PROBABILI FORMAZIONI / Fiorentina-Roma: chi al fianco di Manolas? Quote, le ultime novità live (Serie A 4^ giornata, oggi 18 settembre 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Fiorentina-Roma: quote, le ultime novità live sulla partita che si gioca allo stadio Artemio Franchi ed è valida per la quarta giornata del campionato di Serie A

Salah_RomaSamp
Foto LaPresse

Per la partita dello stadio Artemio Franchi Luciano Spalletti potrebbe presentarsi con Daniele De Rossi nel ruolo di sparring partner di Manolas al centro della difesa. In questo inizio di stagione le formazioni della Roma non si sono troppo differenziate, ma è balzato allocchio come al fianco dellinsostituibile Manolas – alla terza stagione con la maglia giallorossa – Spalletti abbia fatto ruotare più uomini. Fazio e Vermaelen, i nuovi arrivati, non hanno convinto del tutto; Juan Jesus è stato acquistato più che altro per rappresentare unalternativa sulla corsia sinistra, mentre si attende sempre il ritorno di Antonio Rudiger che sarebbe il vero titolare del ruolo. Senza il nazionale tedesco però vengono a mancare le certezze, e il posto di secondo centrale al fianco di Manolas di fatto non ha ancora trovato un padrone affidabile e costante: questa sera contro la Fiorentina potrebbe e dovrebbe toccare a De Rossi che arretra la sua posizione, ma non è da escludere che allultimo Spalletti decida di muoversi in altro modo. 

Come al solito Paulo Sousa ha dubbi che riguardano le corsie laterali nel reparto avanzato. Il calciomercato estivo ha portato in dote nomi interessanti e, partito Marcos Alonso, la coperta si è addirittura allungata sugli esterni. I titolari del ruolo, almeno a prima vista, dovrebbero essere il giovane prodotto di casa Bernardeschi e lultimo arrivato Maximiliano Olivera; tuttavia Paulo Sousa ha altre frecce al suo arco, per esempio Hrvoje Milic che è partito titolare nella partita sospesa contro il Genoa e quel Cristian Tello che, tornato a Barcellona per fine prestito, è stato fortemente rivoluto dal tecnico portoghese che è stato accontentato dalla sua società. Quali saranno dunque i giocatori che scenderanno in campo per la partita dellArtemio Franchi contro la Roma? Ovviamente ci sarebbe anche la soluzione della difesa a quattro e dunque almeno a destra ci sarebbe Tomovic allargato sulla corsia; ancora poco e scopriremo tutte le scelte di Paulo Sousa per la Fiorentina di questa sera.

Cè un grande ex nella partita dello stadio Artemio Franchi e si tratta ovviamente di Mohamed Salah. Legiziano è stato al centro di un controverso caso di mercato nellestate 2015: arrivato in prestito dal Chelsea, alla Fiorentina ha giocato 26 partite segnando 9 gol in metà stagione. Al termine di quella lunga esperienza, la Fiorentina aveva versato quanto pattuito per il riscatto dai Blues ma era entrata in scena una scrittura privata che permetteva allesterno di liberarsi uniteralmente; per questo motivo Salah aveva fatto ritorno al Chelsea da cui poi si era trasferito alla Roma per 5 milioni di euro e riscatto a 15,5 milioni. La Fiorentina aveva inutilmente minacciato azioni legali: Salah è ora alla seconda stagione consecutiva con la maglia della Roma, dove ha messo a segno 17 gol in 46 partite segnandone 14 nellultimo campionato. Inevitabilmente sarà lui il grande atteso questa sera al Franchi; non ci attendiamo unaccoglienza troppo tenera da parte dei tifosi della Fiorentina, staremo a vedere quello che il numero 11 della Roma riuscirà a fare in questa interessante partita.

Si avvicina. In attesa del fischio dinizio del posticipo di lusso della quarta giornata di Serie A, andiamo a rileggere le dichiarazioni degli allenatori delle due squadre al termine delle rispettive uscite nel giovedì di Europa League. Paulo Sousa ha commentato con lucidità il pareggio di Salonicco, parlando di una Fiorentina che ha comunque creato un maggior numero di occasioni rispetto agli avversari per portare a casa la vittoria. Il tecnico ha chiesto maggiore applicazione ad alcuni elementi della sua rosa, su tutti Bernardeschi che al momento non riesce a ritrovare spazio da titolare. Stesse richieste che Luciano Spalletti ha fatto alla sua Roma, definendo senza mezzi termini ‘rimandati’ i giocatori che in Europa League hanno avuto una chance che non si è però concretizzata in una grande prestazione sul campo. Il pericolo che siano sempre gli stessi a tirare il carro (su tutti l’inesauribile Nainggolan) può essere a lungo termine un handicap per una squadra che dovrà ora affrontare una lunga serie di impegni ravvicinati e avrà bisogno di fare affidamento su un robusto turn over.

Il posticipo della quarta giornata di Serie A ci regalerà la partita tra Fiorentina e Roma, quindi andiamo ad analizzare i ballottaggi. Mister Sousa ha il dubbio Vecino che non è al top della forma ma in campionato dovrebbe tornare schierabile: se non dovesse farcela pronto Sanchez. Per la fascia destra ballottaggio tra Bernardeschi e Tello con il primo nettamente in vantaggio per un posto da titolare. In difesa invece Tomovic se la giocherà con De Maio e Salcedo, ma dovrebbe partire titolare. Mister Spalletti invece ha il dubbio a centrocampo tra De Rossi e Paredes, ma Capitan Futuro dovrebbe essere in pole per una maglia da titolare. In attacco potrebbe esserci un turnover, con Dzeko in dubbio visto che potrebbe subentrare El Shaarawy. In difesa invece Florenzi è in pole rispetto a Juan Jesus, il calciatore della Nazionale dovrebbe essere in vantaggio per partire dal 1′ contro la Fiorentina di Paulo Sousa.

Un altro big match di questa giornata della Serie A è senza dubbio Fiorentina-Roma e allora scopriamo chi finora si è messo in luce. Per quanto riguarda la squadra di Paulo Sousa, Nikola Kalinic si conferma importante in attacco: 2 occasioni da gol, 1 rete, 3 tiri e 8 attacchi per il centravanti croato. Numeri importanti, ma comunque al di sotto delle aspettative, che invece sta rispettando Carlos Sanchez, autore già di un gol con la maglia viola. Il centrocampista si è reso protagonista anche di 2 attacchi, oltre ad aver provato la conclusione in 2 circostanze. Di sicuro la Fiorentina può contare anche sulla pericolosità di Gonzalo Rodriguez: il difensore è andato al tiro già una volta e ha avuto una chance per segnare. Sembra rinato, invece, Edin Dzeko, già autore di 2 gol: l’attaccante della Roma è andato al tiro in 12 occasioni, altrettante ne ha avute da gol. Ma è stato utile anche per i compagni, avendo fatto 3 assist. Buon avvio pure per Diego Perotti, a quota 3 gol: altrettanti i tiri e le occasioni importanti, 2 invece gli assist. Infine, Bruno Peres: il laterale brasiliano è una spina nel fianco per gli avversari. Finora è andato 8 volte al tiro, creato altrettante occasioni da gol e ha fatto 2 assist.

la partita che chiude il programma della quarta giornata di Serie A, ed è una sfida nella quale non mancano giocatori in grado di fare la differenza; quali saranno dunque i protagonisti attesi all’Artemio Franchi? Abbiamo scelto come al solito un nome per squadra. Potrebbe essere la sfida di Nikola Kalinic, che sa esaltarsi in questo genere di partite. Sulle spalle dell’attaccante croato gravano le speranze dei tifosi viola, oltre che tutto il reparto offensivo: sarà lui il terminale che dovrà essere in grado di capitalizzare le occasioni. Con Josip Ilicic è il più pericoloso della Fiorentina. La speranza è che riesca ad esserlo più di Mohamed Salah, che può pungere da ex. In questo avvio di stagione l’attaccante egiziano ha siglato 2 gol ed è il giocatore della Roma che ha creato più occasioni da gol: ben 13 con 4 assist e 11 tiri. Affrontare la Fiorentina può essere uno stimolo ulteriore per lasciare il segno ed aiutare la Roma ad archiviare il pareggio in Europa League contro il Viktoria Plzen. La sua presenza in cambio non è in discussione.

Si gioca alle ore 20:45 di questa sera; è la partita che chiude il programma della quarta giornata del campionato di Serie A 2016-2017. Due squadre che in settimana hanno giocato in Europa League e dunque potrebbero pagare qualcosa in termini di brillantezza fisica; la Roma ha 7 punti in classifica, la Fiorentina invece ne ha 3 ma deve ancora recuperare la partita contro il Genoa, interrotta prima della mezzora per il violento nubifragio abbattutosi su Marassi. Arbitra la sfida dello stadio Artemio Franchi il signor Nicola Rizzoli; andiamo dunque a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Fiorentina-Roma.

Per Fiorentina-Roma, partita valida per la quarta giornata del campionato di Serie A 2016-2017, le quote Snai ci dicono che la vittoria della Fiorentina (segno 1) vale 2,80, il pareggio (segno X) vale 3,40 mentre la vittoria della Roma (segno 2) è quotata 2,50 la somma che deciderete di giocare.

Fiorentina in campo con la difesa a tre senza sorprese: da una parte Tomovic, dallaltra Astori, in mezzo Gonzalo Rodriguez con Tatarusanu in porta. Qualche dubbio a centrocampo: Badelj ci sarà, Matias Vecino ha recuperato ma non è detto che luruguaiano sia in campo subito, anche perchè finora Carlos Sanchez si è comportato davvero bene e dunque potrebbe essere confermato titolare al fianco del mediano croato. Sulle corsie ballottaggi aperti: tra Bernardeschi e Cristian Tello sulla destra, tra Milic e Maxi Oliveira sulla sinistra. Paulo Sousa ha tante varianti possibili, anche quella di giocare con la difesa a quattro avanzando così la posizione dei due laterali; fosse così, a fare spazio al difensore in più sarà un trequartista o uno dei centrali di centrocampo, visto che Borja Valero – che dovrebbe giocare in coppia con Ilicic – può abbassare la sua posizione schierandosi in mediana. Davanti a tutti ci sarà invece Nikola Kalinic, fino a qui un gol in campionato.

Solito 4-3-3 per la Roma di Luciano Spalletti, un modulo nel quale torna De Rossi che in Europa League era squalificato e che giocherà come perno centrale davanti alla difesa, supportato da Nainggolan e Strootman che in queste prime uscite stagionali sono i veri stakanovisti della squadra. In difesa si dovrebbe rivedere Vermaelen, che farà coppia in mezzo con Manolas; a destra cè Florenzi che ormai ha come ruolo principale quello di terzino destro, dallaltra parte va a giocare Bruno Peres che in questa stagione si dovrà adattare a giocare su una corsia poco esplorata nei tempi del Torino. Per quanto riguarda il tridente offensivo, cè una possibilità ancora una volta per Edin Dzeko che sembra avere iniziato la stagione con un altro passo rispetto a quello di un anno fa; se così fosse, Perotti – che ormai ha pienamente recuperato dai problemi muscolari che lo avevano colpito la scorsa settimana – giocherebbe come esterno sinistro, con Salah che invece andrebbe ad occupare la posizione di esterno destro. Occhi puntati sullegiziano, un ex di questa partita che aveva lasciato la Fiorentina, nellestate 2015, in rapporti non esattamente idilliaci.

 

 12 Tatarusanu; 40 Tomovic, 2 Gonzalo Rodriguez, 13 Astori; 10 Bernardeschi, 5 Badelj, 8 Matias Vecino, 15 Maxi Oliveira; 72 Ilicic, 20 Borja Valero; 9 Kalinic

A disposizione: 1 Lezzerini, 97 Dragowski, 17 Diks, 4 De Maio, 18 Salcedo, 31 Milic, 6 Carlos Sanchez, 19 S. Cristoforo, 16 C. Tello, 7 Zarate, 25 F. Chiesa, 30 Babacar

Allenatore: Paulo Sousa

Squalificati: –

Indisponibili: –

 1 Szczesny; 24 Florenzi, 44 Manolas, 15 Vermaelen, 13 Bruno Peres; 4 Nainggolan, 16 De Rossi, 6 Strootman; 11 Salah, 9 Dzeko, 8 Perotti

A disposizione: 19 Alisson, 18 Lobont, 20 Fazio, 3 Juan Jesus, 17 Seck, 33 Emerson P., 5 L. Paredes, 30 Gerson, 7 Iturbe, 10 Totti, 22 El Shaarawy

Allenatore: Luciano Spalletti

Squalificati: –

Indisponibili: Rudiger, Mario Rui

 

Arbitro: Nicola Rizzoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori