Diretta / Inter-Lazio (risultato finale 1-2) info streaming video e tv: segna Brozovic! Ma passa la Lazio (Rai 1, Coppa Italia 2017)

- La Redazione

Diretta Inter-Lazio: info streaming video e tv, quote, orario, risultato live e cronaca. La partita di Coppa Italia è in programma martedì 31 gennaio 2017 alle ore 20.45

IcardiBanega_InterLazio
Foto La Presse

Inter-Lazio termina 1-2 al Meazza dopo una partita tirata, bellissima, ricca di errori ma emozionante: nel finale il gol di Brozovic di testa, su assist di Perisic, ha contribuito a rendere ancor più infuocati gli ultimi minuti. Mischie e attacchi all’arma bianca dei nerazzurri, fino al quarto di recupero, non hanno prodotto però altro che brividi per Inzaghi e i suoi, incapaci di uscire dalla propria area: ultimo corner proprio al 93 con fallo in attacco di Handanovic, portatosi in avanti per aiutare i compagni a completare la rimonta! Niente di fatto però per Pioli, che vede dunque finire la striscia positiva di 9 vittorie di fila, iniziata a fine 2016; in semifinale passa dunque la Lazio, che troverà ora la vincente di Roma-Cesena di domani, con possibile derby per cuori forti, contro i giallorossi. E per i nerazzurri, domenica sera, sfida allo Stadium contro la Juventus, in un posticipo di campionato altrettanto imperdibile!

Inter-Lazio 0-2 quando siamo entrati negli ultimi minuti del match a San Siro e i biancocelesti hanno in tasca la qualificazione alla semifinale di Coppa Italia! E’ successo davvero di tutto in questa fase della partita: occasioni da gol ed errori clamorosi di mira da entrambe le parti, con il punteggio che non si è dunque mosso. Ma quante emozioni! Vicinissima al 2-1 l’Inter prima con un colpo di testa di Murillo poi con un tuffo di Icardi, che ha impattato bene in area trovando però la deviazione decisiva di De Vrij, a salvare Marchetti. Nell’altra area errore, l’ennesimo, della squadra di Inzaghi: uno contro uno di Felipe Anderson con Handanovic, con tiro sul fondo del brasiliano da ottima posizione. Cambi ultimati anche per Inzaghi, che ha inserito Milinkovic-Savic, Lukaku e Wallace; i padroni di casa però sono totalmente sbilanciati in avanti, vista anche la parità numerica, dovuta al doppio giallo a Radu (secondo cartellino per fallo su Icardi al 75) e vogliono crederci fino alla fine!

ripartita con il primo (doppio) cambio da parte di Pioli: subito nella mischia Mauro Icardi e Joao Mario, per cercare di ribaltare la situazione che vede sotto la squadra nerazzurra! Out Palacio e Banega, che sono rimasti negli spogliatoi. L’avvio del secondo tempo però è stato nuovamente di marca laziale: ancora una pazzesca occasione da gol sprecata dai biancocelesti al minuto 48, con tiro alto di Parolo dall’interno dell’area di rigore, un errore difficile da spiegare… Inter che dimostra di patire terribilmente l’assenza di Gagliardini, che dopo il suo arrivo ha letteralmente trasformato il reparto centrale nerazzurro, con equilibri di squadra perfetti, di conseguenza. La mazzata sulle ambizioni interiste è arrivata al 55: contatto tra Miranda e Immobile in area di rigore, Guida opta per il fallo in chiara occasione da rete e dunque espulsione del brasiliano e penalty. Trasformato impeccabilmente da Biglia. Tutto in salita dunque per i padroni di casa, che hanno ultimato i cambi con l’inserimento di Medel per Ansaldi, ma giocheranno più di mezzora in 10 contro 11…

Inter-Lazio 0-1 a fine primo tempo al Meazza ma il minimo scarto è un vero e proprio regalo degli ospiti a Miranda & co: a cavallo del 33 infatti i biancocelesti hanno graziato in maniera incredibile i padroni di casa, con Immobile e Felipe Anderson! E’ stato proprio il centrale difensivo ex Atletico Madrid ad “aprire le danze” per la rabbia di Pioli: regalo in retropassaggio a Immobile, sprecone (colpevolmente) a tu per tu con Handanovic. Tiro altissimo. Subito dopo ancora difesa nerazzurra disastrosa: taglio in solitaria dell’autore del gol, perso dalla retroguardia avversaria, nuovo uno contro uno con il portiere sloveno e stavolta grande intervento dello stesso Handanovic, ad evitare il colpo da KO. Felipe Anderson vicino alla doppietta, ma si poteva fare di più, avrà pensato certamente Inzaghi… Nel finale tentativo infruttoso di forcing dell’Inter: al 43 bel pallone filtrante di Perisic per Palacio, chiuso alla grande da Hoedt a pochi passi da Marchetti. Qualche protesta dei nerazzurri anche per un contatto tra lo stesso difensore olandese e Candreva e poi soprattutto per il fallo di Hoedt su Palacio al limite dell’area, allo scadere: ammoniti Radu e D’Ambrosio per la mischia successiva, poi sinistro alto su punizione di Perisic. Giusta in ogni caso la decisione di Guida, il contatto era appena fuori area. Squadra al riposo sul vantaggio laziale, che intensità finora!

Inter-Lazio 0-1 alla mezzora del primo tempo ed è stata ancora la squadra di Pioli ad accarezzare il vantaggio, in questa porzione di match, con Kondogbia, prima del sigillo laziale! Dopo la prima occasione per la Lazio, con inserimento di Parolo, cui è mancato però il colpo finale dopo ottimo movimento in profondità su assist di Felipe Anderson, ecco la grande occasione per l’ex Monaco: palla persa da Biglia al limite della propria area di rigore, bel destro del francese e palla che scheggia il palo, chiudendo la sua corsa sul fondo. Al 20 però, sugli sviluppi di un’azione da manuale degli ospiti, cross di Lulic, colpo di testa di Felipe Anderson in anticipo Ansaldi, Handanovic preso in controtempo e Lazio in vantaggio! Sfida intensa e molto godibile, a maggior ragione dopo il gol, a San Siro: l’Inter continua a spingere senza sosta, la squadra di Inzaghi riparte con efficacia ed è sempre Lulic a proporre gli spunti più interessanti. Sul suo assist per Immobile, poco fa, destro al volo che termina altissimo dell’ex Torino. Si fa sentire l’incitamento del pubblico di casa, gran match tra Inter e Lazio!

partita su buoni ritmi e con i nerazzurri subito in avanti a caccia del gol! Per due volte nel giro dei primi 5′ di gioco, Perisic velenoso in area avversaria: prima un’uscita bassa provvidenziale di Marchetti e poi un intervento alla disperata di Patric – a disturbare il tiro, finito sul fondo, del croato – hanno evitato guai per Simone Inzaghi. Ma la pressione interista è costante e crescente, con enorme difficoltà per gli ospiti nel ripartire ed attaccare a loro volta; nell’unico caso in cui i biancocelesti sono riusciti a forzare la muraglia di centrocampo dell’Inter, fuga solitaria di Felipe Anderson e grande chiusura di Miranda, tra gli applausi del pubblico. Accorso in buon numero a San Siro, nonostante il freddo. Inter padrona della sfida per il momento, anche se scarseggiano i tiri nello specchio e la Lazio prova – puntando forte proprio su Felipe Anderson – a rispondere all’avvio favorevole ai padroni di casa. Si resta sul pari senza gol al Meazza ma le premesse per una bella partita ci sono tutte!

Ci siamo: Inter-Lazio prende il via allo stadio Giuseppe Meazza e ci consegnerà la terza semifinalista di Coppa Italia. Juventus e Napoli sono già qualificate; per il momento si trovano dallaltra parte del tabellone e non rappresentano un pensiero attuale per le due sfidanti di stasera, anche se chiaramente lInter vede in una finale contro la Juventus uno stimolo in più dettato dalla grande rivalità mentre la Lazio potrebbe vendicare le due sconfitte stagionali contro i bianconeri, ma anche alcune batoste recenti subite dal Napoli. La vincente di questo quarto sfiderà invece una tra Roma e Cesena; andiamo subito senza indugio a leggere quali sono le formazioni ufficiali che si sfidano a San Siro, e poi diamo la parola al campo perchè Inter-Lazio sta finalmente per cominciare. : Handanovic; DAmbrosio, Murillo, Miranda, Ansaldi; Brozovic, Kondogbia; Candreva, Banega, Perisic; Palacio. A disposizione: Carrizo, Nagatomo, Andreolli, Santon, Gagliardini, Medel, 6 Joao Mario, 11 Biabiany, 23 Eder, 9 Icardi, 99 Pinamonti, 96 Gabriel Barbosa. Allenatore: Stefano Pioli : Marchetti; Patric, De Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Lucas Biglia, Murgia; Felipe Anderson, Immobile, Lulic. A disposizione: Strakosha, Vargic, Basta, 13 Wallace, 15 Bastos, 6 J. Lukaku, 21 Milinkovic-Savic, 18 Luis Alberto, 7 Kishna, 98 Folorunsho, 97 A. Rossi, 9 F. Djordjevic. Allenatore: Simone Inzaghi

Inter e Lazio arrivano alla sfida nei quarti di finale di Coppa Italia in momenti assai diversi dal punto di vista psicologico nelle rispettive stagioni. LInter vola sullonda dellentusiasmo per una lunga striscia di vittorie consecutive, ma il rischio potrebbe essere quello di pensare già troppo al big-match di domenica sera contro la Juventus. Stefano Pioli aveva avvertito dopo la vittoria di sabato contro il Pescara: Sarà una partita determinante anche quella contro la Lazio in Coppa Italia ha detto il tecnico emiliano che non vuole assolutamente abbassare la guardia e cerca di cavalcare il grande momento. Lo ha ribadito Danilo DAmbrosio, autore del primo gol lo scorso sabato: Ora pensiamo alla Lazio in Coppa Italia prima della Juventus. Lazio che però vorrebbe avere i problemi dellInter, visto che arriva da due sconfitte consecutive: Dobbiamo pensare solo a reagire. Abbiamo la sfida con lInter in Coppa Italia e dobbiamo prepararci nel migliore dei modi, aveva detto Simone Inzaghi dopo linatteso stop contro il Chievo.

Inter-Lazio sarà diretta dallarbitro Marco Guida, designato per questo quarto di finale di Coppa Italia nel quale sarà assistito dai guardalinee Filippo Meli e Gianluca Cariolato e dal quarto uomo Domenico Celi, mentre ricordiamo che in Coppa Italia non sono previste le figure degli arbitri addizionali darea. Marco Guida, nato a Pompei il 7 giugno 1981, fa parte della sezione Aia di Torre Annunziata: arbitro fin dalletà di 15 anni, dopo tutta la trafila nelle serie minori ha debuttato in Serie A il 31 gennaio 2010, esattamente sette anni fa. Dal 1 gennaio 2014 ha pure la qualifica di arbitro internazionale. Nel corso di questa stagione Guida ha arbitrato sette partite, nelle quali ha comminato 34 ammonizioni, due espulsioni e un calcio di rigore. Su questi sette match, in ben tre occasioni erano protagoniste Inter o Lazio. Per i nerazzurri precedente ormai abbastanza datato, la vittoria per 0-2 ad Empoli del 21 settembre scorso. Per la Lazio ancora prima la sconfitta casalinga (0-1) contro la Juventus del 27 agosto, ma anche la vittoria per 0-1 a Palermo, che risale al 27 novembre.

Sono chiaramente numerosissimi i testa a testa tra Inter e Lazio. Limitandoci agli incontri disputati a Milano si contano nel bilancio storico ben 85 incontri, per un bilancio di 46 successi nerazzurri, 12 affermazioni biancocelesti e 27 pareggi in totale. Nel fare un bilancio più recente ricordiamo che negli ultimi anni non sempre il fattore campo ha aiutato così tanto lInter. Di certo dolce per i nerazzurri è lultimo ricordo: il 21 dicembre scorso ecco una netta vittoria per 3-0, firmata dal gol di Banega e dalla doppietta di Icardi. Nello scorso campionato però fu la Lazio ad espugnare San Siro il 20 dicembre 2015 con una doppietta di Candreva (nel frattempo però passato in nerazzurro) a vanificare il temporaneo pareggio di Icardi. Tornando indietro di unaltra stagione, ecco il  21 dicembre 2014 (Inter-Lazio a Milano subito prima di Natale è ormai quasi una tradizione come il presepe) un pareggio per 2-2, con la doppietta di Felipe Anderson per i biancocelesti e successiva rimonta nerazzurra firmata da Kovacic e Palacio. Una vittoria per parte e un pareggio: gli ultimi precedenti dicono che il fattore campo non è così importante. 

Diamo uno sguardo ai pronostici su Inter-Lazio affidandoci alle quote proposte dallagenzia di scommesse sportive Snai per il quarto di finale di Coppa Italia che si gioca a San Siro. Il fattore campo e la serie di vittorie consecutive fanno pendere la bilancia dalla parte dellInter, infatti la vittoria dei nerazzurri (segno 1) è quotata a 2,05. Quote quasi identiche invece per il pareggio e per la vittoria della Lazio, con la dovuta precisazione che un pari farebbe proseguire il match ai tempi supplementari e poi eventualmente anche ai rigori, visto che si tratta di una sfida in gara secca. Comunque, il segno X è proposto a 3,50, mentre il segno 2 pagherebbe 3,60 volte la posta in palio. Cè buona fiducia circa la possibilità che sia una partita ricca di gol: lOver 2,5 è infatti quotato a 1,75 mentre per lUnder si sale a 1,95. Ancora più probabile lipotesi che entrambe le squadre segnino almeno una rete: infatti la corrispondente opzione Gol è quotata a 1,65, mentre per il NoGol (almeno una delle due compagini resta a secco) si sale a 2,10. 

Sarà diretta dallarbitro Marco Guida, designato per questo quarto di finale di Coppa Italia nel quale sarà assistito dai guardalinee Filippo Meli e Gianluca Cariolato e dal quarto uomo Domenico Celi, mentre ricordiamo che in Coppa Italia non sono previste le figure degli arbitri addizionali darea. Marco Guida, nato a Pompei il 7 giugno 1981, fa parte della sezione Aia di Torre Annunziata: arbitro fin dalletà di 15 anni, dopo tutta la trafila nelle serie minori ha debuttato in Serie A il 31 gennaio 2010, esattamente sette anni fa. Dal 1 gennaio 2014 ha pure la qualifica di arbitro internazionale. Nel corso di questa stagione Guida ha arbitrato sette partite, nelle quali ha comminato 34 ammonizioni, due espulsioni e un calcio di rigore. Su questi sette match, in ben tre occasioni erano protagoniste Inter o Lazio. Per i nerazzurri precedente ormai abbastanza datato, la vittoria per 0-2 ad Empoli del 21 settembre scorso. Per la Lazio ancora prima la sconfitta casalinga (0-1) contro la Juventus del 27 agosto, ma anche la vittoria per 0-1 a Palermo, che risale al 27 novembre. 

, diretta dall’arbitro Marco Guida della sezione di Torre Annunziata, si gioca martedì 31 gennaio 2017 alle ore 20.45, sarà una sfida valevole per i quarti di finale di Coppa Italia. Gara secca tra due formazioni che stanno lottando per l’Europa in campionato: nell’ultimo turno disputato, con le due squadre protagoniste dei due anticipi del sabato nel terzo turno di ritorno del campionato di Serie A. I nerazzurri hanno infatti piazzato il sorpasso sui biancocelesti al quarto posto in classifica. 

In generale l’Inter ha dimostrato di saper cambiar volto dall’arrivo di Stefano Pioli in panchina, che è riuscito a ricucire i fili di una squadra che sembrava ricca di talento sin dall’inizio della stagione, anche e soprattutto grazie agli ingenti investimenti messi in atto dalla nuova proprietà cinese, ma che non è riuscita a trovare il giusto amalgama fino all’arrivo del nuovo tecnico della Lazio. Col Napoli ora distante solo tre punti in classifica al terzo posto, anche il ritorno in Champions League sembra potenzialmente alla portata dei nerazzurri.

La Lazio ha già assaggiato il campo dell’Inter in questa stagione, con Pioli che ha rifilato un secco tre a zero alla sua ex squadra. Per la prima volta Simone Inzaghi sta attraversando un momento difficile da quando ha ripreso la guida della Lazio: l’obiettivo dei capitolini è il ritorno in Europa, magari anche attraverso la porta di servizio della Coppa Italia che però riserva ancora tanti ostacoli prima di essere conquistata. A Milano la Lazio è chiamata a fornire una risposta di spessore contro una grande, considerando che finora contro le prime sei della classifica della Serie A i ragazzi di Inzaghi hanno conquistato solo un punto contro il Napoli.

Considerando tutti gli impegni ufficiali, tra campionato, Coppa Italia ed Europa League, l’Inter è reduce da nove vittorie consecutive, delle quali sette ottenute in Serie A. Dopo aver eliminato il Bologna, seppur ai tempi supplementari, negli ottavi di finale di Tim Cup, in Serie A i nerazzurri sono riusciti a proseguire nella loro brillante striscia positiva battendo prima il Palermo in trasferta e poi il Pescara in casa. Un doppio impegno contro formazioni di bassa classifica che ha permesso alla squadra di Pioli di issarsi al quarto posto in graduatoria.

La Lazio invece dopo aver battuto il Genoa negli ottavi di finale, con un rocambolesco ma comunque brillante quattro a due, è incappata per la prima volta in una doppia sconfitta in campionato. La caduta allo Juventus Stadium contro la capolista era probabilmente preventivabile, meno lo è stato il ko interno contro il Chievo: partita dominata per larghi tratti dalla Lazio, ma alla fine gli scaligeri hanno trovato il contropiede letale proprio al novantesimo minuto grazie a Inglese.

A San Siro si sono disputati diversi incontri di Coppa Italia tra Inter e Lazio: l’ultimo match risale al 16 aprile 2008, zero a zero finale con l’Inter che si guadagnò poi la qualificazione in finale con una vittoria al ritorno all’Olimpico. Il 2 febbraio 2006 l’Inter si è imposta di misura in un quarto di finale ad eliminazione diretta, da ricordare anche la finalissima del 2000 conquistata dalla Lazio grazie allo zero a zero nel match di ritorno, ottenuto dopo la vittoria dell’andata per due a uno, nel girono in cui Ronaldo subì l’ennesimo grave infortunio della sua tormentata carriera. In campionato poco più di un mese fa l’Inter ha rifilato un secco tris alla Lazio, che ha vinto a San Siro in Serie A per l’ultima volta il 20 dicembre 2015 con una doppietta di Antonio Candreva, ora anche lui passato in nerazzurro assieme all’ex tecnico dei biancocelesti Stefano Pioli.

L’Inter arriva allo scontro col vento in poppa, ma i bookmaker considerano la squadra di Pioli sì favorita, ma con prudenza. Vittoria interna quotata 2.05 da Bwin, mentre William Hill propone a 3.50 la quota per il pareggio e Unibet a 3.75 la quota per la vittoria esterna.

Per seguire Inter-Lazio, martedì 31 gennaio 2017 alle ore 20.45, ci si potrà collegare su Rai Uno, che trasmetterà in chiaro sul digitale terrestre la partita in diretta tv, che potrà essere vista, sempre senza bisogno di abbonamenti e a disposizione di tutti, anche in diretta streaming video via internet collegandosi sul sito raiplay.it. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori