Probabili formazioni / Torino-Milan: c’è Paletta per annullare Belotti. Quote, le ultime novità live (Serie A 2017 20^ giornata, oggi)

- La Redazione

Probabili formazioni Torino-Milan: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca nella serata di lunedì 16 gennaio per la ventesima giornata del campionato di Serie A

belotti_donnarumma_rigore
Foto LaPresse

Dopo quanto avvenuto in coppa Italia, lo scontro Torino-Milan ha di nuovo spazio oggi nella 20^ giornata di serie A. il doppio appuntamento ravvicinato ci permetterà ancora una volta di vedere allopera due tra i migliori difensori di questa stagione di Serie A, ampiamente premiati dalle statistiche personali, che li delineano tra i top nel loro ruolo nelle rispettive rose. per i granata ecco quindi il difensore centrale Luca Rossettini, classe 1985 che in 15 presenze totali in campionato (le panchine si concentrano nelle prime giornate della stagione) ha premiato la predilezione di Miahjlovic con 1 rete, 2 tiri, 3 attacchi e 2 occasioni  gol create, oltre che prestazioni sempre eccellenti. Dallaltra parte nella metà campo del Milan vediamo invece una colonna della difesa rossonera, centrale imprescindibile nelle formazioni di Montella, ovvero Gabriel Paletta: classe 1986, largentino ha messo a segno finora 1 rete, 5 tiri, 2 assist, 8 attacchi e un occasione da gol. 

Torino-Milan mette in scena, nelle formazioni delle due squadre, il grande duello tra Andrea Belotti e Carlos Bacca, con il possibile supporto da parte di altri giocatori quali Iago Falque e Gianluca Lapadula. Per dare unidea della sfida dei bomber, basti dire che nella partita di andata Bacca aveva realizzato una tripletta (e si parlava di lui come di un partente a giorni) segnando in tutti i modi (di testa, di sinistro e su rigore) mentre Belotti aveva trovato la rete del provvisorio pareggio e sbagliato anche un calcio di rigore, che Donnarumma gli aveva neutralizzato allultimo secondo. Bacca ha appena spezzato il digiuno più lungo da quando è arrivato in Italia: dieci partite senza segnare, anche se solo sette di queste le ha passate in campo. La rete al Cagliari è stata la settima nel suo campionato: è ancora lontano dai 18 dello scorso torneo, ma va anche detto che allora aveva chiuso landata con 8 reti. In casa Torino Belotti ha ormai raggiunto lo status di attaccante internazionale: parlano per lui i 13 gol realizzati nelle 17 partite giocate, già una tripletta (contro il Bologna) e soprattutto pochissime pause, perchè lunica volta in cui è passata più di una giornata di stop tra un gol e laltro è avvenuto tra il settimo e il nono turno (Fiorentina, Palermo e Lazio). Come dicevamo, Iago Falque e Lapadula possono dare una mano: lo spagnolo in maniera piuttosto silente ha già raggiunto gli 8 gol in campionato con tanto di doppiette a Roma e Chievo, lex bomber di Serie B sembrava essere un oggetto misterioso fino a quel gol di tacco contro il Palermo, poi la doppietta di Empoli e il timbro contro il Crotone per quattro gol nel giro di quattro giornate. Da allora sono passati tre turni senza gol, ma la scorsa domenica il suo assist semi-impossibile per Bacca è valso tre punti pesantissimi. 

Voglia di rivincita per Andrea Belotti, che nel match dandata tra Torino e Milan sbagliò il rigore del possibile 3-3 allultimo respiro. Oltretutto il Gallo è rimasto a bocca asciutta nellultima giornata, interrompendo la serie di 3 partite consecutive con gol, e vorrà riallacciare il filo contro i rossoneri (un girone fa era comunque andato a segno, prima di sbagliare il penalty). In cerca di gol anche lex interista Marco Benassi, fermo a 4 gol in campionato da 7 giornate (ultima rete in Torino-Cagliari 5-1 del 5 novembre). Tra i giocatori attesi anche Antonio Barreca, che si sta confermando titolare nello scacchiere di Mihajlovic e che dovrà vedersela con Suso, uno dei milanisti più insidiosi. Il vero protagonista sarà però lui, Sinisa Mihajlovic, che lanno scorso non è riuscito ad ottenere i risultati sperati sulla panchina del Milan: per lallenatore serbo, battere i rossoneri con il Torino potrebbe avere un briciolo di sapore in più. Dallaltra parte lente dingrandimento su Gabriel Paletta ed Alessio Romagnoli: il primo dovrà confermarsi sugli ottimi livelli del girone dandata, il secondo avrà un motivo in più per giocare bene perché di fronte si ritroverà proprio Mihajlovic, che lo ha allenato nella prima stagione da titolare in Serie A (2014-2015, alla Sampdoria). Al serbo è legato anche Gianluigi Donnarumma, che nella passata stagione è stato letteralmente lanciato in prima squadra a discapito del più esperto Diego Lopez. 

Nel monday night della ventesima giornata di Serie A si scontrano Torino e Milan, ma come sono messe le due formazioni dal punto di vista degli indisponibili? Partiamo dai padroni di casa, che oltre ad Acquah, impegnato in Coppa d’Africa, dovranno fare a meno del lungodegente Molinaro (che non tornerà prima del mese di marzo) e probabilmente del brasiliano Castan, da valutare a causa di un affaticamento muscolare rimediato in settimana. In casa Milan le preoccupazioni più grandi riguardano Ignazio Abate: il terzino destro è infatti in dubbio a causa della forte contusione al ginocchio sinistro rimediata nell’ultima partita contro il Cagliari. Non saranno a disposizione di Vincenzo Montella neanche Montolivo, il cui rientro è previsto per fine marzo, e il cileno Mati Fernandez, vittima di un’infiammazione al ginocchio. Nessuno squalificato né in casa Torino né in casa Milan, per i rossoneri attenti alla situazione di Locatelli diffidato, stesso discorso per Castan, Baselli, Belotti e Valdifiori del Torino.

Nel Torino non sono disponibili per questo incontro alcuni giocatori, fra i quali il difensore centrale Moretti. Al posto di questultimo dovrebbe giocare lex difensore della Roma Leandro Castan, mentre in mediana cè ballottaggio tra Obi (52%) e il talentuoso Baselli (48%) che nellultimo periodo ha avuto un leggero calo di prestazioni. Dubbi anche per quanto concerne il tridente offensivo con il neo acquisto Iturbe (45%) che potrebbe essere preferito a uno tra Iago Falque (55%) e Ljajic (55%). Nel Milan il principale dubbio per mister Vincenzo Montella riguarda il ruolo di centravanti con Carlos Bacca (55%) leggermente in vantaggio su Lapadula (45%). Anche per il ruolo di mezzala di destra cè un ballottaggio in corso con Pasalic (55%) al momento preferito nelle gerarchie sia a Josè Sosa (25%) che a Mati Fernandez (35%) e Bertolacci (45%).

Chiude la ventesima giornata del campionato di Serie A 2016-2017: squadre in campo alle ore 20:45 di lunedì 16 gennaio per una gara che segue di pochi giorni quella che si è giocata a San Siro per gli ottavi di Coppa Italia. Si tratta di due formazioni che stanno facendo molto bene: nessuno realisticamente si sarebbe aspettato un Milan in corsa per il terzo posto e, per qualche tratto di stagione, tra le principali antagoniste della Juventus, mentre il Torino ha sempre mostrato ottima qualità offensiva e sicuramente può giocarsi le sue carte nella corsa allEuropa. Andiamo a vedere maggiormente nel dettaglio, aspettando che inizi la partita allo stadio Grande Torino, quelle che sono le probabili formazioni di Milan-Torino.

Per Torino-Milan, partita valida per la ventesima giornata del campionato di Serie A 2016-2017, le quote Snai ci danno le seguenti informazioni: il segno 1 (vittoria Torino) vale 2,40; il segno X (pareggio) vale 3,30 mentre il segno 2 (vittoria Milan) porta in dote 3,00 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.

Torna la formazione titolare per Sinisa Mihajlovic: con larrivo di Iturbe, da adesso in poi si apriranno i ballottaggi che riguardano il tridente offensivo, visto che il paraguaiano può sostituire sia Ljajic e Iago Falque. Lo spagnolo  e il serbo per il momento sembrano favoriti per giocare dal primo minuto anche questa partita, con Belotti che naturalmente avrà spazio da prima punta. Per quanto riguarda il centrocampo, un punto di domanda riguarda la presenza di Baselli: nelle ultime due stagioni il prodotto del vivaio dellAtalanta ha sempre segnato contro il Milan, ma in questo momento sembra essere in ritardo rispetto a un Obi che mostra unottima condizione ed è maggiormente utile in copertura. Per questo motivo il nigeriano potrebbe comunque essere scelto, giocando al fianco di Valdifiori e con Benassi che non dovrebbe avere problemi a confermare la sua posizione da mezzala destra. Anche in difesa non cè il 100% di certezza sui titolari: Leandro Castan infatti potrebbe fare spazio a Moretti, mentre sulle fasce la situazione è più definita con Zappacosta e Barreca nettamente favoriti rispetto a De Silvestri e Avelar.

Anche il Milan torna a giocare con la formazione tipo, pur se Vincenzo Montella deve valutare la condizione di Alessio Romagnoli e Antonelli. Con loro due in campo la difesa sarebbe regolarmente completata da Paletta e De Sciglio (che giocherebbe a destra), altrimenti spazio a Calabria e Gustavo Gomez che sono le prime alternative. A centrocampo tiene banco il ballottaggio tra Pasalic e Kucka: il croato al momento è favorito e i due non dovrebbero giocare insieme, perchè lallenatore rossonero ha tutte le intenzioni di riportare Bonaventura nel suo ruolo di mezzala. Dunque ci sarebbe un solo posto per il centrocampo: dovrebbe occuparlo Manuel Locatelli, nettamente favorito su un Bertolacci comunque in crescita e che può essere impiegato anche come mezzala. In attacco invece rientra Niang che era squalificato in Coppa Italia; Suso non dovrebbe soffrire di possibili esclusioni, mentre per la posizione di prima punta Carlos Bacca, tornato a segnare la scorsa domenica, al momento sembra essere in vantaggio su Lapadula. I due hanno giocato insieme uno spezzone contro il Cagliari: lalchimia tattica ha funzionato molto bene ma pare essere una soluzione più a partita in corso che dal primo minuto (soprattutto dopo che il Milan ha raggiunto anche il secondo posto grazie al suo 4-3-3).

 

 21 Hart; 7 Zappacosta, 13 Rossettini, 24 E. Moretti, 23 Barreca; 15 Benassi, 18 Valdifiori, 22 Obi; 14 Iago Falque, 9 Belotti, 10 Ljajic

A disposizione: 1 Padelli, 90 Cucchietti, 29 De Silvestri, 4 Castan, 93 Ajeti, 26 Avelar, 25 Lukic, 8 Baselli, 19 Iturbe, 31 Boyé, 11 Maxi Lopez, 17 J. Martinez

Allenatore: Sinisa Mihajlovic

Squalificati: –

Indisponibili: Molinaro, Gustafson

 99 G. Donnarumma; 2 De Sciglio, 29 Paletta, 13 A. Romagnoli, 31 Antonelli; 80 Pasalic, 73 M. Locatelli, 5 Bonaventura; 8 Suso, 70 Bacca, 11 Niang

A disposizione: 30 Storari, 35 Plizzari, 96 Calabria, 15 Gustavo Gomez, 17 C. Zapata, 33 Kucka, 91 Bertolacci, 16 A. Poli, 23 J. Sosa, 10 Honda, 9 Lapadula

Allenatore: Vincenzo Montella

Squalificati: –

Indisponibili: Abate, Kucka, Montolivo, Mati Fernandez

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori