PROBABILI FORMAZIONI/ Palermo-Napoli: gli assenti. Quote, le ultime novità live (Serie A 3^ giornata, oggi 10 settembre 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Palermo-Napoli: quote, le ultime novità live sulla partita che si gioca allo stadio Renzo Barbera ed è valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2016-2017

PezzellaInsigne
Foto Infophoto
Pubblicità

 Palermo-Napoli: andiamo a vedere quali giocatori salteranno questa partita perchè infortuni o squalificati e di conseguenza non fanno parte delle probabili formazioni delle due squadre per il match del Barbera. Nel Palermo è sempre fuori dai giochi Michel Morganella, che tornerà forse a fine mese (ha un edema alla tibia), così come Robin Quaison che ha una lesione di secondo grado al bicipite femorale. Aleksandar Trajkovski invece ha un problema più serio: una frattura da stress, un infortunio sempre difficilmente recuperabile, che dovrebbe farlo tornare in campo non prima di fine ottobre. Il Napoli invece ha recuperato Emanuele Giaccherini, che era uno dei giocatori fuori causa da tempo; sempre fuori invece Lorenzo Tonelli il cui ginocchio preoccupa (di fatto lex difensore dellEmpoli non si è mai visto da quando si era aggregato al ritiro di Dimaro) e lo terrà fuori al più presto fino a ottobre, a lui in infermeria si è aggiunto il rumeno Vlad Chiriches che soffre di una lesione al menisco mediale ma già per fine mese potrebbe tornare in campo.

Pubblicità

L’anticipo del sabato sera si gioca al Renzo Barbera per un Palermo-Napoli che sicuramente ricorda tanti bei match vissuti nella massima categoria. In questo momento non c’è veramente paragone tra le due squadre soprattutto perchè i rosanero vengono da una settimana molto complicata con le dimissioni di Davide Ballardini e l’arrivo di Roberto De Zerbi catapultato dalla Lega Pro a uno scontro contro una big del calcio italiano e tra le altre cose anche sua ex squadra quando era calciatore. Andiamo a vedere quali sono stati i migliori in queste prime due giornate. Nel Napoli ci sono addirittura tre calciatori a due reti segnate e si tratta di Dres Mertens, Josè Maria Callejon e Arkadiusz Milik, mentre nel Palermo l’unica rete l’ha segnata Rispoli, con deviazione, contro l’Inter. Il belga Mertens è quello che ha tirato di più con sei conclusioni, lo seguono Callejon e Milik a quattro e Rispoli, Sallai, Jorginho e Insigne a due. Il calciatore che ha percorso più chilometri in media è Alessandro Gazzi con 11.961, seguito a ruota da Jorginho a 11.89.

Pubblicità

Quali saranno i protagonisti della partita dello stadio Barbera? Il Palermo ha appena cambiato allenatore, affidandosi a Roberto De Zerbi; con lui i rosanero dovrebbero tornare a giocare con il 4-3-3 e allora Carlos Embalo, arrivato dal Brescia, potrebbe essere un giocatore decisivo per le sorti della squadra. Esterno giovane, rapido e fantasioso, sarà utilissimo negli schemi di De Zerbi che anche a Foggia privilegiava il talento sugli esterni per provare ad allargare il campo e creare spazi per i gol della prima punta. Nel Napoli un papabile protagonista è Allan: il centrocampista brasiliano è stato uno dei principali segreti della grande stagione partenopea, ora però si trova ad affrontare maggiore concorrenza visti gli arrivi di Zielinski e Rog. Il titolare in ogni caso è ancora lui: nessuno mette lintensità che lex Udinese garantisce in mezzo al campo, i miglioramenti in zona gol possono essere la ciliegina sulla torta per farne uno dei centrocampisti più completi e validi non solo in Serie A ma in Europa.

Arkadiusz Milik potrebbe essere il jolly del Napoli nella trasferta di Palermo. Maurizio Sarri ha intenzione di puntare sull’attaccante polacco in campionato e di lanciare Gabbiadini in Champions League. Milik, che si è divorato due gol nella partita con la nazionale contro il Kazakistan, è davanti nelle gerarchie dell’allenatore del Napoli, che ha fatto due gol alla prima occasione, con il Milan. Con audacia e sfrontatezza può trasformare in rete la mole di gioco che i compagni sono in grado di costruire. Dall’altra parte ci sarà Alessandro Diamanti, che dovrà mettere esperienza, carisma e qualità a disposizione dei compagni. Con la sua tecnica può far male al Napoli e, infatti, il nuovo allenatore del Palermo, Roberto De Zerbi, sta studiando la possibilità di schierarlo al centro dell’attacco come falso nueve. Diamanti non darebbe punti di riferimento alla difesa partenopea e potrebbe, quindi, rivelarsi una spina nel fianco.

Palermo-Napoli: nelle probabili formazioni di questa partita cè qualche ballottaggio ancora aperto. Per Roberto De Zerbi si tratta innanzitutto di capire con quale modulo affronterà la prima sulla panchina del Palermo: continuità con Ballardini o 4-3-3 da subito? Nel secondo caso a rimanere fuori sarà uno dei centrali (Andelkovic o Goldaniga) con linserimento di Embalo (o Balogh) nel tridente offensivo, spostando Diamanti da esterno e lasciando Nestorovski al centro. In caso di difesa a 3 invece tutto immutato rispetto al passato: Vitiello attorniato da due centrali difensivi e Diamanti ad agire da trequartista alle spalle di Nestorovski. Nel Napoli invece si valuta la possibilità di turnover in vista della Champions League: difficile che sia toccata la difesa, a centrocampo invece Zielinski potrebbe prendere il posto di uno tra Allan e Marques – più dura che Amadou Diawara sostituisca Jorginho – mentre in attacco come sempre cè la staffetta Mertens-Lorenzo Insigne, ma anche Milik non è certo di giocare e potrebbe essere risparmiato per lEuropa, con Gabbiadini che dunque sarebbe in campo dal primo minuto.

Alle 20.45 di sabato sera si gioca il secondo anticipo della terza giornata di Serie A, Palermo-Napoli. Gli azzurri andranno in campo per cercare di vincere una gara importante dopo che sapranno già il risultato ottenuto dalla Juventus che al momento è già due punti sopra. Saranno decisivi anche i cambi che si giocheranno il nuovo tecnico dei rosanero Roberto De Zerbi e Maurizio Sarri. Tra i padroni di casa potrebbe essere importante la qualità di Ouasim Bouy arrivato in prestito dalla Juventus oltre alla giovane spensieratezza di Bentivegna. I campani si portano in panchina davvero tanti giocatori importanti. Torna dall’infortunio Emanuele Giaccherini che può cambiare passo alla squadra anche partendo dalla panchina. Attenzione poi alla voglia di rivalsa di Lorenzo Insigne e Manolo Gabbiadini che in questa stagione partono dalla seconda fila, ma che avranno comunque voglia di mettersi in mostra.

, partita valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2016-2017, si gioca alle ore 20:45 di questa sera; secondo anticipo del turno che arriva dopo la sosta per le nazionali. Il Palermo ha già cambiato allenatore: dopo il bel pareggio di San Siro contro lInter è arrivato Roberto De Zerbi, che era stato esonerato dal Foggia poche settimane fa. Il Napoli ha 4 punti in classifica e si prepara anche a fare lesordio stagionale in Europa League; andiamo dunque a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Palermo-Napoli.

Le quote Snai per Palermo-Napoli, valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2016-2017, ci danno le seguenti informazioni: la vittoria del Palermo (segno 1) vale 8,00, il pareggio (segno X) vale 4,70 mentre la vittoria del Napoli (segno 2) vale 1,40 volte la somma che deciderete di mettere sul piatto. 

De Zerbi ha sempre giocato con il 4-3-3, ma almeno per questa prima partita potrebbe confermare il vecchio modulo di Ballardini, per poi concentrarsi sul tridente. Dunque difesa comandata da Vitiello, con Goldaniga sul centrodestra e il nuovo acquisto Rajkovic dallaltra parte; a centrocampo due esterni come Rispoli e Aleesami che si dovranno preoccupare di percorrere tutta la corsia, avendo un atteggiamento difensivo quando la squadra non avrà il possesso del pallone. Gazzi viene scelto come frangiflutti davanti alla difesa, ai suoi lati i favoriti sono Hiljemark e Chochev anche se Bruno Henrique, altro volto nuovo per questa stagione, potrebbe essere in campo dal primo minuto. Diamanti sarà il trequartista alle spalle dellunica punta che sarà Nestorovski; cè anche la possibilità dellinserimento di Embalo al posto di uno dei mediani, così che il modulo diventi un 3-4-3 più vicino a quelle che sono le idee tecnico-tattiche di De Zerbi.

Il Napoli dovrebbe continuare la sua strada del 4-3-3, anche se in settimana si è ventilata la possibilità di un cambio modulo. Anche gli interpreti potrebbero non cambiare, pur se limpegno in Champions League fa pensare Sarri che un po di turnover ci possa stare; ad ogni modo non cambierà la difesa (anche perchè Chiriches e Tonelli sono sempre ai box), a centrocampo invece potrebbe arrivare il momento di Zielinski con Hamsik o Allan in panchina, Jorginho difende il suo posto dallassalto del nuovo arrivato Diawara e in ogni caso non ci stupiremmo se almeno per questa volta dovessimo vedere le seconde linee in campo. In attacco Mertens e Insigne si giocano una maglia; Callejon è quasi certo del posto, mentre al centro Milik è favorito su Gabbiadini che però ha una possibilità di giocare dal primo minuto, sempre pensando che il polacco potrebbe essere risparmiato in vista della Champions League.

 

 1 Posavec; 6 Goldaniga, 2 Vitiello, 5 Rajkovic; 3 Rispoli, 10 Hiljemark, 14 Gazzi, 18 Chochev, 19 Aleesami; 23 Diamanti; 30 Nestorovski

A disposizione: 55 Marson, 4 Andelkovic, 12 G. Gonzalez, 15 Cionek, 97 Pezzella, 25 Bruno Henrique, 28 Jajalo, 24 Bouy, 11 Embalo, 20 Sallai, 22 Balogh, 27 Bentivegna

Allenatore: Roberto De Zerbi

Squalificati: –

Indisponibili: Morganella, Quaison, A. Trajkovski

 25 Reina; 2 Hysaj, 26 Koulibaly, 33 Raul Albiol, 31 Ghoulam; 5 Allan, 25 A. Diawara, 20 Zielinski; 7 Callejon, 99 Milik, 14 Mertens

A disposizione: 22 Sepe, 1 Rafael C., 11 Maggio, 19 Maksimovic, 3 Strinic, 30 Rog, 17 Hamsik, 4 Giaccherini, 77 El Kaddouri, 23 Gabbiadini, 24 L. Insigne

Allenatore: Maurizio Sarri

Squalificati: –

Indisponibili: Chiriches, Tonelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori