US OPEN 2016 / Diretta Vinci-Tsurenko (7-6 6-2): info live streaming video. Nadal in difficoltà (Tennis, oggi 4 settembre)

- La Redazione

Diretta Us Open 2016: info streaming video e tv, risultato live. Iniziano gli ottavi (quarto turno) del torneo di tennis a New York, Vinci-Tsurenko è il match che ci interessa maggiormente

Vinci_viola
Roberta Vinci (LaPresse)

Sul campo centrale del torneo di New York si potrebbe completare un clamoroso ribaltone, dopo quello che ha visto Anastasija Sevastova liberarsi in due set di Johanna Konta e volare ai quarti di uno Slam per la prima volta nella sua carriera. Rafa Nadal ha clamorosamente perso il primo set per 6-1 contro la testa di serie numero 24 Lucas Pouille; il quale è uno dei giovani emergenti di maggior spessore ma certo, almeno pensavamo fino a questa sera, non al punto di battere uno come Nadal che ha vinto 14 Slam e anche quando no è al meglio riesce a togliere il cilindro dal cappello. Da vedere come reagirà il maiorchino; ha reagito bene lamericano Jack Sock che, dopo aver perso i primi due set da Jo-Wilfried Tsonga, ha vinto al tie break il terzo e prolungato un incontro che sembrava scontato. Intanto ai quarti del tabellone WTA cè anche Caroline Wozniacki: finalista nel 2009 e nel 2014 (sempre sconfitta), la danese che sta provando a tornare ai piani alti della classifica mondiale ha demolito la testa di serie numero 8 Madison Keys – che così deve rinunciare nuovamente ai propositi di grandezza – e ha prenotato un quarto di finale contro la Sevastova. Da favorita, ma la lettone del 90 ha già eliminato Muguruza e Konta: basterà alla Wozniacki il gioco mostrato oggi per prendersi unaltra semifinale agli Us Open? Qualificato ai quarti anche Gael Monfils, che vince facile in tre set contro Marcos Baghdatis: per il francese potrebbe esserci proprio Nadal, ma probabilmente la testa di serie numero 10 in questo momento sta facendo il tifo per Pouille, e non solo per motivi di nazionalità e patriottismo

Missione compiuta per la tennista tarantina, che è qualificata ai quarti degli Us Open 2016. Grande risultato per Roberta Vinci: la tarantina fa valere la sua superiorità nei confronti dellucraina Lesia Tsurenko fin da subito, quando vola sul 3-1 nel primo set. Un passaggio a vuoto permette alla sua avversaria di sorpassare sul 3-4; si arriva comunque al tie break e questo è il momento decisivo del match, perchè Roberta lo vince e acquista fiducia per poi chiudere i conti con un rapido secondo parziale. Adesso per la Vinci ci sarà una tra Petra Kvitova e Angelique Kerber; un match comunque molto duro, ma lo scorso anno abbiamo visto come la tennista azzurra abbia nelle corde i grandi risultati. Nel frattempo continua a stupire Anastasija Sevastova: la lettone ha portato a casa il primo set per 6-4 nei confronti della testa di serie numero 13 Johanna Konta ed è avanti anche nel secondo (6-5). Gael Monfils è in vantaggio per due set a zero su Marcos Baghdatis (6-3 6-2).

Ci siamo, sul Louis Armstrong la nostra Roberta Vinci gioca il quarto turno degli Us Open 2016 con la concreta possibilità di raggiungere i quarti di finale del torneo dello Slam per la quarta volta in carriera. Non è questa la sola partita che prende il via alle ore 17 italiane: sul campo centrale, lArthur Ashe, Johanna Konta affronta la lettone Anastasija Sevastova che è la vera sorpresa di questi Us Open 2016. Attenzione però alla britannica Konta, testa di serie numero 13: nata a Sydney e australiana fino al maggio 2012 – quando è diventata cittadina britannica, diventando poi anche membro della squadra di Fed Cup – può rinverdire i fasti del tennis Union Jack che aspetta una vincitrice Slam dai tempi di Virginia Wade, che nel 1877 vinse Wimbledon aggiungendolo così alla collezione di Major che comprendeva già Us Open (nel 1968) e Australian Open (nel 1972) già in bacheca anche nei tornei di doppio. Ora è tempo di dare la parola ai campi sui quali si gioca e stare a vedere come andranno a finire questi match

La nostra Roberta Vinci, impegnata oggi nel quarto turno degli Us Open 2016, potrebbe qualificarsi per la quarta volta ai quarti di finale di Flushing Meadows. La tarantina ha dovuto aspettare fino al 2012 per raggiungere il quinto turno a New York: lo aveva fatto eliminando Urszula Radwanska, Yaroslava Shvedova, Dominika Cibulkova e Agnieszka Radwanska (con un netto 6-1 6-4 allallora testa di serie numero 2) prima di cadere contro Sara Errani, sua compagna di doppio, con il risultato di 2-6 4-6. Lanno seguente la Vinci si era ripetuta: testa di serie numero 10, dopo le vittorie su Timea Babos e Lucie Safarova aveva giocato tre derby consecutivi. Vittorie contro Karin Knapp (6-4 6-3) e Camila Giorgi (6-4 6-2), poi sconfitta contro Flavia Pennetta (4-6 1-6). Pennetta contro cui la Vinci ha perso la finale dello scorso anno: non si può tuttavia cancellare un torneo strepitoso che lha vista raggiungere per la prima volta in carriera la finale Slam, grazie alle vittorie contro Vania King, Denisa Allertova, Mariana Dunque Marino e Eugenie Bouchard (per forfait della canadese) prima di battere Kristina Mladenovic e centrare il grandissimo capolavoro contro Serena Williams, che veniva da quattro Slam vinti consecutivamente e che puntava al Grande Slam di calendario. La tarantina si era imposta per 2-6 6-4 6-4; in finale la voglia di Flavia Pennetta e le energie consumate per battere la numero 1 del mondo avevano fatto sì che Roberta crollasse per 6-7 2-6.

Il cammino di Roberta Vinci agli Us Open 2016 è stato per il momento positivo anche se non privo di insidie. Al terzo turno la tarantina ha rischiato contro Carina Witthoeft, numero 102 del ranking WTA: sul 6-0 5-4 e servizio sembrava che Roberta avesse chiuso la pratica senza sussulti, e invece si è fatta rimontare dalla tedesca che ha vinto il secondo set forzando un parziale decisivo. Nel quale la Vinci è andata subito avanti di un break, salvo rallentare ancora e trovarsi recuperata sul 3-3; la Witthoeft ha poi avuto la palla per il 4-4 e lì le cose si sarebbero potute mettere male, ma la Vinci ha saputo reagire in fretta e ha vinto un match fattosi improvvisamente complicato. Lesia Tsurenko ha sorpreso già al primo turno, quando ha eliminato in unora e 17 minuti la testa di serie numero 21 Irina-Camelia Begu con un convincente 6-0 6-4; ha proseguito senza perdere set grazie al 7-5 6-3 ai danni di Yafan Wang, mentre al terzo turno ha rimontato la testa di serie numero 12 Dominika Cibulkova vincendo 3-6 6-3 6-4 il match finora più lungo del suo torneo (durato due ore e 31 minuti). Anche la Vinci però ha giocato una semi-maratona contro la Witthoeft: il suo match è durato meno (unora e 56 minuti) ma dal punto di vista emotivo e delle energie spese non è stato indifferente. Nel mezzo cè stata una giornata per riposare e perfezionare qualcosa; ora staremo a vedere come la tarantina si comporterà.

Nella giornata di oggi agli Us Open 2016 scende in campo anche Novak Djokovic. Il numero 1 del mondo e campione in carica è chiamato a riscattare una pessima estate: eliminato al terzo turno di Wimbledon (da Sam Querrey) e sconfitto subito alle Olimpiadi (da Del Potro), il serbo non ha preso parte al Master 1000 di Cincinnati nel quale in passato ha raggiunto cinque finali senza mai vincere il titolo. Negli ultimi due match degli Us Open 2016 Djokovic ha giocato sei game: al secondo turno Nole ha approfittato del forfait di Jiry Vesely (che lo aveva sconfitto a Montecarlo) mentre al terzo turno è stato Youzhny a ritirarsi sul punteggio di 4-2. Lultimo match completo di Djokovic rimane quello del primo turno contro Jerzy Janowicz, e dobbiamo tornare ormai al 29 agosto, giorno inaugurale del torneo. Sono passati sei giorni; non giocare per così tanto tempo (o farlo per una mezzora) può essere un vantaggio dal punto di vista della freschezza, per contro toglie ritmo e abitudine al campo. Lavversario di Djokovic agli ottavi è quel Kyle Edmund già capace di far fuori Richard Gasquet e John Isner nel corso degli Us Open; il numero 1 al mondo non deve assolutamente sottovalutare limpegno se vuole qualificarsi ai quarti.

Il quadro del tabellone femminile agli Us Open 2016 è certamente positivo e luminoso per Roberta Vinci, che gioca oggi il suo match di ottavi di finale sul Louis Armstrong, alle ore 17 italiane. Nella parte bassa WTA ci sono tre giocatrici che non fanno parte del seeding, anche se ovviamente bisogna fare dei distinguo: Caroline Wozniacki per esempio è una ex numero 1 del mondo e soltanto due anni fa aveva raggiunto la finale a Flushing Meadows. La sua classifica attuale è dovuta allinattività per qualche mese, a causa di un infortunio; la danese, che gioca contro la testa di serie numero 8 Madison Keys, ha certamente capacità ed esperienza per arrivare fino in fondo. Non lo stesso si può dire di Lesia Tsurenko, lavversaria della Vinci di cui abbiamo già parlato, e di Anastasija Sevastova: la lettone, che in questo torneo ha eliminato Garbine Muguruza (al secondo turno) non si era mai spinta agli ottavi di uno Slam se non agli Australian Open del lontano 2011, e a Wimbledon, per fare un esempio, non ha mai superato il primo match del tabellone principale (su quattro tentativi). Guardando alla parte alta, troviamo Yaroslava Shvedova, giocatrice interessante e che può essere ostica anche per Serena Williams (a Wimbledon quattro anni fa andò vicino al grande colpo) e la diciottenne Ana Konjuh, per la prima volta al quarto turno di uno Slam e a caccia di rivincite contro Agnieszka Radwanska, dopo lemozionale secondo turno di Wimbledon un paio di mesi fa. Certo per Roberta la strada ai quarti si complicherebbe: Petra Kvitova o Angelique Kerber sono avversarie durissime per la tarantina, che avrebbe probabilmente nel quinto turno lostacolo più difficile sulla strada verso la seconda finale consecutiva agli Us Open.

Siamo ormai a metà strada del torneo di tennis che si gioca a New York, nel complesso di Flushing Meadows. La domenica centrale segna l’inizio degli ottavi di finale – o quarto turno che dir si voglia – agli Us Open 2016, ultimo atto stagionale del Grande Slam. Insomma, stiamo entrando nel vivo, con 16 tennisti rimasti in gara sia nel tabellone maschile sia in quello femminile. Ancora una volta si inizierà a giocare alle ore 17.00 italiane (le 11.00 locali) e dal punto di vista azzurro la partita di spicco sarà quella che opporrà la nostra Roberta Vinci all’ucraina Lesia Tsurenko: in palio un posto nei quarti di finale.

Roberta Vinci è la migliore tennista italiana in questi Open degli Stati Uniti: finalista uscente dopo l’indimenticabile 2015 con tanto di finale-derby italiano (anzi, pugliese) con Flavia Pennetta che nel frattempo si è ritirata, testa di serie numero 7 di questi Us Open (un anno fa non era nemmeno fra le 32 elette), la Vinci finora ha passato senza eccessivi patemi i primi tre turni, anche se ogni tanto si è complicata la vita, ad esempio venerdì contro la tedesca Carina Witthoeft, quando ha perso il secondo set dopo essere andata avanti 6-0 5-3 e prima di chiudere i conti al terzo (6-3). Dall’altra parte ci sarà dunque l’ucraina Lesia Tsurenko, che nel terzo turno ha battuto la più quotata slovacca Dominika Cibulkova in tre set. L’ucraina è solo numero 99 nel ranking Wta, ma in passato ha toccato anche la posizione numero 33: merita rispetto, ma negli ottavi di uno Slam si può certamente trovare di peggio. Un solo precedente, la vittoria di Roberta Vinci a Doha proprio quest’anno, un nettissimo 6-2 6-1.

Tra le altre partite in programma oggi nel tabellone femminile spicca certamente il match fra Angelique Kerber e Petra Kvitova. Il tabellone infatti propone già agli ottavi la sfida fra la tedesca, attuale numero 2 del mondo e quest’anno vincitrice degli Australian Open, finalista a Wimbledon e alle Olimpiadi, contro la ceca che in bacheca vanta due titoli di Wimbledon e quest’anno bronzo olimpico a Rio. Di ottimo livello anche il match fra la padrona di casa Madison Keys e la danese Caroline Wozniacki, meno affascinante invece l’incontro fra la britannica Johanna Konta e la lettone Anastasija Sevastova.

In ottica italiana passa un po’ in secondo piano il torneo maschile, ma naturalmente scenderanno in campo anche gli uomini, compreso il numero 1 del Mondo Novak Djokovic che affronterà il britannico Kyle Edmund con pronostico nettamente favorevole. In campo anche Rafa Nadal, che se la dovrà vedere con il francese Lucas Pouille. I transalpini puntano però soprattutto su Jo-Wilfried Tsonga, che affronterà il padrone di casa Jack Sock. Sarà una domenica molto intensa però per i colori francesi, perché in campo ci sarà pure Gael Monfils, che affronterà il cipriota Marcos Baghdatis.

Come sempre, la diretta tv degli Us Open 2016 è affidata a Eurosport: avrete quindi la possibilità di seguire il torneo di tennis sui canali della pay tv del digitale terrestre come su quelli del satellite e, in assenza di un televisore, potrete attivare il servizio di diretta streaming video grazie alle applicazioni Premium Play e Sky Go, che non comportano costi aggiuntivi. Richiede una quota di abbonamento Eurosport Player, mentre gli account social ufficiali del torneo sono alle pagine facebook.com/usopentennis e, su Twitter, @usopen.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori