INFORTUNIO KALINIC / Contusione al ginocchio rischia di saltare la gara contro la Roma (oggi, 30 gennaio 2017)

- La Redazione

Infortunio Kalinic, forte contusione al ginocchio destro per il centravanti che ora rischia di saltare la gara contro la Roma che si giocherà tra una settimana (oggi, 30 gennaio 2017)

NikolaKalinic
Nikola Kalinic - La Presse

Nikola Kalinic si è infortunato e questo mette nei guai Paulo Sousa che sicuramente ha sempre fatto affidamento sull’attaccante croato. La Fiorentina ha però il vantaggio di giocare la gara contro la Roma martedì prossimo e quindi di avere alcuni giorni in più per vedere il calciatore recuperare il problema fisico in questione. Rimane comunque molto difficile pensare di vedere il calciatore titolare contro la squadra di Luciano Spalletti. Se Nikola Kalinic non dovesse farcela al suo posto dovrebbe giocare titolare Babacar che comunque quando è stato impiegato dal primo minuto non ha mai sfigurato, anzi ha sempre dimostrato di essere all’altezza. Staremo a vedere quali saranno le prossime valutazioni fatte dalla società con Nikola Kalinic che sarà sottoposto a nuovi esami strumentali presto.

– Doccia gelata per la Fiorentina e Paulo Sousa che devono incassare l’infortunio di Nikola Kalinic. L’attaccante croato della squadra viola ha riportato una forte contusione al ginocchio destro nella gara contro il Genoa di domenica scorsa. Questo problema ha obbligato la Fiorentina a degli accertamenti diagnostici nella giornata di oggi. La Fiorentina sul suo sito ufficiale ha riportato le risposte delle visite strumentali che per fortuna hanno escluso lesioni o problemi seri. La situazione rimane comunque da monitorare con attenzione anche perchè è stato sottolineato come Nikola Kalinic avesse accusato davvero molto dolore al ginocchio. E’ per questo che saranno valutate giorno dopo giorno le condizioni del ragazzo che comunque dovrà aspettare prima di tornare ad allenarsi con il gruppo. Nel comunicato è sottolineato come il ginocchio sia stato sottoposto a multiple contusioni e come sia necessaria una nuova rivalutazione clinica tramite esami strumentali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori