Risultati Premier League/ Classifica aggiornata, partite e marcatori (21^ giornata, 14-15 gennaio 2017)

- La Redazione

Risultati Premier League: la classifica aggiornata, le partite e tutti i marcatori della 21^ giornata del massimo campionato inglese, di scena il 14 e 15 gennaio 2017.

Alli_Tottenham2016
LaPresse - immagine di repertorio

Sono ben 29 le reti nella 21^ giornata di Premier League, il massimo campionato di calcio inglese che ha visto in questo turno il Chelsea che vince e torna a correre, ma con Tottenham e Arsenal tengono il passo alla grande. Crolla Guardiola, mentre in fondo alla classifica l’Hull City risorge. Sugli scudi c’è senz’altro Henry Kane e la sua tripletta, mentre bocciato senza appello è Stones nel giorno della sua “prima” da avversario contro l’Everton: il difensore più pagato della storia ha fatto errori gravissimi. La giornata è iniziata con le quaterne di Arsenal e Tottenham, che hanno spazzato via Swansea e La squadra di Wenger ha vinto in Galles, trovando il vantaggio poco prima dello scoccare del 40 del primo tempo con Giroud. Nella ripresa lo Swansea letteralmente si butta via con le autoreti di Cork e Naughton (54 e 67) che chiudono il match. La rete di Sanchez ad un quarto d’ora dalla fine rende ancora più pesante il passivo: Swansea che con 15 punti torna ultimo, complice la vittoria dell’Hull City, mentre i Gunners salgono a 44, rimanendo a -8 dal Chelsea e sorpassando un City in crisi.

Il Tottenham invece ne ha fatti quattro al WBA infilando la sesta vittoria di fila in campionato grazie ad un Kane tornato ormai a segnare con una regolarità impressionate: la punta degli Spurs ne ha messi a segno tre, arrivando a 62 goal in sole 99 partite di Premier. La reti che gli hanno consentito di portarsi via il pallone sono arrivate al 17, al 77 e all’82 ma in mezzo c’è stato l’autogoal di McAuley al 26. Gli Spurs sono ora a 45 punti, sempre a meno 7 dal Chelsea di Conte e hanno agganciato il Liverpool di Klopp, fermato sul pari dallo United. Il WBA invece rimane a 29 punti, in una posizione di classifica tranquilla. Il Chelsea di Conte non si è fatto però intimorire dalle quaterne di due delle maggiori pretendenti al titolo ed è andato a vincere nettamente sul campo dei Campioni di Inghilterra: il 3 a 0 in casa del Leicester, griffato Marcos Alonso (6 e 51) e Pedro (rete nel finale) ha fatto ripartire i Blues dopo la sconfitta contro il Tottenham: ora i punti di vantaggio sulle prime inseguitrici sono sette, visto il pari del Liverpool, che ha pareggiato in casa United dopo essere andato avanti con Milner ed essere stato raggiunto dal goal di un Ibrahimovich che sembra sempre più a suo agio in Premier. Lo United è salito così a 40 punti: la vetta è lontanissima, ma la squadra appare in ripresa. Tornando al Leicester, va detto che Ranieri ha ancora cinque punti di margine sulla zona retrocessione, ma che dovrà fare grande attenzione, considerando anche la vittoria dell’Hull City (ora a 16 punti), a cui ha fatto davvero bene il cambio di tecnico.

Le Tigers hanno vinto a sorpresa contro il Bournemouth, confermando anche che il cambio di modulo funziona. I Cherries, fermi a 25 punti, erano andati avanti con Stanislas, bravo a trasformare un penalty dopo tre minuti, ma Hernandez, vecchia conoscenza del calcio italiano e in particolare di quello palermitano, si è ricordato di saper essere ancora decisivo e ha segnato al 32 e al 50, ribaltando la partita. L’apoteosi dell’Hull è arrivata al 62 con l’autorete di Mings. Per capire la portata di questo successo basta pensare che gli ultimi tre punti pieni risalivano a inizio novembre dell’anno scorso contro i Saints: Marco Silva potrebbe essere davvero l’uomo giusto per la salvezza. Chi intravede la luce in fondo al tunnel è il West Ham: gli Hammers sono alle prese con il caso Payet, ma hanno vinto lo scontro salvezza contro il Palace, uscito con le ossa rotte dal derby e agganciato a 16 punti dall’Hull City. Il West Ham è passato al 23 della ripresa grazie a Feghouli, obiettivo di mercato di Spalletti. Dieci minuti dopo Carrol ha trovato il 2 a 0 e a 4’dalla fine Lanzini ha segnato il terzo goal: ora per il West Ham i punti sono 25 e la paura di retrocedere comincia davvero ad essere un ricordo. Rimanendo in coda, va detto dell’ennesimo crollo del Sunderland e per Moyes si avvicina il terzo esonero consecutivo dopo quelli con United e Real Sociedad. Lo Stoke City ha passeggiato con Aranutovic (in goal nei primi ventidue minuti del primo tempo per due volte) e trovato il 3 a 0 con Crouch. A nulla è servito il goal del solito Defoe al 40: Stoke City nono in classifica a 27 punti e Sunderland ultimo con lo Swnasea.

A rischio anche Puel, secondo alcuni: il Southampton è incappato nel 4^ stop di fila e la stagione è sempre più anonima. Stavolta a far festa è stato il Burnely che ha vinto grazie a Barton, in rete al 78 e ora è addirittura decimo in campionato. L’unico pari a reti inviolate è stato quello tra Watford e Middlesbrough (ora a 23 e a 20 punti). Chiudiamo con il City di Guardiola, che ha perso malamente (4 a 0) sul campo dell’Everton e con 10 punti in meno del Chelsea è ormai fuori dai giochi per il titolo. Koeman ha subito il possesso palla del City, ma ha fatto a fette una difesa del Manchester City imbarazzante: match chiuso dopo 47′ dalle reti di Lukaku (34) e Mirallas (47). A fine partita arrivano anche i goal del diciottenne Davies (79, partita incredibile la sua) e di Lookma (94): Everton a 33 punti e City a picco. Qualcuno si comincia a chiedere se è finito il “guardiolismo”.

Sabato 14 gennaio 2017

Tottenham-WBA 4-0  – 12′ Kane, 26′ Mc Auley (autogol), 78′ Kane, 82′ Kane 

West Ham-Crystal Palace 3-0  – 68′ Feghouli, 79′ Carrol, 86′ Lanzini 

Watford-Middlesbrough 0-0

Swnasea-Arsenal 0-4  – 37′ Giroud, 54′ Cork (autogol), 68′ Naughton (autogol), 73′ Sanchez

Sunderland-Stoke City 1-3  – 15′ Arnautovic (SC), 22’Arnautovic (SC), 34′ Crouch (SC), 40′ Defoe (SU)

Hull City-Bournemouth 3-1  – 3′ Stanislas (su rigore) (B), 32′ Hernandez (H), 50′ Hernandez (H), 62′ Mings (autogol)

Burnely-Southampton 1-0  – 78′ Barton 

Leicester-Chelsea 0-3  – 6′ Marcos Bastos,51′ Marcos Alonso, 71′ Pedro 

Domenica 15 gennaio 2017

Everton-Manchester City 4-0  – 34’Lukaku, 47′ Mirallas, 79′ Davies, 90+4′ Lookman

Manchester United-Liverpool 1-1  – 27′ Milner su rigore (L), 83′ Ibrahimovic (M)

 

1. Chelsea 21 17 1 3 45:15 52
      
2. Tottenham 21 13 6 2 43:14 45
      
3. Liverpool 21 13 6 2 49:24 45
      
4. Arsenal 21 13 5 3 48:22 44
      
5. Manchester City 21 13 3 5 41:26 42
      
6. Manchester Utd 21 11 7 3 32:20 40
      
7. Everton 21 9 6 6 32:23 33
      
8. West Brom 21 8 5 8 28:28 29
      
9. Stoke 21 7 6 8 27:33 27
      
10. Burnley 21 8 2 11 23:31 26
      
11. Bournemouth 21 7 4 10 30:37 25
      
12. West Ham 21 7 4 10 26:35 25
      
13. Southampton 21 6 6 9 19:26 24
      
14. Watford 21 6 5 10 23:36 23
      
15. Leicester 21 5 6 10 24:34 21
      
16. Middlesbrough 21 4 8 9 17:22 20
      
17. Crystal Palace 21 4 4 13 30:40 16
      
18. Hull 21 4 4 13 20:45 16
      
19. Sunderland 21 4 3 14 20:40 15
      
20. Swansea 21 4 3 14 23:49 15  


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori