato a disposizione: potrebbe essere subito titolare, al posto di uno tra Biondini e Duncan con Magnanelli naturalmente intoccabile al centro della mediana.

La terza giornata di Serie A si apre alle 18.00 con la sfida Juventus-Sassuolo, gara di grande valore tra due squadre a punteggio pieno e sicuramente di grande livello. Saranno importanti per Massimiliano Allegri ed Eusebio Di Francesco i calciatori che partiranno dalla panchina. Tra i bianconeri attenzione alla posizione di Juan Cuadrado e Marko Pjaca. I due esterni d’attacco sono in grado di cambiare la partita con una giocata, grinta e rapidità. Sanno saltare l’uomo con intelligenza e possono nella ripresa entrare e spaccare la partita soprattutto se la gara sarà ancora in bilico. Dall’altra parte invece sono interessanti i cambi a disposizione dei neroverdi. Attenzione a Ricci e Iemmello che in Serie A non hanno esperienza ma sono due giocatori molto talentuosi. Attenzione anche a Mazzittelli che è reduce dalla settimana con l’Under 21 di Gianluigi Di Biagio dimostrando di essere un calciatore di grandissimo talento.

Juventus-Sassuolo: entrambe le formazioni devono rinunciare a qualche pezzo pregiato nelle formazioni che si sfidano oggi per la terza giornata di Serie A. Sempre problemi a centrocampo per la Juventus: non rivedremo in campo Claudio Marchisio prima di ottobre – e i tempi di recupero potrebbero anche allungarsi – più o meno il periodo nel quale Stefano Sturaro dovrebbe fare il suo ritorno. Rolando Mandragora inoltre è out dalla scorsa stagione per un problema al metatarso: la Juventus non lo ha inserito nella lista per i gironi di Champions League, questo perchè il suo rientro allattività è previsto per dicembre. Il Sassuolo invece deve rinunciare al suo cannoniere Domenico Berardi: il classe 94 è assente per un infortunio rimediato prima della sosta e sarà assente forse anche per la prossima giornata. Salterà la sfida dello Juventus Stadium anche Stefano Sensi: il regista, preso – si dice – con la collaborazione della Juventus era già lanciato verso una maglia da titolare ma si è dovuto fermare, resta comunque un giocatore molto importante per il Sassuolo. 

Si gioca alle ore 18 di oggi pomeriggio; valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2016-2017, è la partita che apre il turno. Si torna in campo dopo la sosta: la Juventus cerca di confermarsi a punteggio pieno, il Sassuolo sul campo ha vinto entrambe le partite ma per lirregolarità nella posizione di Ragusa ha perso a tavolino contro il Pescara; neroverdi tesi anche allesordio nel girone di Europa League il prossimo giovedì. Andiamo dunque a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Juventus-Sassuolo

Le quote Snai per Juventus-Sassuolo, valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2016-2017, ci danno le seguenti informazioni: la vittoria della Juventus (segno 1) vale 1,32, il pareggio (segno X) vale 5,00 mentre la vittoria del Sassuolo (segno 2) vale 10,00 volte la somma che deciderete di mettere sul piatto. 

Juventus in campo con il solito 3-5-2: tre i ballottaggi aperti nella formazione bianconera. Chiellini o Rugani, Lemina o Pjanic, Higuain o Mandzukic. Questi i dubbi di Massimiliano Allegri, che deve anche fare i conti con lesordio in Champions League e dunque potrebbe far rifiatare qualcuno dei titolarissimi. Rugani allora si prepara a prendere il posto di uno dei tre difensori, mentre in mediana resta ancora da capire se Pjanic giocherà oggi pomeriggio o sarà risparmiato per la partita contro il Siviglia. Nel secondo caso Lemina verrà confermato in cabina di regia; sul centrosinistra giocherà Asamoah, sul centrodestra ancora Khedira anche perchè, visti gli infortuni, a centrocampo la coperta è piuttosto corta. In attacco potrebbe esserci lesordio dal primo minuto di Higuain, ma anche in questo caso la cosa va definita; Mandzukic potrebbe comunque giocare. Sulle corsie, Alex Sandro è in vantaggio su Evra mentre dallaltra parte potrebbe avere unoccasione Cuadrado, con Dani Alves che a quel punto giocherebbe in Champions League.

Fuori causa Domenico Berardi, costretto a saltare anche la prima di Europa League; insieme a lui in infermeria anche Stefano Sensi. Eusebio Di Francesco pensa anche allEuropa, ma la sfida alla Juventus è da onorare fino in fondo: giocherà probabilmente la formazione migliore, con Gazzola e Peluso sulle corsie laterali mentre Paolo Cannavaro e Acerbi saranno i centrali a protezione di Consigli. A centrocampo ha ormai recuperato Missiroli, ma come titolari dovrebbero essere confermati Duncan e Biondini; capitan Magnanelli sarà come sempre il perno davanti alla difesa, forse il vero insostituibile della squadra in mediana. Nel reparto offensivo sono cambiate tante cose: Falcinelli e Trotta non ci sono più, è arrivato Iemmello che dovrebbe comunque rimanere in panchina, visto che titolare come esterno a sinistra sarà Defrel (che si adatta in un ruolo non suo). Lex di lusso Matri sarà la prima punta di riferimento, mentre a destra il favorito per una maglia da titolare è Politano.

 

 1 Buffon; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 24 Rugani; 7 Cuadrado, 6 Khedira, 18 Lemina, 22 Asamoah, 12 Alex Sandro; 21 Dybala, 9 Higuain

A disposizione: 25 Neto, 32 Audero, 4 Benatia, 3 Chiellini, 23 Dani Alves, 26 Lichtsteiner, 11 Hernanes, 5 Pjanic, 33 Evra, 20 Pjaca, 17 Mandzukic

Allenatore: Massimiliano Allegri

Squalificati: –

Indisponibili: Sturaro, Marchisio, Mandragora

 47 Consigli; 23 Gazzola, 28 Cannavaro, 15 Acerbi, 13 Peluso; 32 Duncan, 4 Magnanelli, 8 Biondini; 16 Politano, 10 Matri, 11 Defrel

A disposizione: 79 Pegolo, 1 Pomini, 20 Lirola, 98 Adjapong, 5 Antei, 55 Letschert, 6 L. Pellegrini, 22 Mazzitelli, 7 Missiroli, 90 Ragusa, 27 F. Ricci, 9 Iemmello

Allenatore: Eusebio Di Francesco

Squalificati: –

Indisponibili: Sensi, D. Berardi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori