INFORTUNIO BONAVENTURA/ Ultime notizie: lesione all’adduttore, operazione a giorni. Come cambia la squadra senza di lui? (Milan news oggi 30 gennaio)

- La Redazione

Infortunio Bonaventura, ultime notizie: lesione del tendine del lungo adduttore per il centrocampista rossonero. Situazione più grave del previsto: sarà operato nei prossimi giorni

Bonaventura_GenoaMilan
Giacomo Bonaventura (LaPresse)

Da più parti si dice che la stagione di Giacomo Bonaventura sia già giunta al termine. La lesione alladduttore subita dal centrocampista, un infortunio che avrà bisogno di operazione chirurgica, ha tempi di recupero lunghi; ieri ci si sbilanciava verso un possibile rientro nei due mesi (almeno per tornare ad allenarsi con i compagni), ma le previsioni potrebbero e dovrebbero essere meno rosee di così. Bonaventura probabilmente ha finito a Udine il suo 2016-2017: una stagione nella quale stava esprimendo un grande calcio e dando una grossa mano al Milan. A questo punto Vincenzo Montella dovrà fare le sue valutazioni: un giocatore come il marchigiano non cè al momento nella rosa del Milan. La soluzione più plausibile resta quella che si era già vista con Bonaventura spostato nel tridente offensivo: Mario Pasalic, che ha ormai i gradi del titolare, e Juraj Kucka sulle mezzali a fare compagnia a Locatelli. Questo ovviamente volendo credere alle parole di Adriano Galliani che ha definito chiusissimo il calciomercato invernale del Milan

Brutte notizie per il Milan: è più serio del previsto linfortunio occorso a Giacomo Bonaventura. Sono state confermate le indiscrezioni della tarda mattinata: lesito di esami strumentali più approfonditi hanno infatti evidenziato una lesione del tendine del lungo adduttore della coscia sinistra. Il comunicato emesso dalla società parla della necessità di un intervento chirurgico: nei prossimi giorni sarà il professor Sakari Orava a operare Bonaventura. Il Milan perde dunque due pezzi importanti: come abbiamo già detto infatti anche Mattia De Sciglio sarà out nelle prossime settimane, anche se per lui lo stop dovrebbe essere circoscritto allinterno di un mese. In questi ultimi giorni di calciomercato il Milan ha messo a segno i colpi Gerard Deulofeu e Lucas Ocampos; se il primo di fatto sostituisce MBaye Niang, partito con destinazione Watford, il secondo adesso potrebbe diventare la concreta alternativa a Bonaventura, che però nei piani di Vincenzo Montella sarebbe dovuto tornare a occuparsi della mezzala sinistra. Un duro colpo per le ambizioni rossonere di raggiungere il terzo posto: adesso le seconde linee dovranno dimostrare il loro valore. 

Se da una parte il Milan sorride (l’infortunio di Mattia De Sciglio è meno grave del previsto), dall’altra non può essere contento: per Giacomo Bonaventura le notizie non sono rosee. Il centrocampista rossonero, uscito prima della mezz’ora dalla partita contro l’Udinese, si è sottoposto in mattinata agli esami strumentali ma il quadro che ne è uscito – come riportato da Sky Sport – è ancora piuttosto incerto. Bonaventura soffre di un problema muscolare, ma per definirne l’entità nei particolari sarà necessario sottoporre il calciatore ad altri esami; a questo punto in casa Milan c’è molta apprensione, si teme un periodo ai box davvero lungo che naturalmente condizionerebbe questo periodo della stagione della squadra rossonera.

Giacomo Bonaventura salterà sicuramente la partita della prossima domenica: dopo l’infortunio di Udine il centrocampista del Milan non sarà a disposizione di Vincenzo Montella per la gara di San Siro contro la Sampdoria, importante perchè i blucerchiati hanno ritrovato la vittoria e il Milan, dopo aver perso a Udine, deve provare a rialzarsi per continuare a inseguire le posizioni che qualificano in Europa. Una tegola per lallenatore rossonero: Bonaventura è stato uno dei giocatori più utilizzati in questa stagione. Sulle 22 partite in cui ha fatto parte dei convocati – contando anche Coppa Italia e Supercoppa – Bonaventura è stato sempre titolare; ha giocato lintera gara per 14 volte e in 4 occasioni è stato sostituito dopo l80 minuto. I gol sono 4 (compreso quello decisivo per prolungare la Supercoppa poi vinta), gli assist 6; al di là dei numeri lapporto del centrocampista, in grado di giocare anche come esterno nel tridente, è fondamentale per aumentare la qualità della rosa. Senza di lui il Milan ha ottenuto 3 punti in due partite, vincendo in rimonta contro il Crotone e perdendo allOlimpico dalla Roma; adesso Montella spera di non dovervi rinunciare a lungo perchè stiamo entrando nella fase calda della stagione, e nelle prossime tre giornate di campionato il Milan affronterà, oltre alla Sampdoria, la Lazio in trasferta e la Fiorentina in casa, sfide dirette per lEuropa.

E atteso per oggi il responso sullinfortunio di Giacomo Bonaventura. Dopo il gol realizzato a Udine – rivelatosi poi inutile, vista la rimonta dei friulani – il centrocampista del Milan ha dovuto abbandonare il campo a causa di quello che sembra essere a tutti gli effetti un problema serio alladduttore. Si parla addirittura di una lesione muscolare; fosse così Bonaventura sarebbe costretto a rimanere al box a lungo, in un periodo nel quale il Milan avrà bisogno di racimolare punti per continuare a inseguire la zona Champions League. Gli esami strumentali ci diranno di cosa si tratta; intanto la società si è cautelata con larrivo dal Genoa di Lucas Ocampos, un giocatore che può rivestire il ruolo di esterno offensivo in un tridente. Certo il problema resterebbe a centrocampo: il prestito secco di Gerard Deulofeu era stato voluto da Vincenzo Montella proprio per destinare Bonaventura al ruolo di mezzala, quello nel quale lex Atalanta si trova maggiormente a suo agio. 

L’infortunio di Giacomo Bonaventura è una preoccupazione decisamente seria per il Milan. L’importanza di Jack nel gioco dei rossoneri è evidente a tutti, come ha dimostrato in modo lampante la partita di ieri a Udine, che è girata in negativo per il Milan proprio quando Bonaventura è uscito a causa dell’infortunio che minaccia di tenerlo fuori causa per circa un mesetto, se dovesse davvero rivelarsi uno stiramento. Ne sapremo di più oggi, al termine degli esami strumentali ai quali Bonaventura sarà sottoposto, tuttavia è già evidente che per il Milan si profila un problema serio sulla fascia sinistra, dove gioca abitualmente anche De Sciglio, l’altro infortunato di una partita completamente da dimenticare in casa rossonera, sconfitta compresa. La buona notizia è che il calciomercato è ancora aperto, quella brutta è che chiuderà domani sera: il tempo stringe, è fondamentale sapere al più presto quali saranno i tempi di recupero per Bonaventura

Il Milan perde pezzi: l’infortunio Giacomo Bonaventura nel corso del primo tempo, che aveva sbloccato la partita contro l’Udinese, è l’ultima tegola pesante. Dopo aver provato a rientrare in campo, si è dovuto arrendere al dolore. Bonaventura si è infortunato a livello muscolare: l’ipotesi che sta prendendo quota negli ultimi minuti è quella di uno stiramento. Una brutta notizia per Vincenzo Montella, che può contare solo su Gerard Delofeu come sostituto, a fronte della cessione di M’Baye Niang. E allora i tifosi rossoneri ora si chiedono se la società interverrà sul calciomercato per cercare un’alternativa. Prima di lanciarsi in ipotesi, però, è bene attendere i risultati degli esami a cui verrà sottoposto Giacomo Bonaventura. Solo dopo aver chiarito l’entità dell’infortunio sarà possibile capire se l’amministratore delegato Adriano Galliani dovrà ricorrere al mercato di riparazione invernale per far rientrare l’emergenza sulla fascia.

Le parole di Giovanni Lodetti, ex rossonero storico, sono sempre gradite. Questi ha parlato a Milan Tv dell’infortunio di Giacomo Bonaventura e dell’importanza di Giak per i rossoneri: “E’ uno dei giocatori più importanti. Sa tenere palla e anche saltare l’uomo con grande facilità. C’è mancato il calciatore che stava meglio e la sua uscita si è sentita”. Per Giacomo Bonaventura si teme uno stiramento e nonostante Vincenzo Montella dopo la partita abbia minimizzato la paura è che ci sia uno stiramento e quindi la possibilità di uno stop di almeno un mese. Giovanni Lodetti ha parlato anche della partita: “Alla squadra manca ancora un po’ di cattiveria e di determinazione in alcune situazioni di gioco. Abbiamo sbagliato veramente tanto, anche dei passaggi che sembravano semplici. Errori così non vanno mai fatti. La squadra deve essere più cattiva quando va in campo. Non abbiamo giocato con la giusta determinazione“.

Non cè pace per il Milan, dopo la sconfitta di Udine anche la pessima notizia dellinfortunio di Jack Bonaventura, insieme a Suso gli unici in grad di cambiare marcia ai rossoneri anche in questo ultimo periodo non brillantissimo. Vedere lazione del gol di oggi per capirlo: lancio dello spagnolo, taglio vincente del Jack e tocco magico a superare Karnezis. Purtroppo, tutto inutile, con la macchia ulteriore dellinfortunio pochi minuto dopo correndo in ripiegamento sulla fascia. Dopo la partita, ha parlato il tecnico Vincenzo Montella cui è stato chiesto quali sono le ultime notizie e bollettino medico sul centrocampista jolly del Milan; «Bonaventura? Problema all’adduttore, lo valuteremo nei prossimi giorni. Si teme uno stiramento anche se in casa rossonera si punta verso una positiva soluzione del problema, con il livello di ansia non salito per ora alle stelle.

Tegola per il Milan, che perde Giacomo Bonaventura: il centrocampista, jolly tattico di Vincenzo Montella, si è infortunato durante il match con l’Udinese. Brutte notizie per il club rossonero e i suoi tifosi: l’esterno offensivo avrebbe riportato un problema muscolare ed è stato sostituito da Gerard Deulofeu. Bonaventura si è accasciato sul terreno di gioco della Dacia Arena dopo un intervento in chiusura di Faraoni: si parla anche di possibile forte contrattura alla coscia sinistra o di stiramento. Uscito al 27′ del primo tempo, Bonaventura rischia di restare fermo per un mese: stando a quanto riportato da SkySport, non è da escludere una lesione muscolare e in tal caso bisognerà valutare la lunghezza dello stop, che potrebbe variare da una settimana a quattro. Gli esami a cui verrà sottoposto nelle prossime ore saranno fondamentali per fare chiarezza sulle sue condizioni e sull’entità dell’infortunio riportato. L’infortunio, dunque, rovina la domenica di Giacomo Bonaventura, che aveva momentaneamente portato in vantaggio il Milan e interrotto il suo digiuno di tre mesi: stop di petto e gol di destro. Poi purtroppo l’infortunio, sul quale vi terremo aggiornati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori