Diretta / Sampdoria-Roma (risultato finale 3-2) info streaming video e tv: i giallorossi cadono al Ferraris! (oggi, Serie A 2017)

Diretta Sampdoria-Roma: info streaming video e tv, risultato live e cronaca. La partita di Serie A è in programma domenica 29 gennaio 2017 alle ore 15.00

29.01.2017 - La Redazione
RomaSampdoria2016
All'andata Roma-Samp finì 3 a 2 per i giallorossi (Lapresse)

Tempo scaduto al Ferraris, la Sampdoria gioca un brutto scherzo alla Roma battendola per 3 a 2, pesante battuta d’arresto per i giallorossi che in classifica scivolano a -4 dalla Juve che a Reggio Emilia ha invece fatto il suo dovere contro il Sassuolo. Nelle battute conclusive del match i giallorossi fanno di tutto per evitare la sconfitta, all’85’ viene annullato un gol a Dzeko che aveva depositato il pallone in rete su assist di Totti ma il bosniaco era al di là della linea difensiva. Poco dopo Puggioni è bravissimo a chiudere la porta a El Shaarawy, con la Roma interamente sbilanciata in avanti la Sampdoria potrebbe sferrare il colpo del KO in contropiede ma al 90′ Djuricic tutto solo davanti a Szczesny si fa ipnotizzare dal portiere polacco che salva letteralmente i giallorossi. Nel recupero Totti spaventa Puggioni con un calcio di punizione, l’estremo difensore blucerchiato si distende e abbassa la saracinesca. Finale ad alta tensione, i giocatori di Spalletti protestano per un fallo in area di Bereszynski su Dzeko ma l’arbitro non interviene per l’offside del bosniaco (che in realtà era in posizione regolare), sarà questa l’ultima emozione del match con Mazzoleni che al termine dei cinque minuti di recupero manda tutti sotto la doccia. 

Quando siamo giunti al trentacinquesimo minuto del secondo tempo il punteggio di Sampdoria-Roma vede i blucerchiati avanti per 3 a 2. In questa fase del match gli uomini di Spalletti producono il massimo sforzo nel tentativo di tornare in vantaggio, i padroni di casa dopo aver disputato la prima frazione di gioco su ritmi elevatissimi calano vistosamente nella ripresa, gli ospiti possono quindi alzare il baricentro e guadagnare diversi metri di campo. Al 63′ Silvestre sbaglia il disimpegno in area e regala il pallone a Nainggolan che dal limite libera un sinistro teso ma centrale per Puggioni che blocca senza patemi d’animo. La Roma insiste e al 66′ arriva il 2 a 1: assist di Palmieri per Dzeko che ruba il tempo a Skriniar e sorprende Puggioni mettendo il pallone nell’angolino sul primo palo. Giampaolo decide di rendere ancora più offensiva la sua squadra nel tentativo di rimontare, fuori Fernandes e dentro Schick che al primo pallone toccato batte Szczesny firmando la rete del 2-2, è durato appena 5 minuti il nuovo vantaggio dei giallorossi che al 73′ vanno addirittura in svantaggio con la punizione capolavoro di Muriel che grazie alla deviazione di Nainggolan indirizza il pallone sotto l’incrocio dei pali. A Spalletti non resta che giocarsi le carte El Shaarawy e Totti per evitare la quinta sconfitta in campionato. 

Al Ferraris è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per il 22^ turno di Serie A 2016-2017 tra Sampdoria e Roma, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede le due squadre sull’1-1. A inizio ripresa i giallorossi tornano subito a premere sull’acceleratore per riportarsi in vantaggio, gli uomini di Spalletti tuttavia producono solamente una conclusione assolutamente innocua, quella di Bruno Peres che spara il pallone direttamente in curva. Al 52′ la Roma sfiora il 2 a 1 con Dzeko che sul filo del fuorigioco riceve palla da Strootman e prova a liberare il sinistro in diagonale angolando troppo la sfera che termina sul fondo graziando Puggioni. 

Intervallo al Ferraris dove si è appena concluso il primo tempo di Sampdoria-Roma con le due squadre che rientrano negli spogliatoi per il riposo sul punteggio di 1 a 1. Chi si aspettava di assistere a un altro monologo dei giallorossi in mezzo al campo si è dovuto ricredere, gli uomini di Giampaolo stanno impedendo agli uomini di Spalletti di giocare il pallone come vorrebbero, di conseguenza la gara è diventata più equilibrata e incerta. Al 38′ si rinnova il duello tra Puggioni e Bruno Peres, questa volta l’estremo difensore locale se la cava alla grande spazzando via il pallone, sul capovolgimento di fronte successivo la formazione di Giampaolo conquista un calcio d’angolo mettendo nuovamente alle corde il reparto difensivo avversario. Al 45′ la Roma su punizione va vicina al 2 a 1, con il salvataggio sulla linea di Puggioni sul colpo di testa di Rudiger, ma l’arbitro Mazzoleni fischia fallo in attacco e dunque nulla di fatto. 

Alla mezz’ora del primo tempo il punteggio di Sampdoria-Roma vede le due squadre sull’1-1. I padroni di casa ovviamente non ci stanno a perdere e reagiscono sfiorando il pari al 14′ quando Bruno Fernandes si avventa sul pallone in area di rigore, provvidenziale l’intervento in uscita di Szczesny che sbarra la strada al numero 10 avversario. Quest’oggi gli uomini di Spalletti si confermano meno solidi in difesa considerata l’assenza di Manolas (il greco siede in panchina, al suo posto dal primo minuto Vermaelen) e concedono qualche spazio di troppo agli avversari, al 20′ Bruno Fernandes va di nuovo al tiro dal limite alzando il pallone sopra la traversa. Il pari è nell’aria e arriva un minuto più tardi quando Praet riceve palla in area e la deposita in rete alle spalle di Szczesny segnando così il suo primo gol in Italia, tutto da rifare per la Roma che sta soffrendo più del previsto i ritmi elevati imposti dalla Sampdoria. Al 28′ tornano in avanti i giallorossi con Dzeko che appoggia il pallone all’indietro per Nainggolan, il belga arriva di gran carriera ma libera male il tiro mancando la porta. 

Allo stadio Ferraris di Genova l’arbitro Mazzoleni ha dato il via alle ostilità tra Sampdoria e Roma che si affrontano nella terza giornata di ritorno del campionato 2016-2017 di Serie A, al decimo minuto del primo tempo il punteggio vede la formazione di Spalletti già avanti per 1 a 0. Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime della tragedia di Rigopiano, la prima squadra a spingersi in avanti è quella di Giampaolo ma gli ospiti trovano il vantaggio al primo affondo con Bruno Peres che approfitta della respinta non impeccabile di Puggioni sul tiro di Palmieri per ribadire il pallone in rete e firmare il gol dell’1 a 0. La Roma insiste e al 10′ Nainggolan con un cross serve Dzeko che colpisce di testa il pallone non nel migliore dei modi consegnandolo di fatto a Puggioni. 

Ci siamo, sta per iniziare allo Stadio Luigi Ferraris la gara Sampdoria-Roma. Marco Giampaolo conferma il suo solito 4-3-1-2 con qualche novità negli undici titolari. In difesa per esempio sulla corsia destra gioca Bereszrwki per la squalifica di Pereira mentre in mezzo al campo Barreto è preferito a Linetty e Bruno Fernandes a Ricky Alvarez. Davanti invece scelta la coppia d’esperienza Quagliarella, Muriel con Schick che si accomoderà in panchina. Dall’altra parte Luciano Spalletti sorprende tutti con la scelta di lasciare in panchina Kostas Manolas per puntare su Vermaelen. Comunque confermata la difesa a tre con Fazio al centro e Rudiger a destra, mentre a centrocampo e in attacco le scelte sono le solite che abbiamo visto nelle ultime partite con Dzeko a far da faro e Nainggolan con Diego Perotti dietro di lui. Ecco le formazioni ufficiali di Sampdoria-Roma: Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni; Bereszrwki, Skrinar, Silvestre, Regini; Barreto, Torreira, Praet; Bruno Fernandes; Quagliarella, Muriel Roma (4-3-2-1): Szczesny; Rudiger, Fazio, Vermaelen; Peres, De Rossi, Strootman, Emerson; Nainggolan, Perotti; Dzeko

In Sampdoria-Roma spicca un dato relativo ai bomber delle due squadre: Edin Dzeko, 14 gol in stagione e vice cannoniere del campionato, ha segnato gli stessi gol garantiti complessivamente da Luis Muriel (6), Fabio Quagliarella (4) e Patrik Schick (4). I numeri sono impietosi, certo non raccontano tutto ma spiegano parte del problema di casa Sampdoria: da quando Muriel e Quagliarella si sono bloccati (20 novembre) i blucerchiati hanno ottenuto 6 punti in otto partite. Il digiuno del partenopeo, contando solo i minuti effettivamente in campo, è di 560 minuti; quello di Muriel dura invece da 588. Nel frattempo si è svegliato Schick, ma il ceco non ha mai segnato nei primi tempi (anche in Coppa Italia) a dimostrazione del fatto che renda meglio quando entra dalla panchina con solo uno spezzone a disposizione. Per quanto riguarda la Roma, Luciano Spalletti ha più volte parlato dellimportanza di Dzeko nello sbloccare partite difficili contro difese chiuse: si è visto benissimo domenica sera quando il bosniaco si è inventato il gol che ha permesso ai giallorossi di battere il Cagliari. Alle sue spalle cè sempre Mohamed Salah a quota 8; legiziano però non segna dal 6 novembre. Digiuno che va approfondito: dalla tripletta al Bologna Salah ha saltato due partite per un problema al legamento della caviglia, poi è stato in campo complessivamente per 127 minuti (contro Juventus e Chievo) e infine è partito per la Coppa dAfrica, non giocando quindi le ultime quattro partite con la Roma.

In attesa di Sampdoria-Roma, andiamo a vedere alcune statistiche relative al cammino di queste due squadre nellattuale campionato di Serie A. Riscontriamo una differenza molto evidente per numero di gol segnati (42-22 Roma), in difesa i blucerchiati sfigurano di meno con 27 gol subiti a fronte comunque dei soli 18 della Roma, che in queste ultime giornate sta diventando solidissima. Notevole la differenza nel numero dei tiri, che sono 305 per la Roma e 241 per la Sampdoria; rimane molto simile se ci limitiamo a considerare le sole conclusioni nello specchio della porta (151-116). I giallorossi sono primi assoluti per numero di assist, 89 contro i 62 della Sampdoria di Marco Giampaolo che comunque è sesta, discorso simile per i cross (193-123 Roma), a dimostrazione del fatto che la Sampdoria sa fare gioco ma paga ovviamente il confronto con una big come la Roma allenata da Luciano Spalletti. Sul piano della corsa bocciate invece entrambe, con la Roma che da questo punto di vista ha qualcosa da rivedere perché è diciassettesima con una media di 105,266 km ma la Sampdoria addirittura diciannovesima con 104,231 km medi.

Quando riusciranno a segnare Sampdoria e Roma nella partita di Marassi? La Sampdoria nel corso di questa prima parte di campionato ha dimostrato di saper trovare la rete soprattutto tra il 75 ed il 90 con 8 gol messi a segno pari al 36% del totale mentre difficilmente la trova tra il 60 ed il 75 con 1 solo gol allattivo in tale fase. In difesa statisticamente lattenzione sembra massima tra il 15 ed il 30 ed il 45 ed il 60 con 3 gol cadauno subiti mentre è minima tra il 30 ed il 45 con bene 7 reti incassate. La Roma sul piano realizzativo si trasforma nei secondi quarantacinque minuti con 28 reti segnate contro le sole 14 della prima frazione di gioco. Il massimo si ha con 10 gol nellultimo quarto dora mentre il minimo è pari ad 1 solo gol tra il 15 ed il 30. In fase difensiva la squadra giallorossa ha concesso 1 sola rete tra il 15 ed il 30 mentre nel secondo tempo è più perforabile con 12 gol complessivamente subiti. 

Sampdoria-Roma è una partita “istituzione” del massimo campionato italiano, ed è sempre suggestivo ricordarne i precedenti. Nella scorsa stagione la partita del Ferraris si è conclusa sul risultato di 2-1 a favore dei blucerchiati con i gol di Eder, Mohamed Salah e l’autorete di Kostas Manolas, che ha deciso la partita. Nella stagione precedente il match si era concluso senza reti, mentre nel 2013 era stata la Roma a vincere in trasferta, 0-2, grazie alle reti di due giocatori che oggi non vestono più la maglia giallorossa, ovvero Mehdi Benatia e Gervinho. Raccontare tutti i precedenti sarebbe certamente arduo; possiamo senzaltro ricordare uno degli episodi più belli, andato in scena il 26 novembre 2006. La Roma di Luciano Spalletti vinse 4-2: Francesco Totti, doppietta quel giorno, al 74 minuto realizzò un gol meraviglioso colpendo al volo di sinistro da posizione defilatissima sul pallone morbido di De Rossi, sorprendendo Gianluca Berti e scatenando lapplauso di tutto il Ferraris. Segnarono anche Simone Perrotta e Christian Panucci, per la Sampdoria Sergio Volpi (il momentaneo 1-1) e Francesco Flachi su calcio di rigore, quando però la partita era ampiamente finita. 

La partita al Marassi tra Sampdoria e Roma sarà diretta dallarbitro della circoscrizione di Bergamo Paolo Silvio Mazzoleni, coadiuvato nella direzione del match della 22^ giornata di Serie A dai due assistenti Barbirati e La Rocca. La direzione di questo scontro in terra ligure è stata assegnata a un uomo di grande esperienza, anche internazionale: il suo debutto nella massima serie risale allaprile del 2005, mentre è dal 2011 che il bergamasco è arbitro del circuito FIFA. Il bilancio personale i Mazzoleni con la Rom aè certamente molto ricco: i giallorossi sono infatti tra le squadre che ha più avuto occasioni di dirigere. Nella carriera del direttore di gara si contano ben 21 precedenti con la Roma (14 dei quali vincenti) con un totale di 39 gialli, 1rosso e 7calci di rigore concessi a loro favore. Comunque ricco il bilancio di carriera tra Mazzoleni e la Sampdoria: 17incontri arbitrati, di cui 5 vincenti per i blucerchiati, per un totale di 32 gialli, 2 cartellini rossi e 2 rigori assegnati. Nella stagione di campionato in corso Paolo Mazzoleni ha avuto già modo di incontrare sia Sampdoria che Roma: il bergamasco ha diretto i blucerchiati nella 11^ giornata nel match contro lInter (vinto per 1 a 0, con 4 gialli esposti). I precedenti recenti con la Roma nella Serie A 2016-2017 sono invece due: il primo risale al 2^ turno contro il Cagliari (risultato finale 2-2) mentre il secondo è della 16^ giornata di campionato, dove i giallorossi trovarono il successo per 1 a 0 contro il Milan.

, diretta dall’arbitro Paolo Silvio Mazzoleni della sezione di Bergamo, si gioca domenica 29 gennaio 2017 alle ore 15.00 e sarà una sfida da tenere decisamente d’occhio nel programma della terza giornata di ritorno del campionato di Serie A. La squadra allenata da Luciano Spalletti sarà una vera e propria osservata speciale, considerando che i giallorossi hanno dimostrato di essere l’unica squadra davvero in grado di puntare ad insidiare l’egemonia della Juventus in classifica, almeno fino a questo momento. Ma i tifosi blucerchiati si aspettano un segnale, una scossa decisa, da una Sampdoria che non sta vivendo certo un momento brillante di forma. 

La squadra di Giampaolo è al momento sedicesima in classifica, con quattordici rassicuranti punti di vantaggio rispetto al terzultimo posto e alla zona retrocessione, ma lontana altrettanto dalle posizioni che valgono l’Europa. Il girone di ritorno rischia dunque di diventare una marcia grigia e noiosa se non nobilitata da acuti contro squadre come la stessa Roma.

Che a un punto dalla Juventus (virtualmente quattro se i bianconeri vinceranno il recupero contro il Crotone) non può rinunciare già adesso al sogno scudetto. In chiave Champions, con sette punti di vantaggio sulla Lazio quarta ed otto sull’Inter quinta, i giallorossi sembrano più tranquilli, ma il loro secondo posto è comunque insidiato dal Napoli, a tre lunghezze di distanza. Per ottenere la qualificazione diretta alla massima competizione europea servirà la seconda piazza, altrimenti bisognerà affrontare le insidie dei preliminari.

La Sampdoria non vince in campionato dal 4 dicembre scorso, ormai quasi due mesi fa, quando riuscì a piegare allo stadio Ferraris il Torino. Poi sono arrivati solo due punti in sei partite per i blucerchiati, che hanno perso contro Lazio, Chievo, Napoli ed Atalanta e pareggiato in casa, peraltro sempre a reti bianche, contro Udinese ed Empoli. Sampdoria e Roma si sono ritrovate di fronte in Coppa Italia appena dieci giorni prima di questo impegno di campionato, con i giallorossi che allo stadio Olimpico hanno rifilato una secca quaterna ai genovesi.

La Roma è reduce da quattro vittorie consecutive in campionato e cinque in impegni ufficiali, peraltro senza mai subire gol nelle ultime quattro partite e mezzo (ultima rete incassata allo scadere del primo tempo del match contro il Chievo). Dopo aver sbancato i campi di Genoa e Udinese, la squadra di Spalletti ha ottenuto l’ennesimo uno a zero in casa contro il Cagliari, grazie ad una contestata rete di Edin Dzeko che ha permesso però ai giallorossi di restare nella scia della capolista.

Nell’ultimo precedente disputato a Genova tra le due squadre, il 23 settembre del 2015, la Sampdoria ha battuto due a uno la Roma, passando in vantaggio con Eder, subendo la rete del momentaneo pareggio con Salah per poi prendersi i tre punti grazie ad un’autorete del difensore greco Manolas. Al 25 ottobre del 2014 risale invece l’ultimo pareggio, zero a zero, tra le due compagini a Marassi, mentre per l’ultima vittoria della Roma bisogna risalire al 25 settembre del 2013, con i gol di Benatia e Gervinho che permisero ai capitolini di sbancare Marassi. Negli ultimi nove anni la Roma ha vinto in casa della Samp solamente una volta, e solo in tre occasioni negli ultimi venti.

Oltre alla differenza tecnica in campo, anche la differenza di motivazioni tra le due squadre potrebbe fare la differenza, ed i bookmaker ne tengono conto con la Roma comunque favorita in maniera abbastanza netta per la conquista dei tre punti, nonostante il fattore campo avverso. Vittoria giallorossa quotata 1.75 da Bwin, mentre Betfair fissa a 3.90 la quota per l’eventuale pareggio e William Hill propone a 4.80 la quota per il successo interno della formazione blucerchiata.

Per seguire Sampdoria-Roma, domenica 29 gennaio 2017 alle ore 15.00, gli abbonati Sky potranno collegarsi in diretta tv sul canale 253 del satellite (Sky Calcio 3 HD) e gli abbonati Mediaset Premium potranno invece vedere il match sul canale Premium Calcio 1. Diretta streaming video garantita su entrambe le piattaforme, rispettivamente collegandosi ai siti internet skygo.sky.it e play.mediasetpremium.it. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori