Risultati Serie A / Classifica aggiornata, diretta gol livescore e prossimo turno. Vittoria toscana! (3^ giornata oggi 12 settembre 2016)

- La Redazione

Risultati Serie A, 3^ giornata: classifica aggiornata, diretta gol livescore e prossimo turno. Si torna in campo dopo la sosta: occhi puntati sulle genovesi che sono a punteggio pieno

Pavoletti_Ntcham
Foto LaPresse

La classifica di Serie A dopo la terza giornata prende la sua fisionomia definitiva dopo il posticipo tra Empoli e Crotone che ha visto la vittoria dei toscani per due reti a uno contro i neopromossi calabresi. Una partita non priva di emozioni, quella di questa sera che ha premiato la formazione di Martusciello. Per il Crotone si fa sempre più complessa la situazione di classifica: ancora a zero punti dopo la terza giornata è il fanalino di coda della Serie A.

Risultati di Serie A che dopo i primi 45 minuti si arricchiscono di un punteggio di parità, 1-1 tra Empoli e Crotone che poco aggiunge alla classifica del campionato. A poco serve all’Empoli il vantaggio conseguito al 31′ da Bellusci, visto che pochi minuti dopo, in pieno extratime Sampirisi impatta la gara. Non si tratta di spareggio salvezza, ma poco ci manca, con due formazioni che devono pensare a far punti da subito per incanalare il campionato sui binari di una tranquillità relativa. Le emozioni però non sono di certo finite, e nella ripresa il risultato di Empoli Crotone potrebbe nuovamente cambiare. Stiamo a vedere, passa anche da qui la classifica di Serie A.

Stiamo per conoscere, al netto del recupero Genoa-Fiorentina che non sarà prima di due mesi (stando alle ultime notizie) lultimo risultato della terza giornata di Serie A. Empoli-Crotone è la partita tra le uniche due squadre che dopo due turni non avevano ancora raccolto punti, come abbiamo detto; brutto inizio per entrambe, ma va detto che, guardando in casa Crotone, le prestazioni della squadra sono state confortanti mentre, se ci rivolgiamo allEmpoli, anche un anno fa i toscani erano partiti molto male per poi rimontare e chiudere con più punti di quanto avesse fatto lEmpoli di Maurizio Sarri, che era stato la grande rivelazione del campionato. Tutto pronto dunque al Castellani, stiamo a vedere come andrà a finire questa partita.

La terza giornata del campionato non si concluderà questa sera al Castellani perchè, come abbiamo visto e sappiamo, Genoa e Fiorentina devono recuperare la loro partita interrotta ieri nel corso del primo tempo (e ferma sullo 0-0). Empoli e Crotone sono pronte a scendere in campo per un obiettivo specifico: abbandonare quota zero in classifica. Entrambe hanno già perso le due partite inaugurali: lEmpoli è caduto in casa contro la Sampdoria e poi ha perso sul campo dellUdinese, mentre il Crotone allesordio assoluto in Serie A non è riuscito a superare il Bologna e poi ha perso in casa contro il Genoa. Se non altro i calabresi hanno tenuto testa ai felsinei fino allultimo minuto, e la domenica seguente hanno trovato il primo gol di sempre nel massimo campionato; lEmpoli invece non è ancora riuscito a segnare in questa stagione. Una cosa è certa: questa sera almeno una delle due conquisterà il primo punto del campionato, e in caso di pareggio saranno entrambe le squadre a muovere la loro classifica, agganciando Cagliari e Palermo a quota 1.

Manca una partita per chiudere la terza giornata del campionato, due ovviamente se consideriamo Genoa-Fiorentina che, rinviata per maltempo – un nubifragio con tanto di grandine abbattutosi sul Ferraris – sarà recuperata probabilmente non prima di gennaio, visto il solito problema del calendario molto fitto e il fatto che la Fiorentina deve giocare in Europa League (cosa che ha impedito di recuperare subito questa sfida). Un anno fa la prima partita rinviata fu Sassuolo-Torino: in programma il 12 dicembre per la sedicesima giornata, fu invece giocata più di un mese dopo, il 20 gennaio con inizio alle ore 20:45, e terminò con il risultato di 1-1. In questa stagione dunque siamo stati più sfortunati: già alla terza giornata una partita è stata sospesa e rinviata e, se allo stadio Olimpico il meteo non fosse migliorato permettendo di concludere Roma-Sampdoria, le gare rinviate sarebbero state due già a metà settembre, ed entrambe nello stesso turno del campionato di Serie A.

La terza giornata di Serie A ci deve ancora dare il risultato del posticipo del lunedì sera Empoli-Crotone, ma nell’attesa del match che cambierà le posizioni nella parte bassa della classifica facciamo già un passo in avanti andando a vedere che cosa ci riserverà il prossimo turno, quarta giornata della Serie A 2016-2017. Si comincerà già venerdì 16 settembre con l’anticipo Sampdoria-Milan. Sabato 17 settembre come di consueto si giocheranno due anticipi. Alle ore 18:00 ecco Lazio-Pescara, mentre alle ore 20:45 l’appuntamento sarà con Napoli-Bologna. Domenica 18 settembre le ultime sette partite. Si parte alle ore 12:30 con Udinese-Chievo, alle ore 15:00 si giocano Cagliari-Atalanta, Crotone-Palermo, Sassuolo-Genoa e Torino-Empoli, infine ecco i due grandi posticipi che saranno i big-match della giornata. Su tutti il derby d’Italia: alle ore 18:00 a San Siro si gioca Inter-Juventus, mentre alle ore 20:45 ecco Fiorentina-Roma.

Abbiamo vissuto una giornata incredibile di Serie A con tanti risultati a sorpresa e la classifica che inizia a prendere una fisionomia importante. La giornata si concluderà con la sfida di stasera con il Carlo Castellani teatro di Empoli-Crotone. Le due compagini hanno aperto il loro campionato con zero punti, senza riuscire a trovare continuità con quanto di buono fatto l’anno scorso. Giovanni Martusciello e Davide Nicola sono infatti già a rischio, se uno dei due dovesse uscire con il terzo ko di fila potrebbe già portare al secondo cambio di panchina dopo quello già visto a Palermo. Non stupisce ormai più la Juventus e nemmeno Gonzalo Higuain che con due gol, oltre a quello dell’altro acquisto Miralem Pjanic, stende il Sassuolo. La Roma riabbraccia un geniale Francesco Totti in una partita stranissima contro la Sampdoria che aveva visto i blucerchiati avanti nel primo tempo e un intervallo durato oltre un’ora per una grandinata improvvisa. Bene anche il Napoli che ha superato nell’altro anticipo il Palermo. Il Milan incappa con una clamorosa sconfitta interna contro l’Udinese di Beppe Iachini. Successo sofferto dall’altra parte del naviglio con l’Inter che sotto 1-0 contro il Pescara la ribalta con una doppietta di Mauro Icardi nei minuti finali. Il Bologna e l’Atalanta superano entrambe con il risultato di 2-1 Cagliari e Torino. L’unico pareggio della giornata lo vediamo al Bentegodi tra Chievo e Lazio. E’ stata rinviata per maltempo la sfida Genoa-Fiorentina.

Allo stadio Adriatico è finita la partita valida per la terza giornata di Serie A. LInter vince a Pescara con Mauro Icardi, fino a questo momento lunico giocatore in grado di realizzare per la formazione nerazzurra: è il 77 minuto quando largentino buca la porta di Bizzarri svettando sul cross di Ever Banega, al 91 quando sembra finita si ripete su una situazione casuale, uscendo vincente dal sandwich della difesa del Pescara dopo che un pallone in verticale di Banega era stato fortunosamente deviato verso larea di rigore. Un ottimo Pescara dunque cede allInter, che coglie la prima vittoria in campionato: i nerazzurri hanno 4 punti in classifica e agganciano proprio il Delfino, potendo ripartire da questa serata. Domani sera si chiude come detto il terzo turno: allo stadio Castellai si gioca la partita tra Empoli e Crotone, le uniche due squadre a non aver ancora fatto punti in questo campionato di Serie A.

Al 63 minuto si sblocca la partita dello stadio Adriatico: il Pescara legittima una splendida partita giocata finora e centra la rete del vantaggio. Decisiva lennesima sovrapposizione nella partita di Francesco Zampano: il laterale del Pescara riceve palla sulla destra e mette in mezzo. Appostato nellarea di rigore cè Jean-Christophe Bahebeck, arrivato in prestito dal Psg: lattaccante classe 93, che era entrato in campo solo quattro minuti prima al posto di Benali, sguscia sul filo del fuorigioco alle spalle di DAmbrosio e tocca battendo Handanovic. In questo momento il Pescara ha 7 punti in classifica e occupa il secondo posto; sprofonda nellincubo lInter che resterebbe a quota 1, avendo alle spalle soltanto Empoli e Crotone che si sfidano domani sera al Castellani nel Monday Night della terza giornata.

Allo stadio Adriatico si gioca la partita del posticipo domenicale. Pescara-Inter chiude la giornata, non il terzo turno del campionato: domani sera infatti ci sarà il posticipo Empoli-Crotone. Parlando dellAdriatico, dopo la vittoria a tavolino ottenuta contro il Sassuolo il Pescara di Massimo Oddo ha la grande occasione di portarsi a quota 7 punti, agganciando Roma e Napoli al di sotto della Juventus che guida a punteggio pieno; lInter di Frank De Boer invece vuole la prima vittoria in campionato e va a caccia di risposte, per non rimanere troppo indietro ed essere costretta ad inseguire, ma soprattutto – ben più importante – per non aprire già ora una crisi che sarebbe ben difficile da gestire. Ora spazio al campo per stare a vedere come andranno le cose in Pescara-Inter.

Si va via via completando il quadro dei risultati della Serie A per la terza giornata: è terminata, infatti, la sfida dell’Olimpico tra Roma e Sampdoria, che era stata sospesa per via del maltempo. Il match, ricominciato alle 17:05, ha regalato diverse emozioni. La partita è ricominciata sul risultato di 2 a 1 per la Sampdoria, che aveva rimontato la Roma dopo il gol di Mohamed Salah grazie alle reti di Luis Muriel e Fabio Quagliarella, ma la squadra di Luciano Spalletti è tornata in campo con un piglio diverso e ha effettuato il contro sorpasso. E’ arrivato prima il pareggio di Edin Dzeko e poi la rete della vittoria firmata da Francesco Totti, che ha trasformato in rete il rigore concesso dal direttore di gara per il fallo di Skriniar ai danni del centravanti bosniaco. Partita sofferta, dunque, della Roma, che però è riuscita a conquistare tre punti importanti in chiave campionato. Resta l’amaro in bocca, invece, alla Sampdoria.

Sorprese e colpi di scena emergono dai risultati finali dei match della terza giornata del campionato di Serie A e di conseguenza cambia la classifica. Dopo la vittoria del Bologna contro il Cagliari nel lunch match di oggi, l’Atalanta ha battuto in rimonta il Torino grazie alle reti di Masiello e Kessie in risposta al gol di Iago Falque. Il Chievo, invece, ha fermato la Lazio sul pareggio: a segno i difensori, prima De Vrij per i biancocelesti e poi Gamberini per i clivensi. Sconfitta a sorpresa del Milan a San Siro: decisiva la rete di Perica, che ha regalato tre punti importanti all’Udinese. Interrotta e rinviata Genoa-Fiorentina a causa del maltempo che sta colpendo Genova, invece il match dell’Olimpico tra Roma e Sampdoria è ripreso pochi minuti fa dopo la violenta grandinata che si è scatenata.

Sono tutti fermi i risultati delle partite di Serie A della terza giornata, fatta eccezione per la sfida dell’Olimpico tra Roma e Sampdoria, l’unica in grado al momento di muovere sensibilmente la classifica del campionato italiano. La squadra di Luciano Spalletti si è fatta rimontare da quella di Marco Giampaolo: Mohamed Salah ha sbloccato subito la partita con un colpo di testa, poi Luis Muriel ha riaperto la partita, mentre Fabio Quagliarella sta regalando il momentaneo vantaggio ai blucerchiati. Ancora fermi sullo 0 a 0 gli altri risultati, cioè le sfide Atalanta-Torino, Chievo-Lazio e Milan-Udinese. E’ stata sospesa, invece, Genoa-Fiorentina a causa del maltempo: copiosa la pioggia su Genova, da qui la decisione di interrompere momentaneamente il match di Marassi. In questo momento l’arbitro sta verificando le condizioni del campo per capire se ci sono i margini per riprendere la partita.

Primi risultati finali per la terza giornata di Serie A 2016/2017 in attesa che si delinei la classifica: dopo le vittorie di Juventus, Napoli e Bologna, rispettivamente contro Sassuolo, Palermo e Cagliari, sono in corso cinque partite. La squadra sarda tra l’altro deve registrare pure il brutto infortunio di Artur Ionita, che rischia un lungo stop per una sospetta frattura alla tibia. L’Atalanta sta ospitando il Torino all’Atleti Azzurri di Bergamo, la Lazio invece è in trasferta a Verona per affrontare il Chievo, mentre il Genoa a Marassi affronta la Fiorentina. Il Milan a San Siro insegue la vittoria contro l’Udinese, mentre la Roma all’Olimpico sta sfidando la Sampdoria. Quest’ultima partita è la prima delle 15:00 a sbloccarsi: decisivo il gol di Salah all’8′, ma siamo ancora all’inizio della “contesa”. Stasera andrà in scena, invece, quella tra Pescara e Inter. Continuate a seguirci per conoscere i risultati in tempo reale e restare aggiornati con la nostra diretta.

La gara Bologna-Cagliari è terminata con il risultato finale di 2-1, gara del lunchtime che ci ha regalato spettacolo e anche diverse emozioni. I felsinei sono passati in vantaggio con una rete nel primo tempo da fuori di Simone Verdi che ha svegliato una partita abbastanza contratta fino a quel momento. Nella ripresa proprio quando il Cagliari stava alzando il ritmo è arrivata l’espulsione di Marco Storari che ha costretto Rastelli a togliere Barella per inserire in campo l’estremo difensore di riserva Rafael. E’ così che la squadra di Roberto Donadoni ha trovato anche il raddoppio con un gol di Federico Di Francesco abile a sfruttare una buona giocata del reparto offensivo dei felsinei. Il Cagliari ha segnato poi il gol della bandiera con Bruno Alves su calcio di punizione. Nel finale i sardi sono addirittura costretti a rimanere in dieci per via dell’infortunio di Ionita.

Allo stadio DallAra siamo arrivati allintervallo: nellanticipo dellora di pranzo il Bologna conduce sul Cagliari per 1-0. Partita vivace e piuttosto equilibrata, per il momento decisa dal calcio di punizione di Simone Verdi: primo gol in campionato per il trequartista ex Empoli, una conclusione dal limite dellarea alla destra di Storari che non è stato impeccabile, sbagliando il piazzamento e poi dando la sensazione di arrivare troppo lentamente sul pallone. Dopo il gol del vantaggio il Bologna ha però spinto poco, pur avendo una buona occasione per raddoppiare; il Cagliari ha ripreso fiducia e nel finale della frazione ha provato a rimettere le carte in tavola. Al momento senza esito, dunque il Bologna va negli spogliatoi in vantaggio e con la possibilità di salire a quota 6 punti in classifica; cè però ancora un secondo tempo da giocare, dunque staremo a vedere come cambieranno le cose nei secondi 45 minuti. 

tutto pronto per il proseguimento del programma della terza giornata di campionato. Allo stadio DallAra si parte con Bologna-Cagliari: per la prima volta in questa stagione si gioca lanticipo delle ore 12:30, ormai diventato una consuetudine allinterno del calendario del massimo campionato. Una partita con in palio punti importanti per la corsa alla salvezza; entrambe le squadre hanno forse qualcosa in più di altre ma dovranno dimostrare sul campo che possono centrare lobiettivo senza troppa fatica, concedendosi il lusso di dichiararsi al sicuro con qualche giornata di anticipo. Anche per questo motivo dunque la partita del DallAra, che pure arriva a inizio settembre, non può essere presa sotto gamba: in primavera, quando si inizieranno a tirare le somme, i punti persi in queste prime giornate si potrebbero rimpiangere. E dunque via a Bologna-Cagliari, ricordando che le altre partite si giocheranno alle ore 15 precedendo il posticipo dello stadio Adriatico tra Pescara e Inter.

La Serie A torna in campo dopo la sosta per le nazionali e lo fa con una terza giornata piena di emozioni. Ieri si sono giocati i primi due anticipi: Juventus-Sassuolo e Palermo-Napoli. La squadra di Massimiliano Allegri ha incantato vincendo 3-1 mentre quella di Maurizio Sarri dopo un brutto primo tempo ha dilagato nella ripresa con un convincente 3-0. Alle 12.30 è l’ora del primo lunch time stagionale un Bologna-Cagliari che mette di fronte due squadre dagli ottimi interpreti e con due allenatori di gradne livello. Nonostante questo le due compagini nelle prime due giornate non sono riuscite ad esprimere il loro massimo potenziale e sono rispettivamente a tre e un punto. La gara di oggi potrebbe essere fortemente condizionata dal meteo, perchè di certo ancora all’undici settembre il caldo potrebbe farla da protagonista. Staremo a a vedere quello che accadrà.

Il secondo tempo del Barbera tra Palermo e Napoli ha segnato la svolta della partita dopo un primo tempo bloccato e senza emozioni. Infatti la formazione azzurra ha iniziato la ripresa con il piede giusto, siglando la rete del vantaggio con Marek Hamsik al quarantasettesimo minuto. Poco dopo altra grande azione della compagine campana, che trova la via del raddoppio con Callejon. Sempre dello spagnolo è la rete del definitivo 3-0 per il Napoli che con questo risultato accorcia le distanze in classifica dai rivali della Juventus, usciti questo pomeriggio vittoriosi nel match contro il Sassuolo, valido per l’anticipo della terza giornata del campionato di Serie A Tim. Oggi sarà il turno di Inter, Roma, Genoa, Sampdoria e Fiorentina che dovranno battere un colpo per continuare a dare un senso a questo campionato che in troppi considerano già finito.

La terza giornata di Serie A inizia subito sotto il segno della Juventus, che ha vinto con il risultato di 3-1 sul Sassuolo nel primo anticipo del turno che segna la ripartenza del campionato dopo la prima sosta. Tutto fin troppo facile per i bianconeri di Massimiliano Allegri nel corso del primo tempo, con la doppietta di Gonzalo Higuain e il gol di Miralem Pjanic – guarda un po’, le due “perle” fra gli acquisti estivi. Il gol di Luca Antei ha salvato l’onore del Sassuolo ma non ha riaperto una partita il cui risultato nel corso della ripresa non è più cambiato, confermando dunque il 3-1 già maturato al termine della prima frazione di gioco. La Juventus dunque è già in fuga con 9 punti in classifica dopo tre giornate, punteggio pieno per i bianconeri che sono partiti molto più forte che nella passata stagione. Per tutti i rivali della Juventus dunque bisogna già fare i conti con un inseguimento che non sarà facile. La prima big che proverà a rispondere ai bianconeri sarà il Napoli di maurizio Sarri, dal momento che alle ore 20.45 il secondo anticipo del sabato sarà Palermo-Napoli. De Zerbi debutta sulla panchina del Palermo, dall’altra parte il Napoli deve già inseguire: i motivi di interesse non mancheranno… 

E’ finita da alcuni minuti la prima frazione di gioco dello Stadium, tra Juventus e Sassuolo. La formazione allenata da Massimiliano Allegri conduce l’incontro per tre reti a uno, con i nuovi acquisti subito protagonisti. La sblocca dopo appena quattro minuti Gonzalo Higuain in contropiede. L’argentino realizza il raddoppio poco dopo con una marcatura spettacolare. Il tris lo firma l’ex romanista Pjianic, poi il Sassuolo riesce a rientrare in partita con un gol di Antei. Squadre ora negli spogliatoi per rifiatare con l’intervallo, tra poco si ritorna in campo per la ripresa. Ricordiamo che più tardi, alle ore 20.45, ci sarà il secondo anticipo del giorno tra Palermo e Napoli.

Iniziata da pochi minuti la terza giornata di Serie A con l’anticipo Juventus-Sassuolo, il risultato della partita dello Juventus Stadium è già cambiato grazie al gol di Gonzalo Higuain dopo nemmeno cinque minuti di gioco contro i neroverdi di Eusebio Di Francesco, che davano l’impressione di essere partiti bene ma sono stati punti alla prima occasione avuta dai bianconeri di Massimiliano Allegri. Ancora peggio per il Sassuolo, per il Pipita è arrivata al 10′ minuto pure la doppietta: match già deciso? Ricordiamo che la Juventus gioca oggi in anticipo dal momento che settimana prossima ci sarà il debutto in Champions League. Per la stessa ragione alle ore 20.45 di questa sera il secondo anticipo del sabato sarà Palermo-Napoli. Dopo le prime due giornate in agosto e la prima pausa per le Nazionali, il campionato e le Coppe prendono il loro ritmo abituale, un po’ come Higuain sembra viaggiare ai ritmi dell’anno scorso in quanto a gol. La parola al campo!

Come abbiamo detto è stato un grande inizio di campionato per le due formazioni genovesi. Genoa e Sampdoria entravano nel terzo turno della Serie A guidando la classifica a punteggio pieno, insieme alla Juventus; non è raro negli ultimi anni trovare queste due squadre in cima nelle primissime giornate, ma bisogna tornare indietro negli anni per un campionato nel quale entrambe abbiano chiuso nellélite del calcio italiano. Forse la grande stagione della città di Genova, quella per antonomasia, è ancora il 1990-1991: la Sampdoria di Vujadin Boskov (che ufficialmente era Direttore Tecnico, lallenatore formalmente era Narciso Pezzotti) vinse un incredibile scudetto con 51 punti (sarebbero stati 71 con i tre punti a vittoria, le squadre erano 18) precedendo le due milanesi. Il Genoa, affidato a quellOsvaldo Bagnoli già artefice del miracolo Verona, si spinse fino al quarto posto con 40 punti (54 traslati su oggi) e festeggiò la qualificazione alla Coppa UEFA. Lanno seguente Genoa e Sampdoria brillarono in Europa: il Grifone si fermò alla semifinale di Coppa UEFA perdendo contro lAjax, la Sampdoria centrò la finale di Coppa dei Campioni e fu battuta soltanto nei tempi supplementari dal Barcellona e da un calcio di punizione di Ronald Koeman. In campionato però la magia si era già spezzata: Sampdoria sesta, Genoa addirittura quattordicesimo a preludio di anni difficili che sarebbero culminati con la retrocessione del 1995 e undici stagioni nelle serie minori nel tentativo di tornare in Serie A.

 Serie A: entrando in questa giornata cerano ben sei squadre a caccia della prima vittoria in questo campionato, mentre tre sono quelle senza punti (Atalanta, Crotone e Empoli; almeno una di queste ultime due entro domani sera avrà messo le mani su un punto, o magari tre). Lo scorso anno la serie negativa record fu quella del Verona: gli scaligeri, poi retrocessi con lultimo posto (28 punti) dovettero aspettare addirittura la 23esima giornata per festeggiare la vittoria, un 2-1 contro lAtalanta. Tutto un girone senza vincere; ci sono però record negativi peggiori in Serie A. Nei campionati a 20 squadre è del Treviso il primato per il minor numero di vittorie totali, le 3 fatte registrare nel 2005-2006; avevano fatto peggio il Varese 1965-1966, il Brescia 1994-1995, la Reggiana 1996-1997, il Napoli 1997-1998 e lAncona 2003-2004 con due vittorie, ma si trattava di tornei a 18 squadre e dunque con 34 giornate, contro le 38 di questa stagione. Il record negativo assoluto spetta invece a Varese (1971-1972) e Catania (1983-1984) che vinsero una sola volta; i lombardi dovettero aspettare la ventinovesima e penultima giornata per festeggiare, vincendo 4-0 sul campo del Vicenza che riuscì comunque a salvarsi viste le sconfitte di Verona e Catanzaro allultimo turno.

Torna in campo la massima serie del calcio italiano dopo la tradizionale sosta per gli impegni delle nazionali. Siamo alla terza giornata e i risultati di Serie A comporranno una nuova classifica che metterà in evidenza certezze, outsider e crisi nel massimo campionato. Oggi si giocano due anticipi di lusso: Juventus-Sassuolo (3-1) e Palermo-Napoli (0-3), visto che le due squadre saranno impegnate nellesordio in Champions League.

Il turno è anche il primo, per questanno, con un partita di lunedì sera; sarà una costante per la stagione come lo è stato nello scorso campionato. Il programma odierno dunque ci presenta il primo anticipo del mezzogiorno con Bologna-Cagliari; si riprende il tradizionale orario pomeridiano e alle 15 di domani avremo in campo Atalanta-Torino, Chievo-Lazio, Genoa-Fiorentina, Milan-Udinese e Roma-Sampdoria. Alle ore 20:45 il posticipo della domenica è Pescara-Inter; si chiude appunto dopodomani sera alle ore 20:45 con Empoli-Crotone.

La classifica naturalmente non è ancora del tutto delineata, ma possiamo dire che le genovesi sono partite benissimo: entrambe a punteggio pieno, adesso puntano a confermarsi anche se hanno due impegni difficili. La Roma è a caccia di riscatto dopo il pareggio-beffa del SantElia, la Fiorentina non è partita benissimo (anche se ha battuto il Chievo) e può prendersi una vittoria esterna importante. Sotto esame ci sono già Atalanta ed Empoli: entrambe hanno cambiato allenatore ma per il momento la classifica parla di 0 punti. Gli orobici hanno subito 6 gol e, insieme al Milan, sono la peggior difesa della Serie A, lEmpoli è lunica squadra a dover segnare il primo gol della stagione.

A proposito di Milan, i rossoneri sono ripartiti con difesa fragile e vecchi problemi; lamichevole dello scorso sabato non ha sciolto i dubbi sulla squadra e ora si riparte dallUdinese, una realtà che a sua volta sta cercando la quadratura del cerchio ma ha avuto il tempo di trovare la prima vittoria della stagione. Al Crotone va naturalmente dato il tempo di ambientarsi nel nuovo campionato; domani ci sarà una bella possibilità di fare punti, così come ce lhanno Bologna e Cagliari di lasciare le zone basse. Tra Chievo e Lazio è partita tra due squadre che hanno mostrato buone cose in campo, anche se hanno già perso una partita; i biancocelesti sono chiamati a riscattare una stagione francamente negativa ma al Bentegodi non è mai facile per nessuno.

 

RISULTATO FINALE Juventus-Sassuolo 3-1 – 4′ Higuain (J), 10′ Higuain (J), 27′ Pjanic (J), 32′ Antei (S)

RISULTATO FINALE Palermo-Napoli 0-3 – 47′ Hamsik, 51′ Callejon, 65′ Callejon

 

Domenica 11 settembre

RISULTATO FINALE Bologna-Cagliari 2-1 – 23′ Verdi (B), 74′ F. Di Francesco (B), 83′ Bruno Alves (C) – Note: 54′ esp. Storari (C)

RISULTATO FINALE Atalanta-Torino 2-1 – 54′ Iago Falque (T), 55′ Masiello (A), 82′ rig. Kessie (A)

RISULTATO FINALE Chievo-Lazio 1-1 – 51′ Gamberini (C), 54′ De Vrij (L)

PARTITA SOSPESA Genoa-Fiorentina 0-0 Note: match interrotto a causa del maltempo

RISULTATO FINALE Milan-Udinese 0-1 – 87′ Perica 

RISULTATO FINALE Roma-Sampdoria 3-2 – 8′ Salah (R), 19′ Muriel (S), 41′ Quagliarella (S), 61′ Dzeko (R), 92′ rig. Totti – Note: match ripreso dopo interruzione a causa del maltempo

RISULTATO FINALE Pescara-Inter 1-2 – 63′ Bahebeck (P), 77′ Icardi (I), 91′ Icardi (I)

Lunedì 12 settembre

RISULTATO FINALE Empoli-Crotone 2-1 – 31′ Bellusci (E); 45’+2′ Sampirisi (C); 56′ Costa (E)

Squadra PG V N P R P
1. Cittadella 3 3 0 0 9:2 9
2. Benevento 3 2 1 0 5:1 7
3. Frosinone 3 2 0 1 4:3 6
4. Brescia 3 1 2 0 4:2 5
5. Verona 3 1 1 1 5:4 4
6. Spal 3 1 1 1 4:3 4
7. Carpi 3 1 1 1 3:2 4
8. Cesena 2 1 1 0 2:1 4
9. Novara 3 1 1 1 3:3 4
10. Bari 3 1 1 1 2:2 4
11. Entella 3 1 1 1 2:2 4
12. Pisa 3 1 1 1 1:1 4
13. Ternana 3 1 1 1 2:3 4
14. Trapani 3 0 3 0 3:3 3
15. Spezia 3 0 3 0 2:2 3
16. Ascoli 2 0 2 0 2:2 2
17. Perugia 3 0 2 1 2:3 2
18. Salernitana 3 0 2 1 2:3 2
19. Avellino 3 0 2 1 1:3 2
20. Pro Vercelli 3 0 2 1 3:7 2
21. Latina 3 0 1 2 2:6 1
22. Vicenza 3 0 1 2 0:5 1

 

Venerdì 16 settembre

Ore 20:45 Sampdoria-Milan

 

Sabato 17 settembre

Ore 18:00 Lazio-Pescara

Ore 20:45 Napoli-Bologna

 

Domenica 18 settembre

Ore 12:30 Udinese-Chievo

Ore 15:00 Cagliari-Atalanta

Ore 15:00 Crotone-Palermo

Ore 15:00 Sassuolo-Genoa

Ore 15:00 Torino-Empoli

Ore 18:00 Inter-Juventus

Ore 20:45 Fiorentina-Roma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori