Diretta / Genk-Sassuolo (risultato finale 3-1) info streaming video e tv: Sconfitta meritata per i neroverdi (Europa League 2016, oggi 29 settembre)

Diretta Genk-Sassuolo, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita che si gioca giovedì 29 settembre per la seconda giornata del girone F di Europa League

29.09.2016 - La Redazione
PolitanoSassuolo
Foto LaPresse

E’ terminata da pochi minuti la partita tra Genk e Sassuolo sul risultato di 3 a 1 in favore dei padroni di casa. Sconfitta meritata per gli uomini di Di Francesco che, dopo l’impresa all’esordio contro l’Athletic Bilbao, hanno perso contro una formazione che ha dimostrato di avere a disposizione alcune ottime individualità. La squadra emiliana dopo aver subito il terzo gol di capitan Buffet, ha però avuto il merito di lottare fino all’ultimo minuto e sfiorando anche di riaprire l’incontro con la rete dell’ottimo Politano. Dopo il botta e risposta nella ripresa, il Sassuolo ha preso il controllo del campo cercando di attaccare a pieno organico ma permettendo agli avversari di avere notevoli spazi che per poco non sono stati sfruttati visto che nei minuti finali i belgi hanno anche centrato un clamoroso palo col neo-entrato Trossard ed hanno fallito un’occasione clamorosa con Samatta il cui tentativo è stato respinto sulla linea di porta da Letscher. Ora tutte e quattro le compagini si trovano appaiate a tre punti, in pratica si ricomincia dopo le prime due giornate in questo equilibrato girone F. .

Quando siamo giunti all’ottantesimo di gioco della partita tra Genk e Sassuolo il risultato è sul 3 a 1 per le reti segnate da Buffet e Politano . Al 57′ azione insistita di Susic che ha provato la conclusione di sinistro da dentro l’area di rigore sfiorando l’incrocio dei pali. Al 59′ prima sostituzione dell’incontro decisa di Di Francesco che ha mandato in campo Ragusa al posto del deludente Biondini. Al 61′ arriva però il terzo gol dei padroni di casa con capitan Buffet che ha concluso alla grande un fantastico triangolo con Pozuelo concluso con un diagonale imprendibile per l’incolpevole Consigli. Al 65′ ci pensa il migliore degli emiliani, Politano a riaprire l’incontro con un gol trovato grazie ad una deviazione su un potente tiro tentato dalla distanza che Ndidi ha alzato superando Bizot. Al 66′ seconda sostituzione per i neroverdi che hanno inserito Mazzitelli al posto di Pellegrini. Al 69′ il Sassuolo sfiora la seconda rete con Ragusa che servito da un ottimo cross di Lirola mette sopra la traversa da ottima posizione.  Al 77′ ancora Sassuolo con capitan Magnanelli vicinissimo al gol grazie ad un diagonale da dentro l’area di rigore finito fuori di pochissimo.

La partita tra Genk e Sassuolo è ripresa da circa dieci minuti e, ad inizio secondo tempo, il risultato è sul 2 a 0 per i gol segnati nel corso del primo tempo da Karelis e Bailey. La ripresa si è aperta senza sostituzioni, i due allenatori hanno quindi deciso di dar fiducia ai ventidue protagonisti che hanno dato vita ad una prima frazione di gioco conclusa col meritato vantaggio dei belgi. Al 48′ errore dell’arbitro israeliano che nega un calcio di rigore al Sassuolo dato che Pellegrini è stato atterrato da Walsh quando ormai aveva varcato la linea dell’area di rigore belga. Clamorosa svista del direttore di gara che ha così impedito agli uomini di Di Francesco di poter riaprire la gara. Al 53′ reazione del Genk col solito Bailey che servito splendidamente da Pozuelo è stato fermato prima da Peluso e poi da Consigli che ha deviato il suo tentativo in calcio d’angolo.

Si è concluso da pochi minuti il primo tempo della partita Genk-Sassuolo sul risultato di 2 a 0 per le reti di Karelis e Bailey. Dopo il raddoppio del giamaicano arrivato nel miglior momento degli ospiti, i padroni di casa hanno legittimato il risultato sfiorando più volte la terza segnatura con lo scatenato giamaicano al 33′ con un gran destro e al 40′ dopo essersi liberato alla grande in area di rigore di Acerbi costringendo in entrambe le occasioni l’ottimo Consigli a deviare in calcio d’angolo. I belgi sono andati vicinissimi alla terza segnatura anche con Ndidi al 42′ con un gran colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo finito fuori di pochissimo e al 44′ con Karelis che ha tentato una gran botta dalla distanza che è terminata di pochi centrimenti fuori dallo specchio dell’ormai battuto Consigli. E così dopo neanche un minuto di recupero, l’arbitro israeliano Liany ha decretato la fine della prima frazione di gioco che si è chiusa con il Genk meritatamente in vantaggio. Vedremo se nella ripresa mister Di Francesco riuscirà a stravolgere l’andamento dell’incontro.

Siamo giunti al 30′ della sfida tra Genk e Sassuolo valida per la seconda giornata del girone F di Europa League ed il risultato ora si trova sul 2 a 0 in favore dei padroni di casa che hanno raddoppiato al 25′ con la stellina Bailey. Il giamaicano è stato il più lesto ad avventarsi e a mettere in rete la respinta in tuffo di Consigli costretto alla difficile parata da un gran tiro di Susic da fuori area. La rete del 2 a 0 è arrivata nel miglior momento del Sassuolo che stava crescendo a vista d’occhio e che aveva sfiorato il pareggio al 20′ con Biondini che ha incredibilmente messo fuori da ottima posizione dopo aver ricevuto palla da Politano autore di una superba azione personale sulla corsia di sinistra. 

Alla Luminos Arena i padroni di casa del Genk stanno affrontando il Sassuolo nella sfida valida per la seconda giornata del girone F di qualificazione di Europa League e, quando la partita è iniziata da circa dieci minuti, il risultato è già cambiato visto che i padroni di casa si sono portati in vantaggio all’8′ con Karelis sull’ 1 a 0. Dopo un avvio convincente per i neroverdi, è arrivato un pò a sorpresa il vantaggio per i belgi che hanno segnato con Karelis bravo a farsi trovare pronto a spingere in porta la gran palla che Pozuelo gli ha servito dopo l’eccellente recupero di Ndidi fuori dall’area di rigore. Prima trasferta europera per gli emiliani che, dopo lo storico successo al Mapei Stadium contro l’Athletic Bilbao, vedremo se riusciranno a confermarsi in terra fiamminga considerando le tante assenze e la stanchezza che dovrebbe condizionare gli uomini di Di Francesco. Vedremo se ci sarà la reazione della squadra italiana

Genk-Sassuolo sta per cominciare: sono già state comunicate le formazioni ufficiali della partita che si gioca alle ore 21.05 nella città belga. Il Sassuolo di mister Eusebio Di Francesco continua dunque il suo cammino in Europa League che è iniziato due settimane fa con lo splendido successo ottenuto in casa contro lAthletic Bilbao. Adesso un test in trasferta: in caso di un altro risultato positivo, la strada verso la qualificazione ai sedicesimi di finale si farebbe in discesa per il Sassuolo, che vuole sorprendere lEuropa con il suo bel gioco secondo lintoccabile modulo 4-3-3, dopo avere già fatto impressione in questi anni a tuta lItalia. Adesso dunque la parola passa al campo: Genk-Sassuolo sta per cominciare! : 1 Bizot; 5 Walsh, 2 Brabec, 4 Colley, 3 Nastic; 24 Pozuelo, 25 Ndidi, 10 Susic; 31 Bailey, 7 Karelis, 19 Buffel. Allenatore: Peter Maes. 47 Consigli; 20 Lirola, 55 Letschert, 15 Acerbi, 13 Peluso; 8 Biondini, 4 Magnanelli, 6 Pellegrini; 27 Ricci, 11 Defrel, 16 Politano. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

Il Sassuolo affronterà il Genk nella seconda giornata di gironi di Europa League: andiamo a vedere alcune statistiche sulle due squadre. Le squadre si affronteranno per la prima volta in una competizione europea, con il Sassuolo che non ha mai incontrato una squadra belga finora. In questa stagione il Genk ha vinto tre partite tra le mura casalinghe senza subire gol mentre il Sassuolo ha pareggiato 1-1 fuori casa, ed ha vinto tre gare al Mapei Stadium in Europa League per 3-0. Prima volta assoluta per il club neroverde in Europa, insieme al Konyaspor. Il Genk nella prima giornata di Europa League ha perso per 2-0 contro l’Anderlecht, vediamo le statistiche della partita: 51% di possesso palla, nove tiri totali con sei nello specchio di porta e nove fuori. Il Sassuolo invece ha vinto la prima partita contro l’Athletic Bilbao: 44% di possesso palla, sette tiri totali di cui quattro nella porta, due fuori e un tiro parato in Europa League.

Si affronteranno per la prima volta nella seconda giornata dei gironi di Europa League. Non ci sono infatti testa a testa tra le due formazioni, la partita si disputerà alla KRC Genk Arena di Genk. Il Genk ha già affrontato però una squadra italiana in una competizione UEFA, in Champions League, ovvero la Roma nella stagione 2002/2003 nella fase a gironi. L’andata a Genk è terminata 1-0 a favore della Roma con il gol di Cassano mentre al ritorno nella Capitale italiana la partita è terminata 0-0. Il Sassuolo invece non ha mai sfidato una squadra olandese prima d’ora. Andiamo a vedere il periodo di forma delle due formazioni: il Genk nelle ultime cinque partite ha perso quattro partite tra campionato ed Europa League (la prima giornata persa contro il Rapid Vienna per 3-2) e ne ha vinta una. Il Sassuolo invece ha vinto tre partite tra Serie A ed Europa League (la prima giornata vinta per 3-0 contro l’Athletic) e perse due.

Si avvicina, ecco la possibile chiave tattica del match: l’allenatore del Genk, Maes, schiera la squadra con un 4-4-1-1 che a dispetto della ricerca di compattezza e coesione tra i reparti, non ha fornito finora le necessarie garanzie difensive né nel campionato belga, né in Europa. La partita d’esordio contro il Rapid Vienna nella fase a gironi di Europa League è stata rocambolesca, ma tornare senza punti ha complicato non poco il cammino del Genk. Il Sassuolo, fermo restando il 4-3-3 di Eusebio Di Francesco, deve però fare attenzione trovandosi alla sua prima esperienza in assoluto in campo continentale. Il successo sul Bilbao è stato a suo modo storico, ma la guardia non andrà mai abbassata visto che i neroverdi potranno scontare un certo gap a livello d’esperienza che sicuramente potrebbe farsi sentire soprattutto nelle partite esterne. In attesa di recuperare Berardi, autentico mattatore nelle sfide di Europa League, Di Francesco si gode un Defrel in stato di grazia, decisivo anche nell’ultima vittoria in Serie A contro l’Udinese.

Di questa sera sarà diretta dallarbitro Liran Liany, assieme a un quintetto tutto israeliano: come secondi assistenti infatti sono stati selezionati David Elias Bitton e Dvir Shimon, mentre il quarto uomo sarà Nissan Davidy. Come assistenti aggiunti sono invece stati selezionati per lo scontro di questa sera tra i neroverdi e i belgi Roy Reinshreiber e Menashe Masiah. Per Liany questo è il quarto incrocio con una formazione professionistica italiana: i precedenti infatti riguardano un Torno-Atletico Bilbao, Inter-Partizan e Palermo-Thun. Lisraeliano dunque ha alle spalle una solida esperienza internazionale: entrato in FIFA nel 2010, è stato infatti selezionato per le stagioni 2012-2013 e 2015-2016 di Europa League. I tifosi nerazzurri però non hanno ancora perdonato un errore di valutazione fatto dallo stesso Liany in occasione del match Inter-Partizan nel 2012 quando un giallo e un rigore concesso hanno scatenato violente proteste, poi rientrato quando, consultatosi con gli assistenti è riuscito a ricostruire più precisamente la dinamica dellazione ritornando così sui suoi passi.

Genk-Sassuolo, partita diretta dall’arbitro israeliano Liran Liany e in programma giovedì 29 settembre 2016 alle ore 21.05, sarà la prima trasferta per gli emiliani nella fase a gironi di Europa League 2016-2017 (girone F). Non la prima in assoluto in campo continentale in questa stagione per gli emiliani, che per arrivare alla fase clou della competizione hanno dovuto eliminare gli svizzeri del Losanna e i serbi della Stella Rossa Belgrado nei turni preliminari 

Anche senza l’infortunato Domenico Berardi, stella indiscussa della squadra allenata da Eusebio Di Francesco, il Sassuolo sta facendo bene sia in campionato che in Coppa, e meglio ancora sarebbero andate le cose senza la sconfitta a tavolino contro il Pescara.

Per gli emiliani in campionato è arrivata domenica scorsa una nuova vittoria casalinga contro l’Udinese che ha riscattato il passo falso a Verona contro il Chievo nel turno infrasettimanale. In Europa League il Sassuolo è partito con uno straordinario tre a zero all’Athletic Bilbao che ha messo in luce come i neroverdi possano senz’altro fare strada nella competizione. 

Nel girone F il Sassuolo è al momento in testa assieme al Rapid Vienna, che ha battuto il Genk tre a due nel turno d’esordio della fase a gironi. I belgi sono approdati in questa fase del torneo superando ben tre turni preliminari, eliminando i montenegrini del Buducnost, gli irlandesi del Cork City e i croati della Lokomotiv Zagabria. In campionato il Genk ha però incassato un secco poker domenica scorsa nella trasferta sul campo del Kortrijk, e si trova al momento al decimo posto in classifica, staccato di nove lunghezze dal Waregem capolista in Belgio.

Le principali agenzie di scommesse vedono il match in grande equilibrio ma si sbilanciano leggermente in favore del Sassuolo, la cui vittoria esterna viene quotata 2.70 da William Hill, mentre Bet365 propone a 2.80 il successo interno della formazione belga. Per Bwin, quota 3.30 per l’eventuale pareggio.

Genk-Sassuolo, giovedì 29 settembre 2016 alle ore 21.05, sarà trasmessa sia in chiaro in diretta tv sul canale 8 (TV8) del digitale terrestre, sia per gli abbonati Sky sui canali 106, 203 e 252 del boquet satellitare (rispettivamente Sky Sport Mix HD, Sky Sport 3 HD e Sky Calcio 2 HD), con diretta streaming video per vedere l’incontro sul web collegandosi al sito skygo.sky.it, attivando su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone l’applicazione Sky Go (senza costi aggiuntivi). 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori