CALCIOMERCATO NAPOLI/ News, Problema rinnovi per Insigne e Ghoulam. Le trattative live di oggi, 17 gennaio 2017 (ultime notizie in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Napoli: news, trattative live e ultime notizie in diretta di oggi, martedì 17 gennaio 2017. Possibili acquisti e cessioni del Napoli nel mercato invernale 2017, e non solo 

AlbertoGrassi
Alberto Grassi, 21 anni (LAPRESSE)

A cominciare da questa sessione di calciomercato invernale, la dirigenza del Napoli si sta dedicando al prolungamento dei contratti di diversi suoi campioni. Per quanto riguarda l’attacco, gli azzurri vorrebbero blindare il fantasista della Nazionale italiana Lorenzo Insigne, il cui contratto scadrà solamente nel giugno del 2019. La mancata intesa tra le parti in seguito al primo incontro lascia infatti molti dubbi sulla permanenza di Insigne al Napoli, con diverse pretendenti europee pronte a farsi avanti per lui, specialmente il Milan della futura proprietà cinese. In difesa, invece, chi non sembra propenso a rimanere nella squadra di Maurizio Sarri è il terzino Faouzi Ghoulam. Il francese naturalizzato algerino, attualmente impegnato con la sua Nazionale in Coppa d’Africa, avrebbe già respinto una prima offerta di prolungamento del contratto, in scadenza nel giugno del 2018, ovvero al termine della prossima stagione. Sulle tracce di Ghoulam si segnala la pericolosa presenza di big d’Europa come i tedeschi del Bayern Monaco o i francesi del Psg, con l’Inter più defilata ma vigile sulla situazione.

Arrivato Pavoletti, il Napoli cerhcerà di sistemare il proprio organico tramite cessioni e rinnovi in questi giorni prima della chiusura del calciomercato invernale. Chi sembrava essere tra gli indiziati a lasciare gli azzurri era Lorenzo Tonelli, arrivato dall’Empoli la scorsa estate ma fermato fino a poco tempo fa da un brutto infortunio per tutta la prima parte di stagione. Il centrale ha però saputo ritrovare la forma migliore segnando pure due goal nelle ultime due partite del Napoli tra esordio in Coppa e campionato ed il suo procuratore, l’agente Marco Sommella, ha parlato così del buon momento dell’assistito in esclusiva per Radio Kiss Kiss Napoli: “Diciamo che Tonelli è una sorpresa solo per chi non lo conosceva. Il Napoli ha voluto anticipare la concorrenza, cerano squadra italiane ed estere sul ragazzo. stato frenato dal problema al ginocchio, ma non è una sorpresa per chi lo conosce bene. A Napoli paga il fatto di avere due mostri sacri davanti come Albiol e Koulibaly. Gli errori difensivi sono più frutto del caso che di meccanismi sbagliati. un giocatore che ha sempre dato il suo, purtroppo ha pagato questi mesi di inattività. entrato con la testa giusta, i gol li ha sempre fatti e non è una sorpresa, soprattutto sui calci piazzati. un giocatore che dà lanima in campo, è uno che non si risparmia e butta il cuore fino alla fine della partita. Lui è felice qui e vuole imporsi qui.”

Il reparto offensivo del Napoli è stato ampiamente ritoccato nelle ultime sessioni di calciomercato. Tra l’addio di Higuain e l’arrivo di Milik l’estate scorsa si sono moltiplicate le voci riguardanti il possibile approdo di vari centravanti agli ordini di mister Sarri e, tra le ipotesi più suggestive, si parlava pure di un ritorno in Italia di Edinson Cavani, ora al Paris Saint-Germain. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, lo stesso Cavani ha parlato così di questi rumors: “Le vie del calcio sono molteplici, piccoli cambi possono portarti in una direzione o in un’altra. Io non posso piacere a tutti, ma avevo bisogno di giocare nella posizione in cui sono ora. Lo avevo pure dimostrato quando ne avevo avuto la possibilità. Se non fossero state prese certe decisioni (la cessione di Ibrahimovic ndr), sare potuto andare via. Ora gioco da punta centrale e sono felicissimo a Parigi. Il Napoli di Sarri l’ho visto, certo che l’ho visto! Anche se sono in un altro Paese, lo guardo tutte le volte che posso, l’ultima col Pescara. Mi piace il modo in cui gioca, ma anche coma la gente lo spinge.”

Il Napoli non sembra intenzionato ad effettuare altri acquisti per questo calciomercato di gennaio dopo l’arrivo in attacco di Leonardo Pavoletti dal Genoa. In uscita però ci sono diversi elementi e su tutti c’è Manolo Gabbiadini, arrivato dalla Sampdoria nel 2015 ma sempre ritenuto un rincalzo di lusso a causa della presenza in rosa di Higuain. Una volta partito il Pipita, Gabbiadini non è stato in grado di supportare le pressioni nemmeno dopo l’infortunio del neo arrivato attaccante polacco Milik, tanto da spingere mister Sarri a schierare il belga Mertens come finta punta centrale. L’agente dell’ex blucerchiato ha spiegato chiaramente la volontà sua e dell’assistito di trovare una nuova sistemazione ma, secondo quanto raccolto dal quotidiano Tuttosport, il classe 1991 potrebbe addirittura restare al Napoli. Il patron azzurro Aurelio De Laurentiis non sembra infatti intenzionato a lasciar partire Gabbiadini per meno di 25 milioni di euro costringendo quindi le pretendenti inglesi, quali Southampton, West Bromwich Albion e West Ham, costrette dunque a pareggiare quella cifra per aggiudicarselo.

L’arrivo di Diego Armando Maradona in Italia in questi giorni della finestra di calciomercato invernale sta facendo molto discutere intorno all’ambiente del Napoli. Lo stesso ex Pibe de Oro, intervistato in esclusiva da Sky Sport, ha parlato di una possibile collaborazione con la sua vecchia squadra dopo aver incontrato il patron azzurro Aurelio De Laurentiis. Come riporta La Gazzetta dello Sport, a margine dello spettacolo tenutosi al Teatro San Carlo con Maradona ed il comico Siani, il presidente De Laurentiis ha commentato così le voci riguardanti l’entrata in società di Maradona: “Maradona per me è un mito, con lui ho fatto anche un film, ricordo che si divertiva a palleggiare quando il sole stava per tramontare. Appena avrà risolto i suoi problemi con lagenzia delle Entrate, sarà il nostro ambasciatore nel mondo. Ne vedremo delle belle nei prossimi 90 giorni, tutto è ancora aperto. Diego chiede lo scudetto? Stando a Dubai forse nemmeno ricorda che lui non cè stato sette anni consecutivi in Europa come il mio Napoli.”

Nelle ultime sessioni di calciomercato il Napoli si è dimostrato un club molto attento ai giovani del panorama internazionale. Sfumato Orsolini, in procinto di passare alla Juventus, un altro talento seguito dai partenopei è l’esterno Andrea Conti, di proprietà dell’Atalanta, capace di collezionare 19 presenze, 2 reti e 3 assist tra campionato e coppa fino a questo punto della stagione. Tuttavia, la strada per portare il ventiduenne al Napoli è tutt’altro che di facile percorrenza a causa delle tante pretendenti sulle sue tracce. Infatti, oltre alla solita Juventus famosa ormai per la sua strategia della “linea verde”, secondo quanto raccolto in esclusiva dalla redazione di Tuttomercatoweb.com, Conti sarebbe stato monitorato nelle ultime partite pure da osservatori di club esteri come i londinesi del Chelsea di mister Conte ma anche gli spagnoli dell’Atletico Madrid, sempre attenti ai giocatori della Serie A.

Il calciomercato del Napoli in questi giorni riguarda anche i giovani calciatori e i relativi prestiti. Un esempio è quello di Alberto Grassi: il centrocampista era stato acquistato dai partenopei a gennaio, per poi fare ritorno a Bergamo senza aver giocato un solo minuto. Panchinaro anche nella nuova Atalanta di Gian Piero Gasperini, Grassi in questo momento sta giocando di più per la cessione di Roberto Gagliardini allInter; per questo motivo il Napoli potrebbe non riuscire a girare il centrocampista allEmpoli, una mossa che servirebbe a dare al ragazzo un ruolo di maggiore protagonista nella seconda parte della stagione. Al momento i bergamaschi nicchiano, ma Cristiano Giuntoli avrebbe pronta unaltra soluzione: si tratterebbe ovvero di dare alla Dea un altro giocatore che vada a coprire la falla. Jacopo Dezi ha giocato la prima fase del campionato di Serie B con la maglia del Perugia, e già nelle scorse settimane si era parlato di un possibile cambio di squadra; ora il giocatore, che era già stato protagonista a Crotone, potrebbe essere la pedina giusta da girare allAtalanta, così da liberare il prestito di Grassi a Empoli. Sono giorni concitati, e solitamente queste operazioni si risolvono soltanto nelle ultime ore: staremo a vedere quello che succederà.

In questo calciomercato di gennaio il Napoli ha già battuto i suoi colpi. O meglio, il suo colpo: Leonardo Pavoletti dal Genoa, più il giovane brasiliano Leandrinho che sarà a disposizione dalla prossima stagione. In attesa che si chiarisca la situazione di Manolo Gabbiadini, da Castelvolturno filtrano altre news di calciomercato relative sempre allattacco del Napoli. Riguardano una delle bandiere del club, Lorenzo Insigne: secondo il giornalista RAI Ciro Venerato, la trattativa per il rinnovo del contratto dellattaccante si è congelata. Motivo, la divergenza di vedute sullo stipendio da retribuire al giocatore: Venerato ha definito abissale la differenza tra le parti. Sembra che Insigne richieda uno aumento dingaggio consistente, superiore a quello proposto dal presidente De Laurentiis che non vorrebbe superare e 2,5 milioni di euro annui. La stessa cifra accordata al belga Dries Mertens per il suo prolungamento di contratto, che pare invece in dirittura darrivo. Attenzione quindi alla situazione di Insigne, il cui attuale legame con il Napoli scade nel giugno 2019. Il numero 24 azzurro è sempre al centro del progetto tecnico partenopeo, ma se non dovesse trovare un accordo sul rinnovo altre squadre potrebbero inserirsi. Come ad esempio il Milan, che tramite il nuovo dirigente Marco Fassone (ex Napoli) avrebbe già contattato sia il club di De Laurentiis che lentourage dellattaccante. Per il quale si parla di una valutazione di circa 60 milioni di euro. Ne riparleremo in estate?

Nelle ultime ore ha parlato anche lagente di Marek Hamsik, Jurij Venglos, ma si tratta di ben altra musica per i tifosi del Napoli. Il capitano è lontano dalle news e dai rumors di calciomercato, ed anzi sta continuando la sua scalata nella classifica marcatori all-time della società. Con la rete siglata al Pescara nellultimo turno di campionato, Hamsik si è portato a quota 106 gol complessivi con la maglia azzurra, in 10 stagioni: significa una media di oltre 10 reti ad annata, statistica da attaccante. Ora a Marekiaro rimangono da superare solo due calciatori: Attila Sallustro, che tra il 1926 e il 1937 andò a segno 108 volte, e un certo Diego Armando Maradona che proprio ieri sera si è esibito dal teatro San Carlo di Napoli. Per El Pibe de oro 115 marcature in azzurro, Hamsik è quindi a meno 9 e il suo agente non ha nascosto lemozione per questo possibile traguardo: Sarebbe importante per Marek, ma credo bisognerà aspettare un po’. La priorità è sempre alla squadra, il suo desiderio è portare il Napoli più in alto possibile, poi penserà ad altro. Parlando a Radio Crc, il procuratore ha parlato di grande rispetto per Maradona aggiungendo che per la lotta scudetto nulla è ancora definito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori