SERIE A / News, l’Udinese presenta Sven Kums: la A è un sogno per me (Ultime notizie, oggi 6 settembre 2016)

- La Redazione

Serie A news: tutte le ultime notizie della massima serie calcistica aggiornate a oggi 6 settembre 2016. Cassano fuori lista della Sampdoria: errore oppure no?

iachini_udinese_bandierina
Giuseppe Iachini,tecnico dell'Udinese (LaPresse)

L’Udinese ha iniziato la sua stagione della Serie A raccogliendo prima una pesantissima sconfitta ad opera della Roma e una vittoria sull’Empoli per 2 a 0: un inizio di stagione interessante per la formazione friulana di Iachini, che in questa finestra di calciomercato estiva è stata poco protagonista. nella giornata di oggi si è però presentato alla stampa l’ultimo acquisto in casa Udinese ovvero il centrocampista Sven Kums, approdato alla formazione friulana, club di esordio in Serie A dal Watford. Kums ha esordito nella sua presentazione dicendo che: “Sono felice di essere qui, mi sento bene e i compagni mi stanno aiutando in questi primi giorni. La squadra ha tanta tecnica ma qui è molto importante la tattica e la motivazione. Spero di poter mettere la mia esperienza al servizio dei compagni più giovani, aiutarli a crescere e dare il meglio di loro. Per me giocare in Serie A è un sogno. Il ruolo? Mi piace giocare davanti alla difesa e impostare il gioco nel ruolo che ho ricoperto al Gent”.

Il campionato di Serie A è iniziato nel migliore dei modi per il Pescara di Massimo Oddo, che ha già portato a casa un pareggio contro il Napoli e una vittoria (ma solo a tavolino) a spese del Sassuolo: il calciomercato estivo dei delfini ha attraversato alcuni momenti di grande difficoltà ma nel complesso il giudizio sulla formazione approdata a questa stagione di Serie A sembra piuttosto positivo. Ne condivide il giudizio Michele Gelsi, ex centrocampista del Pescara, intervenuto ai microfoni di tuttomercatoweb.com, il quale ha dichiarato a proposito che: “Sì, è stato un buon mercato: Aquilani è una garanzia, Pepe un uomo d’esperienza utile anche per la crescita dei giovani. Oddo comunque sa far rendere i suoi giocatori ovviando anche ad eventuali mancanze. Per ora il Pescara non risente dell’assenza di una prima punta però probabilmente a lungo andare servirebbe un giocatore del genere, per scardinare le difese avversarie. E’ un Pescara che ha qualità. Tutti sanno giocare, hanno personalità e attributi. Col Napoli ad esempio potevano esserci dei timori e invece la squadra ha dimostrato di essere matura”.

Si è conclusa tra le polemiche la stagione estiva del calciomercato in casa Lazio: dopo la vicenda di Bielsa sono state molte le polemiche riguardanti alcuni giocatori biancocelesti, vicini o meno alla cessione, come Keita, e i diversi casi caldi del calciomercato che hanno riempito le colonne elle cronache come il passaggio di Candreva all’Inter o l’approdo di De Vrij dal Feyenoord . A questo propropsito Roberto Rambaudi, intervenendo in esclusiva ai microfoni del portale TMW ha voluto fare un analisi della prossima stagione di Serie A della Lazio, commentando primariamente proprio il calciomercato, affermando che secondo lui è stato : “Più che positivo. Ha migliorato dove doveva migliorare prima: la società ha lavorato bene, con Immobile davanti e dietro con De Vrij e Bastos. La squadra ha una delle migliori linee mediane. Dietro ho dubbi su Lukaku: grande fisico ma ha mancanze nell’uno contro uno, non ha il piede giusto per i cross. Lo voglio vedere ma la Lazio ha operato bene per competere. Sta al tecnico far crescere tutti ma la Lazio è questa “

Sebbene la Serie A sia già iniziata rimane uno dei casi più chiacchierati dell’estate di calciomercato in casa Inter l’approdo di Gabigol dal Santos: Gabriel Barbosa Almeida infatti è stato uno dei nomi più caldi per il calciomercato nerazzurro, e anche se l’affare è stato chiuso qualche giorno fa la polemica non si è fermata. A far tornare il nome di Gabigol, giocatore dell’Inter e della nazionale brasiliana di nuovo sulle colonne delle cronache di serie A è la volontà da parte del Barcellona di fare causa al Santos, ex club del giovane attaccante nerazzurro: secondo quanto riporta questa mattina il portale gazzetta.com infatti i Blaugrana avevano un diritto di prelazione sul cartellino di Gabigol, che il Santos ha volutamente ignorato, o almeno questa è la posizione del club spagnolo. il Santos infatti, secondo il Barcellona non ha avvisato tempestivamente il club spagnolo dell’offerta fatta dall’Inter per Gabigol, e i blaugrana non hanno dunque potuto esercitare il diritto di prelazione sul giovane. LA conferma della denuncia arriva dal Josep Bartomeu, presidente dei catalani: “Stiamo studiando se rivolgerci alla Fifa o alla giustizia ordinaria, abbiamo già inviato un fax al Santos. Non hanno rispettato il contratto. Hanno un po’ nascosto la cosa e il Barcellona difenderà i propri interessi” intanto comunque l’Inter non dovrebbe rischiare nulla indipendentemente da come questa vicenda finirà: Gabigol rimarrà in Serie A con la maglia nerazzurra ma i catalani potranno chiedere la restituzione dei 3 milioni di euro, pagati tempo fa per il diritto di prelazione sul cartellino del giocatore. 

Questa finestra estiva di calciomercato è stata parecchio movimentata anche in casa Fiorentina, dove la dirigenza viola è stata spesso oggetto di forte critiche per via di alcune decisioni prese, tra le quali quella di cedere a Wolfsburg io cartellino di Mario Gomez. Da accordi infatti il club viola a conclusione dell’operazione ha dovuto versare circa la metà di quanto ricevuto dal club tedesco per l’acquisizione del cartellino dello stesso Gomez, nelle casse del Besiktas, ex club della punta tedesca. Secondo quanto riportato questa mattina dal Corriere Fiorentino però la Fiorentina ha fatto sapere di aver rispettato gli accordi versando il 1 milione di euro: esattamente il 50% di quanto ricevuto. Già nei giorni precedenti la dirigenza viola aveva infatti dichiarato di aver ricevuto dal Wolfsburg solo 2 milioni di euro dall’operazione: non sono infatti 7 i milioni incassati come si vociferava qualche tempo fa. Questo a causa delle commissioni di intermediari e agenti che hanno “mangiato” gran parte dell’incasso, di cui la Fiorentina non deve rispondere al Besiktas. La polemica comunque non si è calmata e sono attesi nuovi aggiornamenti. 

Torna a far parlare di sé: terminata una caldissima stagione di calciomercato di Serie A che lha visto protagonista dei possibili nomi in uscita dal club blucerchiato. Che non corra buon sangue tra Cassano e la dirigenza della Sampdoria è ormai cosa nota da tempo e il fatto che lo stesso giocatore abbia sempre rifiutato qualsiasi meta proposta dalla società in questa finestra di calciomercato ha potuto solo che acuire le differenze e le asperità tra le parti in causa. Secondo quanto riporta questa mattina Il Secolo XIX al momento non figura il nome di Antonio Cassano nella lista completa della Sampdoria sul sito della Lega calcio: probabilmente si tratta di un banale errore, ma che chiaramente ha una grande risonanza vista sia la popolarità tra i tifosi della Sampdoria dello stesso Cassano (che più volte anche in questi ultimi giorni ha riaffermato la volontà di non lasciare Genova e la Sampdoria) e quanto la sua possibile partenza dal club ligure sia stata al centro di molte chiacchiere. Al giocatore al momento comunque è stato vietato di parlare ai giornalisti e qualsiasi violazione farebbe scattare il deferimento con la richiesta di una multa, proporzionale allo stipendio. A Cassano però non è ancora stata comunicata la possibilità di continuare ad allenarsi con la Primavera o se dovrà continuare, come sta facendo in queste settimane, ad allenarsi da solo, perdendo così definitivamente il labile contatto con i suoi compagni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori