Diretta / Udinese-Inter (risultato finale 1-2) info streaming video e tv: decide una doppietta di Perisic! (Serie A 2017, oggi)

- La Redazione

Diretta Udinese-Inter: info streaming video e tv, risultato live e cronaca. La partita di Serie A è in programma domenica 8 gennaio 2017 alle ore 12.30

duvanzapata_thereau_udinese
Foto LaPresse

Udinese-Inter termina con il risultato di 2-1 in favore dei nerazzurri. Gli uomini di Stefano Pioli ribaltano il match nei minuti finali grazie alla doppietta di Perisic. Il croato raccoglie un calcio di punizione dalla destra di Joao Mario e di testa batte Karnezis. Poco prima il portiere greco stava per combinarla grossa: l’estremo difensore bianconero non trattiene un traversone dalla destra e lascia il pallone a Joao Mario. Il tiro del portoghese viene salvato da Widmer a pochi passi dalla linea di porta. Dopo un buon primo tempo, l’Udinese incassa una sconfitta tutto sommato immeritata. Per l’Inter quarto successo consecutivo. 

Quando siamo all’80’ di gioco il risultato di Udinese-Inter è sempre di 1-1. I padroni di casa si rendono pericolosissimi con Duvan Zapata, uno dei migliori in campo. Kondogbia perde palla, il colombiano riparte in contropiede, entra in area e lascia partire un tiro, terminato fuori di poco. Al 70′ Inter pericolosa dagli sviluppi di un calcio di punizione dal limite. Il croato, dal limite, in posizione centrale, supera la barriera ma non trova lo specchio della porta. L’Udinese ha speso tutti i cambi, gettando nella mischia Hallfredsson, Perica e Matos al posto di Kums, De Paul e Therau. I ritmi sono bassi e la gara è ancora in equilibrio e aperta a ogni punteggio. 

Quando siamo al 55′ di gioco il risultato di Udinese-Inter è sempre di 1-1. Continuano fin qui a decidere i gol messi a segno nel primo tempo da Jankto e Perisic. In questo inizio di secondo tempo i friulani tornano in campo intimoriti e rischiano tantissimo al 48′. Discesa di Candreva sulla destra, cross dell’ex Lazio che attraversa tutta l’area e arriva sul secondo palo. Qui Banega, liberissimo, calcia al volo mancando incredibilmente il bersaglio. Si salva l’Udinese, che poco dopo reagisce dagli sviluppi di un corner: il colpo di testa di Zapata non inquadra lo specchio della porta per un soffio. 

All’intervallo il risultato di Udinese-Inter si trova in perfetta parità: 1-1 dopo i primi 45′ di gioco. L’Udinese passa in vantaggio con Jankto al 17′ e sfiora il raddoppio con lo stesso Jankto (tiro fuori) e De Paul (palo). Poco prima del break ancora De Paul si fa notare con un tiro-cross deviato in corner da Handanovic; dagli sviluppi del calcio d’angolo Widmer manca il 2-0 da distanza ravvicinata, con una deviazione terminata alta. Nel primo dei 2′ di recupero concessi da Doveri, l’Inter trova il pareggio. Ansaldi suggerisce per Icardi, che in area lavora il pallone e serve in mezzo Perisic. Il croato si stacca dalla marcatura dei friulani e batte Karnezis sul prorprio palo. Tutto da rifare per i padroni di casa!

Quando siamo al 30′ di gioco il risultato di Udinese-Inter è di 1-0 in favore dei bianconeri. I friulani passano in vantaggio al 17′ con un gran gol di Jankto. L’azione parte da lontano: Samir fa a fette la mediana nerazzurra, arriva al limite dell’area, vede il taglio del compagno e lo serve con un perfetto assist. Zapata porta via Miranda, Murillo e D’Ambrosio si addormentano: in mezzo a loro si inifila Jankto, che con il mancino fa secco Handanovic. L’Inter accusa il colpo e rischia per due volte di subire la rete del raddoppio. Al 20′ Zapata scappa sulla sinistra e apparecchia a centro area per De Paul: il fantasista dei friulani anticipa secco Miranda ma la sua deviazione colpisce il palo. Al 22′ Jankto sfiora la doppietta con un tiro che termina sul fondo di pochissimo. 

Quando siamo al 10′ di gioco il risultato di Udinese-Inter è sempre di 0-0. Ritmi intensi fin dalle prime battute di gioco. Al 1′ Handanovic sbaglia maldestramente un rinvio corto, consegnando la sfera agli avversari. Jankto ha la chance di calciare da fuori e ci prova: il suo tiro non trova lo specchio della porta. Al 5′ enorme occasione per l’Udinese, targata Fofana. Il centrocampista dei friulani si accomoda il pallone sul destro e lascia partire una bordata centrale dal limite. Si allunga Handanovic, che respinge in corner. L’Inter prova a rispondere con una conclusione di Candreva, che non crea particolari problemi a Karnezis. 

Udinese-Inter comincia: alla Dacia Arena si sfidano due squadre che arrivano da periodi positivi e che sono in linea con i loro obiettivi. Gigi Delneri e Stefano Pioli vogliono proseguire la striscia: lInter, reduce da quattro vittorie consecutive, può rimanere in corsa per il terzo posto rispondendo alla vittoria in extremis del Napoli, lUdinese invece – in corsa per la salvezza anche se tranquilla in classifica – può confermare il margine sulla zona calda e ottenere tre punti come quelli che si è preso lEmpoli nel primo anticipo del turno. Le formazioni ufficiali sono state annunciate: lInter conferma il 4-2-3-1 con Banega sulla trequarti, in mezzo al campo Kondogbia affianca Brozovic e dunque non ci sono novità rispetto alle indiscrezioni della vigilia con lundici di partenza che è lo stesso che ha battuto la Lazio prima della sosta natalizia. NellUdinese sciolti gli unici due dubbi della vigilia: De Paul ha la meglio su Ryder Matos nel tridente offensivo, Jankto confermato titolare in luogo di Hallfredsson. : Karnezis; Widmer, Danilo, Samir, Felipe; Fofana, Kums, Jankto; De Paul, D. Zapata, Thereau. A disposizione: Scuffet, Faraoni, Angella, Heurtaux, Parpinel, Alì Adnan, Bovolon, Magnino, Hallfredsson, Matos, Ewandro, Perica. Allenatore: Luigi Delneri : Handanovic; DAmbrosio, Murillo, Miranda, Ansaldi; Brozovic, Kondogbia; Candreva, Banega, Perisic; Icardi. A disposizione: Carrizo, Nagatomo, Ranocchia, Andreolli, Santon, Gnoukouri, Joao Mario, Biabiany, Palacio, Eder, Gabriel Barbosa. Allenatore: Stefano Pioli

Le statistiche di Udinese e Inter, presentate da Lega Serie A, parlano di due squadre che sono piuttosto agli antipodi come gioco ed esito sul campo. Se infatti lInter ha il sesto miglior attacco (28 gol) ed è seconda per conclusioni totali (262, come il Napoli), lUdinese ha segnato 24 reti (la differenza non è comunque molta) e ha effettuato appena 154 tiri, 83 dei quali utili. Un dato che ci dice della pericolosità dei friulani nelle ripartenze, ma anche di come la squadra di Gigi Delneri vada in difficoltà se lavversario è bravo ad accorciare e non lasciare campo al contropiede. Procedendo con lanalisi statistica, scopriamo anche che sono 55 gli assist messi a segno dai giocatori dellInter; 16 di questi si sono tramutati in gol, anche qui lUdinese ha un numero complessivo più basso (39) ma una migliore percentuale realizzativa (14 vincenti). I nerazzurri sono anche la squadra che crossa di più in campionato, con 328 traversoni; ottima la precisione, perchè 217 di questi sono risultati utili. LUdinese è invece agli ultimi posti: i cross sono 219, tra laltro 139 di questi sono stati sbagliati. La formazione di Delneri però corre tanto, sopperendo così a qualche lacuna tecnica: 108,2 chilometri per gara, soltanto Napoli e Chievo fanno meglio. LInter comunque si difende: è settima con 107,5 chilometri. A sorpresa scopriamo poi che Handanovic ha dovuto compiere più parate di Karnezis: sono 63 quelle dello sloveno dellInter, contro le 52 del suo collega greco.

Udinese-Inter sarà diretta dallarbitro Daniele Doveri, al quale è stato affidato il lunch match della domenica della diciannovesima giornata di Serie A allo Stadio Friuli-Dacia Arena, dove sarà assistito dai guardalinee Costanzo e De Pinto, dagli arbitri addizionali darea Tagliavento ed Aureliano e dal quarto uomo La Rocca, che completerà la squadra arbitrale. Daniele Doveri è nato a Volterra il 10 novembre 1977 ma appartiene alla sezione Aia di Roma, è arbitro dal 2002 e ha debuttato in Serie A il 28 febbraio 2010. Nel corso di questa stagione ha già diretto otto partite del massimo campionato, comminando 33 ammonizioni e tre espulsioni, delle quali una per rosso diretto; sono stati ben cinque i calci di rigore assegnati. I precedenti non fanno particolare piacere a nessuna delle due squadre: infatti Doveri fu larbitro di Sassuolo-Udinese 1-0 il 25 settembre scorso e di Atalanta-Inter 2-1 il 23 ottobre. Bilancio dunque negativo sia per i bianconeri sia per i nerazzurri, ma almeno per qualcuno oggi è destinato a migliorare

L’Udinese riceve l’Inter di Pioli in uno dei match più interessanti della diciannovesima giornata. Gli ultimi due match al Friuli si sono risolti in due sconfitte per i bianconeri. L’anno scorso in campionato l’Inter si è imposta 0-4 con reti di Icardi (2), Jovetic e Brozovic, mentre due campionati fa è arrivato un 1-2 firmato Icardi-Podolski (con lunica rete del tedesco in maglia nerazzurra). L’ultima vittoria casalinga dell’Udinese è del campionato 2012/2013: un 3 a 0 con doppio Di Natale e Muriel. Oggi le due squadre sono molto diverse e senza dubbio l’Inter punta molto su Icardi e l’ex Samir Handanovic. Nel nuovo millennio, per 3 volte Udinese-Inter si è conclusa con il risultato finale di 0-0: è successo nelle stagioni 2003-2004, 2006-2007 e 2008-2009. Invece i primi 2 confronti al Friuli degli anni 2000 hanno visto lUdinese imporsi con il medesimo risultato: 3-0 sia l8 aprile 2000 che il 21 ottobre 2000. Per espugnare lo stadio Friuli nel nuovo millennio, lInter ha dovuto aspettare fino al 23 ottobre 2005, quando la rete di Julio Ricardo Cruz regalò il successo alla squadra allora allenata da Roberto Mancini.

, diretta dall’arbitro Daniele Doveri della sezione Aia di Roma 1, si gioca domenica 8 gennaio 2016 alle ore 12.30 e sarà il primo lunch match del 2017 nel campionato di Serie A. Ultima giornata d’andata con le due squadre che arrivano al giro di boa desiderose di proseguire nel trend positivo con il quale hanno concluso il 2016. L’Udinese ha messo fra se e la zona retrocessione ben quindici punti di distanza, trovando con l’arrivo di Luigi Delneri in panchina, in sostituzione di Beppe Iachini, l’auspicata svolta che ha permesso di mettere alle spalle gli affanni delle ultime due stagioni, in cui i friulani hanno sofferto per mantenere la permanenza in Serie A dopo anni in cui invece erano stati protagonisti nella lotta per l’Europa. 

L’Inter dalla sua sta lavorando per risalire la china dopo un avvio di stagione difficilissimo, con l’addio immediato di Roberto Mancini ed il successivo esonero del tecnico olandese Frank De Boer. Stefano Pioli sembra aver preso in mano la situazione con autorità, e la proprietà cinese del club sta lavorando per rinforzare ulteriormente sul mercato una squadra che punterà nel girone di ritorno di dare l’assalto diretto al terzo posto per ritrovare il posto in Champions League che manca ormai da diverse stagioni per il sodalizio nerazzurro. Sarà fondamentale capire dopo la sosta quale squadra riuscirà a presentarsi con maggiore brillantezza alla ripresa degli impegni agonistici, considerando che entrambe le formazioni sono riuscite a chiudere in crescendo l’anno anche dal punto di vista atletico.

Chiusura d’anno estremamente brillante per l’Udinese che dopo aver perso a Cagliari ha inanellato una serie di tre vittorie consecutive che ha definitivamente portato i bianconeri a metà classifica, ben lotani dal terzultimo posto. Successi contro Bologna, Atalanta e Crotone ai quali ha fatto seguito prima di Natale l’ultimo pareggio senza reti sul campo della Sampdoria. Venticinque punti che rappresentano un bottino già soddisfacente alla fine del girone d’andata, considerando le difficoltà che l’Udinese ha avuto prima dell’arrivo di Delneri in panchina.

Ha cambiato passo dopo il cambio di allenatore anche l’Inter, con il ko di Napoli che ha rappresentato finora lo spartiacque, unica sconfitta in campionato per Stefano Pioli. I nerazzurri hanno successivamente battuto il Genoa e la Lazio in casa ed il Sassuolo in trasferta, con l’Inter a trenta punti che si è riportata in zona Europa League e soprattutto a sole cinque lunghezze dal terzo posto attualmente occupato dal Napoli. Una prospettiva ribaltata in classifica che andrà però consolidata iniziando il nuovo anno con una serie di risultati positivi.

L’ultimo precedente allo stadio Friuli, ora Dacia Arena, tra le due squadre risale al 12 dicembre del 2015, con vittoria netta dell’Inter con i gol di Icardi (doppietta), Jovetic e Brozovic. In campionato l’Inter ha vinto gli ultimi tre precedenti a Udine, con l’ultimo successo bianconero datata 6 gennaio 2013 con le reti di Di Natale (doppietta) e Muriel che fissarono il punteggio sul tre a zero finale. In Friuli le due squadre non pareggiano dallo zero a zero del 27 gennaio 2008. Va sottolineato come nelle ultime quindici partite giocate contro l’Inter in casa tra campionato e Coppa Italia dal 2003 ad oggi, l’Udinese sia riuscita solo in tre occasione a fare bottino pieno contro i nerazzurri.

L’Inter di Pioli sembra aver preso la strada giusta, ed i bookmaker ne tengono conto considerando i nerazzurri favoriti per il lunch match di domenica prossima, nonostante il fattore campo avverso. Vittoria interista quotata 1.95 da Bet365, mentre Paddy Power alza fino a 3.60 la quota relativa al pareggio, mentre la vittoria interna moltiplica per 4.00 la posta scommessa secondo l’agenzia 888.it. Premium Sport HD per gli abbonati al digitale terrestre pay e Sky Super Calcio HD (numero 206) e Sky Calcio 1 HD (numero 251) saranno i canali che trasmetteranno in diretta tv Udinese-Inter, domenica 8 gennaio 2016 alle ore 12.30. Gli abbonati Sky potranno anche seguire in diretta streaming video la partita tramite dispositivi mobili su internet sul sito skygo.sky.it, gli abbonati Mediaset Premium potranno collegarsi invece sul sito play.mediasetpremium.it. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori