DIRETTA / Empoli-Udinese (risultato finale 1-0) info streaming video e tv: decide Mchedlidze, salvezza più vicina (Serie A 2017, oggi)

- La Redazione

Diretta Empoli-Udinese info streaming video e tv, probabili formazioni, orario e risultato live della partita di Serie A per la 21^ giornata (oggi domenica 22 gennaio)

Empoli_Saponaragol
LaPresse

finita poco fa la sfida tra Empoli e Udinese: match equilibrato, ma deciso da Mchedlidze, che ha così regalato tre punti importanti in chiave salvezza per la squadra toscana. Ci si aspettavano più occasioni nella seconda frazione di gioco e, invece, dopo l’intervallo lo “spartito” non è cambiato: fino all’80’, infatti, non è stato effettuato alcun tiro in porta, poi il lampo di Mchedlidze. Stacco di testa imperioso dell’attaccante georgiano che ha mandato la palla alle spalle di Karnezis. Matos ha provato senza fortuna a riportare in parità la partita, ma l’Empoli ha saputo gestire il vantaggio fino al triplice fischio. Considerando le sconfitte di Pescara e Palermo, oltre che del pareggio del Crotone, si tratta decisamente di una vittoria importante per l’Empoli, che si è avvicinato al Genoa. L’Empoli sale a +11 dalla salvezza, un margine importante che dà serenità alla squadra toscana.

terminato da poco il primo tempo di Empoli-Udinese: la partita resta ferma sullo 0 a 0. Un risultato giusto, considerando le poche occasioni create da entrambe le squadre finora. E, in effetti, la speranza è che il secondo tempo regali maggiori emozioni ai tifosi e al pubblico che sta seguendo il match. Reti inviolate e un’occasione per parte: prima l’Empoli sfiora il vantaggio, poi la risposta dell’Udinese. All’11’ un indisturbato Bellusci, che viene lasciato libero da Samir, riesce a staccare sul corner di Pasqual, ma la palla sfiora il palo della porta di Karnezis. Al 34′ la risposta dell’Udinese e in particolare di Jankto: l’ex Ascoli riceve uno spiovente in area di rigore e si coordina perfettamente per un tiro al volo che costringe Skorupski alla deviazione in tuffo. Da evidenziare la buona prova finora di Pasqual, che sta dominando sulla fascia sinistra, dividendosi tra la fase difensiva e le sortite in attacco. 

E atteso ormai a minuti il fischio dinizio della partita tra Empoli e Udinese, in programma per oggi al Carlo Castellani per la 21^ giornata della serie A 2016-2017. Lobbiettivo principale della formazioni di Delneri sarà quella di provare a espugnare la casa degli azzurri per interrompere la striscia di tre partite senza vittoria finora ottenuta e che per questo vede i friulani alla vigilia di questo turno  allundicesima posizione. I ragazzi di Martusciello, dopo il successo e il pari ottenuti rispettivamente contro Palermo e Sampdoria, sperano che le mura di casa portino bene. Ma andiamo subito a vedere le formazioni per Empoli-Udinese, che sono state appena ufficializzate:   Skorupski; Laurini, Bellusci, A. Costa, Pasqual; Krunic, Buchel, D. Croce; Pucciarelli; Mchedlidze, Maccarone. Allenatore: Giovanni Martusciello. Karnezis; Faraoni, Danilo, Felipe, Samir; Fofana, Hallfredsson, Jankto; De Paul, D. Zapata, Thereau. Allenatore: Luigi Del Neri. 

I due allenatori di Empoli e Udinese hanno ancora qualche dubbio circa le loro formazioni; Giovanni Martusciello per esempio non sa ancora chi schierare a centrocampo. Dioussé è squalificato e dunque non sembrano esserci problemi riguardo la titolarità di José Mauri, ma sulla mezzala come sempre cè il ballottaggio aperto tra Rade Krunic e Andrés Tello. Difficile stabilire a priori chi sarà il titolare: i due sostanzialmente si sono spartiti i minuti, dipenderà anche dal piano partita che lallenatore dellEmpoli intenderà impostare. Come sempre poi ci sono gli attaccanti: in questo momento va per la maggiore la coppia formata da Guido Marilungo e Levan Mchedlidze, ma Manuel Pucciarelli e Massimo Maccarone sono stati davvero importanti nelle ultime stagioni dellEmpoli, possono ancora avere il guizzo giusto e di conseguenza non partono battuti per questa partita. Così come non parte battuto Ryder Matos in casa Udinese: il brasiliano è sempre in ballottaggio con Rodrigo De Paul, questa volta largentino ex Valencia sembra essere in vantaggio grazie allottima prova fornita la scorsa domenica contro la Roma. Anche a centrocampo Gigi Delneri si riserva una possibile mossa a sorpresa: quella di mandare in campo Emil Hallfredsson. Lislandese può occupare tutti i ruoli della mediana: in questo senso può prendere il posto sia di Sven Kums, e giocare quindi come regista davanti alla difesa, che di Jakub Jankto posizionandosi dunque come mezzala sinistra. Lunico certo del posto sulla linea sembra essere, come sempre, Seko Fofana. 

Empoli-Udinese sarà diretta da Carmine Russo, arbitro di fama internazionale e dalla grande esperienza alle spalle: professionista dal 1994, il direttore di gara della circoscrizione di Nola ha infatti debuttato nella Serie A nel 2007, dieci anni fa, in occasione Fiorentina-Cagliari occorsa nella 17^ giornata di campionato (terminata per 5 a 1, con 2 cartellini gialli e un calcio di rigore concesso).Nel fare un bilancio più recente delloperato di Carmine russo, segnaliamo che in campionato di Serie A in corso, il direttore di gara è sceso in campo in otto occasioni, esponendo fino ad ora 30cartellini gialli e concedendo un solo calcio di rigore. Sempre in questa stagione larbitro campano ha già avuto modo di dirigere la compagine friulana, in occasione id Udinese-Lazio nella 7^ giornata di campionato, terminata per 0-3 a favore dei biancocelesti (con 3 cartellini gialli esposti), mentre per gli azzurri non ci sono precedenti recenti. Lo storico complessivo comunque ci ricorda che Russo ha diretto lUdinese in ben 16 occasioni, mentre sono stati solo 5 i match che lo hanno visto in campo con lEmpoli. 

Analizziamo i bomber che vedremo in campo in questa Empoli-Udinese. Nella squadra toscana al momento sembra essere tutto sulle spalle di Levan Mchedlidze: il georgiano nelle ultime giornate ha segnato tre gol molto importanti per i suoi e sembra essere la maggiore certezza in una stagione in cui Massimo Maccarone non sta incidendo. Tuttavia anche lui ha qualcosa da farsi perdonare: il rigore sbagliato la scorsa domenica sul campo della Sampdoria, che avrebbe potuto portare lEmpoli a una vittoria esterna di grande importanza. NellUdinese cè un problema legato a Duvan Zapata: il colombiano ha segnato soltanto 5 gol in questo campionato (uno ogni quattro partite) e non trova la via della rete da quattro gare, avendo peraltro segnato una sola volta nelle undici nove giornate. Lo scorso anno il colombiano aveva segnato un gol in meno, ma aveva saltato undici partite per uno strappo al muscolo femorale; il suo bilancio era dunque di 4 gol in 9 partite giocate, una media sensibilmente superiore a quella di oggi. Anche per questo motivo deve crescere di rendimento Cyril Thereau: il francese attenta alla doppia cifra (lha sempre raggiunta con la maglia dellUdinese, e anche una volta con il Chievo) ma anche lui è a secco da tre gare. Thereau ha comunque già migliorato il bilancio dello scorso anno dopo le prime 20 giornate: allora aveva segnato soltanto cinque gol e con una sola rete (contro lAtalanta) tra la quindicesima e la ventesima giornata.

L’Empoli ospiterà allo stadio Carlo Castellani l’Udinese di mister Delneri. I due team hanno sempre dato vita a sfide molto equilibrate, ma nel match d’andata di questa stagione i friulani si sono imposti senza problemi per 2-0 allo stadio Friuli, grazie ai gol di Felipe e di Stipe Perica. Lallenatore dellUdinese era ancora Beppe Iachini, mentre lEmpoli ha mantenuto la guida tecnica di Giovanni Martusciello. Nella scorsa annata alla Dacia Arena di Udine si era imposto l’Empoli per 2-1, ribaltando l’iniziale vantaggio di Duvan Zapata con le marcature di Leandro Paredes e Massimo Maccarone. Il match di ritorno – ultimo precedente al Castellani – invece era terminato con un pareggio per 1-1, in rete Manuel Pucciarelli e Duvan Zapata. Citazione dobbligo infine per Totò Di Natale, il grande doppio ex che suscita eccellenti ricordi sia a Udine sia ad Empoli. 

Andiamo a vedere alcune statistiche relative al cammino di Empoli e Udinese nellattuale campionato di Serie A in attesa del match di questo pomeriggio. La prima lampante differenza è sul numero di gol: lEmpoli infatti è ultimo con 11 reti segnate, lUdinese invece ne ha segnate 25. Logico aspettarsi una certa differenza anche nel numero di tiri: per lEmpoli sono 137, dei quali 70 nello specchio della porta avversaria; con lUdinese si sale a 174 complessivi e 95 in porta. I friulani di Luigi Del Neri sono in vantaggio sui toscani di Giovanni Martusciello anche in altre statistiche legate alla produzione di gioco in attacco: 44-33 nel numero degli assist, 91-74 per il numero dei cross. Da sottolineare però il fatto che i friulani corrono anche molto di più: 108,405 km è infatti il dato medio a partita per i giocatori dellUdinese, mentre lEmpoli non va oltre i 105,727 km. Tutti numeri che ci fanno capire perché lEmpoli è solo quartultimo.

Dallarbitro Russo di Nola, si gioca alle ore 15.00 di domenica pomeriggio allo stadio Carlo Castellani della città toscana per la ventunesima giornata di Serie A. L’Empoli arriva da un pareggio per 0-0 in casa della Sampdoria, con un rigore fallito da Mchelidze che poteva valere i tre punti. Ma al momento i toscani sono a ben otto punti dalla zona retrocessione, lontani da un Palermo sempre più in crisi.

Gli azzurri accolgono dunque l’Udinese, reduce dalla sconfitta contro la Roma. I friulani, nonostante zero punti conquistati, hanno giocato una buonissima gara e cercano ovviamente la continuitàdi quel bel calcio visto anche nella sfida contro l’Inter, persa solamente nel finale. Entrambe non hanno molte pretese, ma conquistare punti in questo momento significa navigare in acque tranquille e la partita di domenica potrebbe dare una bella boccata d’ossigeno ai padroni di casa.

Giovanni Martusciello dovrebbe riconfermare praticamente tutti quelli visti nella sfida contro la Sampdoria. In porta va il polacco Skorupski, che sta giocando un buonissimo campionato, mentre la difesa a quattro verrà composta da Laurini, Bellusci, Cosic e Pasqual. A centrocampo assente Diousse (squalificato per via della diffida), al suo posto dovrebbe esserci Mauri. Krunic e Croce dovrebbero andare ad occupare gli altri due posti del centrocampo.

Sulla trequarti vedremo Saponara, mentre in attacco troveremo ancora Mchelidze e Marilungo. La coppia di attaccanti sta giocando un bel campionato e sta dando sicuramente una valida alternativa al proprio allenatore. Ricordiamo che Barba e Zambelli saranno assenti: il primo è ancora alle prese con lo strappo muscolare, mentre il secondo ha un problema molto simile.

Anche Delneri dovrebbe confermare gli stessi undici visti in campo con la Roma. Karnezis, autore di una buonissima prova contro i giallorossi, andrà in porta. DIfesa a quattro, con Widmer ancora in forse per via dell’operazione subita nel fine settimana: Faraoni è pronto a prendere il suo posto. A centrocampo assenti Badu e Wague, impegnati in coppa d’Africa. Felipe e Danilo andranno al centro della difesa, con Samir sull’ out di sinistra: il terzino ha dimostrato di trovarsi davvero bene in quella posizione.

A centrocampo Kums, Hallfredsson, Jankto e Fofana si giocheranno tre maglie da titolari: il centrocampo è proprio il reparto che non ha brillato nella sfida interna contro la squadra di Luciano Spalletti. In attacco rivedremo Zapata e Thereau, con de Paul a supporto. Occhio a Perica, che potrebbe subentrare a gara in corso. Delneri potrebbe rilanciare anche Ewandro, che ha giocato venti minuti nello scorso match: una buonissima prova per il giovanissimo attaccante bianconero.

Vedremo sicuramente una sfida bloccata nei primi minuti. Vista la classifica, i bianconeri non hanno bisogno di grandi imprese, dunque sarà l’Empoli a fare la gara. Come ben sappiamo però, i toscani non hanno grandissime affinità con il goal. Dunque nel primo tempo ci saranno pochissime emozioni, con i padroni di casa a gestire il possesso palla e l’Udinese pronto a ripartire. Inoltre le due squadre giocheranno con un modulo speculare.

Questo vuol dire che ci saranno pochi spazi a centrocampo, anche perché l’Empoli occupa benissimo gli spazi in fase di non possesso. Gli uomini chiave sono ovviamente de Paul e Saponara: entrambe le squadre cercheranno di affidarsi alle loro giocate e ai loro passaggi in verticale per poter creare azioni di gioco pericolose o per far ripartire i contropiedi con il giusto tempo.

Empoli-Udinese sarà trasmessa in diretta tv soltanto sui canali del satellite: appuntamento su Sky Calcio 4 (numero 254), con possibilità per tutti gli abbonati di assistere alla partita anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go. Ricordiamo inoltre il programma Diretta Gol Serie A, che su Sky Super Calcio trasmette highlights e gol in tempo reale da tutti i campi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori